Adventure's Planet
Mercoledì, 13 Dicembre 2017 04:13
Benvenuto ospite

Recensione

The Westerner

di Carlo de Caesaris  

il nostro voto
89
il vostro voto (10 votanti)
78
In breve

In questa avventura vi troverete a guidare le gesta di Fenimore Fillmore, sbadato pistolero che ha l'innata abilità di trovarsi sempre nel posto sbagliato e nel momento sbagliato. Anche questa volta le cose non andranno diversamente dal solito... Fenimore verrà coinvolto da un gruppo di contadini nel tentativo di aiutarli a liberarsi dai soprusi di un ricco proprietario terriero che mira a possedere tutte le loro terre. Sarà compito vostro, con l'aiuto dei contadini stessi e della nipote del malfattore, porre fine a queste angherie una volta per tutte.

 

Recensione Completa del 07 Giugno 2004
The Westerner è tutto quello che Broken Sword 3 sarebbe dovuto essere e purtroppo non è stato. Non si potrebbe introdurre meglio questo piccolo gioiello di avventura grafica creata dagli spagnoli della Revistronic, conosciuti in passato per il loro The 3 Skulls Of Toltec.

Per la seconda volta (la prima fu appunto in The 3 Skulls Of Toltec) vi troverete a guidare le gesta di Fenimore Fillmore, sbadato pistolero che ha l'innata abilità di trovarsi sempre nel posto sbagliato e nel momento sbagliato. Anche questa volta le cose non andranno diversamente dal solito... Fenimore verrà coinvolto da un gruppo di contadini nel tentativo di aiutarli a liberarsi dai soprusi di un ricco proprietario terriero che mira a possedere tutte le loro terre. Sarà compito vostro, con l'aiuto dei contadini stessi e della nipote del malfattore, porre fine a queste angherie una volta per tutte.

Ebbene si, la storia è tutta qui, anche se con qualche (piccolo) colpo di scena. E, se vogliamo, è anche l'unico punto "negativo" dell'intera produzione. The Westerner non basa il suo valore sulla storia, che comunque resta sempre una parte molto importante in un'AG, ma bensì punta tutto sul divertimento ed il piacere di giocare ed interagire, al di là del background narrativo. E ci riesce alla perfezione!

Come nelle vecchie avventure grafiche dei tempi andati vi troverete a manipolare decine e decine di oggetti, a risolvere puzzle complessi, mai banali ed ottimamente strutturati e ad interagire con moltissimi personaggi, uno meglio caratterizzato dell'altro.

Perché nel cappello introduttivo ho fatto riferimento ad un "mostro sacro" come Broken Sword 3? Presto detto... Come BS3, The Westerner è interamente realizzato in 3D! E se dico interamente, intendo proprio tutto tutto! Sul versante prettamente grafico il paragone non regge, BS3 è sinceramente molto più bello da vedere, ma il tutto si riduce a questo. In The Westerner la grafica è molto più cartoneggiante (una prerogativa voluta dagli sviluppatori stessi) e gli ambienti di gioco si alterneranno tra locazioni molto dettagliate e ben realizzate ad altre un po’ più spoglie e cubettose (gli alberi per esempio in alcuni casi sono davvero inguardabili, spesso sono quadrati con le texture delle foglie appiccicate sopra). Ma nel complesso il gioco risulta godibile nell'aspetto prettamente visivo. Ma al di là di questo, The Westerner batte BS3 su molti altri fronti: nella struttura di gioco, nella complessità e difficoltà degli enigmi, nella caratterizzazione dei personaggi e, in parole povere, nel divertimento vero e proprio che si ha giocandolo!

L'interfaccia del gioco è quella classica dei punta e clicca in terza persona che ben conosciamo. Con il mouse eseguirete tutte le operazioni di base: far muovere Fenimore, interagire con gli oggetti ed i personaggi delle locazioni e utilizzare l'inventario. Nei vari spostamenti sarete sempre seguiti da una telecamera mobile che si adeguerà ai vostri spostamenti rendendo il motore grafico 3D il più indolore possibile. Da notare che non ho nominato la manipolazione degli oggetti nell'inventario. Infatti nel gioco non è stata implementata la possibilità di utilizzare un oggetto con un altro oggetto presente nell'inventario. Ciò comunque non mina assolutamente le varie sfide che il gioco vi proporrà né tantomeno la longevità.

Le locazioni che andrete a visitare non sono moltissime ma vi terranno occupati per un bel pezzo. Andrete girando per il bel paesello sul vostro fido cavallo interagendo con i vari personaggi e risolvendo tutti i puzzle che vi si pareranno davanti. A proposito di cavalli... Nel gioco è stato implementato un sistema molto carino e divertente con cui dovrete far star bene il vostro cavallo (tipo tamagotchi) dimodoché vi porti in giro per le varie locazioni. Ciò si ottiene facendogli mangiare di tanto in tanto le carote che voi stessi dovrete coltivare e far crescere. Non iniziate a preoccuparvi... è più semplice farlo che spiegarlo!

Nel vostro peregrinare incontrerete moltissimi personaggi, alcuni fondamentali per lo sviluppo della vicenda ed altri di contorno. Ebbene, tutti quanti sono stati realizzati e caratterizzati alla perfezione! Ogni personaggio ha il suo accento particolare, i suoi modi di fare e di porsi verso Fenimore e, nella maggior parte dei casi, vi faranno sorridere con i loro atteggiamenti (come non citare il vecchio contadino sclerotico che incontreremo all'inizio del gioco oppure i piccoli marmocchi arroccati sull'albero che... ops, scusate stavo per spoilerare...). Con ognuno di loro potrete conversare nel classico stile dei dialoghi a scelta. Le conversazioni saranno spesso molto lunghe e doneranno profondità sia alla storia che ai personaggi stessi.

Un altro punto a favore dell'intera realizzazione è la colonna sonora. Ogni locazione ha la sua musichetta ben distinta e tutte quelle che vi troverete a sentire sono realizzate ottimamente. Sarà sempre un piacere risentirle quando passerete in alcuni posti e vi si fisseranno nella memoria in un batter d'occhio. Gli effetti sonori invece sono nella norma: comunque sempre puntuali e ben realizzati.

Ma è il momento del piatto forte... gli enigmi! Nel pieno movimento anti-originalità che contraddistingue le AG odierne, The Westerner si distingue soprattutto per la complessità e l'elaborazione con cui ha infarcito di puzzle tutto il gioco. Ed ecco che vi ritroverete in men che non si dica l'inventario stracolmo di oggetti (in alcuni momenti oltre 20) alla ricerca di come e con cosa usarli. Poco dopo l'inizio del gioco avrete miriadi di cose da fare e ben presto perderete il filo conduttore e vi ritroverete nel marasma più assoluto chiedendo pietà agli sviluppatori... Lo so che è quello che cercate! Gli enigmi non saranno mai e poi mai banali (esclusa un'eccezione), saranno complessi al punto giusto e spesso arriverete ad una soluzione solo dopo averci pensato a lungo. E giusto per darvi un'anticipazione... Chi di voi ricorda la sfida a suon di spade e battutacce del primo Monkey Island? Nessuno? Ok, allora andate a ripassare, vi servirà!

Grazie a tutto ciò la longevità si attesta su livelli più che buoni. Un giocatore molto esperto non impiegherà meno di 20 ore per portarlo a termine. E parlo di giocatori esperti...

Come potete intuire dalla recensione, The Westerner mi ha impressionato e divertito più di quanto in realtà mi sarei aspettato all'inizio. Escludendo la storia tutt'altro che originale ed un comparto grafico che non va oltre il discreto (personaggi esclusi), il prodotto è vincente su tutta la linea. Paragonato a Runaway, The Westerner è migliore come gameplay ed enigmi, mentre, rispetto a The Longest Journey, è inferiore nella resa grafica e nella storia. Resta il fatto che comunque è l'avventura che più si avvicina alle vecchie glorie Lucas Arts (Day Of The Tentacle su tutti) e con pieno diritto entra nella mia personale top five dell'anno in corso! Vi divertirete troppo a giocarlo, e questo è garantito!

PS: La versione da me testata è quella in inglese con voci in spagnolo… non proprio il top. Ma non temete, il 12 giugno uscirà la versione completamente localizzata in italiano, quindi aspettatevi un commento in merito da parte del sottoscritto :-)

 

Info Requisiti
Generale
Conosciuto anche come: Wanted
Sviluppatore: Revistronic
Data Rilascio: Q2 2004
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Avventura/Commedia
Grafica: 3D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Italiano
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 95/98/2000/XP
Processore: Pentium III 1000
RAM: 256 MB
Scheda Video: 32 MB
Hard Disk: 1 GB
Supporto: 1 CD
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario