Adventure's Planet
Mercoledì, 13 Dicembre 2017 10:21
Benvenuto ospite

Soluzione

Ripper

di Adriano Bizzoco

Soluzione Completa del 02 Dicembre 2008

Sezioni della Soluzione
Prologo
Primo Atto
Secondo Atto
Terzo Atto

Note preliminari
Il gioco è diviso in tre atti (più un prologo iniziale) e dispone di quattro finali possibili. Ad ogni nuova partita, il finale viene scelto in modo casuale dal gioco ed è possibile capire in quale scenario ci si trovi solo nel corso del terzo atto. Per questo la nostra soluzione, a partire dal terzo atto, riporta le diverse possibilità a seconda che ci si ritrovi in ciascuno dei quattro “Scenari”.

Dal pannello delle opzioni è possibile selezionare il livello di difficoltà per enigmi e combattimenti; in entrambi i casi sono disponibili le opzioni: Facile, Medio e Difficile. All’avvio di una nuova partita, il gioco setta automaticamente entrambi i livelli su Medio. Per questo la nostra soluzione è valida per il livello di difficoltà Medio sia negli enigmi, sia nei combattimenti. Diversamente, alcuni codici indicati potrebbero non funzionare e alcune soluzioni potrebbero differire da quelle qui esposte.

Prologo

Casa Stein
Al termine del filmato introduttivo vi ritroverete sulla scena del delitto. Entrate nell’appartamento e osservate il computer dinanzi a voi: il dispositivo di collegamento al cyberspazio era attivo durante l’omicidio. Voltatevi a destra e parlate con Karl Stasiack, il fotografo legale; esaurite gli argomenti e giratevi dall’altro lato, dove vi attende un ingrugnito Detective Vincent Magnotta. Fategli tutte le domande che potete e, al termine della chiacchierata, lo vedrete distruggere una delle prove. Il WAC comincerà a “suonare”: c’è una chiamata della vostra collega (e amante) Catherine in arrivo; rispondetele. Chinatevi ad esaminare la tazza rotta e scannerizzatela con il vostro WAC, quindi apritelo utilizzando l’apposita icona sulla parte superiore dello schermo, entrate nel database e cliccate sulla tazza rotta; dovrete ricomporla. La situazione di partenza è questa:

Cliccando col tasto destro su tutti i pezzi, per due volte, li girerete; dovreste trovarvi in questa situazione ora:

Adesso potete procedere con la ricostruzione. Stiamo pur sempre parlando di un semplice puzzle, quindi non preoccupatevi, ne verrete a capo facilmente.
Alla fine comparirà la parola “Salisbury”. Chissà che vuol dire…
Guadagnate l’uscita, cliccando sull’icona a forma di pianeta, e dirigetevi in redazione.

Redazione
Ben Dodds avrà qualcosa da dirvi, quindi vi metterete automaticamente al lavoro, fino a quando non giungerà una seconda chiamata, questa volta di origine sconosciuta. “Caro Capo...”, è lo Squartatore! “La… prossima… è… lei!” – Si sta chiaramente riferendo a Catherine! Volate automaticamente nell’appartamento della ragazza.

Appartamento di Catherine
Ok, ci avete messo appena venti minuti, ma Catherine non c’è. Ad un tratto la porta si apre... eccola, giusto in tempo per svenire tra le vostre braccia, sussurrando un inquietante “…squartatore”.
Tempo di immergersi completamente nelle indagini!


Primo Atto

Stazione di Polizia
Andate dritto, davanti a voi, per raggiungere il banco del Sergente Lou Brannon; parlategli. Al termine della conversazione giratevi, tornate verso l’ascensore al centro, quindi aggiratelo verso destra e imboccate il primo corridoio che vedete davanti. Questo vi condurrà nell’archivio delle prove. Parlate con l’antipatico Spankowsky, ma non bluffate: andate dritti al sodo, alterandovi. Il WAC di Catherine però non c’è, l’ha portato con sé Magnotta; tempo di parlare direttamente con lui allora. Tornate verso l’ascensore e imboccate la passerella a destra del banco del Sergente Brannon, da qui raggiungerete l’ufficio del Detective Magnotta. Entrate e noterete che non c’è. Approfittatene per osservare la sua scrivania; a parte una bella confezione di sigari, ci sono due documenti degni di attenzione e di scannerizzazione sul WAC: un rapporto di uno dei delitti dello Squartatore e l’omicidio del cyberarchitetto Hamilton Wofford. Al termine dell’operazione, Magnotta vi beccherà con le mani nel sacco; parlategli e chiedetegli tutto ciò che potete. Aprite la mappa della città e dirigetevi al Centro Tribeca (altresì detto Meta-Cog).

Centro Tribeca
Piuttosto sinistro come ospedale, vero? Voltatevi immediatamente a sinistra e avvicinatevi al banco dell’accettazione. Parlate con l’avvenente signorina; terminata la conversazione, dirigetevi verso l’antiquato ascensore in fondo alla hall. Osservate la pulsantiera e selezionate il reparto (Wards). Giunti al primo piano, girate a destra e proseguite fino ad imbattervi in una porta sulla sinistra. Entrate e sarete nel reparto dov’è ricoverata Catherine. Parlate con la dott.ssa Clarence Burton e affrontate tutti gli argomenti disponibili, quindi voltatevi a sinistra e parlate col dott. Bud Cable. Voltatevi di nuovo a destra e fate qualche passo in avanti, così da raggiungere il diario olografico; attivatelo interagendo sulla tastiera e assisterete a una discussione tra i medici. Tornate indietro fino all’ascensore e questa volta selezionate l’obitorio (Morgue). Avanzate fino a raggiungere il simpatico patologo Vic Farley; parlategli, possibilmente senza vomitare a causa delle immagini, quindi avvicinatevi ai tre corpi sulla destra ed esaminateli, così da ascoltare gli interessanti commenti di Vic circa la tipologia di tagli.
Mappa: selezionate nuovamente la Stazione di Polizia.

Stazione di Polizia
Andate a trovare Magnotta nel suo ufficio e chiedetegli di Eddie Falconetti e della dottoressa Burton.
Mappa: selezionate il Cafè Duchamp.

Cafè Duchamp
Avvicinatevi a Gambit Nelson e parlategli di tutto quanto, quindi proseguite oltre e parlate col barista, per avere ulteriori informazioni su Gambit.
Mappa: selezionate la Redazione.

Redazione
Entrate nell’ufficio del direttore, Ben Dodds, che si trova sulla destra vicino all’ingresso. Parlategli, quindi tornate in redazione e avvicinatevi alla scrivania di Catherine (la più vicina all’ingresso). Osservate il suo Rolodex, ci sono un paio di nomi interessanti: Soap Betty e un tale George Rhodes. Ora avvicinatevi alla vostra scrivania, che si trova più in fondo, e leggete l’appunto che vi aveva lasciato Catherine. Voltatevi a sinistra e, sulla scrivania, noterete un apparecchio di collegamento al cyberspazio… si, avete capito bene, è tempo di surfare un po’ sulla rete virtuale!

Cyberspazio – Biblioteca Virtuale
Spostate la visuale a destra e selezionate il pozzo della Biblioteca Virtuale. Parlate con la bibliotecaria, quindi cliccate su quell’aggeggio trapezoidale che si sposta lentamente a destra e sinistra, al lato dell’impiegata; ne estrarrete una lista delle ultime richieste di libri. Parlate ancora con la bibliotecaria, ma non ne caverete nulla, dovrete fare tutto da soli: la decodifica del codice è un enigma piuttosto astruso.
La logica sarebbe questa: innanzitutto non fate conto dei simboli, a parte il +; tutti i libri hanno un soggetto storico, a cui corrisponde la sigla “HC” ad inizio codice; “no iaid”, in inglese è leggibile come “no eye aid”, cioè “nessun aiuto per la vista”, il che è traducibile numericamente nell’indicazione di 20 e 20 decimi, quindi “2020”, a cui aggiungiamo il “+1”, per un totale di “2021”; infine quel “18” è interpretabile come la 18esima lettera dell’alfabeto (inglese), la “R”.
Insomma la soluzione è il codice: “HC2021R”.
Il libro associato, scoprirete, è quello di Jack lo Squartatore.
Premete ESC per uscire dalla Biblioteca Virtuale e dal cyberspazio, quindi mappa: selezionate l’Appartamento di Catherine.

Appartamento di Catherine
Sul mobile appoggiato alla parete di sinistra troverete una cartolina di auguri che fa riferimento al 25 Febbraio come giorno del compleanno di Catherine, quindi è dei Pesci. Avvicinatevi al poster in fondo a sinistra e guardate la rappresentazione della costellazione, vi servirà a breve. Voltatevi: sul tavolo c’è il pannello con i cristalli che la ragazza ha citato durante la sua ultima trasmissione WAC. Esaminateli: il vostro obiettivo è ricostruire la costellazione dei Pesci su questa griglia.
Potete farlo velocemente usando questo schema:

Al termine dell’operazione, una luce illuminerà il dorso di un volume, evidenziando una scritta: “Oroscopo”; questa è la password del pozzo privato di Catherine. Prima di andarvene, osservate il bastone laser appoggiato vicino all’ingresso; c’è scritto sopra “J. Dorsett”.
Mappa: Redazione

Redazione
Tornate alla vostra scrivania e collegatevi al cyberspazio.

Cyberspazio – Pozzo di Catherine
Per raggiungere il pozzo di Catherine, vi basterà spostarvi a destra; inserite la password “OROSCOPO”. Verrete immediatamente fermati dall’ologramma di Magnotta, il quale vi manderà addosso il robot di sorveglianza della polizia. In questa sequenza arcade, dovrete cercare di colpire il robot mirando alle sue quattro luci (usando il tasto sinistro del mouse), proteggendovi allo stesso tempo dai suoi attacchi (usando il tasto destro del mouse).
Se la sparatoria vi dovesse provocare noia o frustrazione, niente paura. Digitate “ARCADE” e passerete oltre senza colpo ferire. In questo modo otterrete il diario elettronico di Catherine, che verrà scaricato nel database del vostro WAC. Uscite dal cyberspazio e tornate in redazione.

Redazione
Aprite il database del WAC ed esaminate il diario elettronico di Catherine: Magnotta l’ha criptato e al momento non avete elementi per capire quale sia la password di accesso.
Mappa: selezionate Fumeria di Soap.

Fumeria di Soap Betty
Avvicinatevi al bancone e parlate con Soap di tutto il possibile. Quando avrete finito, avvicinatevi all’espositore con le riviste e ne noterete una in particolare, intitolata “Popular Cybertronics Magazine”; scannerizzatela col WAC, vi servirà più avanti.
Mappa: selezionate il Villino dei Wofford.

Villino dei Wofford
Avvicinatevi a Covington Wofford, il fratello gemello di Hamilton, e parlategli. Vi toccherà scoprire quale sia la password del pozzo privato del defunto. Voltandovi dovreste vedere un apparecchio con cinque grosse valvole; esaminatelo e provate ad accenderlo: solo due funzionano, mentre tre sono da sostituire. L’obiettivo sarà quindi quello di scovare gli scomparti segreti in cui Hamilton, con la genialità di Leonardo (almeno a detta di Covington), ha nascosto le valvole nuove. Lì vicino troverete una porta che conduce in un altro ambiente della villa. Qui vedrete davanti a voi un tavolo; avvicinatevi e osservatelo. Si tratta di un labirinto con delle barriere attivabili per mezzo della pulsantiera a destra; ogni quattro interazioni sulla pulsantiera, la pallina partirà. L’obiettivo ovviamente è quello di far arrivare la sfera nella posizione nell’angolo in basso a destra.
Innanzitutto osservate che la strada giusta è quella evidenziata qui sotto:

Come vedete, abbiamo numerato i tasti della pulsantiera. Azionateli in questo ordine: 1, 2 e 5; la pallina a questo punto partirĂ , ma tornerĂ  al punto di partenza. Ora disattivate 2 e 5, e attivate il 4. La pallina farĂ  il tragitto corretto e lo scomparto segreto si aprirĂ , consentendovi di entrare in possesso della prima valvola.
Voltatevi a sinistra e salite le scale; sul pianerottolo noterete di fronte una targa commemorativa di Hamilton, che riporta il codice: P2X255127.5A; tenetelo a mente. Proseguite nella salita, entrate nella camera da letto dei fratelli e avvicinatevi al marchingegno in fondo a destra. Non lasciatevi impressionare dalla complessità estetica, il suo funzionamento è elementare: cliccando su ciascuna delle colonnine in alto a sinistra, farete scendere una moneta. Da sinistra a destra, potete far scendere: 1 penny, 5 penny, 10 penny e 25 penny, così come abbiamo indicato in questa immagine:

In tutto potete far scendere 4 monete, ognuna delle quali verrà aggiunta al registratore di cassa a destra. Se consideriamo di nuovo il codice di prima, eliminando le lettere, rimane: 2 x 255127,5. Una semplice moltiplicazione che dà come risultato 510255, scomponibile in: 5.10.25.5. Questa è proprio la combinazione di monete che ci serve: fate scendere una moneta da 5, una da 10, una da 25 e una da 5, così da poter prendere la seconda valvola.
Ora voltatevi; vicino ai letti dovrebbe esserci un orologio fermo che segna le 2:35; tenetelo a mente. Tornate di sotto e avvicinatevi al poster con le fasce di fuso orario mondiale. A destra ci sono tre orologi: uno egiziano, uno tedesco e uno americano, come potete vedere nell’immagine:

In quello egiziano inserite l’ora 9:35 PM, in quello tedesco inserite l’ora 8:35, in quello americano inserite l’ora 14:35. Prendete la terza valvola.
Tornate ora dalle parti di Covington e osservate nuovamente il macchinario con le valvole; sostituite le tre difettose e accendetelo. Sullo schermo leggerete ora la password per accedere al pozzo di Hamilton Wofford: VULCAN.

Vicino a Covington c’è un computer con l’accesso per il cyberspazio, usatelo.

Cyberspazio – Pozzo di Wofford
Voltate lo sguardo a destra e il puntatore si fermerà sul pozzo con l’icona di un orologio: è il pozzo di Hamilton Wofford. Inserite la password VULCAN per accedervi. Osservate la ricostruzione virtuale di Whitechapel, il quartiere di Londra in cui agiva Jack lo Squartatore. Ora potete uscire dal cyberspazio, aprire la mappa e dirigervi nel Rifugio di Falcon Eddie.

Rifugio di Falcon Eddie
Avanzate e parlate con Twig, fino ad arrabbiarvi. Vi darà un’indicazione utile circa il pozzo “Circo Massimo” di Joey Falconetti.
Mappa: selezionate la Redazione.

Redazione
Tornate alla vostra scrivania e interfacciatevi al cyberspazio.

Cyberspazio – Circo Massimo di Falcon Eddie
Il pozzo in questione è quello con il clown nel logo. Inserite la password: CIRCO MASSIMO. Durante la scomoda chiacchierata, chiedete a Falconetti una mano per aiutare Catherine; per tutta risposta dovrete batterlo in un tiro a segno molto particolare. L’obiettivo del gioco è colpire tutti i cattivi almeno una volta e non colpire buoni, in questo modo infatti avrete la certezza di superare il punteggio del Falcon. I cattivi sono riconoscibili dal fatto che hanno delle armi, come spade, in mano e occhi rossi. Il giochetto non è difficile, anche perché potete provarci quante volte volete e i mostri saranno sempre nella stessa posizione. Pertanto il consiglio è quello di fare un giro “di prova”, sparando a tutti i bersagli: in questo modo sentirete un suono che vi confermerà senza alcun dubbio quando si tratta di cattivi (“ding!”) e quando si tratta di buoni (il suono è cupo); segnatevi la posizione di cattivi e buoni, e al secondo giro sarà una passeggiata.
Se poi proprio non ne volete sapere, scrivete “ARCADE” e salterete a piè pari questa sequenza.
Al termine della chiacchierata, verrete invitati a tornare nel Rifugio di Falcon Eddie, quindi uscite dal cyberspazio e aprite la mappa della città per dirigervi lì.

Rifugio di Falcon Eddie
Parlate nuovamente con Twig, quindi proseguite verso destra e avvicinatevi a Falconetti. Parlategli, ricordandogli che il suo aiuto si tradurrebbe in una rottura per Magnotta; questo lo convincerĂ  ad aiutarvi.
Fine del primo atto.


Secondo Atto

Centro Tribeca
Raggiungete la segretaria a sinistra e parlatele nuovamente. Raggiungete il reparto dov’è ricoverata Catherine ed entrate nella stanza, dove troverete la dott.ssa Burton e Falconetti intenti a litigare. Parlate con entrambi, fino a quando la Burton non si arrenderà e se ne andrà in palestra. Tempo di penetrare nella mente di Catherine! Interfacciatevi tramite il macchinario vicino a Falconetti.

Mente di Catherine
Il vostro compito è essenzialmente quello di tenere a bada il Pack psicologico (termine utilizzato nel gergo cyberspaziale per definire i meccanismi di difesa), mentre Falconetti è alla ricerca della coscienza della ragazza. Il tutto si traduce nello sparare alle cellule che compaiono, una ad una, sullo schermo.
Per superare questa sequenza automaticamente, scrivete “CAFFEINE”.
Quando vi avvicinerete a Catherine, non potrete fare altro che guardarla. Tornate alla realtĂ .

Centro Tribeca
Uscite dal reparto, tornate all’ascensore (se volete risparmiare click, aprite la mappa e selezionate nuovamente Centro Tribeca, in questo modo ripartirete dalla hall) e scendete nell’obitorio. Avvicinatevi al patologo e scoprirete che Farley è stato licenziato, rimpiazzato da questo poveraccio chiamato Bob Eppels.
Mappa: selezionate la Stazione di Polizia.

Stazione di Polizia
Dirigetevi verso il sergente Lou Brannon e parlategli, verrete interrotti dal simpaticissimo Magnotta. Al termine del siparietto, Brannon risponderà a una telefonata e voi potrete prendere la tessera magnetica di Magnotta dal bancone. Parlate ancora col sergente, quindi tornate verso l’ascensore. Esattamente dall’altro lato c’è una passerella che porta ad un bivio, imboccatela e, giunti dinanzi alle porte, aprite quella di destra, per raggiungere la sala di osservazione, adiacente a quella degli interrogatori. Azionate il vetro tramite il pulsante in basso a destra e assisterete all’incipit di un interrogatorio tenuto da Magnotta. Terminato lo spettacolo, uscite e attraversate il cancello di fronte, per raggiungere l’archivio. Avvicinatevi al lettore magnetico che sporge dall’archivio centrale, aprite l’inventario e usate la tessera di Magnotta. Leggete il suo dossier: lì dentro c’è la password che il detective ha scelto per criptare il diario di Catherine. Aprite il WAC, accedete al database, selezionate il diario elettronico e inserite la password: SCORPIONE. Ora potrete leggere i primi tre paragrafi del diario. Terminata la lettura, prima di andarvene dalla stazione di polizia, potete tornare nella sala di osservazione per vedere come procede l’interrogatorio di Magnotta.
Mappa: selezionate l’Appartamento di Catherine.

Appartamento di Catherine
Tornate in prossimità del poster con le costellazioni ed esaminate i libri in basso, prendete “The Women of Whitechapel” e apritelo; al suo interno troverete una mini-cassaforte. I pulsanti sono numerabili dall’1 al 6, partendo da quello più in alto e proseguendo in senso orario. La combinazione giusta è contenuta nel diario elettronico di Catherine, nel paragrafo in cui parla del suo passato: lì ci sono alcuni numeri nascosti tra le parole, che insieme formano il codice 155362. Dovrete premere proprio questi tasti: il primo, il quinto, di nuovo il quinto, il terzo, il sesto e il secondo. A questo punto il marchingegno si aprirà e potrete raccogliere un cd. Avvicinatevi al computer di Catherine e usate il cd; vedrete apparire una strana formula sul monitor.

Appuntatela e aprite la mappa; destinazione: Redazione.

Redazione
Andate alla scrivania di Catherine e osservate la calcolatrice appoggiata su di essa. Accendetela e inserite la formula così com’era riportata sullo schermo, senza curarvi del risultato: l’unica cosa che conta è premere i pulsanti corrispondenti ai simboli della formula. Quindi premete: 4, 6, x, 2, / (simbolo della divisione), 7, inv, =, 5. A questo punto dovrebbe aprirsi uno scomparto segreto da cui prenderete due cimici, una a forma di occhio e una a forma di bollino dei sigari.
Mappa: Stazione di Polizia.

Stazione di Polizia
Entrate nell’ufficio di Magnotta, che intanto è ancora alle prese con i suoi delicati interrogatori, avvicinatevi alla scrivania e osservate la scatola di sigari; qui usate la cimice a forma di bollino dei sigari.
Mappa: Centro Tribeca.

Centro Tribeca
Voltatevi a sinistra e andate a parlare ancora con la segretaria, quindi prendete la tessera magnetica della dott.sa Burton dal banco, a sinistra. Salite con l’ascensore e questa volta imboccate il corridoio a sinistra, per giungere dinanzi alla porta dell’ufficio della Burton. Usate la tessera per entrare. Girate attorno alla scrivania, di fronte, per scannerizzare sul WAC una ricetta medica e un promemoria scritto dalla dottoressa. Tornate al di qua della scrivania e avvicinatevi alla libreria; c’è il modello anatomico di un cranio. Osservatelo e rimpiazzate l’occhio destro con la cimice in vostro possesso. Ora esaminate il volume aperto in basso e noterete una dedica, a firma della professoressa Bech.
Mappa: selezionate l’Università.

UniversitĂ 
Andate dritto ed entrate nell’ufficio della prof.ssa Bech; parlatele della Burton e degli altri sospetti. Quando avrete finito la chiacchierata, uscite dall’ufficio e imboccate il corridoio a destra. Sulla parete noterete una bacheca elettronica; esaminatela.

Tra gli annunci che vedete a sinistra, e che sono leggibili con un semplice click, è nascosto il messaggio dei Web Runners. Per trovarlo, dovete mettere nell’ordine corretto gli annunci, trascinandoli in basso. La soluzione prevede che i numeri contenuti negli annunci seguano questo ordine: 4, 50, 14, 42, 86. Gli annunci devono trovarsi nella posizione indicata nell’immagine sottostante:

Tenete a mente la combinazione 450144286.
Mappa: Mansarda dei Web Runners.

Mansarda dei Web Runners
Avvicinatevi al tastierino numerico della porta e immettete il codice appena trovato, 450144286. Entrate nel loft e avvicinatevi a Kai, per parlarle. Voltatevi a destra e avvicinatevi alla parete; tra le foto spicca quella di tre persone: la Burton, Falconetti e Magnotta.
Mappa: selezionate la Redazione.

Redazione
Andate alla vostra scrivania ed entrate nel cyberspazio.

Cyberspazio – Pozzo dei Web Runners
Il pozzo in questione è quello con l’icona del ragno. Inserite la password STAZIONE ANACRONIA. Il Pack questa volta non richiede sparatorie, ma un classico gioco del 15, mascherato da puzzle; nulla di complicato, ma se proprio non volete saperne, digitate “ZZTOP” e passerete oltre. Ora non vi resta che cliccare su ciascun monitor, per ottenere un’interessante retrospettiva sul passato di ciascun membro, compresi i tre sospettati. Uscite dal cyberspazio e tornate alla realtà.

Redazione
Non appena sarete tornati nel mondo reale, riceverete un messaggio di Stephanie Jordan sul vostro WAC: vi chiede di raggiungerla nel loft dei Web Runners perché afferma di conoscere l’identità dello Squartatore!
Mappa: selezionate la Mansarda dei Web Runners.

Mansarda dei Web Runners
Troppo tardi: lo Squartatore è arrivato prima di voi. Parlate con Kai, è sconvolta e piena di sangue. Se vi voltate a destra, verso la parete con le foto, noterete che è scomparsa quella che ritrae la Burton, Falconetti e Magnotta. Forse è il caso di dare un’occhiata al corpo di Stephanie Jordan.
Mappa: Centro Tribeca.

Centro Tribeca
Dirigetevi nell’obitorio e parlate con Bob; per ottenere il suo aiuto dovrete riparare il computer che si trova alle vostre spalle, in direzione dell’uscita. Avvicinatevi all’apparecchio ed esaminatelo. Non spaventatevi: è un enigma particolarmente rognoso, ma la soluzione è proprio qui sotto:

Vi basterà spostare i chip di destra negli alloggiamenti a sinistra, seguendo gli abbinamenti numerici che vi abbiamo suggerito nell’immagine.
Al termine dell’operazione, parlate nuovamente con Bob, il quale vi rivelerà l’esistenza di un deposito animali sul retro dell’obitorio. Aprite il WAC e noterete che la decodifica del diario elettronico di Catherine ha reso leggibile un altro paragrafo. Tornate verso l’uscita dell’obitorio, ma fermatevi un passo prima e voltatevi a destra: quella è la porta del deposito animali. Apritela e vi ritroverete al cospetto di gabbie contenenti scimmie. Sulla destra c’è una porta, ma è bloccata da un sistema di riconoscimento vocale; questa sarà dura da superare! Mappa: Fumeria di Soap.

Fumeria di Soap Betty
Parlate con Soap a proposito di dispositivi di riconoscimento vocale. Mappa: Redazione.

Redazione
Entrate nell’ufficio di Ben Dodds e parlategli di tutto. Tornate alla vostra scrivania e accedete al cyberspazio.

Cyberspazio – Biblioteca Virtuale
Chiedete alla bibliotecaria un software di editing audio; verrĂ  scaricato sul vostro WAC. Uscite dal cyberspazio, aprite la mappa e dirigetevi alla Palestra.

Palestra
Avvicinatevi al bancone e parlate con la proprietaria, quindi esaminate lo schedario a sinistra; c’è qualcosa di interessante: sulla scheda della Burton, Falconetti è registrato come suo marito. Voltatevi a destra, girate attorno al bancone e raggiungete la Burton, intenta a fare un po’ di corsa sul tapis roulant. Parlatele di tutto, nel frattempo registrerete automaticamente la conversazione. Mappa: Centro Tribeca.

Centro Tribeca
Tornate in obitorio ed entrate nel deposito animali. Attivate il WAC, accedete al database e aprite il campione sonoro registrato; cliccate sul pulsante “Quantize”, per rendere più scandite le sillabe delle parole pronunciate dalla Burton. La frase da comporre è “Sono la dottoressa Burton. Apri”. Quando sarà fatto, la porta si aprirà.
Appena entrati nel laboratorio segreto, riceverete un messaggio dallo Squartatore. Avvicinatevi al corpo di Stephanie Jordan ed esaminatene il referto. Ora voltatevi a sinistra ed entrate nel laboratorio della Burton. Sul bancone, a sinistra, noterete una specie di torcia elettrica in piedi; azionatela e partirà una registrazione olografica delle attività della Burton. Fate un passo avanti e vi troverete al cospetto degli strumenti della dottoressa: il pannello di controllo con tre leve, a sinistra, e la gabbia con una scimmia a destra. Il vostro obiettivo è quello di replicare l’esperimento della Burton, fino a far parlare il povero animaletto, agendo sulle tre leve del pannello. Ad aiutarvi ci penserà proprio la scimmietta, infatti ogni volta che una leva sarà sulla posizione corretta, la reazione dell’animale cambierà.
La combinazione corretta per le leve è la seguente: posizionate la leva di sinistra a nove scatti dal basso; la leva centrale a uno scatto dal basso; la leva di destra a cinque scatti dal basso. Ora premete il pulsante sotto e sentirete la povera scimmia parlare. I test della Burton si riveleranno molto interessanti e attinenti alla vostra indagine. Mappa: Palestra.

Palestra
Chiedete conto alla Burton del suo laboratorio segreto. Nel frattempo un nuovo paragrafo del diario di Catherine si renderà leggibile sul vostro WAC. Stando a quanto ha scritto la ragazza, Falconetti avrebbe un pozzo segreto la cui password è LEATHER APRON. Mappa: Redazione.

Redazione
Entrate nel cyberspazio usando il computer sulla vostra scrivania.

Cyberspazio – Pozzo di Falconetti
Il pozzo segreto del Falcon è quello con la sua faccia per metà squagliata; cliccateci sopra e inserite la password LEATHER APRON. Ancora una volta il Pack vi costringerà a ricostruire un puzzle; per la verità in questo caso sarà piuttosto semplice, ma se proprio non volete saperne, scrivete “HEADACHE” e passerete oltre.
Osservate il materiale appoggiato sullo scrittoio e leggete il diario di Falconetti sulla sinistra. Uscite dal cyberspazio, aprite la mappa e dirigetevi al Rifugio di Falcon Eddie.

Rifugio di Falcon Eddie
Ignorate Twig e proseguite verso il retro. Parlate di tutto con Falconetti. Mappa: Stazione di Polizia.

Stazione di Polizia
Andate a parlare con il Sergente Lou Brannon, poi dirigetevi da Magnotta e parlategli di tutto. Mappa: Centro Tribeca.

Centro Tribeca
Recatevi nel reparto e parlate col dottor Bud Cable, quindi interfacciatevi al cervello di Catherine.

Mente di Catherine
Parlatele del matrimonio tra la Burton e Falconetti, dell’appartenenza del trio ai Web Runners, della rovina del matrimonio ad opera di Magnotta e del laboratorio segreto della Burton. Improvvisamente Catherine si alzerà e comincerà a parlare. Tornate alla realtà.

Centro Tribeca
Lo Squartatore tornerà a farsi sentire sul vostro WAC. Parlate nuovamente col dottor Bud Cable e andate a vedere l’immagine dello Squartatore sul monitor, fuori dalla stanza.
Mappa: Redazione.

Redazione
Neanche il tempo di arrivare e il WAC riprenderà a “squillare”. Vic Farley ha qualcosa di importante da dirvi e vi attende al Cafè Duchamp. Vi consiglio di salvare, perché state per assistere a una delle sequenze più belle di tutto il gioco!
Mappa: Cafè Duchamp.

Cafè Duchamp
Giunti sul posto, parlete automaticamente con Vic, il quale vi spiegherà di avere una sua teoria sul modo in cui lo Squartatore uccide le sue vittime. Ma non appena terminerà di parlare, comincerà a sentirsi male…
Fine del secondo atto.


Terzo Atto

Stazione di Polizia
Parlate col Sergente Lou Brannon.
Se Brannon vi dirĂ  che sul coltello del killer ci sono le impronte di un tale Vigo Haman, siete nello Scenario 4.
Andate a parlare con Magnotta e accusatelo apertamente di essere lo Squartatore.
Se Magnotta vi darà un’immagine, a suo dire estrapolata dalla mente di Catherine, che ritrae Falconetti nei panni dello Squartatore, significa che siete nello Scenario 3.
Mappa: Rifugio di Falcon Eddie.

Rifugio di Falcon Eddie
Parlate con Falconetti.
Se Falconetti vi darà un’immagine, a suo dire estrapolata dalla mente di Catherine, che ritrae Magnotta nei panni dello Squartatore, siete nello Scenario 2.
Se fino a questo punto non avrete ricevuto né immagini, né il coltello aveva impronte, significa che siete nello Scenario 1.
Mappa: Appartamento di Magnotta.

Appartamento di Magnotta
A meno che non vi troviate nello Scenario 3, prima di entrare riceverete un messaggio sul WAC dallo Squartatore.
Esaminate il tastierino numerico a destra della porta. Per aprirla dovete premere i tasti nell’ordine: 2, 2, 6, 4, 8, 1.
Entrate nell’appartamento e voltatevi a sinistra; sotto al bersaglio con le fattezze di Falconetti, c’è il WAC di Catherine. Usate il vostro WAC su di esso, per riversarne il contenuto. Ora aprite il WAC, accedete al database e leggete l’ultima parte del diario di Catherine. A quanto pare il cerchio si sta chiudendo.
Mappa: Redazione.

Redazione
Se siete nello Scenario 3, ora riceverete un messaggio dallo Squartatore.
Entrate nell’ufficio di Ben Dodds e parlategli di Catherine.
Se siete nello Scenario 4, potete parlargli anche di Vigo Haman.
Ora dirigetevi alla vostra scrivania e interfacciatevi al cyberspazio.

Cyberspazio – Pozzo di Wofford
Tornate nel pozzo di Hamilton Wofford, la cui password è VULCAN, e potrete parlare con una sua registrazione olografica. Apprenderete nozioni interessanti circa la possibilità di mettere ko lo Squartatore, affrontandolo sul suo terreno di caccia. Uscite dal pozzo di Wofford.

Cyberspazio – Pozzo Pegasus, Arma 1
Cliccate sull’icona del ferro di cavallo con le ali, quello è il pozzo in cui è nascosta l’Arma 1.
La password è PEGASO.
Il pack vi porrà dinanzi a un’enigma simile al gioco degli scacchi, con un funzionamento diverso però. Se volete passare oltre, digitate ASPIRIN. A questo punto otterrete l’Arma 1; uscite dal pozzo Pegasus.

Cyberspazio – Pozzo Orestes, Arma 2
Cliccate sull’icone della colonna dipinta, quello è il pozzo in cui è nascosta l’Arma 2.
La password è ORESTE.
Il pack vi costringerà ad un altro scontro a fuoco, con un demone che appare e scompare; per sconfiggerlo dovrete mirare all’occhio blu. Se volete passare oltre, digitate ARCADE. A questo punto otterrete l’Arma 2; uscite dal pozzo Orestes.

Cyberspazio – Pozzo Odysseus, Arma 3
Cliccate sull’icona con la testa di ciclope, quello è il pozzo in cui è nascosta l’Arma 3.
La password è ULISSE.
Il pack vi costringerà ancora una volta ad uno scontro a fuoco, con un topo gigante. Anche in questo caso dovreste mirare al suo occhio. Per passare oltre, digitate ARCADE. A questo punto otterrete anche l’Arma 3; uscite dal pozzo Odysseus.

Cyberspazio – Virtual Herald
Entrate nel pozzo ufficiale del vostro giornale, per trovare le prime pagine relative agli ultimi delitti, compreso quello di Farley. Appuntate le date, vi serviranno tra un po’. Uscite dal pozzo.

Cyberspazio – Pozzo di Falconetti
Tornate nel pozzo segreto di Falconetti e voltatevi a sinistra. Troverete un altro libro. Scorrete tutte le pagine verso destra, leggendone il contenuto, fino a trovare un enigma dove ci sono i titoli di alcuni volumi a sinistra e delle righe vuote a destra. Per risolverlo dovreste fare riferimento alla lettera dello Squartatore contenuta nello stesso libro: ogni riga di quella lettera, si riferisce al titolo di un libro dell’enigma; l’ordine delle righe nella lettera dà l’ordine dei titoli nell’enigma.
Per facilitarvi le cose, numerate i titoli dall’alto verso il basso e fate riferimento a questa immagine:

Eventualmente potete anche bypassare questo enigma, digitando SPONGE.
Al termine, otterrete una registrazione audio dell’ultima partita del gioco di ruolo di Jack lo Squartatore. Tornate alla realtà.

Redazione
Aprite il WAC e ascoltate la registrazione della partita.
Mappa: selezionate la Fumeria di Soap.

Fumeria di Soap Betty
Parlate con Soap di tutti gli argomenti.
Mappa: selezionate il Centro Tribeca.

Centro Tribeca
Tornate in reparto e parlate ancora con Bud Cable, quindi avvicinatevi al computer sulla destra e provate a inserire le date dei delitti (nella forma inglese, cioè prima il mese e poi il giorno): 11-19, 11-20, 11-21. Il responso è strano; parlatene con Cable.
Se siete nello Scenario 2 o 3, potete mostrargli il ritratto preso dalla mente di Catherine, per chiedergli cosa ne pensa.
Interfacciatevi al cervello di Catherine.

Mente di Catherine
Parlatele dell’ultima partita di Jack lo Squartatore, del progetto segreto della Burton; chiedetele perché non vi ha mai detto nulla sulle sue indagini e chi fosse Josey Dorsett; chiedetele com’è stata attaccata.
Se siete nello Scenario 4, chiedetele anche se lo Squartatore la sta ancora cercando, quindi chiedetele come fa a sapere di Farley visto che non è interfacciata ad una rete aperta.
Uscite, tornate alla realtĂ , aprite la mappa e dirigetevi alla Finanziaria Pan.

Finanziaria Pan
Parlate con George Rhodes. Dirigetevi a sinistra, verso la cassetta di sicurezza numero 759. Il codice di accesso era contenuto nella scheda di Rhodes sul Rolodex di Catherine, in Redazione. La combinazione giusta quindi è 185621.
Scansionate il badge elettronico che troverete nella cassetta ed esaminatelo nel vostro WAC; in questo modo troverete la password per il pozzo della Berman Incorporated.
Mappa: Redazione.

Redazione
Andate alla vostra scrivania ed entrate nel cyberspazio.

Cyberspazio – Pozzo della Berman Inc.
La password per accedervi è BERMAN4.
Il pack questa volta ha in serbo per voi un’enigma abbastanza rognoso. L’obiettivo è trovare l’unico codice a barre ad essere ripetuto tre volte all’interno del pannello; il codice a barre in questione è quello contenente il numero 3411700863. Purtroppo non esiste un codice per bypassare l’enigma e non vi resta che provare e riprovare, cercando di memorizzare sia i movimenti che compiono i tasselli, sia la posizione dei codici a barre che vi interessano.
Al termine dell’enigma, leggete i documenti (che verranno automaticamente scansionati e memorizzati nel vostro WAC).
Se siete nello Scenario 1, leggerete che la Berman Inc. è di proprietà di Vigo Haman.
Uscite dal pozzo e tornate nel cyberspazio; è tempo di dedicarsi alla difesa dallo Squartatore.

Cyberspazio – Pozzo di Cain
Il pozzo di Cain è quello con l’icona della mela; la password è DIGITAL EDEN.
Cain vi stava aspettando e non si fa certo pregare per darvi buoni consigli. Il programma di compressione richiesto ve lo darĂ  lui, senza problemi. Per quanto riguarda il sensore, dovrete tornare nel cyberspazio, mentre lui cercherĂ  un anti-virus abbastanza potente.

Cyberspazio – Pozzo di Isis
Il pozzo di Isis è quello con l’icona a forma di maschera funeraria egiziana; la password è PSY BARD.
Una volta dentro, dovrete risolvere un enigma di stampo egiziano. L’obiettivo è rispondere alla domanda che vi viene posta all’ingresso; per cominciare avete un indizio che vi suggerisce di considerare le lettere partendo dall’Avvoltoio (ciò significa: geroglifico dell’avvoltoio = A, e da lì si va avanti con l’alfabeto). La risposta alla domanda è HORUS, quindi dovrete premere i geroglifici corrispondenti a queste lettere.
Per facilitarvi la vita, abbiamo preparato questa immagine, dove potete vedere la A di partenza, e le altre lettere necessarie a comporre la scritta.

Al termine dell’enigma, otterrete il sensore. Tornate nel cyberspazio.

Cyberspazio – Pozzo di Cain
Cain ha trovato l’anti-virus che fa per voi: si trova nel pozzo Anti-Virale.

Cyberspazio – Pozzo Anti-Virale
L’icona di questo pozzo è il teschio sulle tibie; la password è STERMINATORE.
Per superare il pack dovrete superare un gioco abbastanza semplice, ma che richiederà parecchia pazienza: il vostro avatar deve raggiungere il teschio dall’altro lato della scacchiera, saltando sulle piattaforme colorate; ad ogni salto la situazione delle piattaforme cambia (alcune scompaiono, altre compaiono). Come se non bastasse la prova è a tempo: ogni secondo si aggiungeranno una o più piattaforme contrassegnate dal teschio, su cui vi sarà inibito il passaggio.
In questa immagine trovate il percorso da compiere, con i passi numerati (non meravigliatevi se in più di un’occasione toccherà tornare indietro su piattaforme già calpestate):

Ora avete anche l’anti-virus; i programmi di difesa sono pronti. Tornate alla realtà.

Redazione
Esaminate il documento della Berman Inc. che avete nel vostro WAC.
Mappa: selezionate la Fumeria di Soap.

Fumeria di Soap Betty
Parlate con Soap e mostrategli il documento della Berman Inc. per eseguire una perizia calligrafica; risulterĂ  che tutte le firme sono della Burton.
Mappa: selezionate la Stazione di Polizia.

Stazione di Polizia
Parlate di Vigo Haman con il Sergente Lou Brannon, quindi andate da Magnotta e spiegategli di piĂą sul progetto della Burton.
Mappa: selezionate il Cafè Duchamp.

Cafè Duchamp
Parlate con Gambit Nelson, quindi proseguite verso il retro della sala e parlate con Vigo Haman.
Se siete nello Scenario 1, parlategli del fatto che possiede la Berman Incorporated, ditegli che sapete del suo rapporto con la Burton, ditegli di sapere degli esperimenti sulle scimmie della Burton, ditegli che a voi interessa solo lo Squartatore.
Se siete nello Scenario 4, accusatelo di essere coinvolto con i delitti dello Squartatore, ditegli delle sue impronte sul coltello con cui ha attaccato Covington Wofford.
Mappa: selezionate la Redazione.

Redazione
Collegatevi al cyberspazio dall’apparecchio sulla vostra scrivania.

Cyberspazio – Pozzo Warp Space
La password è WARP.
Attivate il monitor cliccandoci sopra: quello che avete davanti è un resoconto degli accessi nel corso dell’ultima partita del gioco di Jack lo Squartatore. Al suo interno c’è un accesso non autorizzato che spicca sugli altri.
Se siete nello Scenario 2, il nickname dell’accesso non autorizzato è “Jack Rip” ed è lui l’assassino.
Se siete nello Scenario 3, il nickname dell’accesso non autorizzato è “Clarence” ed è lui l’assassino.
(Questi due nomi dovrebbero dirvi qualcosa, se avete notato con attenzione alcuni dettagli nel corso delle passate esplorazioni).
Mappa: selezionate il Centro Tribeca.

Centro Tribeca
Salite al primo piano e dirigetevi nello studio della Burton.
Chiedetele cos’è successo nell’ultima partita di Jack lo Squartatore, chi poteva volere la morte di Josey Dorsett, se pensa che l’assassino di Josey Dorsett sia lo Squartatore, di chi si tratti secondo lei; chiedetele del suo laboratorio segreto, di come Catherine sia scampata all’attacco dello Squartatore.
Se siete nello Scenario 2, chiedetele un parere sul ritratto di Magnotta come Squartatore.
Se siete nello Scenario 3, chiedetele un parere sul ritratto di Falconetti come Squartatore.
Andate nel reparto e parlate con Bud Cable.
Se non siete nello Scenario 2, interfacciatevi alla mente di Catherine e chiedetele chi è Clarence.
Mappa: selezionate la Redazione.

Redazione
Entrate nell’ufficio di Ben Dodds e parlategli. Chiedetegli se c’è un analizzatore audio-visivo.
Se siete nello Scenario 1 o 4, parlategli di Vigo Haman.


Se siete nello Scenario 2 o 3, recatevi alla scrivania centrale che si trova dietro la ringhiera, vicino alla finestra, e prendete il cd con il programma di analisi audio-visivo, quindi aprite il WAC, accedete al database, selezionate il ritratto dello Squartatore e analizzatelo cliccando sul tasto “Analyze”; in ogni caso avrete esito negativo: l’immagine è falsa.
Mappa: selezionate la Stazione di Polizia.

Stazione di Polizia
Parlate con Magnotta e ditegli di sapere cos’è accaduto durante l’ultima partita di Jack lo Squartatore.
Se siete nello Scenario 1, parlategli del progetto segreto della Burton.
Se siete nello Scenario 3, ditegli che il ritratto di Falconetti come Squartatore è falso.
Mappa: selezionate il Rifugio di Falcon Eddie.

Rifugio di Falcon Eddie
Parlate con Falconetti.
Se siete nello Scenario 2, ditegli che il ritratto di Magnotta come Squartatore è falso.
Se siete nello Scenario 3, ditegli che il suo ritratto come Squartatore è falso.
Mappa: selezionatel la Redazione.

Redazione
Appena giunti in redazione, riceverete un messaggio del dottor Cable.
Mappa: selezionate il Centro Tribeca.

Centro Tribeca
Andate nel reparto. L’immagine sarà scomparsa dal monitor e al suo posto comparirà lo Squartatore in persona, con la sua sfida.
Agganciatevi al computer nella stanza di Catherine ed entrate nella Biblioteca Virtuale.

Whitechapel
Siete nel campo da gioco dello Squartatore.
Per prima cosa dovete farvi predire il futuro e risolvere l’enigma dei tarocchi, così come vi aveva annunciato Hamilton Wofford.
Quando vedrete comparire i tarocchi, partirà la canzone “Don’t Fear the Reaper”, dei Blue Oyster Cult. Non è un caso: le carte vanno riordinate in base al testo della canzone. Quindi dovete scegliere nell’ordine: “Seasons” (le Stagioni), “Fear” (la Paura), “Reaper” (il Mietitore), “Wind” (il Vento), “Sun” (il Sole), “Rain” (la Pioggia). Quando selezionate una carta, sentirete la parola corrispondente, però pronunciata al contrario.
Ad ogni modo, in questa immagine è riportato l’ordine corretto dei tarocchi:

Terminata questa operazione, la vostra arma sarĂ  attivata e sarete finalmente pronti ad affrontare lo Squartatore.

Quando il puntatore si sarà trasformato nella sfera colorata che rappresenta l’arma, saprete di essere giunti al momento decisivo.
Da quel momento vedrete alternarsi dinanzi a voi i quattro personaggi, in quest’ordine: Catherine Powell, Joey Falconetti, Vincent Magnotta, Clare Burton. Avete un solo colpo a disposizione e se non sparate, al termine della “sfilata” verrete comunque uccisi dallo Squartatore. A questo punto del gioco però dovreste sapere a chi indirizzare il colpo…

Se siete nello Scenario 1, lo Squartatore è Clare Burton.
Se siete nello Scenario 2, lo Squartatore è Joey Falconetti.
Se siete nello Scenario 3, lo Squartatore è Vincent Magnotta.
Se siete nello Scenario 4, lo Squartatore è Catherine Powell.

Godetevi i titoli di coda.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Take 2
Publisher: GameTek
Distributore: Leader
Data Rilascio: Q4 1995
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Poliziesco/Thriller
Grafica: FMV
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Italiano
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: DOS/Win95
Processore: 486/66 Mhz
RAM: 512K
Scheda Video: 256 colori
Hard Disk: 10 MB
Supporto: 6 CD
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario