Login with a social network:

Sam & Max Season One

Il mondo delle Avventure Grafiche, dalle origini sino ai giorni nostri.

Moderatori: Simo the best, Adrian

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda AG_dipendente il domenica 25 ottobre 2009, 18:10

Gnupick ha scritto:Per non parlare delle protezioni: i due Bone arrivati in Italia ne hanno una talmente ostica che solo alcuni lettori DVD riescono a leggere i giochi. Ho anche provato a fare un'immagine ISO per conservarmela e usarla come mi pare ma è inutile. Cercando di insistere mi ha costretto al format del pc, come accaduto con The Moment of Silence.

Si ma a quel punto per farti una copia di backup e ti è difficile fai prima che te la scarichi con tanto di crack bella e fatta,tanto la versione originale ce l'hai! :wink: Io ad esempio ho fatto così con il terzo cd di Sanitarium!
Sono d'accordo e mi ripeto,le protezioni a mio avviso(più che un opinione in realtà è un dato di fatto)non sono mai servite a fermare i pirati.MAI!
Luca 6,27-38
____________________________________
STO GIOCANDO:
Simon the sorcerer 5
STO LEGGENDO:
Lo Hobbit
STO ASCOLTANDO:
Sempre e comunque METAL!!!!!!
AG_dipendente
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 3425
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2005, 13:38
Località: Caserta

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda John il domenica 25 ottobre 2009, 18:40

Baku ha scritto:Allora partiamo da un altro concetto, come diceva TEO, la pirateria la sconfiggi con i prezzi e non con i gadget, distinguiamo poi anche varie tipologe di pirata, quello che scarica per principio tutto ciò che è possibile perchè non ha la minima intenzione di spendere 1 € per aquistare nulla ( anche avendo la possibilità economica) e 1 altro genere di pirata, quello che scarica ma ogni tanto, se trova l'offerta vantagiosa, compra originale senza troppi problemi.


Più di una volta in giro per forum mi è capitato di trovare gente che non solo ammetteva di scaricare e ne era fiera ma dava dell'idiota a chi comprava originale. "Se una cosa puoi averla gratis non ha senso pagarla" è il discorso che fanno, e per loro è giustissimo. Ma siamo in Italia e la cosa non mi sorprende neanche più di tanto.

Comunque con prezzi più abbordabili sicuramente la situazione migliorerebbe anche se c'è da dire che nella maggior parte dei casi basta aspettare qualche mese per trovare dei prezzi estremamente vantaggiosi anche sullo scatolato

Baku ha scritto:
Vorrei anche far notare come la pirateria sia bene o male assente nella nuova PS3 e tutto grazie all'ottima qualità dei prodotti targati ps3.
Mi spiego meglio, la Ps3 gira su Blue-ray, tipo di tecnologia nuova e quindi ancora poco conosciuta, che permette un ottima qualità di riproduzione e un vasto volume di dati da poter leggere.
Facciamo 2 calcoli, per poter , io pirata, scaricare 1 gioco della PS3 devo prima trovare il gioco in rete e so gia che questo si aggirerà su non meno di 20 gb di spazio, ciò vuol dire che se non ho fastweb posso impiegare pure 1 mese per scaricare il gioco.
Fatto questo devo comprare un dvd blu-ray che ha ancora un costo non irrilevante e sopratutto un masterizzatore blu-ray, che si aggira sui 500€... se mi faccio 2 conti è come comprare 2 PS3 e la convenienza al minimo possibile che il pirata cerca, in questo caso non la trova.
Ecco perchè con la Ps3 si è riuscito ad attuare un movimento di riciclaggio e compra vendita di giochi usati molto ampio.


Sulla ps3 la pirateria non c'è perchè i primi chip si iniziano a vedere solo ora e perchè come dici te il costo per scaricare e masterizzare i giochi è decisamente alto, la qualità dei prodotti non c'entra nulla(anche perchè la qualità inizia ad alsarsi solo ora, fino poco tempo fà che valeva la pena giocare c'era veramente poco)


Baku ha scritto:Nell'ambito pc questo discorso probabilmente non è ancora attuabile, almeno a breve termine, unico rimedio per lottare contro il download illegale è quello di tenere dei prezzi bassi e cercare di invogliare la gente, ben disposta, con delle buone offerte, considerate che il pirata per principio, anche davanti ad un gioco a 10€ preferirà scaricare, quindi li c'è poco che fare, bisogna cercare di convincere quella parte di gente che scarica perchè non può permettersi di spendere 100€ al mese di videogiochi e di conseguenza evita il problema scaricando da internet.


Come dicevamo prima molti pirati smetterebbero di scaricare solo se gli regalassero il gioco almeno un mese prima dell'uscita ufficiale(molti scaricano anche solo per il "Io ce l'ho già, sono fico, te devi aspettare una settimana, sei uno sfigato"), quindi è una causa persa.
Bisogna proporre prezzi vantaggiosi e, soprattutto, presentare l'offerta al giocatore. Nei negozi l'angolo pc è sempre quello più piccolo, più confuso, il casual gamer si perde, cose che invece non succede grazie al DD(per tornare in tema). Magari può essere difficile avvicinare il casual al DD però una volta dentro si trova di fronte un catalogo ordinato, con le offerte in bella vista con i commenti degli altri giocatori.
Immagine
Immagine

So Long, and Thanks for All the Fish
John
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: lunedì 3 settembre 2007, 22:06
Località: Perugia

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda =Teo= il domenica 25 ottobre 2009, 19:30

Baku ha scritto:Ora sicuramente è il prezzo quello che fa la differenza diciamo le cose come stanno, il DD non può essere la soluzione, perchè motiverebbe i pirati a scaricare di più, se gia non comprano quando posso avere qualcosa di fisico, figuratevi quando dovrebbe spendere soldi per qualcosa di totalmente digitale, senza carta e cartone, a mio avviso sarebbe solo peggio e contro producente, il ragionamento sarebbe presso a poco " ma sono pazzi vogliono 10€ per permettermi di scaricare un qualcosa che posso fare a gratis, ma non ci penso proprio... "

Secondo me è vero in parte: se vogliamo tornare ad esempio sul discorso del "valore aggiunto" che faceva AG_dipendente, oltre al fatto che i giochi in DD costano meno, c'è pure da tenere conto della componente multiplayer che non crea rogne perché il gioco è originale e delle varie chicche tipo achievements e classifiche online, che aumentano notevolmente il livello di sfida ed il divertimento.
Tolto "il pirata ad ogni costo", la persona che si trova davanti un gioco che costa poco, va bene senza crack, funziona online e gli permette di avere anche degli extra interessanti oltre a dargli la possibilità di potersi confrontare con altri giocatori, secondo me un pensierino ce lo fa pure, piuttosto che sprecare tempo, corrente e costo della connessione per scaricarselo farlocco e tirare bestemmie per farlo girare in malo modo. [smilie=marameo42.gif]

Per il resto, non posso che quotare in toto l'ultimo post di John. :)
=Teo=
 

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda Gnupick il domenica 25 ottobre 2009, 19:34

AG_dipendente ha scritto:Si ma a quel punto per farti una copia di backup e ti è difficile fai prima che te la scarichi con tanto di crack bella e fatta,tanto la versione originale ce l'hai! :wink: Io ad esempio ho fatto così con il terzo cd di Sanitarium!
Sono d'accordo e mi ripeto,le protezioni a mio avviso(più che un opinione in realtà è un dato di fatto)non sono mai servite a fermare i pirati.MAI!


Su questo sono d'accordo, sicuramente. Per ricollegarmi anche a Baku, penso che chi vuol prendere il gioco piratato troverà sempre il modo di farlo (almeno chi appartiene al 'primo gruppo' che diceva Baku), a costo di rinunciare al prodotto nel caso non riesca a piratarlo (quindi non lo acquisterebbe comunque). Per questo, io non credo molto nei 'danni' così catastrofici della pirateria, perchè secondo me c'è (quasi) sempre il rovescio positivo della medaglia: tutto sta a cercare di ragionare un po' ed evitare di venire sopraffatti dalla facilità con cui si reperisce il gioco piratato.
Fra l'altro ricordiamo tutti come la Sony ci marciò sulla pirateria per affermare le sue PSX-2, e sappiamo anche quanto la pirateria possa essere una vetrina per realtà come quella indie che non possono contare su lanci costosi e pubblicità (e lo stesso vale anche per la musica o il cinema). A quel punto è meglio se su 20 persone ci sia 1 sola che acquista originale, piuttosto che... non trovare proprio 20 persone interessate o informate su ciò che vendi. Non so se mi spiego.

Non è facile reinventarsi (parlo di chi lavora nell'ambito, ma anche dei gestori di videonoleggio o degli editori di riviste cartacee, per dire), e spesso non vorrei essere nei loro panni, ma non si può impedire alle cose di trasformarsi. Bisogna cercare di adattarsi, a volte ci vuole un bel po' di fortuna, ok, ma bisogna cercare di evolversi, sennò si resta indietro. Cercare di bloccare la novità non serve a niente e tanto ingegno si potrebbe sfruttare meglio per trovare la contromossa che cavalchi anche l'onda. IMHO.

Discorso davvero lungo, comunque. In ogni caso il concetto è che il pirata non è (generalmente) invogliato da un extra figo o dalla bella copertina, arraffa tutto perchè 'tanto è gratis', quindi non acquisterebbe nè il supporto fisico nè, appunto, in DD.

John ha scritto:Magari può essere difficile avvicinare il casual al DD però una volta dentro si trova di fronte un catalogo ordinato, con le offerte in bella vista con i commenti degli altri giocatori.


Proprio per questo eviterei di entrare troppo in profondità nel (complesso) discorso della pirateria (come ho già detto in qualche post sopra, comunque, il gioco originale su DD si vede e si sente, credetemi, e la differenza col gioco piratato c'è: più che invitarvi a provare con robetta 'di basso profilo', non so che fare :D ).
Parlavo appunto di utilizzo intelligente del DD, almeno fin quando non avrà preso piede completamente. Io stesso continuo ad acquistare le AG in forma fisica (Telltale a parte), e piace anche a me custodia manuale e compagnia bella, ma di certo non rifiuto un giro sul DD quando vedo qualcosa di interessante, e sono contento di aver preso cose come Half Life Source a 2 euro e l'introvabile Under a Killing Moon a 6. :)
Gnupick
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 1195
Iscritto il: sabato 14 ottobre 2006, 16:04

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda Baku il domenica 25 ottobre 2009, 20:25

=Teo= ha scritto:
Baku ha scritto:Ora sicuramente è il prezzo quello che fa la differenza diciamo le cose come stanno, il DD non può essere la soluzione, perchè motiverebbe i pirati a scaricare di più, se gia non comprano quando posso avere qualcosa di fisico, figuratevi quando dovrebbe spendere soldi per qualcosa di totalmente digitale, senza carta e cartone, a mio avviso sarebbe solo peggio e contro producente, il ragionamento sarebbe presso a poco " ma sono pazzi vogliono 10€ per permettermi di scaricare un qualcosa che posso fare a gratis, ma non ci penso proprio... "

Secondo me è vero in parte: se vogliamo tornare ad esempio sul discorso del "valore aggiunto" che faceva AG_dipendente, oltre al fatto che i giochi in DD costano meno, c'è pure da tenere conto della componente multiplayer che non crea rogne perché il gioco è originale e delle varie chicche tipo achievements e classifiche online, che aumentano notevolmente il livello di sfida ed il divertimento.
Tolto "il pirata ad ogni costo", la persona che si trova davanti un gioco che costa poco, va bene senza crack, funziona online e gli permette di avere anche degli extra interessanti oltre a dargli la possibilità di potersi confrontare con altri giocatori, secondo me un pensierino ce lo fa pure, piuttosto che sprecare tempo, corrente e costo della connessione per scaricarselo farlocco e tirare bestemmie per farlo girare in malo modo. [smilie=marameo42.gif]


Rispondo anch'io con un è vero in parte, considera che su Pc i giochi in multiplayer sono quasi tutti accompagnati da un abbonamento che devi pagare, simil WoW, uno degli MMPORG più venduti di sempre che però consta di un abbonamento di un tot al mese che devi sborsare per girovagare nell'immenso mondo virtuale, è ovvio che poi il gioco ti viene a costare anche 10€ quando poi tu, casa produttrice, recuperi tutto a lungo termine.
Mi sembra quindi strano che il pirata che non vuole spendere i soldi per il gioco, decida poi di pagare una tassa mensile ogni mese per giocare in multiplayer.
Ehi dietro di te.....1 scimmia a 3 teste Immagine
Baku
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2985
Iscritto il: domenica 5 aprile 2009, 18:24
Località: Catania

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda John il domenica 25 ottobre 2009, 20:28

Gnupick ha scritto:Su questo sono d'accordo, sicuramente. Per ricollegarmi anche a Baku, penso che chi vuol prendere il gioco piratato troverà sempre il modo di farlo (almeno chi appartiene al 'primo gruppo' che diceva Baku), a costo di rinunciare al prodotto nel caso non riesca a piratarlo (quindi non lo acquisterebbe comunque). Per questo, io non credo molto nei 'danni' così catastrofici della pirateria, perchè secondo me c'è (quasi) sempre il rovescio positivo della medaglia: tutto sta a cercare di ragionare un po' ed evitare di venire sopraffatti dalla facilità con cui si reperisce il gioco piratato.
Fra l'altro ricordiamo tutti come la Sony ci marciò sulla pirateria per affermare le sue PSX-2, e sappiamo anche quanto la pirateria possa essere una vetrina per realtà come quella indie che non possono contare su lanci costosi e pubblicità (e lo stesso vale anche per la musica o il cinema). A quel punto è meglio se su 20 persone ci sia 1 sola che acquista originale, piuttosto che... non trovare proprio 20 persone interessate o informate su ciò che vendi. Non so se mi spiego.


In parte ti dò ragione, forse non sempre i danni della pirateria sono così catastrofici come ci dicono(alla Crytek si lamentarono di aver venduto solo un milione di copie di Crysis dando la colpa alla pirateria, la prima cosa che mi è venuta in mente è stata "Ah, c'è un milione di persone che ha un pc in grado di farlo girare?").
Anche il discorso che fai relativo alla ps2 è giustissimo, soltanto credo che il discorso riguardo al pc sia un pò diverso. Nelle console il rapporto tra Hardware e software è molto più stretto che in ambito pc. Se su console un'uscita di un gioco corrisponde anche ad un incremento della vendita console quella che magari la pirateria toglierà sull'hardware sarà riguadagnato sul software. In ambito pc non ho mai sentito parlare di incremento di vendite di pc, o comunque non c'è una sola grossa azienda che guadagna da un eventuale incremento e la cosa risulta decisamente frammentaria.

Gnupick ha scritto:Non è facile reinventarsi (parlo di chi lavora nell'ambito, ma anche dei gestori di videonoleggio o degli editori di riviste cartacee, per dire), e spesso non vorrei essere nei loro panni, ma non si può impedire alle cose di trasformarsi. Bisogna cercare di adattarsi, a volte ci vuole un bel po' di fortuna, ok, ma bisogna cercare di
Proprio per questo eviterei di entrare troppo in profondità nel (complesso) discorso della pirateria (come ho già detto in qualche post sopra, comunque, il gioco originale su DD si vede e si sente, credetemi, e la differenza col gioco piratato c'è: più che invitarvi a provare con robetta 'di basso profilo', non so che fare :D ).
Parlavo appunto di utilizzo intelligente del DD, almeno fin quando non avrà preso piede completamente. Io stesso continuo ad acquistare le AG in forma fisica (Telltale a parte), e piace anche a me custodia manuale e compagnia bella, ma di certo non rifiuto un giro sul DD quando vedo qualcosa di interessante, e sono contento di aver preso cose come Half Life Source a 2 euro e l'introvabile Under a Killing Moon a 6. :)


Anche io ho preso Under a Killing Moon!
A parità di offerta vado sicuramente sullo scatolato anche se, come ho già detto, ormai offre poco di più rispetto al DD(in alcuni casi e ti fai la copertina con Photoshop viene anche meglio).
Trovo comunque che scartare il DD a priori non sia giusto. Per prima cosa si trovano molte ottime offerte, soprattutto per gli appassionati di AG consente di trovare ottimi giochi a prezzo stracciato che in versione scatolata o sono introvabili o sono disponibili a prezzi improponibili su e-bay.
Poi se adesso le AG stanno trovando il loro mercato è anche grazie al DD e alle console. I Telltale non sò se ancora esisterebbero se i loro giochi fossero usciti solamente scatolati, altre piccole chicche come The Path in versione scatolata non sarebbero mai potute esistere.
Ultima modifica di John il domenica 25 ottobre 2009, 20:37, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Immagine

So Long, and Thanks for All the Fish
John
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: lunedì 3 settembre 2007, 22:06
Località: Perugia

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda John il domenica 25 ottobre 2009, 20:35

Baku ha scritto:
Rispondo anch'io con un è vero in parte, considera che su Pc i giochi in multiplayer sono quasi tutti accompagnati da un abbonamento che devi pagare, simil WoW, uno degli MMPORG più venduti di sempre che però consta di un abbonamento di un tot al mese che devi sborsare per girovagare nell'immenso mondo virtuale, è ovvio che poi il gioco ti viene a costare anche 10€ quando poi tu, casa produttrice, recuperi tutto a lungo termine.
Mi sembra quindi strano che il pirata che non vuole spendere i soldi per il gioco, decida poi di pagare una tassa mensile ogni mese per giocare in multiplayer.


Quello dei giochi online è un discorso a parte. Lì entra in gioco il grinding estremo e la competitività. Comunque lì pagano perchè non possono fare altrimenti, se ne avessero la possibilità credo che ne farebbero volentieri a meno.
Immagine
Immagine

So Long, and Thanks for All the Fish
John
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: lunedì 3 settembre 2007, 22:06
Località: Perugia

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda =Teo= il domenica 25 ottobre 2009, 20:42

Baku ha scritto:Rispondo anch'io con un è vero in parte, considera che su Pc i giochi in multiplayer sono quasi tutti accompagnati da un abbonamento che devi pagare, simil WoW, uno degli MMPORG più venduti di sempre che però consta di un abbonamento di un tot al mese che devi sborsare per girovagare nell'immenso mondo virtuale, è ovvio che poi il gioco ti viene a costare anche 10€ quando poi tu, casa produttrice, recuperi tutto a lungo termine.
Mi sembra quindi strano che il pirata che non vuole spendere i soldi per il gioco, decida poi di pagare una tassa mensile ogni mese per giocare in multiplayer.

Beh ma i giochi ad abbonamento mensile sono praticamente solo i MMORPG, tutte le altre categorie hanno il multiplayer gratuito.
Io gioco spessissimo online al già citato Left 4 Dead e a Guitar Hero III e ti assicuro che non si spende un euro. :wink:
Anzi, proprio per il multiplayer, il PC è decisamente un'"isola felice" visto che è gratis per il 90% dei giochi.
Gli utenti console sono molto più sfortunati di noi da quel punto di vista.
=Teo=
 

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda Baku il domenica 25 ottobre 2009, 20:49

=Teo= ha scritto:
Baku ha scritto:Rispondo anch'io con un è vero in parte, considera che su Pc i giochi in multiplayer sono quasi tutti accompagnati da un abbonamento che devi pagare, simil WoW, uno degli MMPORG più venduti di sempre che però consta di un abbonamento di un tot al mese che devi sborsare per girovagare nell'immenso mondo virtuale, è ovvio che poi il gioco ti viene a costare anche 10€ quando poi tu, casa produttrice, recuperi tutto a lungo termine.
Mi sembra quindi strano che il pirata che non vuole spendere i soldi per il gioco, decida poi di pagare una tassa mensile ogni mese per giocare in multiplayer.

Beh ma i giochi ad abbonamento mensile sono praticamente solo i MMORPG, tutte le altre categorie hanno il multiplayer gratuito.
Io gioco spessissimo online al già citato Left 4 Dead e a Guitar Hero III e ti assicuro che non si spende un euro. :wink:
Anzi, proprio per il multiplayer, il PC è decisamente un'"isola felice" visto che è gratis per il 90% dei giochi.
Gli utenti console sono molto più sfortunati di noi da quel punto di vista.


Ma ti dirò... da poco ho preso la PS3 e sono rimasto piacevolmente sorpreso dal fatto che internet sia totalmente gratuito :mrgreen:
Ehi dietro di te.....1 scimmia a 3 teste Immagine
Baku
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2985
Iscritto il: domenica 5 aprile 2009, 18:24
Località: Catania

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda =Teo= il domenica 25 ottobre 2009, 21:04

Baku ha scritto:Ma ti dirò... da poco ho preso la PS3 e sono rimasto piacevolmente sorpreso dal fatto che internet sia totalmente gratuito :mrgreen:

Sì, Playstation Home è gratuito, mentre su Xbox360 si paga un abbonamento.
Però vabbè, non c'entra nulla con il discorso di prima su Sam & Max e sul digital delivery, quindi mi auto-ammutolisco. [smilie=marameo42.gif]
=Teo=
 

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda Gnupick il domenica 25 ottobre 2009, 21:15

John ha scritto:In parte ti dò ragione, forse non sempre i danni della pirateria sono così catastrofici come ci dicono(alla Crytek si lamentarono di aver venduto solo un milione di copie di Crysis dando la colpa alla pirateria, la prima cosa che mi è venuta in mente è stata "Ah, c'è un milione di persone che ha un pc in grado di farlo girare?").


Lol, quello è stato proprio da faccia di bronzo. E infatti ora Crysis 2 lo fanno per girare sulle console (meno potenti dei pc). In pratica fanno un passo indietro nonostante esca anni dopo il primo :) .

Anche il discorso che fai relativo alla ps2 è giustissimo, soltanto credo che il discorso riguardo al pc sia un pò diverso. Nelle console il rapporto tra Hardware e software è molto più stretto che in ambito pc. Se su console un'uscita di un gioco corrisponde anche ad un incremento della vendita console quella che magari la pirateria toglierà sull'hardware sarà riguadagnato sul software. In ambito pc non ho mai sentito parlare di incremento di vendite di pc, o comunque non c'è una sola grossa azienda che guadagna da un eventuale incremento e la cosa risulta decisamente frammentaria.


Questo è vero, però, proprio perchè dietro al PC non c'è nessuna azienda, nessuno si preoccupa di snocciolare i dati periodicamente o di pompare vendite o 'killer applications'. E le vendite sono anche falsate dal fenomeno DD, per l'appunto, molto vivo in altri paesi. Stessa cosa per i titoli online a pagamento (che ormai compongono una grossa fetta del mercato pc). [Che poi The Sims è uno dei 3 titoli più venduti di tutti i tempi, ed è uscito solo su PC, vabè.]
E' chiaro che poi se hai una console e devi scegliere se acquistare Batman Arkham Asylum (OT: una gran figata! :D ) su PC o su X360, scegli la console (nonostante il sovrapprezzo) e sei certo che tutto funziona a dovere.

Con questo non voglio dire che il mercato PC vada a gonfie vele. Però neanche che sia totalmente in ginocchio, credo. Anche qui penso che bisogna cercare di essere furbi e sfruttare il fatto che PC sono più diffusi di qualsiasi altra console, cosa che per l'appunto hanno fatto i Telltale, con titoli pensati su misura che girano praticamente su qualsiasi PC.

Anche io ho preso Under a Killing Moon!
A parità di offerta vado sicuramente sullo scatolato anche se, come ho già detto, ormai offre poco di più rispetto al DD(in alcuni casi e ti fai la copertina con Photoshop viene anche meglio).


Sì, sì, anche io. Infatti non voglio passare per il fanboy del DD, dico solo che a volte conviene e presto è e sarà l'unica scelta possibile.

Poi se adesso le AG stanno trovando il loro mercato è anche grazie al DD e alle console. I Telltale non sò se ancora esisterebbero se i loro giochi fossero usciti solamente scatolati, altre piccole chicche come The Path in versione scatolata non sarebbero mai potute esistere.


Penso anche al caso di Zeno Clash, nato solo in lingua inglese ma poi 'upgradato' gratis in italiano non appena disponibile (cosa che con le distribuzioni canoniche non è possibile). O ai DLC gratuiti, come appunto quelli di Left 4 Dead, che non solo viene aggiornato di continuo ma ogni tanto riceve dei piccoli upgrade (ultimamente un'intera campagna, per esempio).
Gnupick
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 1195
Iscritto il: sabato 14 ottobre 2006, 16:04

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda =Teo= il domenica 25 ottobre 2009, 21:40

Gnupick ha scritto:E' chiaro che poi se hai una console e devi scegliere se acquistare Batman Arkham Asylum (OT: una gran figata! :D ) su PC o su X360, scegli la console (nonostante il sovrapprezzo) e sei certo che tutto funziona a dovere.

Però per PC lo paghi meno e hai pure quella figata di tecnologia PhysX che per le scatolette malefiche non c'è! [smilie=marameo42.gif]

...OK, OK, la smetto con gli OT! [smilie=mrgreen-sghignazza.gif]
=Teo=
 

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda John il lunedì 26 ottobre 2009, 1:41

Gnupick ha scritto:E' chiaro che poi se hai una console e devi scegliere se acquistare Batman Arkham Asylum (OT: una gran figata! :D ) su PC o su X360, scegli la console (nonostante il sovrapprezzo) e sei certo che tutto funziona a dovere.


Appena scende un pò di prezzo diventa mio, ne ho sentito parlare solo benissimo!

Gnupick ha scritto:Con questo non voglio dire che il mercato PC vada a gonfie vele. Però neanche che sia totalmente in ginocchio, credo. Anche qui penso che bisogna cercare di essere furbi e sfruttare il fatto che PC sono più diffusi di qualsiasi altra console, cosa che per l'appunto hanno fatto i Telltale, con titoli pensati su misura che girano praticamente su qualsiasi PC.


Sicuramente il mercato pc è quello che fatica di più. Ormai il parco giochi console è molto simile a quello pc, fino a qualche anno fà un fps su console era quasi impensabile(solo sul N64 si sono visti titoli di qualità), ora mi trovo quasi meglio a giocarli su console. La ps3 se ci fate caso basa il suo parco giochi su produzioni occidentali, fps, action, cosa impensabile fino ad un paio d'anni fà quando la facevano da padrone giochi orientali e jRPG(fino ad adesso ne sono usciti pochissimi e tutti titoli che erano usciti un anno prima su xbox, che in quanto a jRpg ha una scelta molto superiore).
Il mercato pc deve reinventarsi, dovrebbe riuscire a proporre qualcosa che su console non funzionerebbe.

Gnupick ha scritto:Penso anche al caso di Zeno Clash, nato solo in lingua inglese ma poi 'upgradato' gratis in italiano non appena disponibile (cosa che con le distribuzioni canoniche non è possibile). O ai DLC gratuiti, come appunto quelli di Left 4 Dead, che non solo viene aggiornato di continuo ma ogni tanto riceve dei piccoli upgrade (ultimamente un'intera campagna, per esempio).


Devo prenderlo Zeno Clash, però dovrebbe essere prevista anche una versione sul Live, quindi attendo. Comuqnue il DD è ottimo per produzioni piccole, indipendenti che in versione scatolata non avrebbero speranze
Immagine
Immagine

So Long, and Thanks for All the Fish
John
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: lunedì 3 settembre 2007, 22:06
Località: Perugia

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda Gnupick il lunedì 26 ottobre 2009, 17:46

Concordo.

Comunque, premesso che quella che segue è solo un'opinione che non è detto che sia corretta perchè non lavoro nell'ambito, penso che dal punto di vista economico converrebbe molto cercare di sfruttare il fenomeno soprattutto per quanto concerne le AG.
Mi spiego. Dato che le AG restano nel tempo più attuali di tanti altri giochi, si potrebbe venderle nel modo canonico (con custodia e tutto) e poi, quando sono fuori catalogo (per dire, facciamo dopo 2 anni dall'uscita), zakkete, si piazzano su Steam a prezzo ridotto (magari con qualche patch o aggiornamento, se necessario). Dato che, a quanto mi risulta, questo genere di servizi non costa niente ai distributori, sarebbe un ottimo metodo per racimolare ancora qualcosa da un titolo ormai fuori dai negozi. Chi vuole collezionare è contento, e chi non riesce a star dietro alle uscite e si 'accontenta' di un secondo lancio solo in formato digitale, anche. Insomma, tanto di guadagnato per tutti.
Gnupick
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 1195
Iscritto il: sabato 14 ottobre 2006, 16:04

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda AG_dipendente il lunedì 26 ottobre 2009, 17:56

Gnupick ha scritto:Concordo.

Comunque, premesso che quella che segue è solo un'opinione che non è detto che sia corretta perchè non lavoro nell'ambito, penso che dal punto di vista economico converrebbe molto cercare di sfruttare il fenomeno soprattutto per quanto concerne le AG.
Mi spiego. Dato che le AG restano nel tempo più attuali di tanti altri giochi, si potrebbe venderle nel modo canonico (con custodia e tutto) e poi, quando sono fuori catalogo (per dire, facciamo dopo 2 anni dall'uscita), zakkete, si piazzano su Steam a prezzo ridotto (magari con qualche patch o aggiornamento, se necessario). Dato che, a quanto mi risulta, questo genere di servizi non costano niente ai distributori, sarebbe un ottimo metodo per racimolare ancora qualcosa da un titolo ormai fuori dai negozi. Chi vuole collezionare è contento, e chi non riesce a star dietro alle uscite e si 'accontenta' di un secondo lancio solo in formato digitale, anche. Insomma, tanto di guadagnato per tutti.
Bè sempre meglio di un calcio nei denti [smilie=mrgreen-senza-denti.gif]
Su questo concordo dato che una cosa che ho molto apprezzato è stata la riedizione di Monkey Island 1,e grazie al DD è stata l'unica strada per cominciare,forse col lancio di Monkey Island 5 potrebbero pensare anche di fare una riedizione del primo come si è fatto per le vecchie glorie Lucas!Insomma un pezzo più per collezionisti che la versione DD.

PS forse 2 anni son pochi...semmai 3-4,dato che il mercato dell'usato va ben oltre i 2 anni e resta una via parallela.
Luca 6,27-38
____________________________________
STO GIOCANDO:
Simon the sorcerer 5
STO LEGGENDO:
Lo Hobbit
STO ASCOLTANDO:
Sempre e comunque METAL!!!!!!
AG_dipendente
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 3425
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2005, 13:38
Località: Caserta

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda asterix777 il lunedì 26 ottobre 2009, 19:03

=Teo= ha scritto:La pirateria la combatti anche e soprattutto col prezzo, non con edizioni "supermegadeluxe" con dentro i pupazzetti o delle cacchiate megagalattiche (vedi il prossimo Call of Duty, che avrà all'interno dell'edizione speciale un visore notturno) che fanno lievitare il prezzo di 10-20 euro in più dell'edizione normale e che si comprano solo gli iper-fissati. I giochi della collana FX Interactive per esempio, vendono bene perché sono dei buoni prodotti venduti ad un prezzo onesto, nient'altro.
Col digital delivery ottieni spesso e volentieri un gran risparmio: i numeretti che guardo sul PC sono quelli! [smilie=mrgreen-senza-denti.gif]
Prendiamo ad esempio Machinarium: costa 19,90 in versione scatolata (che già è un buon prezzo, visto il capolavoro che è).
Quanto costa in DD sul sito degli Amanita Design? DODICI EURO.
La differenza non è poca...

L'esempio della FX è calzante: una collana che ha fatto della qualità la sua bandiera e l'ha fatto in DVD. Ottimi prezzi, anche in successivo ribasso, come da mercato (ora Runaway 2 su AGS costa la bellezza di 6,90 Euro).
La differenza di prezzo tra Machinarium su DVD e in DD è sicuramente apprezzabile, ma per quanto tempo? Certo, se intendo acquistarlo subito e 'non ce la faccio proprio ad aspettare" faccio due conti e vedo quale mi conviene. Ma tempo 6 mesi o poco più e il prezzo dell'edizione scatolata si dimezza, venendomi a costare la metà del prezzo originale. Ovviamente potrebbe diminuire anche il prezzo del DD, ma non sono sicuro che ai livelli più bassi la differenza di 2-3 Euro mi sospingerebbe verso il DD anzichè verso la scatolata che magari ho adocchiato in edicola sotto casa mia. Tornando all'esempio di Runaway 2, lo troveremmo in DD a meno di 6,90? E di quanto?
E vogliamo parlare di Still Life 2? Qual è il prezzo dell'edizione DD? 29,99 Euro. E il prezzo dell'edizione DVD? Lo stesso, nonostante l'uscita anche del supporto (penso subito ad una utente di questo forum, Balbinella, che ne diceva di cotte e di crude quando ha saputo dell'uscita del gioco in DVD, per di più allo stesso prezzo della versione DD).

=Teo= ha scritto:Beh... Quello non è vero. Ho esattamente il mio bel manuale come se avessi comprato l'edizione scatolata e nell'80% dei casi pago notevolmente meno il gioco perché non c'è la custodia. :D


In pdf, non cartaceo. E' come se guardassi una foto di una bella ragazza sul monitor anzichè uscirci insieme, non è mica la stessa cosa. Meglio 'toccare con mano'. ;)

=Teo= ha scritto:Non mi riferivo a te direttamente, ma in questo topic sono saltati fuori discorsi sulla vita media di un hard disk rispetto ad un DVD e paragoni che non hanno senso di esistere pur di far intendere che non sia per nulla sicuro comprare in digitale. Possono essere dubbi legittimi quando non si sa come funziona, ma è giusto spiegare per quale motivo non vale la pena porseli. :wink:


Se consideriamo i rischi cui è esposto un hard disk quotidianamente oltre alla sua naturale usura mentre il DVD è avvolto nel suo case, ben protetto (dipende ovviamente da chi lo maneggia poi), non è difficile concludere statisticamente quale dei due supporti sia più a rischio. Se poi si perde tutto, si dovrà riscaricare tutto, non dimenticando che per farlo è necessario un buon collegamento internet con banda più che larga per titoli da svariati Giga. Ricordo ancora una volta utenti di questo forum (melody ad esempio) che penano a scaricare soltanto un demo.
Non si tratta di capire come funziona il DD, quanto il "se" funziona, il che non dipende solo dal fornitore del servizio ma anche da altri fattori come la disponibilità di un servizio internet efficiente e magari di tipo forfettario piuttosto che a consumo, altrimenti i soldi che (forse) risparmio col DD li verso al mio provider.
Non si dice che il DD non funzioni, ma non si può farlo passare come un sistema ineccepibile e del tutto economico di distribuzione, dipendente da tutti (distributore, providers, disponibilità economiche) tranne che da noi stessi (conserviamo bene i DVD).
Inoltre, chi ha detto che DVD e DD debbano essere antitetici? Posso benissimo acquistare la versione DVD la quale mi permetta una registrazione sul sito che mi dia accesso alla versione DD in caso di problemi.

=Teo= ha scritto:...Però se collezioni difficilmente rivendi! [smilie=marameo42.gif]

Non è detto tuttavia. Potrei non essere soddisfatto di taluni titoli che ho acquistato e decidere di rivenderli subito dopo, lasciando nella mia selezionata collezione solo quelli che ritengo meritevoli di esserci. ;)
Immagine
Immagine
Immagine
"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
asterix777
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 11065
Iscritto il: martedì 7 marzo 2006, 16:54
Località: Napoli

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda =Teo= il lunedì 26 ottobre 2009, 22:05

asterix777 ha scritto:L'esempio della FX è calzante: una collana che ha fatto della qualità la sua bandiera e l'ha fatto in DVD. Ottimi prezzi, anche in successivo ribasso, come da mercato (ora Runaway 2 su AGS costa la bellezza di 6,90 Euro).

Infatti l'ho citata apposta. :)
Siccome si parlava della pirateria, secondo me uno degli aspetti su cui si dovrebbe insistere è il prezzo competitivo. Ma non c'entra nulla con il discorso sul digital delivery, parlavo di prezzo basso in generale, indipendentemente dalla presenza o meno della scatola.

asterix777 ha scritto:La differenza di prezzo tra Machinarium su DVD e in DD è sicuramente apprezzabile, ma per quanto tempo? Certo, se intendo acquistarlo subito e 'non ce la faccio proprio ad aspettare" faccio due conti e vedo quale mi conviene. Ma tempo 6 mesi o poco più e il prezzo dell'edizione scatolata si dimezza, venendomi a costare la metà del prezzo originale. Ovviamente potrebbe diminuire anche il prezzo del DD, ma non sono sicuro che ai livelli più bassi la differenza di 2-3 Euro mi sospingerebbe verso il DD anzichè verso la scatolata che magari ho adocchiato in edicola sotto casa mia. Tornando all'esempio di Runaway 2, lo troveremmo in DD a meno di 6,90? E di quanto?
E vogliamo parlare di Still Life 2? Qual è il prezzo dell'edizione DD? 29,99 Euro. E il prezzo dell'edizione DVD? Lo stesso, nonostante l'uscita anche del supporto (penso subito ad una utente di questo forum, Balbinella, che ne diceva di cotte e di crude quando ha saputo dell'uscita del gioco in DVD, per di più allo stesso prezzo della versione DD).

Ma infatti mica è detto che il digital delivery sia sempre e per forza più conveniente. Come qualsiasi oggetto che si compra, si valutano i prezzi dei vari negozi, reali o online che siano. Visto che vi siete auto-quotati tutti, lo faccio anch'io:

=Teo= ha scritto:Il motivo per cui mi sono addentrato nella discussione non era per difendere a spada tratta il digital delivery a discapito delle edizioni scatolate (che tra l'altro quando hanno un buon prezzo o costano uguali alle versioni in digitale, continuo ad acquistare pure io), ma per rettificare qualche inesattezza che è saltata fuori nel topic. :)


asterix777 ha scritto:In pdf, non cartaceo. E' come se guardassi una foto di una bella ragazza sul monitor anzichè uscirci insieme, non è mica la stessa cosa. Meglio 'toccare con mano'. ;)

Sì, però se risparmio, non dico tanto, già 5 o 6 euro sul gioco e la differenza è solamente che non ho un fogliaccio di carta igienica con mezza pagina in bianco e nero (ovvero l'80% dei manuali dei videogames attuali) non è che mi dispiaccia poi così tanto, eh... [smilie=mrgreen-sghignazza.gif]

asterix777 ha scritto:Se consideriamo i rischi cui è esposto un hard disk quotidianamente oltre alla sua naturale usura mentre il DVD è avvolto nel suo case, ben protetto (dipende ovviamente da chi lo maneggia poi), non è difficile concludere statisticamente quale dei due supporti sia più a rischio. Se poi si perde tutto, si dovrà riscaricare tutto, non dimenticando che per farlo è necessario un buon collegamento internet con banda più che larga per titoli da svariati Giga.

Non ti vieta nessuno di masterizzarti su supporto ottico il gioco acquistato in digital delivery, se temi per l'incolumità del tuo hard disk. :)

asterix777 ha scritto:Non si tratta di capire come funziona il DD, quanto il "se" funziona, il che non dipende solo dal fornitore del servizio ma anche da altri fattori come la disponibilità di un servizio internet efficiente e magari di tipo forfettario piuttosto che a consumo, altrimenti i soldi che (forse) risparmio col DD li verso al mio provider.

Vabbè ma è chiaro che non compro un gioco in digital delivery se ho una connessione analogica, mica è colpa di Gamersgate o di Steam se sono sfortunato e non vivo in un posto raggiunto dalla banda larga.

...Alla fine continuo a pensare che stiate demonizzando senza motivo l'acquisto in formato digitale solo per attaccamento alla scatola... Ci può stare che piaccia avere il DVD sulla mensola, ma perché accanirsi così contro la tecnologia che avanza? [smilie=mrgreen-senza-denti.gif]
=Teo=
 

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda John il lunedì 26 ottobre 2009, 22:24

Gnupick ha scritto:Concordo.

Comunque, premesso che quella che segue è solo un'opinione che non è detto che sia corretta perchè non lavoro nell'ambito, penso che dal punto di vista economico converrebbe molto cercare di sfruttare il fenomeno soprattutto per quanto concerne le AG.
Mi spiego. Dato che le AG restano nel tempo più attuali di tanti altri giochi, si potrebbe venderle nel modo canonico (con custodia e tutto) e poi, quando sono fuori catalogo (per dire, facciamo dopo 2 anni dall'uscita), zakkete, si piazzano su Steam a prezzo ridotto (magari con qualche patch o aggiornamento, se necessario). Dato che, a quanto mi risulta, questo genere di servizi non costano niente ai distributori, sarebbe un ottimo metodo per racimolare ancora qualcosa da un titolo ormai fuori dai negozi. Chi vuole collezionare è contento, e chi non riesce a star dietro alle uscite e si 'accontenta' di un secondo lancio solo in formato digitale, anche. Insomma, tanto di guadagnato per tutti.


Questa è una cosa che dovrebbe essere fatta con tutti i giochi. Le versioni scatolate a meno di grossi successi tendono a sparire abbastanza alla svelta dagli scaffali per quello che riguarda il pc.Con il DD è facilissimo rendere sempre disponibili e sempre giocabili(tutte le riedizioni di giochi vecchi sono perfettamente giocabili con Vista, per qualunque nuovo problema basta una semplice patch scaricabile automaticamente), cosa che con lo scatolato non è sempre così immediata.
Riguardo ai costi non sò precisamente come funziona, però ci sono sicuramente dei costi, non alti per fortuna a carico del publisher nel caso della ps3(16 centesimi ogni giga scaricato) o Steam e Direct 2 Drive o coperti dall'abbonamento Live nel caso di Xbox.
Immagine
Immagine

So Long, and Thanks for All the Fish
John
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: lunedì 3 settembre 2007, 22:06
Località: Perugia

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda Overmann il giovedì 29 ottobre 2009, 12:27

asterix777 ha scritto:
Overmann ha scritto:Bè, ok... Ma è lo stesso identico problema che hai col solo supporto fisico ("si può rompere/perdere"), con la differenza che qui nel 99% dei casi se si rompe/perde lo recuperi gratis...

Sì ma in questo caso la 'colpa' è tua. Nel caso del DD, mi seccherebbe perdere il gioco per colpa altrui (sito offline, server down, banda limitata, etc.).


No, è la stessa cosa del supporto fisico MA col digital delivery hai la possibilità di recuperarlo.
Se lo perdi è colpa tua, se si rompe è sfortuna, ma se perdi/rompi un DVD non lo puoi più recuperare perchè hai acquistato il DVD, non la licenza [che è concettualmente ABERRANTE, solo che nessuno ci fai mai caso :wink: ].

Con la licenza, invece, se per colpa o per sfortuna lo perdi, puoi comunque recuperarlo con una probabilità vicina al 100%, direi che è un bel vantaggio.

Tornando alla Season One, in alcuni Gamestop ho visto che è venduta a 2.98 EUR, se a qualcuno interessasse... Però ho notato che non include il poster citato sul retro della custodia, solo il manuale... C'era effettivamente il poster fisico? Può essere che stiano rivendendo un'edizione da edicola che non includesse il poster? (Era allegato a Computer Week il mese scorso).
Overmann
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2211
Iscritto il: mercoledì 1 agosto 2007, 14:12
Località: Eridani Epsilon B

Re: Sam & Max Season One

Messaggioda John il giovedì 29 ottobre 2009, 13:07

Overmann ha scritto:No, è la stessa cosa del supporto fisico MA col digital delivery hai la possibilità di recuperarlo.
Se lo perdi è colpa tua, se si rompe è sfortuna, ma se perdi/rompi un DVD non lo puoi più recuperare perchè hai acquistato il DVD, non la licenza [che è concettualmente ABERRANTE, solo che nessuno ci fai mai caso :wink: ].

Con la licenza, invece, se per colpa o per sfortuna lo perdi, puoi comunque recuperarlo con una probabilità vicina al 100%, direi che è un bel vantaggio.


Poi ti puoi sempre fare la tua bella copia di Backup.
Hai ragione sulla questione della licenza, la cosa milgiore sarebbe che in futuro le versioni scatolate ti diano anche la possibilità di scaricare il gioco nel caso avessi problemi con il cd.

Tornando alla Season One, in alcuni Gamestop ho visto che è venduta a 2.98 EUR, se a qualcuno interessasse... Però ho notato che non include il poster citato sul retro della custodia, solo il manuale... C'era effettivamente il poster fisico? Può essere che stiano rivendendo un'edizione da edicola che non includesse il poster? (Era allegato a Computer Week il mese scorso).[/quote]

Io ho trovato Reprobates a 2.98€(ed il poster c'è). A quanto pare anche altre AG sono vendute a quel prezzo ogni tanto.
Nelle prime versioni di Sam & Max il poster non c'era per un errore, infatti io ho dovuto mandare una mail alla Telltale e me l'hanno inviato a parte.

P.S. Sempre restando in ambito DD, su Steam c'è The Witcher EE a 14.99, consigliatissimo
Immagine
Immagine

So Long, and Thanks for All the Fish
John
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: lunedì 3 settembre 2007, 22:06
Località: Perugia

PrecedenteProssimo

Torna a Adventure Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti