Adventure's Planet
Mercoledì, 01 Ottobre 2014 10:08
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Wallace & Gromit Episode 2: The Last Resort

di Cristiano Caliendo  

il nostro voto
77
il vostro voto (2 votanti)
81
In breve

E’ tempo di vacanza per Wallace e Gromit, ma le condizioni meteo non sono delle migliori. I nostri eroi non si perderanno però d’animo, decidendo di trasferire la spiaggia nel loro seminterrato e trasformando così il 62 di West Wallaby in una specie di stabilimento balneare. Ma, ovviamente, non tutto andrà secondo i piani…

 

Recensione Completa del 27 Giugno 2009
A chi non è mai passato per la mente di mollare tutto e andare in vacanza? Di mettere in stand by ogni lavoro e ‘mostrar le chiappe chiare’ su una rumorosa quanto costosa spiaggia nel cuore di una località balneare? Beh, anche Wallace e Gromit sono umani (cioè, almeno uno dei due) e, in seguito agli eventi narrati nel primo episodio delle “Grand Adventures” targate Telltale, decidono di staccare la spina e di rosolare sotto il sole per qualche giorno. Tuttavia, sorte vuole che l’umido clima inglese ci metta lo zampino con un temporale in piena regola, rendendo inattuabile per i nostri eroi la tanto desiderata gita. Ma è dura tenere a freno la fertile mente di un inventore come Wallace, il quale infatti da lì a poco tira fuori una delle sue - *coff coff* - ‘geniali’ idee: portare la spiaggia in casa loro e gestire un ‘villaggio vacanze’ in piena regola in cui tutti sono invitati. Peccato però che accontentare tutti i clienti non sia facile come sembri, soprattutto quando i pestiferi cagnetti della signorina Flitt ce la mettono tutta per rovinare l’idillio, trasformando la vacanza in un giallo alla Agatha Christie…

CONFERME E SMENTITE
The Last Resort” (“L’Ultima Spiaggia”) è la seconda parte delle “Wallace & Gromit’s - Grand Adventures”, la prima ‘stagione’ dei Telltale che ha per protagonista il duo creato da Nick Park (al termine dal suo corso, il ciclo conterà quattro episodi).
Com’è nello stile Telltale, l’episodio successivo al primo non rivela particolari cambiamenti grafici e sonori, né si preoccupa di rinfoltire gli ambienti con tante nuove locazioni: si seguono invece i dettami strutturali ed estetici dell’episodio ‘pilota’, e si prosegue con nuove avventure e situazioni inedite in un contesto nel quale ormai si ha familiarità.
Se, quindi, non c’è davvero niente da eccepire sulla grafica, ricca e dettagliata, e sul sonoro, piacevole e non invadente (nota per i più attenti: è possibile scorgere reminiscenze del vecchio iMUSE lucasiano nella locazione cittadina), resta – ahinoi – invariato anche lo zoppicante (ma – attenzione - non disastroso) sistema di controllo, che costringe all’utilizzo della tastiera per far spostare il personaggio, relegando il mouse solo alle varie manipolazioni di oggetti e scenari. Va però precisato che, rispetto all’episodio precedente, il problema degli spostamenti si sia un po’ ridotto grazie a cambi di inquadrature poco frequenti e meno spiazzanti. In ogni caso, per attenuare la relativa scomodità del sistema di controllo, è comunque consigliato l’utilizzo di un pad compatibile Xbox 360.

STIMOLANTE E NON FRUSTRANTE
Il plot di “The Last Resort”, come la Aardman insegna, è solo un pretesto per infilare i due eroi in una situazione bizzarra e imprevedibile. Non si può certamente dire, quindi, che la trama o la sceneggiatura siano il piatto forte dell’avventura, benché le interazioni con le varie macchiette (new entry: l’arrogante spasimante della signorina Flitt, il signor McBiscuit) strappino più di un sorriso. Più divertenti, comunque, appaiono le varie scenette e i momenti più ‘mimici’, grazie anche alla buona qualità grafica. Apparentemente assente, invece, la continuità narrativa con l’episodio precedente.

Pollici sempre in alto sul fronte enigmi: vari, stimolanti e spesso geniali, danno la birra a qualsiasi prodotto odierno non Telltale (e, per chi non riesce a risolverli, è sempre presente l’ottimo sistema di hint, perfettamente integrato al gioco). Quasi sorprendente anche il numero di ramificazioni alternative non utili al proseguimento dell’avventura: si è praticamente ‘invitati’ a ritardare la risoluzione di un enigma solo per provare le varie combinazioni ‘nulle’. A tal proposito, molto riuscita è la parte centrale, che vede prima protagonista Wallace nel tentativo di accontentare i ‘bagnanti’, e poi Gromit, impegnato in un classico ma umoristico giallo stile ‘Who done it?’. Un plauso quindi al – riconfermato - trio di game designer, Andy Hartzell, Sean Vanaman e Joe Pinney (quest’ultimo, un ex membro della vecchia LucasArts, riveste qui anche il ruolo di project leader).
A fronte di un finale non spettacolare come quello del primo episodio, ciò che pone in qualche modo questo “The Last Resort” a un gradino più alto è un piccolo e, solo apparentemente marginale, dettaglio, che consiste nel coinvolgimento più attivo del giocatore durante i dialoghi nei panni di Wallace: infatti, in più di un’occasione la chiacchierata si interromperà e verremo chiamati a indicare qualche hot spot dello scenario (oggetti, ma anche personaggi) come argomento di conversazione. In pratica, ciò non è altro che la versione più discreta delle icone di dialogo (assenti nell’episodio ‘pilota’) a cui noi avventurieri siamo abituati da anni. Tale interazione extra durante le sezioni con Wallace (generalmente più deboli) rende meno pesanti i dialoghi automatici coi personaggi e, in definitiva, decisamente più piacevoli da seguire.

UNA MARCIA IN PIU’
Tirando le somme, le “Grand Adventures” di “Wallace & Gromit” non rappresentano – ancora – il picco più alto raggiunto dalla software house americana. Il minimo ma concreto passo in avanti ottenuto con “The Last Resort”, però, lascia ben sperare, e noi giocatori possiamo tornare ad augurarci, con rinnovata fiducia, che sia possibile realizzare un’avventura grafica per console senza scontentare necessariamente gli utenti PC.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Telltale Games
Distributore: Telltale Games
Data Rilascio: 05/05/2009
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Avventura/Commedia
Grafica: 3D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse/Tastiera
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario