Adventure's Planet
Mercoledì, 18 Ottobre 2017 22:23
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Soluzione

Experience 112

di Adriano Bizzoco

Soluzione Completa del 26 Gennaio 2009

Sezioni della Soluzione
Laboratorio di Chimica Ecologica, Ponte Superiore
Laboratorio di Etologia Comparativa Sperimentale, Ponte Superiore
Laboratori e Sala Mensa, Primo Piano
Esterno della nave
Interni secondo piano
Laboratori e Sala Mensa, Primo Piano – Seconda Parte
Esterno della nave – Seconda Parte
Cisterne
Cisterna del batiscafo
Cisterna 8 – Laboratorio di Tiriadologia
Cisterna del batiscafo – Seconda Parte
Area sottomarina
Base avanzata
Il Mondo delle Tiriadi

Nel corso della soluzione verranno utilizzate le sigle presenti sulle piantine (es. UD01, UD02, …) per indicare in modo univoco e chiaro le zone in cui dirigere il personaggio.

Laboratorio di Chimica Ecologica, Ponte Superiore

UD01
Quando Lea vi darà il codice di accesso al sistema di sicurezza, EDEHN, digitatelo nell’apposito campo e premete Invio. Seguitela mentre esce dalla stanza, attivando la telecamera nel corridoio fuori dalla cabina.

UD02
Quando Lea avrà riattivato l’alimentazione elettrica, accendete la luce più vicina a lei e vi sarà consigliato di utilizzare proprio le fonti luminose per guidarla.

UD03
Portate qui Lea e aprite la porta chiusa, cliccando sulla relativa barra rossa sulla mappa (noterete che diventerà celeste e la ragazza potrà attraversarla). Attivate l’hotspot nella parte sinistra della camera, dove Lea troverà un potenziamento che vi consentirà di aumentare la luminosità delle telecamere. Al termine dell’installazione, la ragazza aggiornerà il pannello degli obiettivi, a cui dovrete dare un’occhiata dalla barra laterale del sistema operativo. Ora guidate Lea verso la stanza UD05.

UD05
Attivate la telecamera, aumentandone la luminositĂ , al di lĂ  della porta bloccata per notare la fuga di un uomo. Quando Lea sarĂ  passata, fatela entrare nella stanza UD06.

UD06
Fate entrare Lea e la ragazza avrĂ  un flashback che vi sarĂ  utile per raccogliere informazioni sul recettore numero 112.

UD07
Portatela in UD07 attraverso l’apertura sulla sinistra e fatele esplorare la stanza, attivando gli interruttori della luce; in questo modo Lea troverà una chiave sul pavimento.

UD05
Fate tornare indietro Lea e, lasciando perdere le scale imboccate dal fuggitivo di prima, proseguite verso nord. Ad un certo punto la ragazza avrà un altro flashback, con protagonista ancora una volta il recettore 112. Lea giungerà in UD11 e noterà un uomo morto all’interno della sala satura di ossidrina d’idrogeno, identificandolo con il Dr. Zeitfel. La tessera magnetica in suo possesso diverrà il vostro prossimo obiettivo.

UD08
Portate qui Lea e scoprirete che la luce non è disponibile. Per farle raggiungere l’ingresso di UD09, dovrete guidarla attivando i monitor dei macchinari sparsi per la stanza, semplicemente seguendo l’ordine che conduce verso la destinazione.

UD09
Giunta qui, la giovane vedrĂ  una pianta mutata e vi darĂ  informazioni circa un altro collega, Francoise Pierre.

UD08
Tornate indietro e dirigetevi verso la stanza a sud; l’ingresso sarà protetto da un codice d’accesso. Per ottenerlo, Lea vi darà i dati del suo account:

username: l.nichols
password: eurythmia

Inseriteli nella maschera di login posta nella parte superiore della barra del desktop e, tramite la voce Collaboratori, accedete alla scheda di Lea. Scorretela e troverete in basso il codice di accesso per la porta: 251803.
Cliccate sulla porta e si aprirĂ  una finestrella in cui inserirlo, poi premete Invio.

UD10
Fate esplorare la stanza alla ragazza e lei troverà un nuovo potenziamento: lo zoom. Lea provvederà anche a installare una piccola telecamera a bordo di un robottino presente nelle vicinanze, con cui potrete accedere alla sala satura di gas senza colpo ferire. Purtroppo però l’automa necessita di un codice di attivazione e, a quanto pare, l’unico ad averlo potrebbe essere il defunto Dr. Zeitfel, tra i dati del suo account. L’username è m.zeitfel, ma Lea non conosce la password; a quanto pare, però, lo scienziato non aveva una buona memoria quindi la password potrebbe essere annotata da qualche parte all’interno di questa stanza. Attivate la telecamera nell’angolo in alto a sinistra della sala, aumentate la luminosità e zoomate sul muro di fronte: qui troverete la parola “memoriam” e il codice “12345”. A questo punto potete accedere all’account di Zeitfel:

username: m.zeitfel
password: memoriam
documenti privati: 12345

Inseriteli nel solito posto e troverete il codice di attivazione del robot nella scheda riassuntiva di Zeitfel, tra i Collaboratori. Con il codice “12345” potrete inoltre accedere ai documenti privati dello scienziato, alla voce Documenti (per sbloccarli vi basterà cliccare sulla fascia rossa “Documenti Privati” e inserire il codice).
Tra i documenti di Zeitfel, troverete i dati per accedere ad altri due account: quelli di John Palmer e Mike Loyd.

username: j.palmer
password: ud03

username: m.loyd
password: 114113145195

Date un’occhiata alle loro scartoffie e alla posta, per scoprire ulteriori dettagli sui rapporti che intercorrevano tra Lea e i suoi colleghi, nonché sull’attività connessa al recettore 112.
Quando avrete finito gli approfondimenti, potrete tornare ad occuparvi del robot. Attivatelo sulla mappa e inserite il codice trovato sul profilo di Zeitfel: “521AG18”.
Automaticamente vedrete comparire i comandi per pilotare l’automa. Il robottino si dirigerà da solo attraverso l’apertura, verso la sala del gas. Avvicinatelo al tavolo su cui è appoggiata la scheda, senza metterlo troppo attaccato al tavolo, altrimenti poi il braccio meccanico urterà la superficie del mobile e non riuscirà ad avvicinarsi alla tessera (aiutatevi accendendo la telecamera con l’inquadratura laterale); abbassate il braccio meccanico regolando le due manopole a un quarto (come se puntassero le 3:00). Quando sarete vicini alla tessera, premete il pulsante centrale per attivare l’attrazione magnetica. Una volta recuperata la scheda, giratevi e tornate da Lea.
La ragazza prenderĂ  la tessera e si dirigerĂ  automaticamente verso una nuova area, il Laboratorio di Etologia Comparativa Sperimentale.

Laboratorio di Etologia Comparativa Sperimentale, Ponte Superiore

UD14
Fate entrare Lea nella prima stanza a sinistra e assisterete ad un flashback con protagonista il viscido Mike Loyd. Spostatevi nella stanza adiacente e la ragazza noterà un’altra pianta mutata.

UD17
Passate da una stanza all’altra, senza tornare nel corridoio che è bloccato da alcuni detriti. Esplorate la sala e proseguite verso la prossima.

UD16
Dopo che Lea avrà aggiornato gli obiettivi aggiungendo la ricerca degli ingredienti necessari a produrre una dose di ossidrina d’idrogeno, accendete la luce nell’angolo in basso a sinistra della stanza, in corrispondenza della cassaforte. Così facendo, troverete il primo ingrediente e la ragazza aggiornerà di conseguenza gli obiettivi. Fatela tornare alla cassaforte, per rinvenire un appunto con la password dell’account di Francoise Pierre. Lea deciderà di scriverlo sulla lavagna, quindi attivate la telecamera posta lì vicino e zoomate sulla superficie di grafite per leggere “tyriades”.
Accedete all’account di Francoise Pierre usando i dati in vostro possesso.

username: f.pierre
password: tyriades

Nella sua scheda riassuntiva, tra i Collaboratori, troverete due codici utili: quello per il congelatore (310005B) e quello per il magazzino (2514). Tra i suoi messaggi troverete invece le informazioni necessarie a decriptare alcune password successivamente, con il metodo del quadrato di Polibio e la griglia di Blaise.
Fate avvicinare Lea al congelatore, situato nell’angolo in alto a destra della stanza e inserite il codice 310005B per aprirlo; la ragazza potrà finalmente assumere una piccola dose di ossidrina. Fatela uscire in direzione sud.

UD18
Attraversato il corridoio, fatela entrare in UD18, ovvero nello spogliatoio. Qui Lea avrĂ  un altro flashback riguardante un incontro piuttosto piccante.
Avvicinatela agli armadietti e fatele esaminare tutti gli hotspot disponibili, in modo da trovare questi 3 oggetti:
1. il diario di Lea;
2. i vestiti di Abdalah Melik e una chiave;
3. i vestiti di Andy Leonard e un’altra chiave.
Quando avrete preso il diario della ragazza, lei vi rivelerà la password per i suoi documenti privati: “arcane”. Entrate nel suo account e andate ad esaminarli: troverete alcune informazioni riguardanti il recettore 112 e i traffici loschi di Mike Loyd.

UD19
Proseguite a destra e fate avvicinare Lea allo specchio.

UD20
Fate rinvenire a Lea il corpo di Abdalah Melik.
Ora tornate indietro fino al corridoio e attivate l’interruttore per cambiare area, che si trova a sinistra.

Laboratori e Sala Mensa, Primo Piano

1P09
Dirigetevi verso l’ufficio del dr. Melik. Attivate le luci per sentire da Lea un resoconto sulle ricerche di Abdalah Melik In fondo alla stanza la ragazza troverà una lettera redatta da Alain Mourin e la condividerà con voi attraverso la voce “Documenti Condivisi”, nei Documenti (sono consultabili a prescindere dall’account con cui siete connessi al sistema). All’interno della lettera troverete i dati necessari ad accedere al profilo del dr. Melik.

username: a.melik
password: neuroleptic

Il codice per l’accesso ai documenti privati è UYUCVUW, ma è criptato. Guardate tra i documenti personali del medico e troverete alcune importanti informazioni per la sintesi dell’ossidrina d’idrogeno. Tra la posta invece troverete un messaggio di Dimitrinko, in cui è scritto che la chiave di decodifica della password per i documenti privati di Melik è “CESAR”. Riprendendo le istruzioni contenute nei documenti di Francoise Pierre, dovrete decriptare UYUCVUV usando come chiave proprio CESAR, in questo modo:

C = U = S
E = Y = U
S = U = C
A = C = C
R = V = E
C = U = S
E = V = S

La password per i documenti privati di Melik è dunque “SUCCESS”. Sbirciando tra il materiale del medico, troverete i dati per accedere a ben tre nuovi account: Alain Mourin, Harimanja Namrik e Nancy Edwards.

username: a.mourin
password: me

username: h.namrik
password: kim

username: n.edwards
password: luxury

Entrando con l’account di Alain Mourin, troverete tra i suoi documenti il codice di accesso all’archivio digitale (1P08A25) e la password per i suoi documenti privati (ETHOLOGY); accedendo a questi, potrete vedere due video e alcuni resoconti sulle attività illecite di Melik.
Entrando con l’account di Namrik, troverete il codice di accesso al magazzino dei pezzi di ricambio (55SW321), la password per i suoi documenti privati (17061947), la password dell’account di Kim (YOKOBUE) e, tra i documenti privati, il codice di accesso alla cisterna 7 (CT07A01).
Entrando con l’account di Nancy Edwards, tra i messaggi di posta troverete i dati dell’account di Lincoln.

username: m.lincoln
password: password

Dando un’occhiata ora al profilo dell’agente Lincoln, non troverete nulla di particolarmente interessante tra i suoi file.
Uscite dallo studio di Melik e usate l’interruttore a nord per cambiare area e uscire a prendere una boccata d’aria fresca.

Esterno della nave

Primo piano
Dirigete Lea verso sinistra, fino a notare la scalinata che conduce al piano superiore (come potete vedere dalla mappa, ce ne sono due: voi dovete puntare a quella di sopra, perché quella di sotto è ostruita dalla presenza di barili). Per far salire la ragazza al piano superiore, avvicinatela alle scale, quindi cambiate il piano sulla mappa e attivate la luce che si trova al piano superiore. In questo modo Lea comincerà a salire.

Secondo piano
Giunta in cima, Lea vi farà notare l’assenza totale di luci nella zona, unita al fatto che il pavimento non sembra sicuro. Attivate la telecamera che si trova di fronte alla ragazza e scoprirete che potrete utilizzarla per illuminarle il cammino. Tenetela puntata sulle travi visibili per terra e siate molto pazienti: Lea è incredibilmente lenta nel percorrere il “sentiero”. Puntate verso sud e avvicinatevi ai barili che ostruiscono l’altra scalinata con cui si scende al primo piano: la ragazza li sposterà e da quel momento potrete risparmiarvi il percorso buio e accidentato di prima. Proseguite verso destra e noterete una porta chiusa che conduce all’interno, quindi attivate il solito interruttore per effettuare il cambio d’area.

Interni secondo piano

Proseguite nel corridoio, fino a trovare una porta in basso: è chiusa, ma Lea ha la chiave e la aprirà.

2P03
Siete nella cabina personale del dr. Melik. Facendo avvicinare Lea al terminale nel muro, la ragazza installerĂ  un nuovo potenziamento per le telecamere: il visore termico.
Fate avvicinare Lea alla scrivania e lei troverà per terra la chiave d’accesso per l’infermeria (stanza 2P05). Attivate l’hotspot sulla scrivania e scoprirete che si tratta di un telefono. Il primo tentativo di telefonata a Lea non andrà a buon fine, ma non scoraggiatevi e ritentate: al secondo colpo riuscirete a guadagnare l’accesso alla dispensa delle sostanze chimiche.
Uscite dalla cabina, proseguite verso nord, girate a sinistra ed entrate nella dispensa.

2P04
La stanza è piena di sostanze chimiche: trovare quella giusta non sarà semplice. Aprite l’account del dr. Melik e guardate tra i suoi documenti; ce n’è uno che parla della reazione degli ingredienti dell’ossidrina alle variazioni di temperatura. In particolare c’è scritto che la sostanza che cerchiamo, se sottoposta a una temperatura di 35 gradi, comincia ad emanare luminescenza (in questo modo sarebbe semplice scovarla!).
Lea a questo punto vi farà notare la presenza di un condizionatore d’aria alle sue spalle: solo ora vedrete comparire il relativo triangolino sulla piantina. Attivatelo e si aprirà una finestra da cui impostare la temperatura della stanza. Inserite la modalità di visione termina alla telecamera, in modo da poter puntare le bottiglie e rilevarne la temperatura. Ora impostate il condizionatore a 37 gradi e ignorate i commenti di Lea sul caldo; in questo modo le sostanze raggiungeranno lentamente i 35 gradi (come noterete puntandoci sopra la telecamera).
Se avrete fatto tutto correttamente, a questo punto l’ingrediente emanerà la luminescenza e Lea lo localizzerà. Uscite dalla dispensa ed entrate nella sala di fronte.

2P05
In questa stanza è presente il macchinario per la sintesi dell’ossidrina d’idrogeno, mentre le istruzioni su come farlo sono contenute tra i documenti del dr. Melik.
Fate avvicinare Lea al dispositivo e inserite il codice di attivazione proveniente dall’account di Melik: 245CX852. A questo punto comparirà la console dei comandi; usate la telecamera inserita nel macchinario per seguire da vicino le fasi della delicata operazione.
Sapete che vi servono 5 unitĂ  di ingrediente rosso e 3 di ingrediente blu, quindi cominciate spostando la fiala sotto il contenitore della sostanza rossa. Quando si troverĂ  perpendicolare al contenitore, tenete premuto il pulsante tondo e vedrete la fiala sollevarsi; stoppatela rilasciando il pulsante tondo quando avrete raggiunto le 5 unitĂ  rosse. Ripetete la stessa operazione con il contenitore della sostanza blu, questa volta fermandovi a 3 unitĂ .
Ora vedrete attivarsi un laser: lo utilizzerete per riscaldare a dovere la fiala. Innanzitutto attivate la visione termica sulla telecamera, in modo da poter monitorare la temperatura della fiala, quindi spostatela in modo da metterla in linea con il raggio laser. A questo punto premete il pulsante tondo per sollevarla e cercate di tenerla all’altezza giusta, in modo da essere colpita adeguatamente dal raggio (dovrete giocare parecchio con il pulsante per non farla salire o scendere troppo). Quando la temperatura della fiala avrà raggiunto i 42 gradi – così come diceva il documento di Melik – rilasciate immediatamente il pulsante e fatela abbassare.
Congratulazioni, avete appena sintetizzato l’ossidrina d’idrogeno e Lea partirà di gran carriera verso la sala di inalazione che si trova nella zona dell’ufficio del dr. Melik.

Esterno della nave
Accompagnate Lea fino al ponte sottostante e fatela entrare dalla porta da cui siete usciti prima.

Laboratori e Sala Mensa, Primo Piano – Seconda Parte

Fate percorrere a Lea il corridoio verso sud.

1P10
Qui troverete ben tre cadaveri di collaboratori sconosciuti. Convincete Lea a perquisirli tutti, accendendo le luci e attivando un hotspot nelle vicinanze. Scoprirete che uno dei cadaveri è quello di Mathilda, la figlia della professoressa Resa Leeglind, e Lea vi suggerirà di provare “Mathilda” come password per l’account di sua madre. Fatelo subito, usando questi dati:

username: r.leeglind
password: mathilda

Tra i dati presenti, troverete il codice di accesso all’area 1P11: 45FR36D. Inseritelo recandovi nello spazio che separa 1P10 da 1P11 e avrete accesso alla camera d’inalazione.

1P11
Dopo l’aggiornamento degli obiettivi, conducete Lea nella capsula e assistete all’ennesimo flashback. Al termine dell’operazione, fatela tornare nel corridoio e dirigetela verso nord, in direzione della camera 1P08, l’archivio.

1P08
Il computer non sembra avere l’alimentazione necessaria a funzionare. Attivando l’hotspot presente nella stanza, convincerete Lea a provare a riparare i cavi elettrici posti alle spalle del macchinario. Al termine della riparazione, l’archivio si accenderà e dovrete inserire un codice di accesso. Potete trovarlo tra i documenti del dr. Mourin: 1P08A25.
Tra i file presenti nell’archivio, ne troverete uno audio chiamato “22Z” in cui viene pronunciata la password dell’account di Lincoln – di cui però disponete già – e di Andy Leonard. A questo punto entrate nell’account di Leonard.

username: a.leonard
password: p38

Tra i suoi documenti troverete il codice di accesso alla Sala di Sicurezza: 1P05U83.
Fate uscire Lea dalla sala e conducetela verso nord, quindi a sinistra, verso la mensa, ovvero 1P03.

1P03
Quando avrete aperto la porta, dinanzi a Lea si parerà un minaccioso serpente (potete vederlo utilizzando la telecamera più vicina alla porta). Per spazzarlo via, attivate l’interruttore lì vicino.
Attraversate la sala e proseguite attraverso 1P02, in direzione 1P01, ossia le cucine.

1P01
Una volta dentro, fate esaminare a Lea la carcassa di una Tiriade. Proseguite in fondo alla stanza e troverete il corpo del cuoco francese, Paul de Provence; nella perquisizione, la ragazza rinverrà il suo quaderno delle ricette, su cui è appuntato più volte il termine “BOUILLABAISSE”.
Tornate indietro fino all’ingresso della Sala di Sicurezza, 1P05.

1P05
Usate il codice 1P05U83 per entrare; troverete il corpo di Andy Leonard. Convincete Lea a perquisirlo, accendendo le luci nelle vicinanze. La ragazza troverà il codice per accedere ai suoi documenti privati e lo condividerà con voi attraverso Documenti Condivisi. Aprite dunque quest’ultima cartella e troverete la password “RIGOUR” con cui sbloccare i Documenti Privati di Leonard. Tra questi, troverete un interessante report sulle possibili spie presenti nella base; tra queste figura il cuoco Paul de Provence. Evidentemente è il caso di sbirciare tra i suoi file e scoprire se si tratti davvero di una spia!

username: p.provence
password: ra
documenti privati: bouillabaisse

Tra i documenti privati del francese, troverete materiale che dimostra chiaramente come fosse proprio lui la spia. Tra questi file, ce n’è uno che parla della stessa collana che indossa Lea: che sia un caso?
Avvicinatevi ora al pannello su cui sono appesi alcuni mazzi di chiavi, sulla parete nord della stanza, e prendete la chiave numero 6, sotto la colonna CTT.
Ora potete uscire dalla stanza e dirigere Lea nuovamente sul ponte esterno, attraverso l’uscita a nord (o l’uscita a sud, è la stessa cosa).

Esterno della nave – Seconda Parte

Primo piano
Portate Lea verso destra, fino a quando non vi imbatterete in una simpatica coppia di cani. Per metterli fuori gioco dovete escogitare qualcosa.
Conducete Lea fino alla punta a sinistra della nave. Qui troverete dei volatili mutati alle prese con la carcassa di un altro animale; facendo avvicinare la ragazza, i graziosi uccellini voleranno via, lasciandole la possibilitĂ  di prenderla (bleah!). Fate tornare Lea dai cani e la ragazza lancerĂ  loro la carcassa: ora il passaggio verso le cisterne risulterĂ  libero.
Portate Lea al di là del lungo ponteggio, accendendo le luci disseminate sul percorso, e quando giungerà sul pianerottolo, cambiate il piano sulla mappa e accendete la luce di sotto, in questo modo lei scenderà al piano inferiore. Qui, in basso a destra, è presente l’entrata alle cisterne; illuminatela accendendo una luce nelle vicinanze e Lea si avvicinerà ad aprirla, usando la chiave raccolta poco prima.
Ora potete entrare e cambiare area.

Cisterne

Giunti in CT6T, dirigetevi subito in CT6C.

CT6C
Dopo pochi passi, Lea deciderà di aggiornare gli obiettivi utilizzando il terminale a sud dell’ingresso. Compiuta l’operazione, sentirete la voce di una persona. Un sopravvissuto vi farà sapere che Lea ha dormito per 34 anni di fila e che ora vuole che recuperiate per lui un uovo, contenuto in un nido sulla cima della ciminiera della nave.
Lea è decisa: aggiornerà l’obiettivo e vi toccherà accompagnarla in questa nuova “missione”.
Accompagnatela indietro fino all’esterno della nave e fatela salire al terzo piano.

Esterno della nave: Terzo piano
Cliccate sul triangolino a destra, alle spalle delle ciminiere: in questo modo attiverete la sirena della nave e gli uccellacci si allontaneranno dal nido. Lea salirà fin lassù (gulp!) e prenderà l’agognato uovo. Quando sarà tornata di sotto, spegnete le luci e si avvierà da sola nelle cisterne.

CT6C
Giunti in prossimità dell’ufficio semi-circolare, farà la sua comparsa il sopravvissuto, per prendersi l’uovo. Consegnandolo, Lea lo riconoscerà: si tratta di Mike Loyd!
Mike chiederà a Lea di rivelargli chi fosse la spia che trentaquattro anni prima stavano cercando e voi dovrete aiutare Lea a fornirgli la giusta risposta, muovendo la telecamera di fronte a lei (e alle spalle di Mike) in modo orizzontale per dire “no” e in modo verticale per dire “sì”, in corrispondenza del nominativo giusto. Quando verrà citato il nome di Paul de Provence, fate cenno di “sì” a Lea.
Mike vi consegnerà la chiave per attivare il batiscafo con cui dirigersi negli abissi; inoltre vi darà la password per sbloccare i suoi documenti privati: OXOLDINES. Inseritela nel suo account e, tra i file protetti, troverete la password per i documenti privati di Dimitrinko (“PIGPEN”, ma vi manca ancora la password per accedere al suo account) e tre schemi di una bomba.
Dirigete Lea verso la parte inferiore sinistra dell’area adiacente, per guadagnare l’uscita da questa cisterna e dirigersi verso una nuova area: la cisterna del batiscafo.

Cisterna del batiscafo

CT6B
Spostate Lea verso la scalinata a sud, fatela salire attivando le luci al piano di sopra, e portatela nella stanza adiacente.

CT7B
Fatela scendere passando sull’enorme ramificazione vegetale, quindi spingetela nell’angolo in basso a destra della stanza, per attraversare la porta che conduce nell’area CT7C.

CT7C
La sala è completamente al buio e Lea proverà a dare un’occhiata al pannello delle luci, per poi scoprire che è necessario cambiare un fusibile. Usate l’account di Namrik e guardate tra i suoi documenti: troverete un file in cui è scritto che l’impianto elettrico della sala del batiscafo necessita di un fusibile rosso. Tornate in CT6B.

CT6B
Avvicinate Lea all’ingresso del magazzino dei pezzi di ricambio e inserite il codice per aprire la porta, presente nel profilo di Namrik: 55SW321.
Il fusibile rosso si trova sulla passerella visibile in basso a destra sulla piantina, quindi dovrete attivare una luce lì sopra e Lea andrà a prenderlo, per poi tornare automaticamente in CT7C a effettuare l’operazione di ricambio.

CT7C
Quando la luce sarà tornata, fate avvicinare Lea alla vasca di immersione, al centro dell’area. Inserite il codice di apertura: CT054400. Prima di occuparvi del batiscafo, però, dovrete esplorare la zona adiacente, quella degli uffici. Per raggiungerla, spostate la ragazza verso la porta di collegamento in alto a destra sulla piantina.

CT7T
La stanza in cui vi trovate ora è l’ufficio di Dimitrinko. Nel caso Lea ve lo chieda, accedete all’account di Francoise Pierre, cliccando sul suo volto nel riquadro dei Collaboratori, per poi dare uno sguardo alla sua posta.
Fatele trovare il potenziamento per la nitidezza, appoggiato sulla scrivania di Dimitrinko, quindi fatele raccogliere la chiave nelle vicinanze. Insistete nella ricerca vicino alla scrivania, per spingere Lea a guardare tra i cassetti e trovare l’agenda di Dimitrinko; quando la ragazza avrà installato il relativo programma sul terminale, potrete accedere all’agenda di Dimitrinko attraverso la voce Collaboratori. Guardate in corrispondenza di Luglio, di lunedì, e troverete la parola “MEDIOCRITAS”. Ora potete accedere all’account di Dimitrinko:

username: i.dimitrinko
password: mediocritas
documenti privati: pigpen

Tra i file di Dimitrinko troverete i codici per l’ingresso alla stazione sottomarina e i codici decriptati per alcuni documenti privati appartenenti a Leonard e Lincoln, a proposito della setta (rispettivamente “HILL” e “ALBERTI”); inoltre è presente anche il codice di decodifica dello stesso Dimitrinko: “BLAISE”. Questi codici vanno utilizzati con il suo programma di codifica e decodifica, inserendoli nell’apposito campo e poi aggiungendo sotto il testo da decodificare.
Tra le sue cose troverete anche la password dell’account di Lyse Montflour: X22AU5001; mentre è scritto che il codice per i documenti privati della ragazza dev’essere il nome di un membro della sua famiglia.
Infine è presente un video che ritrae Kim-Lan Lee mentre scrive, di spalle alla telecamera; quando l’inquadratura zooma sul suo quaderno, mettete in pausa e leggerete due password: la prima (“YOKOBUE”) è quella del suo account e già l’avevate; la seconda invece è “GAGAKU” ed è quella dei suoi documenti privati.

username: kl.lee
password: yokobue
documenti privati: gagaku

Accedete all’account di Kim-Lan Lee e trovate, tra i suoi documenti, i dati per gli account di Linda Manchek e Stephen Algun:

username: l.manchek
password: archi
documenti privati: ocean

username: s.algun
password: s.algun
documenti privati: s.algun

Fate riprendere il cammino a Lea e raggiungete la sala proiezioni, piĂą a sud; la ragazza passerĂ  la versione digitale del video proiettato nella cartella dei Documenti Condivisi e potrete guardarlo comodamente.
Proseguite ancora più a sud, per raggiungere lo spogliatoio. Qui dovete innanzitutto trovare l’armadietto di Linda Manchek, la pilota del batiscafo. Sull’anta appena aperta, zoomando con la telecamera, potete leggere degli indizi che vi permetteranno di risalire al codice di attivazione del batiscafo; per comodità potete consultarli anche guardando tra i documenti di Linda Manchek.
Per ricavare quel codice dovete seguire e intuire la logica nei cambiamenti di lettere, seguendo questo schema:

UAZYPETO
UZAYPTEO (scambio lettere 2 con 3, e 6 con 7)
UZYATPEO (scambio lettere 3 con 4, e 5 con 6)
EZUAYPTO (lettera 7 davanti e scambio di tutte le coppie)
EUZAYTPO (scambio lettere 2 con 3, e 6 con 7)
EUAZTYPO (scambio lettere 3 con 4, e 5 con 6)
PUEZAYTO (lettera 7 davanti e scambio di tutte le coppie)

Il codice del battiscafo è appunto: PUEZAYTO.
Nell’armadietto Lea avrà trovato anche una muta e, per fargliela indossare, dovrete portarla oltre il muro a sinistra, al riparo dalle telecamere. Terminata la vestizione, tornate verso gli armadietti e trovate quello di Dimitrinko; Lea lo aprirà usando la chiave presa poco prima e ci troverà: una foto di Lyse Montflour, una cartuccia di memoria (peraltro contenente la password per i documenti privati di Dimitrinko, “PIGPEN”, già in vostro possesso) e un manuale di criptologia.
Ora portate Lea in fondo alla sala, verso sud, per accedere a una nuova area: la misteriosa cisterna 8.

Cisterna 8 – Laboratorio di Tiriadologia

CT8T
Prima di tutto, portate Lea nella parte destra dell’ufficio di Algun, evitando di scendere troppo a sud. Qui la ragazza troverà un file che provvederà a condividere tramite i Documenti Condivisi: è un trattato di Algun sull’esistenza di un’altra forma di vita intelligente.
Ora potete proseguire verso il basso sulla piantina, accendendo le luci che condurranno Lea nell’area adiacente.

CT8C
Portate Lea sulla passerella che si trova a sud dell’albero, salendo fino al terzo livello; qui potrà esaminare delle capsule contenenti cadaveri.
Ora potete tornare indietro fino alla cisterna del batiscafo.

Cisterna del batiscafo – Seconda Parte

CT7C
Il vostro compito ora è utilizzare la gru meccanica che si trova nell’area, per sollevare il batiscafo dal suo alloggiamento e calarlo nella vasca circolare che avete provveduto ad aprire prima. Per farlo, dovete far salire Lea sulla passerella che si trova a destra della vasca, qui troverà un computer da cui comandare la gru, mentre a voi converrà controllare la scena attraverso almeno due telecamere.
Quando saranno comparsi i comandi, per prima cosa attivate al massimo i motori A e B, quindi abbassate lentamente il braccio aumentando D e avrete agganciato il batiscafo. Ora non vi resta che calarlo nella vasca.
Abbassate B e aumentate C un po’ per volta, fino a quando B non sarà quasi a zero e C quasi al massimo; a questo punto abbassate completamente A e aumentate D fino al massimo. Tenete in conto che dovrete giocare un po’ con i controlli per riuscire a infilare esattamente il batiscafo nella vasca circolare.
Quando sarĂ  tutto pronto, Lea si dirigerĂ  automaticamente nella capsula di immersione.

Area sottomarina

Non appena vi verrà richiesto, inserite il codice di attivazione del batiscafo: PUEZAYTO; quindi accendete le luci del macchinario. Dal documento della Manchek potete prendere le istruzioni per l’inizializzazione del batiscafo:

MG48W
CONNECT - V12
MG-25-SX-01
-02
-03
LB-01
-02
-03

Per muovere il batiscafo potete utilizzare il tastierino numerico o i controlli a video.

ZA01
Lea vi dirà di scendere di profondità, quindi fate scendere il batiscafo fino a quando la ragazza non vi avviserà di essere all’altezza giusta.
Le strade percorribili per arrivare alla base sottomarina sono due: in questa soluzione verrĂ  presa in considerazione solo quella piĂą rapida.

Dirigetevi verso sud sulla mappa, fino a giungere dinanzi a una parete rocciosa. Salite più in alto possibile e proseguite ancora verso sud, verso la zona chiara rappresentata sulla mappa; nel frattempo evitate le rocce muovendovi verso l’alto o spostandovi quel poco che basta lateralmente. Quando non potrete procedere, cominciate a scendere. La base è a sud ovest da qui, quindi dirigetevi verso l’angolo in basso a sinistra della mappa. Quando sarete nelle vicinanze della base rappresentata sulla mappa, andate a sud, verso l’area identificata con ZA03, quindi nella piccola depressione; quando sarete al centro della base indicata sulla mappa, accendete le telecamere poste là e cominciate la discesa: dall’esterno dovreste riuscire a vedere il batiscafo. A questo punto avete le “serrature” da attivare nelle vicinanze.

ZA03
I codici da inserire per le serrature sono tre e li trovate tra i documenti di Dimitrinko: U45Z56, X31M89, L02F38. Le serrature sono segnalate sulla mappa da simboli bianchi, mentre se le vedrete attraverso la telecamera del batiscafo, noterete che sono di forma tonda e hanno una luce sul bordo.
Avvicinatevi con il batiscafo allo snodo dei cavi e guardando la mappa in direzione nord-ovest noterete la prima serratura. Posizionate il batiscafo dinanzi ad essa e attivate il puntamento con l’apposito tasto sul pannello di controllo; inserite il braccio meccanico del batiscafo nell’apposito alloggiamento e vedrete comparire una mascherina dove inserire il codice di sblocco U45Z56.
La seconda serratura si trova alle spalle dell’area in basso a destra sulla mappa; ripetete l’operazione di poco fa, facendo attenzione alle correnti questa volta. Quando sarete riusciti a interfacciarvi con l’alloggiamento per il braccio meccanico, inserite il codice X31M89.
La terza e ultima serratura si trova invece nella parte in basso a sinistra della mappa, e qui dovrete fare i conti con le alte temperature; per riuscire nell’intento, dovrete essere rapidi anche a inserire il codice L02F38.
Ora potete dirigere il batiscafo verso la zona centrale, nell’area squadrata, e farlo scendere. Assisterete ad un nuovo flashback.

Base avanzata

Lea si trova a bordo di un ascensore; fatele fare tappa al secondo livello, per poi riprendere la corsa fino al primo.

BA02
Dopo aver notato un movimento strano nell’ombra, Lea vi chiederà di indagare. Date un’occhiata all’ufficio e accendete le luci qui presenti: la ragazza si dirigerà lì. Fate squillare il telefono nella stanza, quindi Lea noterà il corpo di Lyse Montflour e prenderà una chiave e una piantina; troverà inoltre una foto che ritrae una parente di Lyse, il cui nome costituisce la password per i suoi documenti privati: MADY. Dopo la scoperta, assisterete a una scena con protagoniste Lea e la sua collana.
Prima di andarvene da questo piano, entrate nell’account di Lyse Montflour, usando questi dati:

username: l.montflour
password: X22AU5001
documenti privati: mady

Tra i documenti di Lyse, troverete i dati per l’account di Lowel:

username: j.lowel
password: osssecan
documenti privati: melkhar

Sempre tra i file di Lyse, troverete la password per i documenti privati di Nancy Edwards: SENSUALITY. Utilizzatela per dare un’occhiata al materiale nascosto di Nancy e troverete la password per i documenti privati di Lincoln (“ORDER”) e i dati per l’account di Aldo Luciani:

username: a.luciani
password: nialuci
documenti privati: hope

Entrate tra i documenti privati di Lincoln usando la password appena trovata e scoprirete due codici che vi serviranno tra non molto: quello per i robot di sicurezza (“ST083RK12”) e quello di sblocco per la porta delle Tiriadi (“TEO13”).
Ora potete decodificare i messaggi riguardanti la setta segreta su cui stava indagando Lincoln. Aprite la “parte 2” dei suoi appunti, selezionate il testo con il mouse, premete CTRL+C per copiarlo, quindi entrate nell’account di Dimitrinko e avviate il programma di decodifica; selezionate la matrice di Vigenere e copiate il testo con CTRL+V nella parte vuota sottostante, infine inserite la chiave di decodifica “HILL” nella parte superiore. Decodificate e leggete il testo.
Ripetete l’operazione con la “parte 3” degli appunti di Lincoln, con la differenza che ora la chiave di decodifica da inserire è “ALBERTI”.
Fate tornare Lea all’ascensore e portatela al secondo livello.

BA03
Dopo l’aggiornamento degli obiettivi, fate aprire a Lea la porta chiusa, sulla destra. Il prossimo ascensore la porterà automaticamente nella sala di controllo.

BA05
Fate esaminare a Lea il pannello dei comandi centrale, fino a che non vi dirà che c’è bisogno di riattivare i generatori e aggiornerà gli obiettivi. Fatela tornare al livello 2.

BA08
Aprite la porta e fatele attraversare il corridoio in alto e poi a destra, fino in fondo; fatele salire le scale, cambiando il livello della piantina, e dirigetela verso la luce in alto a destra sul generatore. Lea vi dirà di avere bisogno di un attrezzo per ripararlo. Fatela scendere e portatela nell’area in alto a sinistra, dove troverà una grossa chiave inglese rossa. Riportatela al generatore e lo riparerà. Ora dovrete riaccompagnarla fino alla sala di controllo.

BA05
Riportatela al pannello al centro e tutto funzionerĂ  a dovere; inserite il codice trovato tra i documenti di Lincoln: TEO13.
Per risolvere l’enigma per la riapertura della porta, comportatevi in questo modo. Prima di tutto dovete inquadrare la porta delle Tiriadi usando la telecamera posta al piano più inferiore, in alto sulla mappa, quella con l’inquadratura che guarda verso sud, attraverso le due linee verticali parallele, e che si trova a sinistra di due contenitori cilindrici. L’immagine della porta ha una luminescenza a intermittenza, ma cinque elementi rimangono dorati; quegli elementi sono associati a cinque riquadri numerati. Per ciascun elemento, guardate dove va sulla porta, quindi selezionate il riquadro associato a quell’elemento e trascinatelo sulla posizione corretta sulla porta. Giocate con le impostazioni delle dimensioni e della rotazione, per farlo corrispondere in modo esatto alla posizione dell’elemento sulla porta. Quando sarà in posizione, diventerà bianco.

Il prossimo ostacolo che separa Lea dal mondo delle Tiriadi è rappresentato dai robot di sorveglianza. Riportatela in BA02.

BA02
L’idea è quella di riattivare uno dei robot, utilizzandolo attraverso il controllo remoto. Per metterla in pratica, portate Lea nella stanza sulla sinistra. Attivando la telecamera nella zona aperta, dovreste notare il robot da riattivare. Accendendo la luce posta sulla telecamera (la stessa utilizzata prima, per l’apertura della porta delle Tiriadi) e puntandola sul robot, vedrete Lea avvicinarsi per ripararlo. Inserite il codice di attivazione trovato nei file di Lincoln: ST038RX12.
Ora potete dedicarvi agli altri robot. Per prima cosa date un’occhiata attorno, magari sfruttando il visore notturno e lo zoom, per localizzarli; osservatene i percorsi e fate avvicinare il vostro robot: quando saranno abbastanza vicini, attaccate. Quando vedete che l’altro rimane immobilizzato, vuol dire che è fuori gioco. Attenzione a non farvi colpire troppo, altrimenti rischiate di dover rifare tutto dall’inizio.
Quando avrete finito, Lea si dirigerĂ  verso la sala di addestramento. Qui la ragazza si doterĂ  di una telecamera portatile e di una endoscopica.

T02
Dopo che gli obiettivi saranno aggiornati, date un’occhiata alla sala. Troverete un altro potenziamento per le telecamere: il dispositivo di analisi dei feromoni. In aggiunta a questo, troverete una cartuccia di memoria contenente l’espansione per il linguaggio delle Tiriadi, con cui potrete gestire l’emissione di feromoni utili per comunicare.
Dirigete Lea verso nord, attraverso il ponte di metallo, e proseguite oltre, fino a giungere in un’area più ampia. Qui accendete le luci sulla sinistra per indirizzare la ragazza verso il passaggio che conduce all’area segnata sulla piantina come “T03/T16”.

T01
Giungerete ad un punto in cui il cammino è ostruito da alcune piante. Poco dopo Lea affermerà di avere un’idea per risolvere il problema. Attivate il movimento della telecamera portatile di Lea e la funzione per la gestione dei feromoni; ora puntate l’inquadratura sulle piante, fino a che non vedrete comparire un rettangolo grigio, quindi selezionate la combinazione “Euforia” (gamma/gamma) ed emettetela con un’intensità pari a 2. Il risultato sarà che le piante si faranno da parte e potrete proseguire.
Continuando verso nord potete notare altre piante lungo il cammino: potete utilizzarle per esercitarvi con i feromoni. Raggiungete l’interruttore per cambiare area.

Il Mondo delle Tiriadi

T03
Incontrerete Miilyan, una Tiriade comunicativa. Attivate la funzione di gestione dei feromoni sulla telecamera nel caso non l’abbiate già fatto, così capirete ciò che la creatura vi sta dicendo. Al termine della conversazione tra Lea e Miilyan, gli obiettivi verranno aggiornati: dovete trovare il feromone “omega”.
Dirigetevi verso uno dei due interruttori posti in basso sulla piantina dell’area, per accedere all’area T04/T05.

T04/T05
Dopo il flashback, Lea noterà la presenza di una Tiriade guerriera che ispeziona la zona. Cominciate la vostra ricerca delle bolle “omega”, facendo attenzione. Se trovate delle piante a sbarrarvi la strada, non dovete fare altro che ripetere quanto già fatto in precedenza: attivate i feromoni sulla telecamera e inviate ai vegetali il messaggio gamma/gamma. Quando troverete le bolle “omega”, puntatele con la telecamera e inviate il messaggio “Estasi” (alfa/alfa) a intensità 1, quindi inviate il messaggio “Desiderio” (beta/beta) a intensità 1; a questo punto Lea potrà prendere il feromone “omega”.
Ora tornate nell’area T03 utilizzando l’interruttore più vicino.

T03
Adesso dovete puntare verso l’interruttore che conduce all’area T11/T16. Quindi dirigetevi da quella parte, attivando le tre luci che vi separano dall’interruttore. Quando Lea sarà in procinto di avvicinarsi, sentirà la voce di Loyd e verrà spinta in un dirupo pieno di fiori fluttuanti.

Tra i fiori
I documenti di Guirnisch parlano di questi strani fiori, spiegando che è possibile farli tornare alla loro posizione di partenza emettendo un messaggio “beta/beta”. Il vostro obiettivo è raggiungere il punto più alto sfruttando il movimento ascendente dei fiori. Cominciate scegliendo il fiore più vicino a Lea ed emettete il messaggio “beta/beta” a intensità 3: quando il fiore sarà abbastanza vicino, la ragazza ci salterà su e sarà riportata alla posizione di partenza. Procedete in questo modo fino a quando Lea non vedrà Loyd intento a preparare un ordigno.
Dopo la conversazione tra i due, l’uomo scapperà e voi assisterete a una sequenza di intermezzo.

Il Conclave dei Generali
Attivate la telecamera che si trova in basso sulla piantina, in modo da poter puntare comodamente i generali Tiriade e individuare velocemente quale sia quello che sta emettendo feromoni.
Quando comunicate con un generale, ricordate che dovrete puntarlo con la telecamera in modo che compaia il riquadro grigio nel quale vedrete i simboli dei feromoni che sta emettendo. Per comodità numereremo i generali dall’1 al 5, in senso orario, partendo dal primo a sinistra. Dovete sempre rispondere usando il corretto feromone e inviandolo a intensità 3.
Ciascun generale comincerĂ  sempre inviandovi un alfa/alfa o un beta/beta, a cui voi dovrete rispondere rispettivamente con un beta/beta o un alfa/alfa.
Per tutte le altre domande, il criterio è sempre lo stesso: rimandare il messaggio identico, aggiungendo il feromone “omega” se manca o togliendolo se è già presente nel messaggio.
La difficoltà sta nel fatto che, mentre all’inizio avrete a che fare solo con i primi due generali (1 e 2), per cui sarà relativamente semplice gestire la conversazione e muovere a dovere l’inquadratura, successivamente dovrete gestire tre generali (3, 5, 4) e stare molto attenti al tempo che avete a disposizione per le risposte.
Nel caso in cui venga commesso un errore, Lea ve lo dirà oppure noterete che improvvisamente tutti smetteranno di emettere feromoni e l’unico a farlo rimarrà il primo generale (ciò significa che dovrete ricominciare).
Quando avrete finito con i generali, sarà tempo di dedicarsi alle bombe…

Disinnesco dell’Ordigno
Al termine della sequenza, Lea si sarà munita degli strumenti necessari per neutralizzare la bomba e voi sarete automaticamente sul luogo in cui è posizionato l’ordigno. Anche in questo caso vi toccherà ricorrere alla simbologia dei feromoni per comunicare, per quanto adesso il vostro interlocutore sia la stessa Lea.
Il tempo a disposizione è poco, quindi date un’occhiata immediatamente ai documenti di Loyd: in particolare agli schemi che ritraggono la bomba.
Inviando la combinazione alfa/omega comunicherete a Lea di non tagliare il cavo su cui è posizionata, mentre inviando il solo simbolo alfa, comunicherete a Lea di procedere con il taglio. Non preoccupatevi se Lea non interpreta immediatamente il vostro comando, semplicemente dovete ripeterlo e avere pazienza.

Primo cavo – alfa/omega
Cavo rosso – alfa
Cavo giallo – alfa/omega
Cavo verde – alfa/omega
Cavo blu – alfa

A questo punto la bomba dovrebbe essere disinnescata. Nel caso qualcosa vada storto, non disperate: l’esplosione si rivelerà una semplice emissione di gas e voi potrete proseguire, senza che la partita venga compromessa in alcun modo.
Nel caso tutto si sia risolto per il meglio, verrete portati automaticamente nella prossima area; diversamente, dovrete raggiungere per conto vostro l’interruttore a nord.

L’Abisso Ascendente
Proseguite lungo il sentiero fino a imbattervi in una porta; dovete inserire il codice XX25K12 per aprirla.
Continuate a camminare fino a quando troverete Miilyan. Al termine della discussione, la creatura entrerà nell’edificio centrale. Seguitela, attivando una delle due porte d’ingresso. Dopo la seconda conversazione con Miilyan, Lea lascerà sul tavolo il dispositivo dei simboli, a cui verrà aggiunto il feromone “psi”. Quando l’operazione sarà conclusa, Miilyan vi spiegherà qualcosa in più circa questa zona e il linguaggio utilizzato.
Quando vi sarĂ  richiesto, emettete un messaggio delta/delta con intensitĂ  3, seguito da un epsilon/beta a intensitĂ  3 e infine un beta a intensitĂ  0.
A questo punto dovete inserire il codice utile per utilizzare l’Abisso Ascendente e raggiungere così il luogo in cui si trova il recettore 112. Il codice è il risultato della rielaborazione delle informazioni di spostamento che vi fornirà la stessa Miilyan:

Venti del nordovest, velocitĂ  media
Temperatura 23 gradi, in lento aumento
UmiditĂ  residua 18%, in calo
Pressione stabile a 939 millibar

Aprite i file privati di Paul Guirnisch e date un’occhiata al documento che parla degli spostamenti delle Tiriadi e le loro interpretazioni. Il codice da inserire è 05031012.
Ora non vi resta che guardare il filmato conclusivo.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Lexis Numerique
Publisher: Micro Application
Distributore: Blue Label Entertainment
Data Rilascio: 13/12/2008
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Fantascienza/Thriller
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Acquistalo su ADVENTUREGAMESHOP
Experience+112 Experience 112

19.90€

Banner Pubblicitario