Adventure's Planet
Mercoledì, 22 Novembre 2017 08:26
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Nelly Cootalot, Spoonbeaks Ahoy!

di Vittorio De Sanctis  

il nostro voto
72
In breve

Nelly è una piratessa con tanto di occhio bendato e di galeone (una scialuppa di nome Cootania!) ed è pronta a dare prova delle sua abilità. E in effetti ben presto arriva pane per i suoi denti: lo spirito del capitano Bloodbeard, glorioso pirata dei Sette Mari, le compare per affidarle una pericolosa missione: liberare gli Spoonbeaks, uccelli dal becco a forma di cucchiaio, dalle grinfie del barone Widebeard, salvandoli dall'estinzione. Accetterà Nelly cotanta missione? C'è da chiederselo? No, c'è solo da giocare e scoprire come andrà a finire!

 

Recensione Completa del 26 Gennaio 2015
Nelly è una piccola 'wannabe' pirata, desiderosa di solcare i Sette Mari sul suo vascello, il Cootania - be’, vascello... diciamo una scialuppa guardata con gli occhi dell'entusiasmo e dotata persino della sua bandiera!

Un giorno, mentre Nelly piratescamente se la dorme della grossa, forse in attesa che i Sette Mari le piombino addosso uno dietro l'altro, accade qualcosa di inaspettato: d'improvviso viene svegliata nientemeno che dallo spirito del famigerato capitano Bloodbeard, che le trasmette un'eredità di tutto rispetto, salvare gli Spoonbeaks - uccelli dal becco a forma di cucchiaio - dall'estinzione certa nella Baronia di Meeth, a causa dell’operato del barone Widebeard. Questi li ha infatti schiavizzati per soddisfare la sua ingorda brama di ricchezze.

Ma a che gli serviranno degli uccelli dal becco a forma di cucchiaio? E perché abbiamo parlato di eredità di Nelly nei confronti del capitano Bloodbeard? A quest'ultima domanda possiamo rispondere che in realtà Nelly appare come una sorte di discendente, quantomeno spirituale, dell'ormai estinto capitano, il quale vede in lei l'unica in grado di compiere la missione affidatale. Alla prima domanda invece non risponderemo, a pena di uno spoiler di cui non vorremmo ritenerci colpevoli.

Diciamo subito che questo titolo può destare interesse e curiosità per il solo fatto di avere un'ambientazione piratesca, dove l'associazione alla pluriosannata saga di Monkey Island è fin troppo sottintesa da parte dell'ignaro giocatore che vi si accosta. E diremo altrettanto rapidamente che se ci si attende un'avventura dall'ispirazione goliardico-umoristica, accompagnata da dialoghi e battute demenziali, come i migliori (anzi, i peggiori) pirati ci hanno finora insegnato, non siamo troppo lontani dalla verità.

Nelly Cootalot: Spoonbeaks Ahoy! si presenta con l'ardire di chi ha fatto tesoro di situazioni, gag e personaggi al limite dell'improbabile - come la stessa Nelly del resto - per insinuarsi sulla medesima scia e realizzare un piccolo gioco che ha i numeri per guadagnarsi la vostra simpatia, sempre a patto che ci si ricordi di avere tra le mani un titolo freeware, prodotto senza fondi e per la sola passione verso il genere.

I dialoghi saranno infarciti di pluralità di risposte, la maggior parte delle quali sarà inutile ai fini della prosecuzione, ma destinata unicamente al divertimento del giocatore, dal quale ci si aspetta la costanza di tornare sulla medesima conversazione ed esaurire, sviscerandole, tutte le possibilità.

Purtroppo però questa parte pur importante del divertimento potrebbe non essere facilmente goduta nella sua interezza da chiunque, e questo a causa della forte presenza di un linguaggio slang, quantomeno nella versione inglese. Il titolo in questione è infatti disponibile in ben 4 idiomi (inglese, francese, spagnolo e tedesco) e almeno con riferimento all'inglese, cioè la versione da noi provata, siamo in debito di chiarire che avremo molto spesso espressioni e modi dire fortemente informali ed americanizzati, cosicché soltanto chi ben conosca le forme più colloquiali della lingua saprà cogliere il senso delle singole battute e potrà dunque gustarsi appieno quest'aspetto del gioco.
Chiariamo anche che l'approfondimento dei dialoghi fa sicuramente parte del divertimento aggiunto, ma quanto di essenziale viene riferito da Nelly e dagli altri personaggi ai fini del proseguimeno resta nella sostanza comprensibile.

Passando all'aspetto estetico, la grafica, come è giusto che sia nelle autoproduzioni, si presenta minimalista, con un tratto a matita veloce ed appena accennato, dove gli spazi sono riempiti da colore volutamente debordante, a sottolineare la comicità anche delle scenografie (spesso realizzate con strutture deformi, un po' alla Day of the Tentacle). I personaggi possono risultare un po' stereotipati (abbiamo il classico pirata burbero, il barista che passa informazioni, il tipo "fuori di testa" con i suoi progetti "fuori dal mondo" e così via), ma adempiono senza riserve alla loro funzione di intrattenere il giocatore. Del resto, l'originalità è indubbiamente un gran bel vantaggio, ma non è tutto: preferiamo credere che sia il modo in cui si racconta una storia - pur trita e ritrita - a renderla ugualmente godibile, magari offrendo un punto di vista insolito o semplicemente alternativo, quando possibile. La capacità di affascinare è la vera originalità, evitando l'errore di darla per scontata.

L'interfaccia, in alto a bordo schermo, vi permetterà di selezionare le opzioni di caricamento e salvataggio, con slot in quantità libera, oltre a svariati settaggi audio-video. In più, potrete accedere ad una comoda mappa dei luoghi che visiterete e che vi consentirà di raggiungerli con un clic: una feature mai abbastanza osannata, anche quando il numero delle locazioni è esiguo. Tra l'altro non vi sarà data di default, ma ve la dovrete guadagnare, anche se 'guadagnare' è più un modo di dire, considerata la velocità con cui ve la procurerete sin dall'inizio. Manca il doppio click sull'uscita delle locazioni, ma Nelly va abbastanza spedita e l'area di gioco è limitata, così che non ci farete molto caso.

Il sonoro è di certo un buon punto a favore di questa piccola avventura: i motivetti sono azzeccati, vi accompagnano piacevolmente e potreste anche correre il rischio di ritrovarvi a canticchiarli a fine partita, il che è sempre indice della bontà del lavoro svolto. Pollice su, soprattutto per un freeware.

Quanto agli enigmi, si riconosce il tocco classico, con prevalenza di enigmi da inventario - richiamabile col tasto destro del mouse - con un numero di oggetti che nel prosieguo tende leggermente ad aumentare, ma senza eccessi. Questi saranno combinabili tra loro o con la scenografia e non mancheranno anche alternative, come enigmi da dialogo, di tipo meccanico e persino di tipo crittografico (anche se in quest'unico caso mi è sembrata necessaria anche una piccola dose di fortuna!).

La durata - 5 o 6 ore - si può dire rientri nei canoni di un prodotto gratuito che si faccia rispettare, come a conti fatti è quello che abbiamo tra le mani. Ricordiamo infatti che questo primo episodio di Nelly Cootalot si è guadagnato la bellezza di 5 AGS Awards 2007, tra i quali Miglior Gioco, Miglior Gameplay e Migliori Dialoghi, oltre a 7 nominations per lo stesso anno.
Abbiamo appena detto 'primo episodio' perché siamo in presenza di un titolo meritevole, tanto che l'autore ha ben pensato di affidarsi alla nota piattaforma di crowdfunding Kickstarter per procurarsi il finanziamento di un nuovo capitolo intitolato Nelly Cootalot: The Fowl Fleet; in realtà già finanziato e tuttora in sviluppo, si è guadagnato anche l'approvazione della comunità di Greenlight di Steam, con una probabile uscita anche in italiano, diversamente da questo predecessore.

Tirando le somme, allora, Nelly Cootalot: Spoonbeaks Ahoy! si propone come un lavoro fortemente classicheggiante, con un chiaro occhio di riguardo all'umorismo che fu della compianta LucasArts, di cui rievoca lo spirito goliardico e scanzonato, che piacerà senz'altro agli avventurieri di lungo corso. Unico limite la caricatura linguistica, almeno in relazione alla versione inglese, un po' ostica a voler comprendere ogni battuta e linea di dialogo. Questo tuttavia non preclude la complessiva fruizione di questa simpatica avventura, che mi sento di consigliare a chi voglia tuffarsi ancora una volta in qualche ora di leggero divertimento tra pirati e battute 'indegne' di questo nome.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Alasdair Beckett-King
Data Rilascio: 07/03/2007
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Commedia
Grafica: 2D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse
Sottotitoli: Multilingua
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario