Adventure's Planet
Domenica, 22 Ottobre 2017 03:00
Benvenuto ospite

Soluzione

Runaway 3: A Twist of Fate

di Pietro Lietti

Soluzione Completa del 10 Aprile 2010

Sezioni della Soluzione
CAPITOLO 1: BRIAN BASCO È MORTO
CAPITOLO 2: L’ARTE DELLA FUGA
CAPITOLO 3: UN SUICIDIO OPPORTUNO
CAPITOLO 4: L’ALLEATO INASPETTATO
CAPITOLO 5: SCOMPOSIZIONE DI BRIAN
CAPITOLO 6: LA FINE È VICINA

CAPITOLO 1: BRIAN BASCO È MORTO

Esaminate la corona di fiori sulla tomba, noterete un nastro viola, raccoglietelo. Entrate o passate dietro la cripta, in entrambi i casi farete la conoscenza di Agatha. Tornate nella cripta, parlate con Agatha fino a esaurire tutte le scelte di dialogo. Esaminate lo zaino alle spalle di Agatha (fate attenzione perché è un po’ coperto da una statua), rovistate nello zaino per prendere una torcia. Scendete le scale sulla destra, Gina entrerà automaticamente nel corridoio a sinistra. Esaminate il grande quadro e spostatelo. Raccogliete l’urna appoggiata sulla mensola di legno in basso. Tornate indietro, esaminate il cavo azzurro che penzola al centro della stanza. Salite le scale e uscite dalla cripta, vi troverete nel viale del cimitero. Proseguite verso sinistra e scendete verso la galleria circolare. Osservate la porta sulla sinistra, leggete il foglietto e sbirciate nel buco, all’interno noterete una specie di officina. Uscite dalla schermata, entrate nella cappella sulla destra. Sollevato lo zerbino in basso a destra, troverete una botola. Aprite la botola, all’interno vedrete un guanto di gomma, raccoglietelo. In alto a destra noterete una scatola, prendetela (per raccoglierla, la botola dovrà essere aperta poiché Gina la userà come scaletta). Aprite l’inventario, esaminate la scatola, troverete una chiave. Sempre nell’inventario, usate l’urna con la scatola per trasferirne le ceneri. Usate la chiave con la grata sulla destra, in questo modo aprirete il tabernacolo. Prendete il raccogli offerte e tirate la corda per suonare la campana. Dopo il breve filmato, uscite dalla cappella. Usate l’urna con la fontanella in alto a destra. Aprite l’inventario, usate l’urna con il guanto di gomma per riempirlo d’acqua. Noterete che la porta dell’officina sulla sinistra ora è aperta, entrateci. Farete la conoscenza di Luanne, parlateci fino a esaurire tutte le scelte di dialogo. Domandatele in modo particolare sul manuale in svedese per costruire le tombe, insistete finché Luanne non ve lo darà da tradurre. Osservate il piccolo frigorifero in basso a sinistra, usate il guanto pieno d’acqua con il frigorifero. Aspettate qualche secondo, poi cercate di tirare fuori il guanto ma vi servirà qualcosa per evitare che l’acqua si scongeli. Usate l’urna, che fungerà da termos, con il piccolo frigorifero per prendere il guanto. Osservate il ceppo porta attrezzi in basso a destra. Interagite con il ceppo per prendere un attrezzo, Gina sceglierà una lima. Uscite dall’officina e tornate alla cripta. Usate il manuale in svedese su Agatha, chiedetele se può tradurvelo. Sarà in grado di farlo solo se riuscirete a trovare la tomba di uno svedese, prima però bisognerà ottenere il permesso degli spiriti che infestano il cimitero. Scendete le scale sulla destra, usate l’urna contenete il guanto ghiacciato con il cavo azzurro che penzola al centro della stanza, in questo modo simulerete una manifestazione spettrale. Uscite dalla cripta e girateci attorno. Gina parlerà con Agatha, vi dirà che per ottenere la traduzione del manuale basterà trovare la tomba di uno svedese. Andate al sentiero principale del cimitero e tornate alla cappella. Sulla sinistra noterete un grosso libro, cercate di leggerlo ma è troppo buio. Usate la torcia sul libro e saprete che è un minuzioso registro delle sepolture nel cimitero. Usate il manuale in svedese sul registro, Gina troverà la tomba di uno svedese. Tornate dietro la cripta, date il manuale ad Agatha. Fatto questo, riuscirete finalmente ad ottenere la traduzione del manuale. Andate al sentiero principale del cimitero, proseguite verso sinistra fino ad arrivare all’ingresso del cimitero. Incontrerete Ernie, parlate con lui di tutto, continuate a parlarci finché vi consegnerà una foto. Osservate l’impalcatura in alto a destra. Alla sinistra dell’impalcatura noterete degli attrezzi, frugate per cercare qualcosa di utile, Gina troverà un puntello. Tornate nella galleria circolare ed entrate nell’officina. Date il manuale tradotto a Luanne e assistete al filmato. Interagite con il portone sulla sinistra, osservate gli attrezzi e prendete la sega radiale. Uscite dall’officina, interagite con il bagagliaio del carro funebre sulla destra e troverete una cinghia. Uscite dalla galleria circolare, tornate dietro la cripta. Provate a prendere la cinghia che tiene unita la sfera di pietra: è troppo tirata. Usate il puntello con la statua, in questo modo risusciterete a prendere la cinghia. Entrate nella cripta, scendete le scale sulla destra, avanzate verso il corridoio a sinistra. Usate la lima con il blocco di pietra al centro. Dopo il filmato, usate una delle due cinghie che avete nell’inventario con il blocco di pietra appena limato. Tornate indietro, salite le scale, affacciatevi alla ringhiera circolare al centro della cripta. Usate la cinghia che vi rimane nell’inventario con la statua dell’angioletto. Fatto questo, Gina collegherà automaticamente le due cinghie. Aprite l’inventario, usate la sega radiale con il raccogli offerte. Risalite le scale, affacciatevi di nuovo alla ringhiera al centro della stanza, tagliate il cavo che tiene sospeso l’angioletto per la testa con la sega circolare “modificata”. Fatto questo, Gina scenderà le scale e scoprirete che il vostro piano ha funzionato perfettamente, il blocco di pietra è stato rimosso. Ora bisogna solo rompere il sottile muro di mattoni che vi separa dalla tomba di Brian. Risalite le scale, Gina raccoglierà automaticamente un paletto. Scendete le scale, entrate nella galleria sulla sinistra e usate il paletto con il muro di mattoni. Finalmente riuscirete ad accedere alla tomba di Brian, peccato che all’interno non troverete lui ma il suo amico Gabbo.

CAPITOLO 2: L’ARTE DELLA FUGA

Parlate con Gabbo ed esaurite tutte le scelte di dialogo. Una volta usciti dalla stanza, osservate la bacheca delle foto sulla destra, poi parlate con Ernie ed esaurite tutte le scelte di dialogo. Andate verso nord ed entrate nella sala ricreativa ma sarete subito fermati dall’infermiera che vi darà una pillola. Dopo il filmato, Brian tornerà nel corridoio e sputerà la pillola, aprite l’inventario ed esaminatela. Entrate nella stanza 304. Parlate con Marcelo e otterrete un fiore immaginario. Continuate a parlare con Marcelo, esaurite tutte le scelte di dialogo. Interagite con il cuscino sul letto a destra, sotto il cuscino troverete un grosso coltello e un pacchetto di caramelle. Andate in basso di una locazione, osservate la grata sopra l’armadio a sinistra. Cercate di aprirla ma è impossibile raggiungerla. Tornate da Marcelo, chiedetegli se può raggiungere la grata per voi, lo farà solo a certe condizioni. Continuate a parlarci e insistete sul “numero della scatola immaginaria” finché nell’inventario comparirà una scatola immaginaria. Uscite dalla vostra camera e tornate alla stanza ricreativa. Parlate con l’infermiera, esaurite tutte le possibilità di dialogo. Esaminate il cestino della spazzatura, rovistateci dentro e troverete una candelina di compleanno. Prendete una lavagnetta dal primo scaffale della libreria in alto a destra. Dalla mensola del pannello a destra prendete un pennarello e il barattolo delle mollette. Avanzate di una locazione verso sud. Osservate Hollister, il vecchietto seduto al tavolo da pingpong. Date a Hollister una caramella, godetevi il filmato. Osservate ancora Hollister mentre guida un’auto immaginaria. Avvicinatevi a Mr. Nice, noterete che appena gli sarete vicini poggerà la lavagnetta a terra, osservatela. Aprite l’inventario, usate il pennarello con la vostra lavagnetta, selezionate tra le opzioni “Rancho Cucamonga”. Scambiate la vostra lavagnetta con quella di Mr. Nice (per far questo, la lavagnetta di Mr. Nice deve essere poggiata a terra). Dopo il simpatico filmato, usate il coltello con la valigia di Mr. Nice per ottenere due elastici. Aprite l’inventario, unite gli elastici con le mollette per costruire delle bretelle artigianali. Tornate da Marcelo e dategli la scatola immaginaria. Dopo il filmato, riuscirete finalmente a raggiungere la stanza 300. Salite nel condotto di ventilazione sopra la fotocopiatrice, purtroppo la mappa che serve per la vostra fuga è stata rubata. Osservate la bilancia sulla destra, prendete il peso appoggiato sul piano della bilancia. Raccogliete il tubicino arrotolato sull’asta in basso a destra e uscite dalla stanza. Ora dovrete danneggiare il calorifero che si trova fra la stanza 303 e 304 colpendolo con il peso di ferro. Provateci, ma farete troppo rumore attirando l’attenzione di Ernie. Provate a entrare nella stanza 305, cioè quella di Quickle e Hollister, ma Brian preferirà non farlo perché Quickle è in una giornata decisamente no. Parlate con Quickle attraverso la porta, selezionate una delle scelte di dialogo a vostro piacimento e Quickle comincerà a urlare. Usate il peso con il calorifero, ora riuscirete a danneggiarlo senza farvi beccare da Ernie. Dopo quest’ennesima marachella, Brian andrà a nascondersi nella stanza 300. Terminato il filmato, tornate nel corridoio, esaminate la vetrinetta delle foto, usate il pennarello su quella di Ernie. Dopo la divertente cut-scene, interagite con la casetta degli attrezzi accanto al calorifero danneggiato per prendere una mappa e una torcia. Godetevi il filmato che chiude il secondo capitolo.

CAPITOLO 3: UN SUICIDIO OPPORTUNO

Dopo il filmato, interagite con il mobiletto accanto alla porta, Gina ispezionerà la stanza automaticamente. Fatto questo, prendete un utensile da cucina dal cucinino, Gina raccoglierà una spatola. Tornate nell’atrio principale dello chalet, prendete i guantoni da box poggiati sul mobiletto accanto alla porta. Osservate la foto accanto ai guantoni. Uscite dallo chalet, guardate sotto il ponte sulla sinistra, troverete delle cesoie. Provate a entrare nello sgabuzzino sulla destra dello schermo ma è chiuso a chiave. Andate nel cortile posteriore dello chalet (la prima volta dovrete passare dalla porta della cucina), usate le cesoie con le lische di pesce appese sul porticato per ottenere un filo con un amo attaccato. Entrare nello chalet, interagite con le scale per parlare con il Dott. Bennett. Esaurite tutte le scelte di dialogo, in particolare chiedete dello sgabuzzino. Bennett vi lancerà le chiavi dello sgabuzzino che scivoleranno sotto il mobile della cucina. Guardate sotto il mobile, noterete un buco nel pavimento e una busta bianca. Usate il filo con l’amo con il buco nel pavimento, in questo modo recupererete le chiavi. Riguardate sotto il mobile, utilizzate la spatola con la busta per recuperarla. Uscite dallo chalet, usate le chiavi con lo sgabuzzino per aprirlo. Prendete la corda appoggiata sul cestino in basso a destra. Raccogliete la maschera da sub appesa in alto a destra. Infine osservate lo stivale sempre sulla destra. Guardatevi un po’ in giro ma non troverete nient’altro di utile. Aprite l’inventario, usate la maschera da sub con la busta, noterete un grosso pelo di ragno. Tornate nello chalet, sedetevi sulla poltrona al centro della stanza per parlare con Bennett. Ditegli della busta e del pelo di ragno, Bennett andrà dallo sceriffo. Fatto questo, salite le scale per raggiungere il soppalco dello chalet. Dopo il filmato, noterete che in basso a destra comparirà un’icona, se ci cliccate sopra impersonerete il Dott. Bennett nell’ufficio dello sceriffo. Cliccate sull’icona, parlate con lo sceriffo, quando vi chiederà il soprannome di Chapman fate qualche tentativo, ma non avrete abbastanza informazioni, tornate quindi nei panni di Gina. Esaminate il trofeo sulla cassettiera, noterete una catenina appesa al trofeo. Raccogliete la catenina, esaminatela nell’inventario, in questo modo saprete che il nomignolo di Chapman era “Orsetto del cuore”. Usate il telefono sulla scrivania, telefonate a Bennett, esaurite tute le scelte di dialogo e informatelo sul nomignolo di Chapman. Sempre utilizzando il telefono, selezionate l’ultima chiamata effettuata, l’ultima ricevuta e poi chiamate anche Gabbo. Fatto questo, cliccate sull’icona nell’angolo in basso a destra, parlate con lo sceriffo, quando vi richiederà il soprannome di Chapman selezionate “Orsetto del cuore”. Fatto ciò partirà un filmato, alla fine del quale vi ritroverete nel bagno dello chalet. Osservate la cassetta militare accanto alla stufa, prendete dalla cassetta le luci chimiche. Uscite dal bagno, salite sul soppalco dello chalet. Attraversate il corridoio del soppalco, appeso al muro, noterete un arco e delle frecce, raccoglieteli entrambi. Aprite l’inventario, unite la freccia con la corda trovata nello sgabuzzino. Uscite dallo chalet, andate al cortile posteriore. Aprite il pozzo usando le chiavi che avete nell’inventario (le stesse che avete usato per aprire lo sgabuzzino). Gettate le luci chimiche nel pozzo per illuminarlo, noterete un grosso stivale sul fondo. Usate la freccia con attaccata la corda con il pozzo per recuperare lo stivale. Aprite l’inventario, esaminate lo stivale, all’interno troverete un computer portatile. Tornate nello chalet e salite sul soppalco. Usate il computer con il trasformatore sulla scrivania. Dopo il filmato, dovrete inserire la password, fate qualche tentativo ma avrete bisogno di più informazioni. Aprite l’inventario, usate la maschera da sub con i guantoni da box, noterete la scritta “Hurricane”. Interagite con il computer sulla scrivania, selezionate come password “Hurricane”. Fatto questo, godetevi il filmato che chiude il terzo capitolo.

CAPITOLO 4: L’ALLEATO INASPETTATO

A termine del filmato parlate con Gabbo ed esaurite tutte le scelte di dialogo. Insiste in modo particolare sul finto tatuaggio da fare su Kurgan finché Gabbo non vi consegnerà una penna tecnica. Entrate nella stanza 300, interagite con la fotocopiatrice per fotocopiare il tatuaggio sul ehm… sedere di Brian. Fatto questo, salite nel condotto di ventilazione sopra la fotocopiatrice. Selezionate sulla mappa lo studio di Bennett, mentre cercherete di raggiungerlo troverete una nuova locazione, un vecchio obitorio. Raccogliete la ciotola sulla base della carrucola al centro della stanza. Osservate il carrello con l’attrezzatura medica, provate a prendere qualcosa di utile e Brian troverà un aspiratore. Guardate il secondo lettino in alto, sopra noterete delle manette, raccoglietele. Andate a destra oltre la grata, scendete nella piscina ma la scaletta si romperà. Ora dovrete cercare di uscire dalla piscina. Raccogliete il forcipe in alto a sinistra e la manichetta rossa in basso a sinistra. Ispezionate i fori nella parete della vasca, nel secondo foro da sinistra vedrete una sbarra di ferro. Per estrarla utilizzate il forcipe sul foro. Osservate il cassetto di metallo sulla destra, cercate di muoverlo ma è incollato a terra. Utilizzate la sbarra di metallo per sbloccarlo, usate poi la manichetta sul cassetto per costruire un trampolino artigianale. Fatto questo, riuscirete a uscire dalla vasca. Uscite dall’obitorio e andate verso lo studio del Dott. Bennett. Purtroppo nello studio troverete il Dott. Bennett seduto alla sua scrivania, dovrete trovare un modo per distrarlo. Aprite l’inventario, unite il tubicino di plastica (se non lo avete ancora preso, si trova nella stanza 300 appoggiato su un’asta per le flebo) e l’aspiratore. Utilizzate l’aspiratore così modificato con la tazza di caffè sulla scrivania di Bennett. Fatto questo, Bennett si allontanerà dal suo studio e Brian entrerà per scambiare le cartelle cliniche. Ora selezionate sulla mappa il “cuore della bestia”. Entrate nella cabina al centro della stanza, sotto il ventilatore 2 noterete il corpo esamine di Kurgan. Usate su Kurgan il machete per spuntargli l’unghia. Sempre su Kurgan, usate la penna che vi ha dato Gabbo per disegnare il finto tatuaggio. Provate ad aprire la botola al centro della cabina ma è bloccata. Usate quindi la spranga di ferro per fare leva e riuscirete ad aprirla. Uscite dalla cabina, aprite l’inventario, usate la candela di compleanno (se non l’avete ancora presa, si trova nel cestino della spazzatura nella sala ricreativa) con la ciotola. Mettete la ciotola nell’inceneritore, in questo modo avrete tutto l’occorrente per fare la ceretta a Kurgan. Sempre nella cabina, salite le scale tra i ventilatori 1 e 2. In cima alle scale troverete una grata di ferro. Interagite con la serratura ma è impossibile da scassinare. Utilizzate le manette con le sbarre della grata, usate poi la sbarra di ferro che avete nell’inventario con le manette, in questo modo riuscire a forzare la grata. Una volta sul tetto, osservate il cavo in alto a destra, usate il forcipe sul cavo, in questo modo il piano di fuga sarà completato. In attesa che calino le tenebre, Brian tornerà nella sua stanza ma sarà bloccato dall’infermiera che gli inietterà uno strano sedativo. Dopo il filmato vi troverete nella stanza ricreativa, parlate con Ernie di tutto. Passate dietro il paravento sulla sinistra per parlare con Mickey. Domandategli dell’esame, quando vi chiederà di interrogarlo su alcuni farmaci selezionate nell’ordine: “Neuroshockine XR”, “morti”, “una scarica elettrica”. Tornate da Ernie, parlateci e chiedetegli se è disposto a darvi la pinza elettrica di Miss Palmer dopodiché date ad Ernie le fiche che avete nell’inventario. Fatto questo, non vi resta che assistere al filmato che chiude il quarto capitolo.




CAPITOLO 5: SCOMPOSIZIONE DI BRIAN

A termine del filmato, esaminate il cassonetto alle vostre spalle, all’interno troverete una bomboletta spray. Andate verso destra fino a entrare in una nuova locazione, salite le scale tra i due cassonetti, arrivati in cima riceverete un sonoro ceffone che vi farà perdere i sensi.
Dopo la cut-scenes, impersonerete Brian durante una seduta ipnotica con il Dott. Bennett. Esaurite tutte le scelte di dialogo. Fatto questo, vi ritroverete nel campo militare sull’isola di Mala nei panni del colonnello Kordsmeier. Interagite con la capsula che Brian stringe fra le mani, all’interno troverete la trantonite. Uscite dalla tenda, parlate con O’Connor, parlateci finché vi consegnerà un tubetto di colla. Dal retro dell’Hammer prendete un sigaro e una noce di cocco. Aprite l’inventario, usate uno dei coltelli sulla noce di cocco per aprirla. Mettete la trantonite nella noce di cocco e poi sigillatela usando la colla. Date a O’Connor la noce di cocco e, se volete farvi due risate, dategli anche il sigaro. Tornate nella tenda, selezionate nell’inventario la granata e usatela con la capsula che Brian stringe fra le mani. La granata si rivelerà però una chiavetta USB. Andate a destra verso la scrivania, usate la granata-USB con il computer portatile. Fatto ciò, utilizzate il telefono sulla scrivania e godetevi il filmato.
Questa volta, dopo l’animazione, vi ritroverete nei panni di Gina. Dopo che sarà riuscita a slegarsi, guardate il mobile sulla sinistra e prendete: dal primo scaffale in basso il secchio, dal secondo scaffale dal basso il ferro da stiro e dal ripiano in alto una bottiglia di succo. Interagite con il cesto della biancheria sulla destra per prendere un foulard. Aprite la finestra, vedrete un barbone nel vicolo sottostante. Aprite l’inventario, usate la bottiglia di succo con il secchio, poi il foulard con il ferro da stiro. Fatto questo, usate il secchio pieno di succo con la finestra e porterete a termine il quinto capitolo.

CAPITOLO 6: LA FINE È VICINA

Interagite con la scala per parlare con Tom Finnegan. Esaurite tutte le scelte di dialogo, quando vi chiederà di suggerirgli una sceneggiatura selezionate fra le opzioni disponibili “Un allocco investe…”. Fatto questo, Tom v’inviterà nel suo ufficio. Continuate a parlarci, quando dovrete proseguire la sceneggiatura selezionate “Conosce tre travestiti…” e “Un paese del vecchio west…”. Una volta usciti dall’ufficio di Tom, osservate i barattoli sulla destra, apritene uno e scoprirete che contiene cloroformio. Scendete le scale, andate a destra per uscire dal vicolo, proseguite verso sinistra fino a entrate in una nuova locazione. Osservate la grata sulla destra e prendete il gancio che vi è appeso. Entrate nell’edificio abbandonato a sinistra. Esaminate le macerie sulla destra e raccogliete un pezzo di calcinaccio. In primo piano noterete un martello appoggiato sopra un cavalletto, raccogliete il martello. Interagite con la gru ma è chiusa a chiave. Forzate il portello utilizzando il gancio, Brian userà la gru e solleverà una lastra di ferro. Osservate la lastra sospesa in aria, sotto di essa rivelerete un fossato, entrateci e troverete una valigetta. Esaminatela nell’inventario, all’interno troverete un cannello. Uscite dall’edificio, andate verso destra, davanti alla porta di servizio rossa noterete un tombino, usateci sopra il gancio per aprirlo. Dentro il tombino troverete un casco anti-gas. Ritornate nel vicolo sulla destra, salite le scale, utilizzate l’ascensore. Osservate la statua gigante del pollo d’oro, un fulmine colpirà la statua. Utilizzate il cannello con la zampa del pollo, in questo modo creerete un ponte per raggiungere l’appartamento di Bennett. Dopo il filmato vi troverete nei panni di Gina. Raccogliete lo spago accanto all’armadio, il ferro da stiro accanto alla cesta della biancheria e l’imbuto vicino alla lampada in alto a destra. Aprite lo sportello sulla destra, provate a comunicare con Brian ma non riuscirà a sentirvi. Prendete due barattoli di succo dal ripiano in alto dell’armadio, bucate i due barattoli con la spilla che avete nell’inventario e infine unite lo spago con i due barattoli. Usate i barattoli così modificati con il condotto per i panni sporchi, in questo modo potrete comunicare con Brian. Dopo il filmato ritornerete a impersonare Brian. Aprite l’inventario e usate la bomboletta spray con la valigetta. Cliccate sul bordo della finestra in primo piano per raggiungere la locazione adiacente. Arrampicatevi alla finestrella con i vetri rotti, prendete il foulard che penzola davanti alla finestra. Scendete ed esaminate i due carrelli accanto al montacarichi, all’interno troverete un abito, prendetelo. Esaminate l’armadio accanto ai carrelli, dentro troverete dei volantini da raccogliere. Andate a sinistra, cliccate sul condotto sopra il contenitore A per parlare con Gina. Quando gli chiederete se può stirarvi l’abito, per tutta risposta vi getterà il ferro da stiro tramite il condotto. Dopo aver stirato l’abito, utilizzate il montacarichi, provate ad aprire la porta di servizio ma dovrete trovare un modo per poterla aprire anche dall’esterno. Usate quindi il foulard con la porta. Uscite nel vicolo, andate a sinistra, suonate il campanello della porta sulla destra, farete la conoscenza di Jonah che però farà finta di non vedervi e rientrerà nel ristorante. Suonate ancora una volta il campanello, parlate con Jonah ed esaurite tutte le scelte di dialogo. Risuonate il campanello ancora una volta, chiedete a Jonah se può interpretare un mafioso, vi dirà che per farlo avrà però bisogno di una sceneggiatura. Tornate nell’ufficio di Tom Finnegan, ditegli che avete trovato un acquirente per la sceneggiatura, per ottenerla dovrete però recuperare una statuetta del pollo d’oro. Uscite dall’ufficio, scendete le scale, andate a destra, sulla sinistra noterete una finestra mezza aperta, entrateci. Fatto questo, vi troverete nel ristorante e vedrete un uomo addormentato che stringe fra le mani la statuetta del pollo d’oro. Sostituite la statuetta con il calcinaccio che avete nell’inventario, ma questo è troppo pesante. Aprite l’inventario, usate il martello con il calcinaccio, in questo modo recupererete la statuetta. Dopo la scenetta, ritornate nel ristorante passando sempre dalla stessa finestra, prendete i soldi che spuntano dalla tasca dell’uomo addormentato. Uscite dal ristornante, nell’inventario unite i soldi con i volantini e mettete il tutto dentro la valigetta. Tornate nell’ufficio di Tom, Brian gli consegnerà la statuetta e voi avrete la sceneggiatura. Una volta fuori dall’ufficio, usate la valigetta piena di volanti e soldi con i barattoli di cloroformio alle vostre spalle. Fatto questo, il piano sarà al completo, anche se si presenterà un ultimo imprevisto: dovrete distrarre lo scagnozzo che blocca l’accesso al palazzo. Parlateci e fra le possibilità di dialogo selezionate “cantiere”. In questo modo il gorilla vi seguirà e cadrà nella fossa (ricordatevi che la lastra di ferro dovrà essere sospesa). Fatto questo, non vi resta che godervi il filmato che conclude quest’emozionante avventura. Complimenti avete portato a termine Runaway 3 - A twist of fate!

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Pendulo Studios
Publisher: Focus Home
Distributore: Halifax
Data Rilascio: 25/03/2010
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Commedia
Grafica: 2.5D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario