Adventure's Planet
Lunedì, 11 Dicembre 2017 23:57
Benvenuto ospite

Soluzione

Delaware St. John - Vol. 2: La Città Senza Nome

di Ivan Vailati

Soluzione Completa del 30 Giugno 2007

Sezioni della Soluzione
STORIA 1: ULTIMA VISIONE
STORIA 2: LA PRIGIONE DEGLI INNOCENTI

STORIA 1: ULTIMA VISIONE


Siete all’esterno della città, tra le vie, se volete potete controllare le varie porte, cancelli, staccionate, macchine e quanto altro ma non potete proprio entrarci. Andate sempre avanti fino a che a sinistra non vedrete l’edificio di un cinema, esaminate la cassa e apparirà un fantasma che vi porgerà un biglietto; prendetelo e poi tornate sulla strada, andate avanti fino a che non vedrete la strada sbarrata da un camion messo di traverso. Giratevi a destra ed esaminate il cassonetto della spazzatura, apritelo interagendo con la maniglia e prendete dall’interno l'ombrello, chiudete e tornate al camion, questa volta giratevi a sinistra e entrate nel vicolo, in alto a destra c’è una scala antincendio, usateci sopra l’ombrello per abbassarla e salite le scale (in fondo al vicolo c’è solo una porta chiusa). Guardatevi intorno e vedrete una finestra, interagite con la parte inferiore per aprirla e entrate nel cinema. Siete in un ufficio, l’orologio sulla parte segna l'una e un quarto, date un occhiata alla scrivania e aprite il cassetto a destra, troverete un documento che certifica un licenziamento come potete vedere nella fotografia qua sotto.

Rimettete tutto nel cassetto e richiudetelo: c’è una porta aperta, cercate di passarla e avrete la visita di un fantasma, alla fine dopo un breve dialogo con Kelly, uscite. La porta di fronte è chiusa, giratevi a sinistra e andate avanti per il corridoio, tutte le porte sono chiuse, solo una è aperta ma se provate ad entrare si chiuderà anche questa e sentirete parlare delle voci, un motivo in più per cercare di entrare. Per ora lasciate stare e tornate indietro, andate dall’altra parte del corridoio e ci sarà una porta aperta, entrate e scendete le scale. Siete nell’atrio del cinema, appena arrivati se vi girate e provate ad aprire la porta bianca sentirete piangere qualcuno: sembra un bambino, lasciate stare e date un occhio in giro, in questo posto ci sono alcune porte chiuse e pochi oggetti da esaminare, il videogame e poco altro. Per adesso dovete andare al bancone del bar, giratevi e assisterete a una scena: a questo punto date un'occhiata alla cassa, più precisamente alla parte laterale, che non si vede per colpa della torcia. C’è un messaggio che dice che la chiave per una stanza è nella cassa. Date un occhio in giro, oltre ad un oggetto sul bancone c’è un messaggio appeso sopra il frigorifero nella parte laterale un poco in alto, su cui c’è il codice su come aprire la cassa: lo potete vedere nella fotografia qua sotto.

Tornate alla cassa ed esaminatela: aprirla è semplice, se provate a interagire con i vari tasti vi accorgerete che le uniche cose da muovere solo la manovella e le chiavi chiamate A-B e D, provando a interagire scoprirete che servono 4 mosse per aprire la cassa, facendo riferimento al foglio appena visto fate come segue:

M-1 equivale alla M di manovella
C-B equivale alla chiave B
C-D equivale alla chiave D
M-1 equivale alla M di manovella

Fate cosi e aprirete la cassa, all’interno ci sono delle chiavi, prendetele e poi giratevi verso il muro e noterete un altro orologio fermo sull'una e un quarto. Tornate nell’atrio più al centro e parlerete con Kelly che vi dirà che c’è anche Simon a darvi un aiuto, alla fine del dialogo tornate a darvi da fare. Giratevi indietro e andate verso la porta dove avete sentito piangere il bambino, usate la chiave sulla serratura e aprite la porta, entrate e andate avanti, ci sono due armadietti: quello di sinistra è chiuso, aprite quello di destra ma non c’è nulla, chiudetelo e avrete la visione di un fantasma con cui potete parlare, fate le vostre domande e alla fine potrete aprire l’armadietto di sinistra, in alto c’è un guanto di gomma, prendetelo e uscite dal posto. Siete di nuovo nell’atrio, andate alle scale e salite, vi ritroverete di fronte a una porta, apritela e entrate, siete nella toilette, a destra ci sono i WC. Potete aprire solo quello a destra, esaminate bene e vedrete al centro della tazza in fondo al buco qualcosa, usateci sopra il guanto di gomma e vedrete che è una piccola chiave, uscite, e andate avanti per il corridoio, la prima porta che incontrate è chiusa, usate la piccola chiave sulla serratura per aprirla e entrate nella seconda toilette.

Su uno dei lavandini troverete un badge, prendetelo e se volete date un occhio ai WC ma non troverete nulla: uscite e proseguite per il corridoio, arriverete di fronte a una doppia porta, provate ad avvicinarvi ma un fantasma ve lo impedirà e quindi tornate giù dalle scale e dirigetevi alla doppia porta vicino al bancone del bar. Usate sopra la serratura il badge e riuscirete ad aprire e ad entrare in sala. Appena dentro un fantasma fa la sua presentazione, andate verso lo schermo e giratevi verso la platea per assistere a un filmato e alla visione di un fantasma, sentirete Simon che vi dirà dove siete e vi chiarirà alcune idee. Alla fine non potete fare altro che uscire visto che la porta EXIT è chiusa. Vi ricordate il fantasma che non vi faceva passare nella doppia porta? Tornate da lui e saprete che è costretto a stare per l’eternità a risolvere un cruciverba, se lo aiutate vi farà passare, esaminate il piccolo tavolino e datevi da fare nella soluzione del problema. Non sarà difficile e comunque la soluzione la potete notare nella fotografia qua sotto.

Una volta dentro giratevi a sinistra e andate avanti, vedrete il fantasma di una suora, sentite cosa dice e improvvisamente avrete la visita dell’Hunter, lo stesso mostro dell’avventura del volume 1: dovete scappare, quello che dovete fare è raggiungere nel minor tempo possibile l’ufficio del direttore, è lo stesso da dove siete entrati per la prima volta al cinema, una volta giunti sentire Simon e potrete riprendete le indagini. Tornate nell’atrio, salite le scale e tornate nella sala del cinema, vedrete accendersi lo schermo e vedrete la scritta TOC-TOC-TOC, uscite e tornate indietro fino all’ufficio del direttore, da lì andate alla porta che vi si è chiusa davanti e bussate 3 volte per aprirla e entrare. Date un occhio in giro fino a che non vedrete Josh, vi dirà che vuole sentire Jenny, uscite, tornate nello stesso posto dove avete visto la ragazza (quello dove tentando di aprire la porta avete sentito piangere): quando sarete dentro e avrete trovato la ragazza usate l’icona registrazione per prendere la sua voce, uscite e tornate da Josh, fategli sentire la registrazione e vi dirà di aiutarlo a sapere cosa è successo quella notte, giratevi e vedrete Josh aprire una porta, avvicinatevi, apritela ed entrate. Siete nella sala proiezione, c’è un tavolo, esaminatelo e aprite i vari cassetti, in quello in alto a sinistra troverete un cacciavite, prendetelo, nel cassetto di destra invece troverete una nota con scritto cosa dovete fare con il cacciavite da come potete vedere nella fotografia qua sotto.

Adesso esaminate il proiettore, vicino c’è una vanga, prendetela e esaminate il proiettore ancora, alla fine potete uscire sul corridoio attraverso la porta lì vicino. Scendete nell’atrio e andate al videogame vicino alla doppia porta, esaminatelo e scoprirete che è acceso, provate a esaminare la parte sotto ma senza una moneta non potete giocare. Per trovarla, salite le scale e andate nella zona della platea, giratevi a sinistra e guardate la prima poltrona vicino a voi in basso (fate attenzione perché è una zona poco interattiva e quasi la moneta non si vede, è ben mimetizzata), prendete la moneta e tornate al videogioco. Mettete la moneta e interagite con lo schermo, seguite le istruzioni e cercate di vincere al gioco, è molto semplice, alla fine vedrete la mappa del cinema con una X. Entrate nelle doppie porte lì vicino e avvicinatevi allo schermo, esaminate il centro e noterete un pannello, usateci sopra il cacciavite e scoprirete un passaggio, entrate e vedrete un fantasma che vi chiede il biglietto, dateglielo e alla fine del dialogo esaminate la macchia scura sul pavimento, usateci sopra la pala e scoprirete i 2 scheletri dei 2 ragazzi innamorati: esaminateli e poi cercate di uscire dal posto, vedrete i 2 ragazzi che vi ringrazieranno e vi diranno di uscire dall’uscita di sicurezza vicino al palco. Fatelo e uscite dal vicolo per terminare la prima storia.

STORIA 2: LA PRIGIONE DEGLI INNOCENTI


Siete davanti all’orfanotrofio, avvicinatevi alla porta e entrate: sentirete la madre del posto ridere. Siete di fronte a una statua, ci sono 3 corridoi, uno a sinistra, uno al centro e uno a destra, nel corridoio di destra le porte sono tutte chiuse, in quello a sinistra potete entrare nella stanza numero 104. Esaminate la cassettiera, nell’ultimo cassetto in basso c’è qualcosa, prendetelo e leggetelo, è un diario scritto (per fare passare le pagine andate a destra di queste e quando esce l’icona occhio cliccate), giratevi verso la piccola scrivania e vedrete un foglio sopra, esaminatelo e leggetelo, in alto a sinistra si vede una chiave, prendetela, la potete vedere nella fotografia qua sotto.

Fate per uscire e vedrete il fantasma di una suora: concluso il dialogo, uscite e andate al corridoio centrale, andate in fondo a questi e entrate nel bagno: non c’è nulla da fare lì, uscite e andate dritti per arrivare in cucina, una volta dentro giratevi verso la porta, a sinistra sul mobile c’è un telefono, usatelo per sentire una strana voce, sempre nello stesso posto dietro alla porta a destra dello schermo c’è una credenza, esaminatela e aprite uno dei cassetti. Troverete un paio di batterie, prendetele e non avete più nulla da fare, se non andare a visitare la cantina magazzino (ma tanto non ci sarà nulla di utile): quindi uscite pure dalla cucina. Tornate dove c’è la statua e da lì cercate le scale che portano al primo piano: questo piano è collegato a quello dall’altra parte grazie ad un altro corridoio con delle sedie e un televisore: al centro di questo piccolo corridoio c’è una doppia porta, apritela con la piccola chiave che avete ed entrate, giratevi a destra e esaminate la bacheca, c’è un messaggio, leggetelo, è quello nella fotografia qua sotto.

Fatto questo giratevi e andate avanti fino a che non vedrete una lavagna, vedrete il fantasma di un bambino e gli darete il vostro aiuto per completare un disegno, giratevi e sopra un banco vedrete un foglio, esaminatelo e apparirà un disegno da completare, vi mancano le 5 matite per colorare e sono nascoste nella stanza. La prima matita è nascosta sotto la lavagna, la seconda sul tavolo dove avete visto il bambino e più precisamente sotto il vaso. Se vi girate e guardate il lavandino, dentro troverete la terza matita, la quarta e la quinta matita le potete trovare sopra gli scaffali, una vicino a quello della bacheca e l’altro vicino al disegno da colorare. Ora interagite con il disegno e iniziate a colorare nella stessa cronologia del messaggio scritto sulla bacheca, una volta concluso il disegno vi apparirà una mappa con una X sopra una delle stanze del piano sa come potete vedere nella fotografia qua sotto.

La stanza incriminata non si trova sul primo piano ma al piano terra, scendete e andate alla stanza 105, provate ad aprirla ma non ce la farete, sfondatela e una volta dentro prendete il diario sotto al letto e leggetelo, alla fine uscite. Ora salite fino al secondo piano e andate alla stanza 311, aprite la porta e entrate: nulla da segnalare, andate nella stanza 310, entrate e date un occhio in giro, sembra ci sia una porta scardinata, interagite per prenderla e uscite, tornate al primo piano e andate nel corridoio dove c’è il pavimento crollato, mettete sopra la porta e passate, c’è una stanza aperta dall’altra parte, entrate e esaminate l’armadio vicino alla porta, apritelo e conoscerete il fantasma di Nancy. Vuole la sua batteria per la luce, usate le batterie sulla lampada in terra e avrete il ringraziamento della piccola, fatto questo potete pure uscire. Andate avanti fino a che non sentirete dei passi e una porta sbattere, salite al secondo piano, non cercate di aprire le stanze ma andate ad aprire le doppie porte nel corridoio che unisce il piano. Andate verso la scrivania in fondo e giratevi a destra, esaminate i libri, tra questi c’è un foglio, leggetelo, lo potete vedere nella fotografia qua sotto.

Fatto questo giratevi indietro e rivedrete il fantasma di Tommy, ci parlerete e alla fine dovete aiutarlo a dividere i libri: a sinistra quelli per i bambini, alla destra quelli per gli adulti. I primi due libri metteteli a destra, il terzo e il quarto a sinistra, il quinto a destra, il sesto a sinistra, il settimo a destra, l’ottavo a sinistra, il nono e il decimo a destra, l’undicesimo a sinistra e l’ultimo a destra: avete finito, esaminate l’ultimo libro che avete sistemato e leggerete dell’hunter e della sua evocazione, potete vedere la foto qua sotto.

Finito il dialogo con Kelly, uscite dalla stanza e vedrete al piano terra la madre. Andate nel corridoio di destra, scendete e andate anche voi lì. Nel corridoio sentirete una voce chiamarvi, entrate nella stanza 102 vicino al cuscino sul letto c’è un foglio: leggetelo e poi esaminatelo, sentirete Delaware parlare e dire che Kelly può aiutarlo, scattate la foto sul documento e alla fine potrete muovervi, potete vedere il foglio nella fotografia qua sotto.

Se andate nella cucina sentirete il telefono suonare, rispondete e sentirete una voce chiamare la mamma: entrate nella cantina e andate fino in fondo, conoscerete un altro fantasma, chiedetegli della stanza segreta ma a un certo punto arriverà l’Hunter. Dovete scappare, seguite il fantasma il più velocemente possibile e vi porterà in una stanza al sicuro. Là dentro farete la conoscenza di un ulteriore fantasma, saprete che conosce la stanza segreta, ma in cambio vuole indietro il suo dinosauro imbalsamato che la madre gli ha portato via e ha messo nella sua camera. Uscite, andate alla camera 104, la prima che avete visitato e una volta dentro guardate dall’altra parte del letto, vedrete il dinosauro, prendetelo e tornate alla stanza 311 per consegnarlo al fantasma che alla fine vi dirà di seguirlo alla stanza segreta, fatelo, praticamente dovete andare nella toilette. Una volta là date un occhio in giro, alla parete c’è un quadro, interagite con questo e scoprirete un piccolo altare: esaminatelo e vedrete il foglio con sopra la maledizione, fate una foto per Kelly e saprete che il foglio deve essere bruciato proprio nel posto in cui è adesso, dovete cercare qualcosa per incendiarlo. Uscite, andate in cucina, suonerà il telefono e sentirete qualcuno che vi dice di fuggire: entrate nella cantina e andate in fondo per parlare con il fantasma di prima, chiedete dei fiammiferi e saprete che ci sono sotto il sacco di farina lì vicino. Senza cambiare visuale andate con il cursore vicino al sacco e interagite, vedrete i fiammiferi, prendeteli, tornate in cucina, sentirete suonare il telefono, rispondete, sembra la voce di Kelly, tornate nel bagno e bruciate la formula malefica con i fiammiferi appena presi: uscite e incontrerete la suora pronta a farvi la pelle con un ascia, per concludere il gioco dovete scappare all’entrata e cercare di uscire, i fantasmi bambini verranno in vostro aiuto e alla fine potrete uscire dall’orfanotrofio. All’esterno parlerete con Kelly e le chiederete un favore.

CURIOSITA'

Una cosa curiosa, mentre ero nell’orfanotrofio mi sono accorto dell’apparizione di un ombra o qualcosa di simile ogni tanto fra i corridoi: non mi sono ricordato di fare una fotografia per Kelly, forse è possibile avere alcune informazioni se riuscite a fotografare questo fantasma.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Big Time Games
Data Rilascio: Q4 2006
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Horror
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Nessuno
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 98/Me/2000/XP
Processore: 600 Mhz
RAM: 256 MB
Scheda Video: SVGA
Supporto: 1 CD
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario