Adventure's Planet
Mercoledì, 22 Novembre 2017 08:29
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Lunar Deep - The Adventure Below

di Ivan Vailati  

il nostro voto
15
In breve

Questa volta la nostra avventura ci porterà sulle tracce di un antico popolo adoratore della luna, costretto a fuggire per colpa delle persecuzioni nei meandri della terra. Questa gente, per poter vivere all’interno delle grotte, si è costruito una specie di macchina che può controllare la luce, l’aria, il tempo e le stagioni. Purtroppo con il passare dei millenni questo prodigio di tecnica ha iniziato a risentire del logoramento dovuto al passare degli anni e si è fermato: ora tocca a voi cercare di salvare questa gente e il loro strano mondo.

 

Recensione Completa del 17 Settembre 2006
È una cosa veramente positiva notare quante avventure grafiche indipendenti di vario tipo e genere stanno uscendo e nascendo in questo periodo: in questo ultimo anno mi sono dato da fare e ho cercato di recuperare qualche titolo interessante da portare alla vostra attenzione. Oggi avremo a che fare con Lunar Deep, un gioco degli AncientRein Gaming, un team degli Stati Uniti, e che troverete in vendita in digital delivery a 5 dollari o in versione CD tra i 7 e 9 dollari sul sito degli sviluppatori.

Questa volta la nostra avventura ci porterà sulle tracce di un antico popolo adoratore della luna, costretto a fuggire per colpa delle persecuzioni nei meandri della terra. Questa gente, per poter vivere all’interno delle grotte, si è costruito una specie di macchina che può controllare la luce, l’aria, il tempo e le stagioni. Purtroppo con il passare dei millenni questo prodigio di tecnica ha iniziato a risentire del logoramento dovuto al passare degli anni e si è fermato: ora tocca a voi cercare di salvare questa gente e il loro strano mondo.

Come quasi tutte le produzioni indipendenti dal punto di vista grafico non possiamo sicuramente aspettarci miracoli: le schermate sembrano molto spesso fumose e mai completamente lucide, complice una scelta cromatica su colori prettamente scuri. La risoluzione video sarà fissa sulla 640x480 e il gioco sarà una via di mezzo tra un 2D e un 3D: sembra quasi che alcune locazioni siano “falsate” e cioè create per sembrare che siano in 3D quando invece sono solo in 2D. Le animazioni sono quasi praticamente assenti, le uniche cose che si muoveranno sullo schermo saranno il mare all’inizio e gli unici 2 personaggi che incontrerete durante il vostro pellegrinare tra il mondo sotterraneo. Nonostante i disegni non siano niente male, i movimenti sono lasciati a delle semplici schermate fisse e lasciano l'amaro in bocca.

Una volta che avrete assistito ai titoli di inizio vi ritroverete davanti a una schermata veramente scarna dove potrete scegliere tra le pochissime opzioni, e cioè, iniziare, caricare o uscire dal gioco. Tutto il resto è già stato settato e non potrete in alcun modo modificare la parte tecnica di Lunar Deep: insomma dovrete tenervi quello che gli sviluppatori hanno deciso di offrirvi. Una volta iniziato il gioco, infatti, l’unica voce in più da utilizzare sarà il classico salvataggio, veramente poco. L’interfaccia grafica non presenta certo innovazioni, anche il cursore a schermo dimostra la poca fantasia perché si tratta della solita, classica, stra-usata e noiosa mano, che, come al solito indicherà dove muovervi, cosa prendere, cosa utilizzare. L’inventario invece sarà a scomparsa ed è situato nella parte superiore del monitor: al suo interno potete interagire con gli oggetti abbinandoli o trascinandoli sullo schermo per essere utilizzati.

Se vi state chiedendo se forse sono stato troppo cattivo fino a questo punto della recensione aspettate di sentire il seguito! Dal punto di vista del sonoro le musichette risulteranno essere ripetitive e gli effetti ambientali alquanto banali e orribili: l’unica cosa che posso salvare è il poco, pochissimo parlato. Ma il vero grosso problema risiede negli enigmi (Myst stile) che incontrerete qua e la nel vostro gironzolare: onestamente sono veramente troppo facili e banali, non incontrerete mai nessuna difficoltà e porterete a termine la vostra fatica prima di vedere passare la seconda ora sul vostro orologio e per un gioco a pagamento (seppur indipendente) è una cosa assurda visto che ci sono produzioni freeware molto più longeve, che vi possono far passare molte più ore di divertimento. Fosse solo questo potremmo anche chiudere un occhio ma la cosa non finisce qua: possiamo anche aggiungere la poca interattività, i pochissimi oggetti che avrete a disposizione e dulcis in fundo la cosa più temuta da tutti i giocatori del mondo e cioè la presenza di 2 bug che minano la giocabilità e un enigma alquanto discutibile di cui preferisco non parlare per evitare di spoilerare la soluzione che comunque troverete come sempre al più presto sul sito.

C’è poco da aggiungere, penso che la recensione riassuma abbastanza bene quello a cui sono dovuto andare incontro per giocarci. Onestamente queste 2 ore possono essere dedicate a qualcosa di meglio: non che ci voglia molto. Probabilmente se Lunar Deep non fosse stato a pagamento avrei potuto lodare il team per l’impegno e per le poche cose positive. Ma stando così le cose non posso fare altro che mettere al gioco un votaccio. A mio parere è meglio starci alla larga.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: AncientRein Gaming
Data Rilascio: Q2 2006
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Avventura/Fantasy
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Inglese
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 98/Me/2000/XP
Processore: 600 Mhz
RAM: 128 MB
Supporto: 1 CD
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario