Adventure's Planet
Sabato, 25 Settembre 2021 03:14
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

The Hand of Glory

di Manola Meeder  

il nostro voto
90
il vostro voto (1 votanti)
95
In breve

La sfida di un pericoloso serial killer fa precipitare la carriera del detective Lazarus Bundy in un baratro senza via di uscita. Nel disperato tentativo di tornare alla ribalta, Lazarus decide di indagare clandestinamente sulla scomparsa di Elke Mulzberg, giovane rampolla di una delle famiglie più influenti della città. Dalle spiagge assolate di Miami fino alle lussureggianti colline italiane, dovrà usare tutte le sue risorse per scoprire la verità nascosta dietro il rapimento. E a quel punto non potrà più tornare indietro.

 

Recensione Completa del 08 Settembre 2021
La "mano della gloria", una raccapricciante reliquia dai leggendari poteri magici. Un mediocre detective della polizia di Miami, alle prese con l’ennesimo caso irrisolto. Con il distintivo - e il destino del pianeta - in ballo, Lazarus Bundy si ritroverà tra più di 100 location da visitare, oltre 40 personaggi con cui interagire e centinaia di enigmi da risolvere.

Ancor prima di mettere le mani su questo fantastico punta e clicca di produzione tutta italiana, sapevo di starmi per imbarcare in "15 ore di pura avventura brokenswordiana".
L’ispirazione a Broken Sword e a Gabriel Knight è ben chiara nella trama intricata, nella dimensione esoterica e fanta-archeologica, nell’uso alternato di due personaggi principali e nel suggestivo passato remoto dei dialoghi. Eppure, The Hand of Glory ha una personalità tutta sua, ed è ispirato a queste colonne portanti dell’universo videoludico senza però essere derivativo. Un degno, degnissimo successore; non una copia carbone.

Ma andiamo per sezioni:

TRAMA
In breve, Lazarus Bundy è un detective alquanto egocentrico e dall’aspetto inconfondibile: impermeabile beige alla Sherlock, lunghissima sciarpa rossa che spesso ondeggia per le schermate del gioco, e la sua amata bicicletta Greendart, dai colori dell’Italia. Come suggerito dal titolo, quello che sembra essere un tipico caso da risolvere si rivelerà parte di un complotto sinistro e globale. Ad affiancare Lazarus è la stagista Alice, un’aspirante investigatrice piena di risorse.
La trama non è mai lineare o scontata, e vi regalerà numerosissimi colpi di scena, sia per quanto riguarda il protagonista che alcuni personaggi secondari. Ogni personaggio cresce e si evolve nel corso dell’avventura.
Non solo: il gioco è diviso in due parti per una ragione ben specifica, che va oltre motivi di sviluppo e budget. Citando lo sviluppatore: "Sentiamo che ciò che avviene a metà del gioco sia troppo intenso da essere relegato a una semplice cut-scene che collega uno scenario all’altro. Vogliamo che possiate soffermarvici per un po’ e assimilare gli eventi […] il nostro suggerimento è quello di prendersi una pausa prima di giocare alla Parte 2".
Curiosi? Dopo aver finito il gioco, mi trovo ad applaudire la decisione del team di sviluppo, e a congratularmi per tutti i temi toccati da questa trama complessa e coinvolgente!

LUNGHEZZA
Sicuramente The Hand of Glory è una delle avventure grafiche più lunghe che abbia mai completato, offrendo dalle quindici alle ventidue ore di gioco, a seconda di quanto vogliate esplorare, o di quanti achievements vogliate accaparrarvi. Che dire? Quando pensavo di aver raggiunto il finale, ecco presentarsi un’altra variopinta location, un colpo di scena, enigmi nuovi di zecca! Si ha la sensazione di poter giocare anche oltre il THE END, dove si sarebbero fermati altri giochi, e tuttavia mai a discapito della giocabilità.


LOCATION
In giochi di questo genere, ci si aspetta di viaggiare per il mondo in lungo e in largo e The Hand of Glory non fa eccezione, offrendo numerose destinazioni più o meno esotiche, dall’Italia agli U.S.A e altre che vi lascio il piacere di scoprire. La differenza, tuttavia, si trova nelle intenzioni del team di sviluppo di promuovere il territorio e il turismo italiano attraverso la collaborazione con il Comune di una delle location offerte in game. Oltre a fornire un meraviglioso background per gli enigmi, San Leo in Emilia Romagna è parte dell’avventura stessa, grazie alle risorse storiche raccolte dal team in collaborazione con gli enti storico-turistici locali. Considero questo tentativo di promuovere il turismo videoludico un’idea molto promettente!

GRAFICA
Interamente disegnati a mano, i fondali sono curati e dettagliati ma non al punto di sacrificare la giocabilità! Non vi ritroverete a fare pixel hunting alla ricerca di oggetti cliccabili. Premendo la barra spaziatrice, potrete comunque vedere gli oggetti con i quali è possibile interagire.
Le cutscene sono numerosissime, cartoonose, ben fatte, e spesso si soffermano su espressioni facciali dei personaggi che sono riconoscibilissime ed aumentano il livello di immedesimazione.
Un altro aspetto degno di nota è la possibilità di scegliere l’opzione di lettura relax. Se decidete di attivarla, potrete leggere i sottotitoli in tranquillità, senza perdervi delle battute nel caso in cui vi dobbiate allontanare dal pc. Bisogna infatti cliccare sul mouse per poter avviare la battuta successiva.

AUDIO
Il doppiaggio di tutti i personaggi, ma in particolare di Lazarus e Alice è fenomenale, credibile e piacevole.
La musica orchestrale è eccellente, e mi son piaciuti tantissimo i piccoli intermezzi musicali che compaiono quando si prende un oggetto particolare, o si risolve un enigma. Una strizzata d’occhio a Broken Sword che mi ha riempita di nostalgia!

GAMEPLAY
⁃ Oltre ai classici enigmi d’inventario accessibili sia a Lazarus che Alice, sarà necessario tenere in considerazione il carattere del personaggio che state utilizzando: Lazarus non si farà scrupoli a rubare una caramella a un bambino, mentre Alice si rifiuterebbe. Dal canto suo, la stagista è in grado di usare la cinesica per osservare le microespressioni e la gestualità dei vari personaggi, e dunque capirne le intenzioni. Questi minigame sono senza dubbio benvenuti e rompono la monotonia della quale possono soffrire i punta e clicca con enigmi d’inventario.
⁃ Si può morire! Ma non preoccupatevi; lo scopo di queste sezioni è solo quello di aumentare la suspence, farci pensare in fretta, immedesimarci con Lazarus o con Alice. Se si muore, si ricomincia da quel punto esatto, senza essere penalizzati per non aver salvato il gioco.
⁃ Alcuni enigmi sono assolutamente innovativi per il genere, e altri sembrano essere stati presi in prestito da titoli per console, come i quick time events, in cui bisogna cliccare rapidamente un tasto per compiere l’azione voluta. Si tratta comunque di esperimenti qui e lì, che lasciano ampio spazio a enigmi logici, codici, ed enigmi da inventario.
⁃ In questa categoria ho trovato, secondo la mia esperienza personale, l’unica nota negativa del gioco. Alcuni enigmi, soprattutto nella prima parte, sono un po’ troppo ostici, e non forniscono al giocatore indizi sufficienti per risolverli senza sbirciare in una guida. Altre volte, invece, avrete capito cosa fare, ma vi sarà impossibile agire senza aver prima completato una serie di azioni non sempre chiara. Questo problema sembra risolversi del tutto nella seconda parte, i cui enigmi sono ben equilibrati e calibrati. È qui che si trovano gli enigmi logici più intelligenti e divertenti che abbia sperimentato sin dal periodo d’oro delle avventure grafiche negli anni '90.

IN CONCLUSIONE
Un eccellente esempio di passione, lavoro duro e fantastiche doti narrative. La grafica, il carisma dei personaggi, le loro storie di vita personali, la musica, il doppiaggio e gli effetti sonori sono di tutto rispetto e certamente superiori alle tipiche produzioni indie. Gli enigmi sono a volte frustranti, soprattutto nella prima parte, ma divertenti, logici e ben equilibrati nella maggior parte del gioco. D’altra parte, si sa, ogni avventura grafica ha la sua "capra" (parlo di te, Broken Sword 1), ma ciò non deve necessariamente penalizzare un gioco ben fatto.
Un MUST per ogni appassionato di avventure grafiche punta e clicca!

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Madit Entertainment / Daring Touch
Data Rilascio: Q3 2020
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Avventura investigativa
Grafica: 2D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Multilingua (italiano incluso)
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore