Adventure's Planet
Giovedì, 02 Ottobre 2014 14:24
Benvenuto ospite

Soluzione

Sherlock Holmes: Il Risveglio della Divinità

di Adriano Bizzoco

Soluzione Completa del 25 Dicembre 2006
Londra
Prendete la scatola di fiammiferi dalla scrivania e uscite dall’appartamento. Giunti in strada, parlate con lo strillone, quindi dirigetevi a sinistra, chiedete informazioni al bobby fermo all’angolo, proseguite, salutate la fioraia ed entrate nella libreria Barnes. Parlate con il libraio e raccogliete i due libri sui pirati e sui pesci, appoggiati sui mobili a sinistra del bancone. Prima di uscire, osservate l’impronta sulla scala di legno, vicino all’entrata, e il vaso di fiori in vetrina. Uscite in strada e tornate verso Baker Street. Quando Watson si sarà fatto vivo, oltrepassate il cancello della villa e parlate con il capitano Stenwick e il sergente Rufles. Addentratevi nel giardino, verso sinistra, fino a giungere nei pressi di una capanna. Osservate la serratura della porta e raccogliete il pezzetto di stoffa dall’architrave della porta, quindi entrate e osservate il disegno sul pavimento; analizzate la ciotola per terra e, usando la lente, raccogliete la pallina di oppio. Tornate fuori dalla capanna e proseguite sul retro; osservate le impronte a terra: usando la lente raccogliete la squama in alto a sinistra e notate la mancanza di un chiodo in una delle due suole, mentre usando il metro ricavatene la taglia (quaranta). Ora uscite fuori dalla villa e aggiratela da sinistra: dopo il vicolo, raccogliete la scala e appoggiatela in corrispondenza del muro di cinta della villa, raccogliete il pezzo di lino. Tornate nel vostro appartamento, a Baker Street. Sedetevi al tavolo delle analisi, raccogliete le boccette di acqua, alcol, solvente e acido. Usate la pallina di oppio con il microscopio, sezionatela con il bisturi e raccogliete i granelli con le pinzette. Ora appoggiate i granelli sull’apparecchio a sinistra, usate l’acido su di essi e i fiammiferi sul macchinario. Posizionate il pezzo di stoffa nel microscopio e usate le pinzette per estrarne un ciuffo nero.
Non appena avrete preso il controllo del dr. Watson, dirigetevi dallo strillone e parlategli, per ottenere delle informazioni circa la scomparsa della guardia del corpo della Principessa. Ora recatevi presso la libreria Barnes, parlate con il libraio e raccogliete il libro sui Maori appoggiato sul mobile davanti alla libreria centrale. Uscite e tornate a casa, per parlare con Holmes. Alla domanda sul luogo di lavoro del malvivente, rispondete “MOLO”. Ora scendete in strada e prendete la carrozza, quindi dirigetevi sulle rive del Tamigi.

Entrate nel pub di fronte a voi, parlate con il barman per raccogliere alcune informazioni, poi uscite dal locale, andate verso sinistra e sempre dritto, oltre il ponte e giù per la scalinata, finchè non vi imbatterete nella casa di Harper, contraddistinta da una grossa ancora rossa disegnata sulla parete. Provate a bussare alla porta, ma scoprirete che in casa non c’è anima viva. Entrate allora nell’abitazione esattamente di fronte e parlate con la donna inginocchiata vicino all’altare. Al termine della conversazione, raccogliete la spilla di finto argento presente sull’altare e uscite, raccogliete la corda appoggiata sui barili di fianco all’ingresso della casa di Harper. Ora tornate nel pub e parlate nuovamente con il barista, esaminate il tavolo dietro la tenda e osservate i quattro simboli incisi nel legno. Tornate fuori e proseguite oltre la casa della famiglia nepalese, quindi verso destra, finchè non vi imbatterete in un postino ubriaco. Quando avrete finito con lui, proseguite verso sinistra, salite la scalinata e, quando la strada curva a sinistra, vedrete un vicolo dinanzi a voi. Attraversatelo e giungerete in uno spiazzo, con delle bottiglie per terra. Selezionate la bottiglia in vostro possesso, per tenerla in mano, e bussate alla porta dei contrabbandieri. In tal modo riceverete il pacco perso dal postino. Ribussate tenendo in mano il ciondolo d’argento. Recatevi nuovamente nel pub, aprite l’inventario e usate il coltello sul pacco, quindi consegnate la protesi di legno al tizio ubriaco; in cambio ne otterrete l’uncino. Andate presso il magazzino numero 12, aprite l’inventario e combinate la corda con l’uncino, quindi avvicinatevi al portone d’ingresso e usate il tutto sulla grata rotta, in alto. Ora, nei panni di Watson, andate sul fianco destro del magazzino e pulite la finestra sporca. Agganciate l’uncino al lucchetto per terra, sfruttando l’oscillazione in verticale (muovete il mouse su e giù). Una volta all’interno, raccogliete lo spillo insanguinato e la pagina di diario per terra. A destra, per terra, c’è una spranga: raccoglietela ed usatela per aprire le due casse e raccogliere la lanterna. Poi salite sulle assi in fondo a sinistra e spingete il pentolone in corrispondenza del rubinetto, quindi scendete e, nell’angolo a sinistra rispetto all’ingresso, andate ad azionare la valvola. Ora spingete il pentolone fino in fondo, in corrispondenza dell’altro cavo e agganciatelo ad esso. Poi avvicinatevi alla botola e cliccate prima sul cavo più lungo, che pende, poi sulla maniglia, per agganciarli. Infine andate a tagliare con il coltello la fune che assicura il pentolone, per aprire la botola. Selezionate la lanterna dall’inventario e scendete. Quando sarete nella stanza, dinanzi alla porta con i simboli, dovrete premere quelli incisi sulle parete laterali, ovvero: il primo e il secondo (a partire da sopra) della triade di sinistra e il primo e il terzo (sempre a partire da sopra) della triade di destra. A questo punto la porta si aprirà e potrete proseguire. Nella sala grande perlustrate innanzitutto il perimetro della stanza: partendo dalla vostra destra, troverete un cesto con del materiale nero, da cui potrete prelevare un granello; quindi in fondo, dietro una colonna, una giacca per terra contenente un foglio; nell’altro angolo un tavolo sul quale sono appoggiati una confezione metallica nera, dell’oppio e una brocca con del liquido oppiaceo; infine nell’angolo vicino all’ingresso da cui siete entrati, c’è un tavolo con una scatola di ciondoli d’argento. Terminato il sopralluogo, dirigetevi presso l’altare sacrificale, in cima alla scalinata. Osservate il cadavere, analizzandone il volto e le due mani: in quella destra esaminate il polpastrello dell’indice, in quella sinistra esaminate il foro sul dito medio. Raccogliete da terra la statuetta rotta e usate il foglio in vostro possesso, sui simboli incisi nell’angolo a sinistra della statua, infine ripassate con la grafite, per ottenere una copia. Avvicinatevi nuovamente alla giacca, a terra, vicino alla colonna ai piedi della scalinata dell’altare: noterete una macchia nera, esaminatela. Al termine della sequenza (urgh!), tornerete in Baker Street.

Sedetevi al tavolo delle analisi, raccogliete le solite boccette (acqua, solvente, alcol). Aprite l’inventario e usate il coltello sulla scatoletta metallica, così da ricavarne della polverina bianca. Sistematela nel microscopio e usate le pinzette per estrarne dei granelli. Posizionateli sull’altro macchinario e usate i fiammiferi su di esso, per riscaldare la sostanza. Dopo la chiacchierata con Watson, dirigetevi nuovamente al porto.

Entrate nel pub e chiedete al barista notizie del doganiere, quindi tornate fuori e proseguite fino alla baracca subito dopo la casa di Harper (quella con l’ancora rossa). Raccogliete il foglio appeso su una cassa ed esaminate il registro delle merci. Recatevi presso il magazzino 16 (è di fronte al pub), esaminate il portone d’ingresso, quindi analizzate le impronte per terra: usate la lente per raccogliere la chiave e osservare l’impronta più in alto, così da rilevare la mancanza di un chiodo nella suola, quindi usate il metro sull’impronta centrale, per accertarvi della taglia. Seguite ora le orme, che vi condurranno dinanzi ad un portone al di sotto del faro. Usate la chiave in vostro possesso per aprirlo e raccogliete il documento. Tornate a Baker Street.

Rispondete alla domanda di Holmes, digitando “SVIZZERA”.

Svizzera
Bussate alla porta dell’istituto e parlate con l’inserviente, quindi avvicinatevi al banco e parlate con l’infermiera. Dopo aver scambiato due chiacchiere con il medico, assisterete ad una scena particolare: quello che vedete spacciarsi per un agente investigativo, è Sherlock Holmes sotto mentite spoglie! Terminata la sequenza, nei panni del detective, raccogliete il sedativo, la siringa e l’acqua dal tavolino alle vostre spalle, quindi usate insieme gli ultimi due. Vi ritroverete in una cella. Per inscenare la vostra presenza sul letto, dovrete raccogliere il vaso di ottone e il rotolo di coperte, per poi posare tutto sul giaciglio. Infine posizionate su di essi il cappello e il cappotto in vostro possesso. Da dietro il letto “occupato” dal tizio puzzolente, recuperate il cucchiaio e la marmitta. Avvicinatevi alla serratura della cella e usate il cucchiaio su di essa. Per scassinarla dovrete riprodurre la sequenza di numeri da 1 a 10, nella fila centrale, corrispondente al cilindro della serratura. Considerando le 5 righe (compreso il cilindro centrale), eseguite i seguenti spostamenti: 10 nella quarta riga, 3 nella prima, 9 nella quarta, 7 nella seconda, 6 nella seconda, 2 nella quinta, 5 nella seconda, 4 nella seconda, 3 nella seconda, 2 nella seconda, 8 nella quarta; ora non vi resta che posizionare dal 2 al 10 nella riga centrale, realizzando la sequenza da 1 a 10 ed aprendo, così, la serratura. Andate a destra, poi svoltare a sinistra. Esaminate il messaggio sulla porta del laboratorio (la prima a sinistra), apritela per constatare la presenza di un infermiere. Accucciatevi e avvicinatevi al banco di fronte a voi: raccogliete dalla parte inferiore tre siringe; aprite l’inventario e versate il sedativo in ogni siringa. Tornate nel corridoio e proseguite dinanzi a voi, finchè non farete la conoscenza di Maurizio. Dopo la breve chiacchierata, proseguite nel corridoio, fino all’ultima porta sulla destra, quella più scura. Esaminate la crepa nel muro a sinistra della porta, per raccogliere la chiave, quindi usatela per aprirla. All’interno del ripostiglio, raccogliete la spranga per terra e lo strumento di misurazione subito a sinistra, sulle pietre; usatelo sui tubi appoggiati sulle casse e raccogliete quello da 16 millimetri; aprite l’inventario e combinatelo con la siringa da 15 millimetri, così da ottenere una cerbottana. Ora tornate da Maurizio e dategli la spranga. Tornate indietro, verso la vostra cella e imboccate il corridoio che vi condurrà presso la scalinata per il piano superiore. Salite e usate il cucchiaio sull’armadio, per rimediare un camice da infermiere, quindi raccogliete il mazzo di chiavi per terra, vicino alla porta a sinistra. Ora attraversate la porta a destra dell’armadio e recatevi nel cortile, a sinistra, presso la voliera. Parlate con la paziente e con Bauer, quindi avvicinatevi alla fontana, nell’angolo a sinistra, e riempite la marmitta con dell’acqua. Tornate nel laboratorio, di sotto, impugnando la cerbottana. Avvicinatevi all’infermiere da sinistra, tenendovi accucciati, così da metterlo fuori combattimento. Entrate nella cella in cui si trova l’inserviente, esaminatene il corpo, poi osservate i barili per terra, raccogliete la confezione con l’edelweiss nera dallo scaffale, esaminate i cristalli rosa e le bottiglie di cloro. Voltatevi e raccogliete la lettera dal libro-inventario. Tornate nel corridoio delle celle, proseguite fino in fondo, svoltate a sinistra, aprite la porta. Non girate subito a sinistra, ma proseguite dritto, poi girate e parlate con il paziente chiamato Baker: vi chiederà i cristalli rosa. Andate nel laboratorio a prenderli e portateglieli. Vi chiederà di scioglierli in acqua: aprite l’inventario e combinateli con la marmitta piena d’acqua. Date il composto a Baker e “raccogliete” il carrello lì vicino. Tornate nel laboratorio e prendete la bambola appoggiata sul mobile subito a sinistra, quindi recatevi nelle vicinanze della vostra cella, aprite la porta e proseguite, verso la cella di Gerda. Datele la bambola, per ricevere una chiave. Salite al piano superiore e andate ad aprire la porta dell’ufficio del dr. Muller, nel chiostro. Raccogliete il portavaso appeso alla parete, gli occhiali e la lettera dalla scrivania, quindi proseguite a sinistra e, nell’ultima stanza, raccogliete la chiave dalla camicia appesa nell’armadio. Tornate fuori e aprite la voliera, usando la chiave appena raccolta. Dirigetevi ancora nel laboratorio, usate la marmitta sul barile di potassa e prendete una bottiglia di cloro dallo scaffale. Usate la marmitta piena di potassa sull’apparecchio di misurazione sul primo bancone, più vicino alla porta. Salite nel chiostro e riempite la bottiglia con l’acqua della fontana, tornate nel laboratorio e misuratela. Ora aprite l’inventario e combinate il cloro con la bottiglia, quindi la bottiglia con la marmitta: il dispositivo fumogeno è pronto. Recatevi all’ingresso della cucina (si affaccia sul chiostro) e, impugnando il dispositivo fumogeno, aprite la porta. Ora che il campo è libero, entrate, raccogliete la lettera dal mobile di fronte all’ingresso e la corda da roast-beef sul tavolo. Tornate di sotto: nei pressi della cella di Baker c’è un doppio cancello che conduce ai sotterranei. Per passare dovrete escogitare un modo per azionare le due leve sulla parete vicina. Azionate quella di sinistra, poi usate il porta-vaso sulla seconda leva, quindi posizionate il carrello al di sotto di essa e infine agganciate la corda da roast-beef al carrello. Ma vi manca qualcosa: dovete recuperare l’incudine dal rispostiglio! Quando l’avrete in inventario, posizionatela come peso nel porta-vaso. Ora non dovete fare altro che varcare la prima soglia, tirare la corda per terra e proseguire per il piano inferiore. Giunti nei sotterranei, andate a parlare con il paziente Wolff, nella prima cella dinanzi a voi. Poi imboccate il vicino corridoio, svoltate a sinistra e seguite la curva a destra. Aprite la seconda porta (quella di legno) con il cucchiaio. Il meccanismo è sempre lo stesso, eccovi le mosse da eseguire: 9 nella quinta riga, 3 nella prima, 7 nella seconda, 8 nella seconda, 9 nella seconda, 1 nella quinta, 5 nella quarta, 10 nella seconda, 4 nella quarta, 3 nella quarta, 2 nella quarta, 6 nella prima; ora riposizionate i bussolotti da 1 a 10 nella riga centrale, ovvero nel cilindro della serratura. Entrate nella stanza, esaminate gli attrezzi da macellaio in basso a sinistra, osservate il pozzo, spostandovi potete osservare un resto umano al suo interno, infine raccogliete la chiave per terra nell’angolo a destra rispetto alla porta. Tornate fuori dalla stanza, chinatevi ad osservare le impronte di scarpe insanguinate sulla destra. Ripercorrete all’indietro il corridoio e svoltate a sinistra, per giungere al cospetto dell’ufficio del dr. Gygax. Usate la chiave appena raccolta per entrare. Esaminate il libro sul tavolino subito a destra, il teschio umano, quindi aprite lo schedario e analizzate la cartella clinica di Wolff; raccogliete il documento da sopra la scrivania e la chiave dell’aula. Prendete l’attizzatoio dal camino e usatelo per forzare la porta scura, di fronte alla scrivania. Entrate nella stanza delle torture, esaminate il letto, poi avvicinatevi alla scrivania nell’angolo a destra per osservare l’uccello morto e il quaderno con gli appunti del dr. Gygax. Tornate nell’ufficio e usate l’attizzatoio per aprire il cassetto della scrivania, raccogliete i documenti. Uscite dall’ufficio e risalite al piano di sopra, andate verso la cella di Baker, quindi proseguite e svoltate a destra. Aprite la porta dell’aula con la relativa chiave, raccogliete la lettera sulla cattedra e la barba finta nel mobile. Ritornate nell’ufficio del dr. Gygax, consultate lo schedario ed estraete la cartella clinica del paziente anonimo (la targhetta è vuota). Combinate gli occhiali con la barba finta e andate da Wolff, fingendovi il dr. Schwartz. Ora andate ad azionare la torcia spenta fuori dall’ufficio del dr. Gygax, quindi azionate quella di fronte alla cella di Wolff, infine azionate quella davanti al passaggio segreto, fuori dalla stanza del pozzo. Attraversate il passaggio e parlate con l’Illuminato. Alla sua domanda, “Chi sono io?”, rispondete digitando “LUCE DEGLI ABISSI”. Al termine dell’allegra chiacchierata, tornate nell’ufficio del dr. Gygax e avvicinatevi all’ascensore. Tirate tre volte la corda di sinistra e una quella di destra, prendete l’ascensore; così facendo vi ritroverete nella lavanderia. Aprite la cella a destra usando il cucchiaio, poi parlate con il prigioniero e usate su di lui il medicinale con il simbolo dell’edelweiss nera. Salite le scale, raccogliete il cappello e il cappotto dagli scaffali ed attraversate la porta, per concludere questa parte. Quando sarete sul treno, rispondete alla domanda di Holmes, scrivendo “LOUISIANA”.

New Orleans
Appena scesi dall’imbarcazione andate verso destra e parlate con l’uomo che imbraccia un fucile. Dategli dei soldi per ottenere nuove informazioni. Voltatevi e aprite il portone di legno celeste a sinistra, da qui in poi seguite i cartelli per giungere nella zona delle capanne. Seguite il molo fino alla fine e parlate con il vecchio Champagne. Pagatelo ed otterrete ulteriori informazioni. Tornate indietro, in direzione del porto. Lungo la strada subirete un furto: tutto ciò che dovete fare è inseguire il malvivente fino ad arrivare al cospetto dello sceriffo (non preoccupatevi, il ladro non scapperà mai, anche se restate fermi in un punto, alla ricerca del giusto passaggio, il gaglioffo vi aspetterà). Dopo aver fatto la conoscenza di questo integerrimo difensore della legge, aprite la mappa e dirigetevi nel quartiere francese. Avvicinatevi al cancello dove si trova la cameriera, parlatele, poi entrate nella stalla, esaminate i chiodi sul tavolo e proseguite verso il retro della casa. Raccogliete un tutore di metallo dal terreno, vicino ai fiori, nei pressi della fontana, poi, usando il coltello, prendete un po’ di fiori bianchi. Esaminate le orme ai piedi delle scale, poi seguite la scia verso il giardino, finchè non troverete altre orme da esaminare con la lente. Provate ad oltrepassare il cancelletto, ma verrete fermati dalle zanzare. Dirigetevi verso la casa. Usando il coltello, aprite la porta di sinistra, sul retro. Attraversate la prima porta, di fronte a voi, per accedere alla cucina. Osservate il prosciutto e prendete la bacinella dal lavandino. Ora, con Watson, tornate fuori e riempitela nella fontana, quindi portatela al cavallo per farlo bere. Tornate indietro da Holmes. Proseguite oltre la porta in fondo a destra, aprite ancora quella di fronte per entrare in salotto. Osservate il posacenere sul tavolino tondo a sinistra, il camino e il cadavere, analizzando con la lente le dita della giardiniere; infine raccogliete la bottiglia di champagne dalla credenza. Oltrepassate l’altra porta, osservate le tracce di sangue per terra, provate ad aprire la porta dinanzi a voi, quindi aprite quella a destra (l’ultima restante al piano terra). Osservate il quadro appeso alla parete, esaminate gli indumenti e spostate il letto, usate il coltello sull’asse del pavimento e raccogliete il gioiello. Tornate nel corridoio ed esaminate le orme presenti sul pavimento. Salite le scale, entrate nella camera da letto del padrone di casa, raccogliete la lettera sullo scrittoio, due libri dalla libreria e il tubo di metallo dal tavolino di fronte al letto. A questo punto, se avrete esaminato tutte le impronte sparse per casa e fuori casa, Watson dovrebbe segnalarvi la presenza di una cassaforte nella camera da letto. La combinazione per aprirla è: 1223 2424 3426. Prendete la chiave e usatela per aprire l’altra porta presente su questo piano, vicino alle scale. Al grido della cameriera, fiondatevi nella stalla: per aprirla, raccogliete e usate il tronco lì vicino. Raccogliete il martello da “sotto” il cavallo e tornate in casa. Nella stanza appena aperta, al primo piano, usate il cilindro di metallo sul tavolino nell’angolo a sinistra (sullo strano disegno), raccogliete il corno sulla scrivania e usatelo sul trofeo con la testa di capra. Osservate la foto. Sul pavimento, al centro della stanza, c’è una mattonella rialzata; uscite fuori sul balcone, prendete la pianta di limoni, tornate dentro e piazzatela sopra la mattonella che attiva il meccanismo. Ora avvicinatevi all’enorme quadro con l’iguana e usate il bastoncino di metallo che avete in inventario con l’occhio del rettile. Entrate nella camera segreta, avvicinatevi alla scrivania e raccogliete i due documenti e la foto. Tornate nella stalla e parlate con Watson. Al termine di tutta la sequenza, rientrate in casa e andate a prendere un limone dalla pianta che avete posizionato nella sala dei trofei. Tornate da Watson e parlategli, tenendo in mano il limone. Ora attraversate il viale con le zanzare, esaminate le tracce di sangue per terra, proseguite verso il molo ed esaminate la corda. Al termine della conversazione, dirigetevi presso la baracca del pescatore, sulla mappa. Parlategli e consegnategli la bottiglia di champagne, ne ricaverete delle assi di legno e una lanterna. Ora tornate in città e salite sul battello rosso. Parlate con la signora all’ingresso, impugnando il mazzo di fiori. Al termine della chiacchierata con la biondina, aprite la mappa e recatevi nuovamente nel distretto francese. Alla domanda di Holmes su chi ha l’anello con il sigillo, rispondete “PROCIONE”. Entrate in casa, andate in cucina e raccogliete una fetta di prosciutto, quindi tornate fuori e posizionatela per terra, di fronte all’albero vicino alla casa, dove ci sono le impronte dell’animaletto. Dopo aver localizzato la tana, andate nella stalla e raccogliete i chiodi dal bancone, quindi andate sul balcone della casa, combinate le assi con i chiodi, quindi il tutto con il martello, per creare una scala. Usatela sulla parete in corrispondenza della tana del procione e raccogliete l’anello. Rientrate nella sala dei trofei, quindi nella camera segreta, e usate il sigillo stampato sull’anello con l’armadietto delle armi, per aprirlo. Raccogliete il denaro dalla scatola e un fucile. Tornate di sotto e, non appena avrete avuto modo di salutare lo sceriffo, tornate velocemente sul balcone, raccogliete la scala e usatela sulla ringhiera di legno, per calarvi nel giardino. Tornate dal vecchio pescatore, usando la mappa, e pagatelo col denaro per poter noleggiare un’imbarcazione.

La Palude
Cominciate a navigare costeggiando la riva, finchè non vi imbatterete in una nassa blu (spicca rispetto alle altre e il commento di Holmes sarà diverso). A quel punto, dovreste localizzare lì vicino una roccia sporca di sangue. Proseguite oltre la roccia, fino ad imbattervi in un enorme albero con dei cadaveri appesi. Prendete il fucile e sparate a uno dei corpi, così da farlo cadere in acqua e liberare il passaggio dai coccodrilli. Andate a sinistra dell’albero e proseguite, finchè non giungerete nei pressi di un “molo” improvvisato, adornato con simpatici teschi. Quando sarete sulla terra ferma, osservate l’uomo steso sull’altare di pietra a sinistra. Dopo la scenetta con l’allegro domestico di colore, osservate il corpo appeso sulla destra e le gabbie oltre l’acqua, a sinistra. Infine entrate nella capanna centrale, avvicinatevi alla statua e posizionate la vostra statuetta sulla piccola piattaforma posta innanzi. Raccogliete il libro, tornate fuori e aiutate Watson a trasportare il poveretto sull’imbarcazione.

Londra
La traduzione del codice scritto dal piccolo Davy, è “56436 6134”. Recatevi presso la libreria e parlate con il libraio, consegnategli il libro. Aprite la mappa e dirigetevi al porto, parlate con il barista. Quando avrete ottenuto la chiave del retrobottega, usatela per aprire la porta a destra del bancone, entrate e percorrete la stanza fino in fondo. Raccogliete la foto dal tavolo ed esaminate la carta nautica. Usando il cursore, spostatevi nel punto indicato nell’immagine qui di seguito.

Tornate a parlare con il barista, quindi aprite la mappa e recatevi nuovamente nella libreria di Barnes, per vedere a che punto è la traduzione dell’oscuro volume.

Scozia
Girate subito verso destra e salite sulla “collinetta”, per raccogliere la corda. Andate verso il faro, osservate il leone di sinistra e raccogliete la sbarra di metallo ai piedi del leone di destra. Ora dirigetevi nel mezzo dei tre geiser, Holmes farà un commento: da questa posizione, avviatevi con il doppio click verso l’enorme testa di ariete. Vi fermerete dinanzi ad una roccia verdastra. Usate la sbarra di ferro su di essa, per aprire un passaggio nel sottosuolo. Ora agganciate la corda alla roccia scura, a sinistra del buco, per calarvi giù. Equipaggiatevi con la lanterna e proseguite lungo il costone di roccia, raccogliete il pugnale da vicino allo scheletro. Usate l’arma sul passaggio ostruito a sinistra, quindi usate ancora il pugnale rotto per aprirvi il passaggio. Proseguite, appena l’ambiente si allarga nuovamente, dirigetevi verso destra: fate cadere lo scheletro appeso e raccogliete la fiaschetta vuota. Proseguite verso destra, nella “distilleria”: raccogliete la bottiglietta per terra, vicino allo scheletro a destra; prendete l’imbuto lì vicino e la grata rotta appoggiata a sinistra. Tornate indietro. Avvicinatevi alle impalcature di fronte: c’è una cassa sigillata. Apritela usando il pugnale rotto e raccogliete gli stracci. Proseguite verso destra, superate le macerie; dopo il ponte, continuate dritto, per ritrovarvi sotto un’enorme crepa. Usate l’imbuto per chiamare Watson e farvi lanciare dei cerini. Voltatevi indietro e girate a destra, quindi di nuovo a destra, per finire in una stanza piena di ossa. Raccoglietene alcune, quindi combinatele con gli stracci e infine intingete con la bottiglietta contenente alcol. Accendete la torcia appena costruita usando i cerini. Tornate indietro, fino all’ambiente più grande, con le impalcature. Dalla vostra attuale posizione, sulla sinistra, dovreste vedere una rampa formata da due travi, che sale su una roccia. Esaminate le travi e salite, quindi osservate in alto. Ora scendete, avvicinatevi al gancio da cui pendeva lo scheletro con la fiaschetta vuota e usateci sopra la vostra lanterna. Ora giratevi e tirate la corda agganciata alla parete di roccia. Tornate sulle travi, usate la grata che avete in inventario e saliteci su. Usate la fiaschetta vuota sul barile, per riempirla di polvere da sparo. Adesso potete tornare a terra: andate a tirare nuovamente la corda sulla parete e riprendete la lanterna. Dirigetevi nuovamente nel corridoio, oltre le macerie, svoltate a sinistra e andate in fondo. Non preoccupatevi della caduta e proseguite il cammino, risalendo dal lato. Combinate la fiaschetta con gli stracci, quindi usate la bomba sul masso in alto a sinistra, che blocca il passaggio. Passate oltre, raccogliete la cintura rossa e proseguite. Avvicinatevi al macchinario a sinistra, usate la cintura con la ruota in basso, quindi esaminate quella più grande, con i simboli. Dovete ruotare i segni dei quattro cerchi, fino a quando non si saranno accese tutte le luci a destra (ad ogni cerchio corrisponde una luce). Concludete tirando la leva a destra. Riprendete la cintura rossa e proseguite oltre la porta. Usate la torcia nel terzo buco a partire da sinistra (oppure buttate una torcia per ogni buco, avendo cura di ricrearne ogni volta un’altra, finchè non avrete localizzato il buco senza fiume sotto). Combinate la cintura con la roccia verdastra al centro, per calarvi. Percorrete il corridoio e, quando sarete sbucati in un ambiente inondato, raccogliete la gamba di legno incastrata in uno dei condotti ostruiti dai massi. Poi girate attorno alle stalattiti ed entrate nella stanza con il portone. Usate la gamba di legno sulla piastrella con l’incavo tondo e passate nella stanza del tesoro. Raccogliete la scimitarra dallo scheletro e proseguite a sinistra. Quando sarete dinanzi al burrone, alzate lo sguardo verso il crepaccio sul soffitto e chiamate Watson. Ora, nei panni del dottore, voltatevi, oltrepassate la collinetta e raccogliete l’enorme trave di legno; tornate al crepaccio e buttatela giù. Da bravi equilibristi, superate il burrone e proseguite, fino a ritrovarvi all’interno del faro. Aprite subito il portone d’ingresso, alla vostra destra. Uscite fuori, andate esattamente di fronte, verso la baracca; raccogliete il secchio vuoto a sinistra e usatelo sul barile pieno di acqua. Tornate all’interno del faro e versate l’acqua in tutti i vasi di ottone che generano fumo verde. Infine girate verso sinistra, fin sotto la scala, e tirate le due leve, per mettere in fuga il malvivente. Salite le scale, arrivando fino al piano superiore (dove vi sta aspettando il delinquente) e raccogliete la tavola di legno per terra. Per terra, a destra, vicino alle scale, c’è una pozza di sangue: usate la tavola su di essa. Componete la stella a cinque punte, cliccando sui simboli giusti. Potete fare tutti i tentativi che volete e rimuovere i simboli sbagliati, ri-cliccandoci sopra. Al termine dell’operazione, avanzate verso il delinquente, per metterlo fuori gioco. Proseguite nella risalita, forzate la porta usando la sbarra di ferro in vostro possesso. Dopo la sequenza, rispondete alla domanda di Holmes, digitando “STOMACO”. Salite ancora, usate la chiave appena recuperata, per aprire l’ultima porta. Dopo la piacevole chiacchierata con il cattivone di turno, accendete il faro. Per farlo, raccogliete la lucerna vuota per terra, inseritela sotto quella blu, azionate la valvola al centro, raccogliete la lucerna blu e inseritela sotto quella verde, a sinistra, infine ruotate la valvola al centro.

Complimenti, avete concluso anche questa avventura di Sherlock Holmes!

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Frogwares
Publisher: Focus Home
Distributore: Leader
Data Rilascio: Q4 2006
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Giallo
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario