Adventure's Planet
Mercoledì, 22 Novembre 2017 08:13
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Shadow of Memories

di Ivan Vailati  

il nostro voto
79
il vostro voto (5 votanti)
82
In breve

La nostra avventura ha inizio in un pomeriggio assolato. Eike Kusch (il nostro alter ego digitale) finito di pranzare in un ristorante si incammina verso le strade del centro quando viene assalito e ucciso da una persona sconosciuta. Nell’aldilà Eike farà la conoscenza di un personaggio misterioso che si offrirà di aiutarlo a cambiare il suo destino e scoprire chi è il suo assassino e per fare questo regalerà al nostro protagonista un Digipad, un oggetto che gli permetterà di viaggiare nel tempo.

 

Recensione Completa del 10 Maggio 2004
Mi accingo a scrivere questa recensione dopo aver concluso Shadow Of Memories da non più di un’ora, eppure già ne sento la mancanza: come sempre ci sono aspetti positivi e negativi che contraddistinguono questa produzione videoludica, ma alla fine prevale un senso di dispiacere nell’averla finita. Ma scendiamo nei dettagli.

La nostra avventura ha inizio il 4 Agosto 2001 in un pomeriggio assolato. Eike Kusch (il nostro alter ego digitale) finito di pranzare in un ristorante si incammina verso le strade del centro quando viene assalito e ucciso da una persona sconosciuta. Nell’aldilà Eike farà la conoscenza di un personaggio misterioso che si offrirà di aiutarlo a cambiare il suo destino e scoprire chi è il suo assassino e per fare questo regalerà al nostro protagonista un Digipad, un oggetto che gli permetterà di viaggiare nel tempo.

Da qui comincia la nostra avventura attraverso il tempo. Tra nodi di energia e intrecci spazio temporali i ragazzi della Konami hanno creato una trama e una sceneggiatura eccezionali: sicuramente una delle migliori apparse sul monolite nero (vi ricordo che il gioco per PC è un porting della versione PS2). Anche l’atmosfera che si respira nel gioco è davvero avvolgente; in qualsiasi era che attraverseremo sembrerà di trovarcisi veramente e se a tutto questo ci unite un impatto sonoro all’altezza (dialoghi compresi) il tutto diventa una prelibatezza. Anche se di buona fattura purtroppo il parlato è in inglese con i sottotitoli in italiano.

Dalle prime battute ci si accorge di come graficamente il gioco sia appagante per gli occhi. La cittadina dove si svolge tutta la nostra storia è resa discretamente bene, peccato che le locazioni (case, negozi) da visitare non siano tante. Anche i personaggi principali e secondari sono realizzati in maniera impeccabile e sono tutti caratterizzati ottimamente.

SOM certamente non è un gioco per i puristi delle avventure classiche 2D che fanno uso del mouse. Infatti il sistema di controllo è completamente dipendente dalla tastiera; con questa periferica ci si muove, si usano e si esaminano gli oggetti (per utilizzare un oggetto basta aprire l’inventario e selezionarlo, il resto lo fa il gioco), si parla. I movimenti di Eike risultano alquanto scomodi e non di rado mi è capitato di scontrarmi con mobili, muri o altro, ma questo è un aspetto secondario. Purtroppo i difetti maggiori si riscontrano nell’interazione con l’ambiente circostante (insufficiente). Pensate che in tutta l’avventura mi è capitato di raccogliere non più di 3 o 4 oggetti. D’altronde SOM è un avventura atipica, non ci sono oggetti da combinare o macchinari da usare, il tutto si riduce a parlare con le persone, raccogliere informazioni e creare paradossi temporali per risolvere un determinato problema. Non che questa debba essere considerata una cosa negativa perché il tutto è gestito in maniera ottima, ma torno a ripetere che i puristi delle avventure grafiche tradizionali e gli amanti degli enigmi allo stato puro rimarranno delusi dal gameplay che questo gioco ci offre.

Un altro difetto è la brevità, penso che un giocatore medio possa finire il gioco in non più di 5 ore e a nulla servono i 6 finali diversi se non ha scegliere quello che vi piace di più o aumentare di qualche minuto la longevità del prodotto.

Da sempre i viaggi nel tempo hanno affascinato scrittori, poeti, registi, dalle loro idee sono nati capolavori di valore assoluto che hanno saputo stuzzicare la fantasia della gente, chi non ha mai sognato di tornare nel passato e rivivere o cambiare qualcosa della propria vita? Tutto questo ora sarà possibile grazie ai ragazzi della Konami che hanno saputo trattare con maestria questo argomento e creare una trama che è un piccolo gioiello.

 

Info Requisiti
Generale
Conosciuto anche come: Shadow of Destiny
Sviluppatore: Konami
Distributore: Halifax
Data Rilascio: Q1 2003
Piattaforma: PC, PS2
Caratteristiche
Genere: Avventura/Fantasy
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse/Tastiera/Joypad
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 98/Me/2000/XP
Processore: 800 Mhz
RAM: 256 MB
Scheda Video: 32 MB
Hard Disk: 700 MB
Supporto: 1 CD
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario