Adventure's Planet
Mercoledì, 22 Novembre 2017 08:16
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Stray Souls: Il Segreto della Casa Giocattolo

di Luca Massari  

il nostro voto
72
In breve

Una moglie disperata rischia la vita per ritrovare il marito scomparso e si trova di fronte a un orribile segreto celato in un orfanotrofio da incubo. Cerca indizi, risolvi enigmi e sblocca nuovi ambienti mentre ti addentri in una città maledetta piena di oggetti nascosti in Stray Souls: Il Segreto della Casa Giocattolo, un cupo mondo di follia e di terrore!

 

Recensione Completa del 24 Novembre 2011
Stray Souls: Il Segreto della Casa Giocattolo, ennesima fatica degli Alawar (pubblicata all'interno dell'etichetta Friday's Games) e distribuito in Italia sul portale Zodiac, va ad inserirsi nel parco titoli casual disponibili per PC: sotto un impianto hidden object (ovvero: data una schermata fissa, al giocatore è demandato il compito di trovare vari oggetti, segnalati tramite una lista a fondo schermo), si nasconde un'avventura decisamente divertente da giocare.
Il titolo prende avvio con i nostri protagonisti, marito e moglie, stesi sul divano della propria abitazione. Sentito bussare alla porta, Sam si alza per aprire l'uscio, non trovando però nessuno. L'unico oggetto presente, infatti, è un misterioso pacco sigillato e, quando l'uomo va per esaminarlo, la porta della casa si richiude, facendolo misteriosamente scomparire. Danielle, allarmata, si alza per controllare e, dopo esser riuscita ad aprire il misterioso pacco, trova al suo interno un'inquietante bambola parlante che la guiderà verso la cittadina nella quale il suo sposo è cresciuto, un paesino che nasconde uno sgradevole passato.

Una trama che, pur presentando ingredienti che "sanno di già visto", riesce pienamente nel suo intento, ovvero quello di spingere il giocatore nella propria impresa volta a scoprire il segreto della misteriosa cittadina (e dell'esperimento svolto dall'orfanotrofio sul povero Sam), offrendo al tempo stesso qualche interessante colpo di scena. Ma passiamo a parlare del gameplay.
Innanzitutto, avviato il titolo, ci verr√† proposto di selezionare il livello di difficolt√† (Normale o Esperto): una decisione che di fatto non va ad intaccare l'effettiva complessit√† del tutto, limitandosi nell'intervenire sugli aiuti proposti al giocatore (ad esempio scegliendo Normale, il tempo che intercorre affinch√® la barra Aiuto si ricarichi √® di un minuto, mentre il margine temporale si raddoppia selezionando Esperto). Una volta archiviata la scelta, eccoci a dover scandagliare la locazione in cerca di indizi. Queste parti sono del tutto similari a quelle di una classica avventura, se non per il fatto che le zone con le quali √® possibile interagire sono evidenziate da un alone luminoso (non presente comunque al livello Esperto): una volta individuata una zona d'interesse, spesso si necessiter√† di un ulteriore oggetto per proseguire, che potr√† essere semplicemente ottenuto continuando nell'esplorazione oppure risolvendo qualche sezione hidden object. Gli enigmi proprosti, tutti molto facili, non porteranno mai via pi√Ļ di un paio di minuti, col risultato che non ci trover√† mai bloccati senza sapere cosa fare.

Come detto sopra, il gameplay √® supportato da una trama (presenti anche varie cutscene, sotto forma di immagini statische sottotitolate, purtroppo totalmente prive di doppiaggio) opprimente, che dar√† la sensazione al giocatore di dover agire celermente, nonostante il pericolo di incorrere in qualcosa "di brutto" √® puramente fittizio; in ci√≤ √® complice anche la colonna sonora, che presenta motivi tipici delle pellicole horror. L'impianto artistico √® molto ben curato, offrendo locazioni in linea con il tema trattato (se avete giocato la saga di Silent Hill o di Dark Fall vi troverete subito a casa, con le debite proporzioni ovviamente): case dall'architettura malata e "pericolosa", inquietanti bambole ed insomma tutto "l'armamentario" del caso. Purtroppo il titolo √® piuttosto breve: un giocatore con un minimo di esperienza pu√≤ portarlo a termine nell'arco di poco pi√Ļ di due ore. Se dunque siete in cerca di un'esperienza rilassante, che sappia intrattenervi senza tuttavia richiedere un particolare sforzo cerebrale, supportata da una storia che fa degnamente da collante al tutto, Stray Souls √® un titolo che fa per voi.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Alawar Games
Distributore: Zodiac
Data Rilascio: 19/01/2011
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Casual Adventure
Grafica: 2D
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows XP/Vista/7
Processore: 1,7 Ghz
RAM: 256 MB
Scheda Video: compatibile DirectX 9
Hard Disk: 500 MB
Supporto: Online Download
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario