Adventure's Planet
Mercoledì, 18 Ottobre 2017 16:51
Benvenuto ospite

Soluzione

I Have No Mouth and I Must Scream

di Adriano Bizzoco

Vedi la Video Soluzione



Soluzione Completa del 21 Febbraio 2006
Piccola premessa
La scelta del personaggio con cui affrontare, di volta in volta, l'avventura non influisce in nessun modo sull'esito del gioco. Quella qui proposta è semplicemente la sequenza di personaggi che ho scelto io.
Ogni personaggio ha un indicatore di umore, associato alla propria immagine: all'inizio di ogni avventura lo sfondo sarà nero; compiendo le azioni giuste esso schiarirà sul verde, fino a diventare bianco in corrispondenza dell'ultimo evento di ogni storia (a patto di aver compiuto tutte le azioni "migliori").


Gorrister

Guardatevi allo specchio e leggete il messaggio per terra, vicino alla porta. Uscite dalla stanza. Visitate tutte le stanze che si affacciano sul corridoio, avendo cura di raccogliere due lenzuola pulite e una pistola nascosta sotto l'unico cuscino che troverete. Attraversate il camminamento verso sinistra e oltrepassate l'ultima porta. Attraversate la stanza con il ponch per accedere alla cucina. Raccogliete la forchetta vicino al forno e il coltello conficcato nel tavolo. Usate il coltello per far fuggire i topi, raccogliete il pezzo di pane e mangiatelo. Osservate la bottiglia e il libro di ricette sullo scaffale. Tornate indietro uscendo dalla cucina e dal locale. Proseguite verso sud-ovest, oltrepassando il portello sul pavimento. Prendete il fluido latteo, tirate la leva e raccogliete la chiave dal quadro comandi. Tornate nella sala del ponch e usate la tovaglia per pulirvi le mani. Ritornate ancora nella sala del motore e conficcate la forchetta dentro di esso. Uscite dalla stanza e salite sulla scala a chiocciola, percorrete fino in fondo la passerella e usate il coltello con la cucitura. Attraversate lo strappo, usate le due lenzuola con l'anello di ormeggio e raccogliete il cuore di Gorrister posto sulla punta del dirigibile.

Riprendete la corda usando il coltello e rientrate. Sempre impugnando il coltello, forate un paio di sacche d'aria e scendete al piano inferiore. A questo punto dovreste poter atterrare.
Entrate nel locale, usate il jukebox, avendo cura di far partire solo le prime due tracce. Prendete la bottiglia di whiskey da dietro al bancone e attraversate la porta che dà sul retro. Parlate con lo sciacallo e, alla fine della conversazione, dategli il vostro cuore. Tornate dentro e parlate con Harry, ricordandovi di riempirgli il bicchiere ogni due domande, per ricevere delle risposte sensate. Recatevi nella toilette, raccogliete la lente d'ingrandimento dal fondo dell'urinatoio, leggete le scritte sulle pareti. Tornate indietro fino al dirigibile e raggiungete la stanza del ponch. Usate la lente sui cocci per terra. Ritornate da Harry e parlategli. Recatevi nuovamente nella toilette e usate il bagno per tre volte, ritrovandovi automaticamente in una cella frigorifera.

Provate a parlare a Glynis, poi a Edna. Alla fine della conversazione, datele il fluido latteo, provate a tirarla giù. Dopo che vi avrà afferrato e le sarà caduta la chiave, continuate a dirle che non vi fidate di lei, finchè non potrete legarla con la corda. A questo punto raccogliete la chiave e caricate la suocera scorbutica sulle spalle. Tornate a bordo del dirigibile e, attraversando il corridoio, raggiungete l'unica porta chiusa che si affaccia su di esso. Usate la chiave di Edna per oltrepassarla e leggete il diario di bordo. Tornate nella cella frigorifera e date il fluido latteo a Glynis, provate a parlarle e prendetela con voi. Usate la lente d'ingrandimento sulla carcassa di manzo, quindi il coltello per estrarne il cuore. Recatevi nuovamente sul retro del locale e, parlando con lo sciacallo, scambiate il cuore appena raccolto con il vostro. Ora raccogliete il badile nascosto dietro i bidoni sulla destra e usatelo sul terreno, per scavare una fossa. Seppellite Glynis. Parlate con lo sciacallo. Salite nuovamente a bordo del dirigibile e questa volta recatevi presso la sala del motore. Usate Edna con l'apparecchiatura posta nella parte destra della sala. Tornate al piano superiore attraverso la scala a chiocciola per azionare l'interruttore di emergenza e rigonfiare le sacche d'aria. Infine recatevi nella stanza con il diario di bordo e azionate l'interruttore. Uscite e imboccate nuovamente la scala a chiocciola, attraversate lo strappo in fondo e, seguendo il consiglio dello sciacallo, puntate la vostra pistola verso il locale e premete il grilletto.

Ellen

Entrate nella piramide e provate a bere l'acqua. Proseguite oltre il varco sulla destra, usate i fili al di sotto del primo monitor sulla sinistra e andate a premere il quarto schermo. Tornate alla sala dell'acqua e oltrepassate il passaggio segreto. Attraversate la sala mortuaria per raggiungere quella del braccio meccanico. Raccogliete il nastro giallo (per riuscirci, dovrete ripetere l'azione due volte) e le pinzette inserite alla punta del braccio. Tornate nella stanza dei monitor e usate il nastro giallo, indossandolo come una benda, quindi proseguite nella stanza del graal e raccoglietelo. Tornate alla fonte e usate il calice per bere l'acqua (ripetete l'azione per tre volte, come suggeritovi dalla stessa Ellen). Attraversate nuovamente il passaggio segreto e parlate con la statua di Anubi. Finita la conversazione, fategli un goliardico gavettone con il calice e usate le pinzette per prelevare dalla sua motherboard un chip ROM. Attraversate la stanza del braccio meccanico e, giunti in prossimità delle statue, indossate nuovamente la benda per poter raccogliere la gemma dal petto dell'effige posta centralmente. Proseguite verso destra, per guadagnare l'accesso alla stanza dei computer.

Inserite la gemma in quello di sinistra e usatelo, indicandovi come nuovo padrone di Anubi. Riprendete il chip dal computer e tornate da lui. Parlateci e vi darà la password per la tastiera che ha affianco. Usatela e inserite la password appena ricevuta, quindi aprite il sarcofago sulla sinistra e infilatevi dentro, usandolo. Usate il pannello di controllo dell'ascensore, premendo tutte le date indicate, dalla più lontana. Parlate con l'addetto alle riparazioni e, appena possibile, reagite attaccandolo. Uscite dall'ascensore e guardate i fili sulla destra. Proseguite verso sud. Superato l'incrocio giallo, vi ritroverete nella sala delle statue. Raggiungete la stanza dei computer e usate la workstation di destra. Inserite la data dell'aggressione come password, quindi selezionate ogni opzione possibile. Tornate alla sala dell'acqua e raccogliete l'altoparlante inserito nel muro elettrico, posto a sinistra della fonte. Ora raggiungete di nuovo la stanza alla base dell'ascensore, per collegarlo ai fili di comunicazione. Esaurite tutti gli argomenti di conversazione con il computer e tornate alla sala delle statue. Raccogliete il cd-rom dal petto del manufatto centrale, quindi proseguite per la sala dei computer. Inserite il supporto ottico appena recuperato nella workstation centrale, attivate il programma senza alcuna esitazione e tornate alla camera mortuaria. Parlate con Anubi, quindi usate il sarcofago un'ultima volta, per portare a termine anche questo giochetto escogitato da AM.

Benny

"Scendete" dalle scale e dirigetevi verso le grotte sullo sfondo. Entrate nella seconda da sinistra, la dimora del capo villaggio, e parlate con lui, osservate la sua borsa e usate lo schermo sulla parete. Uscite e imboccate il sentiero a destra, raccogliete il frutto sulla punta del ramo e provate a mangiarlo. Tornate indietro e usate lo spago che penzola dall'alto per ottenere un'altra "pera assassina". Questa volta entrate nella terza grotta e date il frutto appena raccolto al bambino, quindi parlategli tramite lo schermo sul muro.

Uscite, rimediate un altro frutto e rientrate, per darlo alla madre. Parlate nuovamente al bambino e usate il letto sulla destra. Quando vi sveglierete, parlate ancora con il bambino, uscite dalla grotta e dirigetevi lungo il sentiero centrale, verso l'altare. Parlate al capo villaggio e chiedetegli di assistere al sacrificio, quindi osservate ciò che resta della vittima. Tornate indietro e imboccate il sentiero a sinistra, per tornare presso le scale da cui siete arrivati. Proseguite verso destra per raggiungere il cimitero. Parlate con le tre tombe, avendo cura di farlo una volta in più con Murphy, e chiedete sempre cosa potete fare per dimostrare di essere diventati una persona diversa, non scegliete mai le altre opzioni, altrimenti lo stato di Benny peggiorerà. Ora tornate alle grotte e andate a parlare con il bambino, dimostrandogli di volerlo aiutare. Entrate nella grotta del capo villaggio e, approfittando della sua assenza, rubate la borsa del sorteggio. Tornate a mostrarla al ragazzino. Ora dirigetevi verso il cimitero e parlate con le tre tombe, quindi parlando con quella di Thomas, vi verrà rivelata la presenza di una quarta tomba. Rimuovete i rampicanti sulla sinistra e parlate con il fu Brickman. Piantate il frutto ai piedi della sua lapide, per donargli una prova di pietà. Ora tornate nella grotta del bambino e dormite. Quando sarete nuovamente svegli, entrate nella dimora del capo villaggio e usate lo schermo sulla parete. Andate a parlare con il bambino, intimandolo a nascondersi nel buco. Lui vi chiederà di portargli gli oggetti necessari a costruirsi una bambola che gli faccia compagnia. Andate a prendere la testa di sua madre dai piedi dell'altare, quindi munitevi di un frutto, recatevi nella quarta grotta e datelo al guardiano, per poter accedere all'interno del mercato. Raccogliete il pezzo di legno levigato che si trova appoggiato all'ingresso, sulla sinistra. Infine recatevi nella prima grotta e prendete il filo nascosto al di sotto dei rampicanti gialli. Tornate dal bambino e consegnategli questi tre oggetti. Parlategli usando lo schermo e andate a dormire. L'indomani guardate nel buco, per scoprire che il ragazzino è stato preso. Dirigetevi presso l'altare e parlate al capo villaggio. Chiedetegli di prendere il posto del bambino.

Nimdok

Parlate alla guardia di fianco al cancello e al prigioniero sulla sinistra, al di là della recinzione, avendo cura di scegliere la prima opzione per il dialogo. Entrate nell'edificio più chiaro sulla sinistra, l'ospedale. Dopo un breve scambio di battute con un ufficiale, osservate il poster recante la data 1945, quindi proseguite oltre la tenda a destra, verso la sala operatoria. Parlate con l'anestesista, quindi provate a prendere l'etere e raccogliete il bisturi. Usate quest'ultimo oggetto sul vostro collaboratore, per praticargli una simpatica pugnalata. Ora potete prendere l'etere. Proseguite in fondo, verso l'infermeria. Osservate i pazienti, quindi premete sul condotto di ventilazione per scoprire un passaggio. Attraversatelo e, nella nuova stanza, raccogliete l'orologio d'oro e le pinze dalla scrivania, date un'occhiata ai rapporti. Attraversate la porta metallica per guadagnare l'uscita. Parlate al prigioniero rimasto intrappolato nel filo spinato, senza minacciarlo di alcunchè. Usate prima l'etere e poi le pinze su di lui, per liberarlo. Parlate nuovamente al prigioniero intellettuale a sinistra e chiedetegli informazioni circa il 1945 e l'iscrizione presente sull'orologio. Dategli le pinze. Tornate nella sala operatoria e provate a parlare al nuovo paziente, mostrando sempre gentilezza. Usate l'etere su di lui e raccogliete il barattolo con i suoi occhi. Proseguite verso l'infermeria e parlate con il bambino che precedentemente era in sala operatoria. Tornate nell'anticamera dell'ospedale, dove c'era il poster, e usate la scatola posta sulla scrivania per nascondere gli occhi. Uscite e parlate ai prigionieri, dicendo di voler riparare alle azioni commesse e chiedete loro perchè vi considerano uno di loro, infine chiedete se vi lasceranno andare. Una volta al di là del cancello, osservate il muro sulla destra e la fossa comune. Entrate nel bunker sulla sinistra.

Usate quella specie di telegrafo nell'angolo in fondo a destra. Continuate verso destra, disattivate il raggio usando l'interruttore e raccogliete lo specchio dal fondo del pozzo. Usatelo. Guardate la lavagna e usate gli occhi con il Golem. Ordinategli di seguirvi e tornate indietro. Parlate con il dr. Mengele, quindi usate su di lui lo specchio. Uscite dal bunker e cedete il comando del Golem ai prigionieri.

Ted

Entrate nell'edificio in fondo al sentiero, seguendo il senso indicato dalla freccia. Premete il monitor che raffigura un castello.

Entrate nel castello e dirigetevi nella stanza a nord, la camera da letto di Ellen. Parlatele e cercate il suo specchio sul mobile a destra, quindi ditele che non riuscite a trovare. Tornate indietro ed entrate nella camera da letto della matrigna, corrispondente alla prima porta in alto a destra, affianco a quella della camera di Ellen. Raccogliete il pezzo di vetro per terra, causandovi un simpatico taglietto, e leggete i libri presenti tra gli scaffali a destra. Uscite dalla stanza e andate a sud, verso la cucina. Parlate con la serva e rifiutate le sue insistenti e oscene proposte, finchè non vi chiederà di riparare il forno. Per farlo, semplicemente "usatelo", quindi parlate con la serva e insistete (dovrete farlo due volte) affinchè vi dica qualcosa circa la vecchia megera. Provate ad aprire la porta dietro al forno, per scoprire che è chiusa. Tornate indietro ed entrate nella camera da letto del padre di Ellen, ubicata tra il portone di ingresso e la camera di Ellen, in alto a sinistra. Leggete il diario contenuto nella libreria e tornate indietro. Dirigetevi nella camera più a destra, dal colore azzurrino. Raccogliete l'icona dorata e premete la seconda torcia da destra per rivelare la presenza di un passaggio segreto. Imboccatelo e parlate con la matrigna, rifiutando ancora una volta le proposte oscene e minacciando di ucciderla. Ritornate indietro fino alla hall del castello, usate l'icona dorata con il portone di ingresso, quindi ponete l'armatura davanti ad esso, spingendola. Tornate da Ellen e parlate con il diavolo che si sarà appena manifestato, quindi parlate con Ellen. Ora recatevi nuovamente nella stanza da letto della matrigna e leggete ancora i libri sugli scaffali (ora potete leggerne due nuovi) e memorizzate la formula magica contenuta in uno di essi. Andate a salutare la matrigna con questa simpatica frasetta ("Kalla Ingma Thacko") e raccogliete il gessetto che farà cadere.

Usatelo sul cerchio per completarne il disegno. Parlate col demone Surgat e chiedetegli di aprire la porta della camera della serva (quella dietro al forno, nella cucina). Dategli il pezzo di vetro con il vostro sangue come merce di scambio. Ora andate in esplorazione nella nuova stanza: osservate l'arazzo sulla parete, raffigurante il diavolo con lo specchio. Tornate a parlare proprio con il diavolo presente nella stanza di Ellen e ditegli che sta mentendo, che sa dov'è nascosto lo specchio; quindi parlate con l'angelo. Uscite e dirigetevi nella stanza del padre di Ellen, usate la libreria e leggete la Divina Commedia; in tal modo otterrete lo specchio. Tornate da Ellen e datele l'agognato oggetto. Ora usatelo con il diavolo, per intrappolarlo dentro, quindi tornate da Surgat e rompete (usate) lo specchio nel (con il) cerchio.

Sequenza finale

Le ultime battute di gioco sono caratterizzate da diverse possibilità di scelta. Inoltre lo svolgimento di quest'ultima parte è soggetto, tra le altre cose, alla capacità di ciascun personaggio di interagire con determinati oggetti/apparecchiature. Infine, essendo costretti a scegliere un personaggio alla volta, è possibile portare a compimento l'avventura nel modo "migliore" con diverse "combinazioni" di personaggi, tenendo a mente che il primo dev'essere sempre Nimdok, in quanto è l'unico ad avere la password per estendere il ponte all'inizio. Quella qui di seguito è una delle suddette combinazioni.
Ultimo appunto per quanto riguarda la struttura delle locazioni: sono disposte in modo circolare, pertanto a cominciare dal punto di partenza, potete raggiungerle tutte andando sia a destra che a sinistra.
Se poi volete ripercorrere lo stesso finale del libro di Ellison, vi basterà far morire tutti i personaggi e all'ultimo spetterà la parte descritta nel racconto originale (salvato e intrappolato da AM).

Scegliete Nimdok. Usate la consolle e immettete 1945 come password per estendere il ponte. Attraversatelo e usate il totem dell'Invocazione (il gessetto) con il cerchio. Parlate con il demone e rifiutate di rinunciare al primo totem che vi sarà richiesto. Accettate, invece, per il totem della Compassione. Tornate indietro e imboccate il sentiero a destra, fino a raggiungere la buca con i teschi. Raccogliete il cranio centrale, quindi afferrate la mano e usate il totem di Accesso con la colonna che spunterà fuori. Ora potete uccidere Nimdok interagendo con la stessa colonna.

Scegliete Gorrister. Imboccate il sentiero a sinistra fino a trovare il proiettore di ologrammi. Attivatelo (lo utilizzerà il prossimo personaggio che, diversamente, non avrebbe potuto accenderlo). Proseguite il cammino fino alla locazione con i containers per i robot. Usate la workstation per far comparire la colonna di energia. Attivate il terzo container, dove si trova Glynis. Usate il totem della Vita su di lei. Ora potete arrostire anche Gorrister.

Scegliete Benny. Tornate sulla scena del proiettore di ologrammi e parlate con la moglie Manya. Usate il totem dell'Amore su di lei, dopo che lei ha attivato la colonna energetica. Anche per Benny è tempo di essere folgorato.

Scegliete Ted. Raggiungete la buca con i teschi e raccogliete l'ultimo a destra, quindi prendete il telecomando. Proseguite verso destra, fino alla locazione i due gargoyles. Usate il telecomando sulle loro statue, quindi il totem in vostro possesso sulla colonna. Ciao ciao Ted.

Scegliete Ellen. Raggiungete ancora la buca con i teschi e raccogliete il primo a sinistra, quindi intascate anche la gemma blu. Trovate la locazione con le punte di lava e inserite la gemma nella cavità. Usate il totem del Valore con la colonna di energia. Ora dovete scovare l'Ego, il Superego e l'Id, svegliarli e usare rispettivamente: il totem del Perdono, della Pietà e della Compassione, per mandarli in corto circuito.

Tornate presso il cerchio dell'invocazione, al di là del ponte, e parlate con l'entità Cinese e quella Russa. Invocate il totem dell'Entropia e...the end.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Cyberdreams
Data Rilascio: Q4 1994
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Fantascienza/Horror
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Inglese
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 95/98
Processore: 486 DX2-66 mhz
RAM: 4 MB
Scheda Video: SVGA
Supporto: 1 CD
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario