Adventure's Planet
Martedì, 17 Ottobre 2017 09:41
Benvenuto ospite

I commenti degli utenti su

Alpha Polaris

 

il nostro voto
75
il vostro voto (5 votanti)
71
25 Giugno 2017

Acquistato qualche mese fa e terminato di giocare da poche settimane. Qualche annetto dopo l'uscita, dunque (2012). Ciò che mi ha attirato è l'ambientazione particolare e la definizione di avventura/horror, con richiami alla "Cosa" di John Carpenter, che a mio avviso è un grandissimo film nel suo genere (a livello di un "Alien", però in Antartide, non nello spazio).

Veniamo al gioco. Anzitutto fa piacere ogni tanto cimentarsi con avventure non sviluppate da piccole o grandi multinazionali del settore ma bensì da piccoli quanto volenterosi team indipendenti, un gruppo finlandese nel nostro caso.

Ora, i limiti tecnici e di budget e lo sviluppo un po' artigianale senza dubbio si notano. Il gioco è in terza persona ed i personaggi tridimensionali, pochi tra l'altro, non sarebbero neanche male, come modellazione e movimenti, se non fosse per l'assoluta fissità degli sguardi che li fa sembrare catatonici, o meglio "congelati", vista l'ambientazione polare della Groenlandia. Gli autori suppliscono con ingegno mediante fumetti "in piano americano", ma insomma non è proprio la stessa cosa. Invece gli scenari pre-renderizzati (gioco 2.5 D) sono più che discreti e si può apprezzare qualche "chicca" (niente di eccezionale si intende) volta ad integrare realisticamente il protagonista nell'ambiente, come le orme lasciate nella neve, le ombre ecc. Il tema musicale è carino, un po' triste, incrementa il senso di solitudine angosciosa che il gioco vuole trasmettere.

Per sintetizzare al massimo direi che il gioco ha tre difetti principali, tra loro in qualche modo collegati: una longevità non soddisfacente, un ridotto numero di locazioni e una trama che, per quanto intrigante, non si sviluppa adeguatamente e "va a terminare" in modo sì drammatico e non privo di 'suspance' ma forse un po' troppo sbrigativo. In effetti quasi tutto si svolge all'interno della base polare. Vi è una sola locazione esterna ad essa (lo scavo per la perforazione con caverna misteriosa) e tra l'altro una volta usciti avendo superato gli ostacoli presenti, non vi si fa più ritorno.

Ho detto prima "longevità non soddisfacente". Tuttavia io non definirei il gioco breve e, se non lo è, lo si deve soprattutto agli enigmi. Ecco, io che mi ritengo un giocatore di media esperienza, ho trovato il gioco molto originale per via proprio di alcuni tipi di enigmi e nell'insieme "difficilotto". Più che altro è servito "addestrarsi" a certe logiche del gioco per poi riuscire meglio nella soluzione. Basti pensare, ma vi sarebbero altri esempi, agli enigmi testuali, in cui bisogna scrivere una determinata parola basandosi solo sulle tracce fornite dai documenti a disposizione nell'inventario. Dà soddisfazione arrivarci, ma a volte è stato un po' frustrante. Ricordo di essere stato bloccato una volta, pur essendo certo di aver "indovinato", poiché scrivevo "grotta" anziché "caverna" o viceversa. Insomma in Alpha Polaris, bisogna sì trovare oggetti e saperli usare ma il succo dei puzzle sta altrove e qui va fatto un plauso al tentativo degli autori di distaccarsi dal consueto.

Direi dunque che, pur fra alti e bassi di umore, alla fine sono stato contento di aver giocato ad "Alpha Polaris", che ha comunque i suoi pregi da sottolineare. Quali?
A parte gli enigmi, è originale l'ambientazione ed interessante la trama, anche se poteva essere un tantino più sviluppata come già detto; poi si può rimarcare l'atmosfera claustrofobica, con quella certezza che qualcosa di terribile, di soprannaturale stia per accadere, man mano che passano i giorni e le notti. Questo ti dà la "carica" giusta per voler andare avanti senza essere annoiati.

Il finale è abbastanza ben fatto, anche se rallentato solo da qualche ultima trappola testuale. Concludendo, un gioco che in ogni caso merita ampiamente la sufficienza abbondante.


Voto: 72/100

Commento di SuperPat

11 Dicembre 2013


Voto: 60/100

Commento di roxhanne

19 Ottobre 2013

Gioco da budget limitato riesce comunque bene nel suo intento di far passare qualche ora piacevole allo schermo.

La grafica fa il suo lavoro, nulla di eccezionale ma rende bene le atmosfere gelide.
Personaggi caratterizzati abbastanza bene,seppur in totale solamente 5. Devo dire che anche il doppiaggio è buono, l'inflessione delle voci è molto curato ed espressivo.

Purtroppo come dicevo il budget è limititato quindi le ambientazioni seppur curate discretamente sono davvero poche.

Interazione con gli ambienti buone. Enigmi discreti, interessante la soluzione di dover scrivere dei testi per risolvere alcuni enigmi sui simboli.

La storia è bella, mette la giusta suspance, riesce anche nel suo intento di far un tantinello paura, peccato che verso la fine corre molto chiudendo il gioco in maniera fettolosa.

In sostanza una buona dimostrazione di come senza chissà quali budget si riescano a fare giochi che riescano comunque a far passare qualche ora piacevole.
Consiglio di giocarlo di sera semmai di inverno.


Voto: 71/100

Commento di AG_dipendente

11 Dicembre 2012

gioco fatto bene...l'ambientazione ricorda un po "La Cosa" e "Syberia", comunque troppo corto


Voto: 78/100

Commento di marcos86

06 Gennaio 2012

Alpha Polaris è uno dei tanti esempi di avventure indipendenti che stanno prendendo piede negli ultimi anni: un team di poche persone, un budget ristretto, un'idea, un po' di passione e vediamo come va.

Per fortuna questa volta non è andata male e, a fronte dei limiti tecnici inscindibili dalla natura del gioco, abbiamo un'avventura discreta, sviluppata con cognizione e con delle buone idee; saper riconoscere i propri limiti e sfruttare a dovere le risorse limitate non era facile, ma a tal proposito è giusto spezzare una lancia a favore degli sviluppatori.

L'atmosfera proposta è quella di un thriller/horror tra i ghiacci, dalle tinte paranoiche e psicologiche tipiche degli esponenti più noti del genere, tra cui annovererei senz'altro La Cosa e Whiteout.

Il gioco inizia però abbastanza lentamente, introducendo i personaggi, la locazione e le meccaniche di gioco. Solo la seconda metà dell'avventura sarà caratterizzata realmente da atmosfere tese; tuttavia il ritmo regge e la noia non è un problema.

Tecnicamente Alpha Polaris è nella media del genere: animazioni scarse ma fondali più che sufficienti, una direzione artistica forse un po' confusa e uno stile poco marcato; molto buona e d'atmosfera invece la colonna sonora, e il doppiaggio (inglese) è discreto.

A livello narrativo siamo lontani dall'eccellenza, ma il gioco fa il suo dovere: i personaggi sono pochi e stereotipati, ma questo consente di caratterizzarli il giusto; il tipo di horror offerto è a metà tra lo psicologico e il sovrannaturale, trovando un buon equilibrio; non ci sono momenti di alta scrittura, ma nemmeno sezioni in cui la sceneggiatura fa crollare le braccia. Insomma, una storia discreta e con poche pretese, che certo non mantiene le promesse fatte dagli sviluppatori (che parlavano di approfondimenti su tematiche complesse e mature), ma che riesce a intrattenere con onestà.

I puzzle - miracolo, miracolo! - sono di buon livello. Incredibile ma vero, Alpha Polaris richiederà di usare un po' di materia grigia per proseguire, e presenterà sfide perlopiù legate al contesto in cui sono inserite. Niente di trascendentale, ma comparto decisamente soddisfacente per un'avventura indie.
Interessanti soprattutto i puzzle a domanda aperta, che vi costringeranno a pensare e rileggere i documenti fino a impararli a memoria, dato che non potrete semplicemente andare a tentativi.
Accanto ad essi troviamo normali puzzle da inventario spesso su base scientifica, coerentemente con la natura del protagonista (un giovane biologo). Niente di particolarmente arduo, ma si tratta comunque di sfide perlopiù intelligenti e ben dosate.

L'atmosfera è più che discreta, sia grazie alla colonna sonora sia grazie all'equilibrio tra gli elementi in gioco. Interessanti anche qui alcuni esperimenti come i particolari dialoghi a scelta multipla che, pur non rappresentando dei veri e propri bivi o premi per il giocatore, danno spesso l'illusione di prendere decisioni, dare opinioni o reagire in modo personalizzato, aumentando il coinvolgimento.

La duranta dell'avventura è contenuta, difficilmente impiegherete più di 6 o 7 ore per completarla. Un ritmo più sostenuto nell'ultima parte di gioco avrebbe giovato alla tensione, ma perlomeno abbiamo un finale che, pur prevedibile e poco coraggioso, non lascia nulla in sospeso e non delude.

Nel complesso quindi Alpha Polaris rappresenta bene il paradigma delle avventure indie dei tempi moderni: limiti tecnici, scarsità di asset, storia funzionale ma poco approfondita, struttura classica con qualche sporadico esperimento. Se vi piacciono i thriller dall'ambientazione polare è un titolo consigliato, altrimenti è un gioco come ce ne sono tanti, ma che tutto sommato i 10 euro che costa li merita tutti.




Voto: 72/100

Commento di Overmann

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Turmoil Games
Publisher: Adventure Productions
Distributore: Zodiac
Data Rilascio: 22/06/2012
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Avventura/Horror
Grafica: 2.5D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows XP/Vista/7
Processore: 1,5 Ghz
RAM: 1 GB
Scheda Video: compatibile DirectX 9
Hard Disk: 1 GB
Supporto: Online Download
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Giocalo su ZODIAC
Alpha+Polaris Alpha Polaris

14.99€

Banner Pubblicitario