Adventure's Planet
Sabato, 18 Novembre 2017 00:13
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Richard e Alice

di Overmann  

il nostro voto
76
In breve

Richard e Alice sono due prigionieri. Entrambe le loro celle sono dotate di un divano di pelle e di un computer ultra-moderno, ma solo Richard ha una TV. All'esterno sta scendendo la neve, Va avanti così già da un po'. Là fuori - si dice - ci sono interi pezzi del pianeta resi inabitabili dalla desertificazione, la terra è inaridita e spaccata. La popolazione vive in zone speciali ora. Almeno, quelli più fortunati. Richard e Alice hanno un segreto...

 

Recensione Completa del 30 Giugno 2013
Richard & Alice è l'ennesimo esempio di avventura grafica sviluppata da un piccolo team indipendente, con i limiti tecnici del caso e un forte focus sull'aspetto narrativo. Negli ultimi anni abbiamo visto diversi prodotti di questo genere: da quelli, un po' più complessi, pubblicati da Wadjet Eye (Gemini Rue, Resonance, la saga di Blackwell, Primordia) a quelli al limite della visual novel, come To the Moon, The Cat Lady o il gratuito Eternally Us. Questa volta l'ambientazione è del tipo post-apocalittico e il tono del gioco è indubbiamente adulto e a tratti spietato. L'accostamento più semplice, nel mondo delle avventure grafiche, è quello con The Walking Dead - ma un'indubbia fonte di ispirazione è il romanzo The Road di Cormack McCarthy.

Richard e Alice, che, ci viene detto, "hanno dei segreti", vivono in un mondo atterrito dalle condizioni atmosferiche: la neve incessante ha portato la società al declino, e ora gli esseri umani, poveri di risorse, vivono quasi anarchicamente, eccetto i pochi fortunati che hanno accesso alle cosiddette "zone". Richard e Alice si conoscono in prigione, sono vicini di cella. Lui è dentro per tradimento militare, lei per omicidio. Le loro celle sono dotate di TV, terminale, divano, letto, guardaroba e bagno privato, ogni giorno ricevono un pasto caldo e se dovessero avere qualche problema possono inviare un ticket per richiedere supporto: nel mondo di Richard e Alice, la prigione è vista come il posto più sicuro in cui vivere.
Si conoscono così, Richard e Alice, e pian piano si fanno conoscere anche dal giocatore. Seguiremo in particolare, attraverso diversi flashback, la storia di Alice, che ci racconterà delle sue avventure negli ultimi giorni, di quando doveva proteggere suo figlio Barney, di soli cinque anni, in un mondo pericoloso come quello presentato dall'universo di gioco.

L'avventura non è molto lunga (4-5 ore al massimo), ma, pur essendo abbastanza lenta, non manca di intensità: una storia drammatica che parla di uomini in situazioni al limite, che mette continuamente in dubbio il limite stesso, che arriva a supporre che non esistano più peccati o peccatori, né un confine tra giusto e sbagliato. In un mondo in cui l'unica cosa che conta è sopravvivere, i personaggi si muovono in modo incredibilmente realistico: il rapporto tra Alice e Barney è scritto particolarmente bene, e non fa rimpiangere quello fra Lee e Clementine, pur con le dovute differenze. Barney è spaventato, infantile, sbaglia la grammatica. Alice ce la metta tutta per proteggerlo e rassicurarlo, ma a volte vorrebbe solo piangere.
É un gioco scritto molto bene, Richard & Alice. Personaggi e situazioni risultano sempre credibili, i dialoghi sono interessanti, talvolta toccanti, sollevano quesiti tipici del genere ma non per questo meno validi. L'avventura procede senza grossi ostacoli: nonostante la mole di dialoghi sia significativa, siamo comunque davanti a un gioco che vi chiede di interagire con l'ambiente per risolvere determinate situazioni. I puzzle sono perlopiù semplici, e anche se l'inventario può diventare grandino, il giocatore difficilmente è messo in difficoltà. Il gameplay risulta gradevole, senza essere d'intralcio alla storia, e senza essere messo lì tanto per fare, e anch'esso è caratterizzato da un certo realismo.

Nonostante la breve durata, c'è di più in Richard & Alice: il gioco ha infatti diversi finali che si possono sbloccare a seconda del comportamento del giocatore durante l'avventura. L'approccio è piuttosto interessante, in quanto non avrete delle scelte chiare davanti a voi, niente di così decisivo o melodrammatico (come avviene chiaramente in The Walking Dead), semplicemente a seconda delle vostre azioni e delle vostre conversazioni potrete cambiare alcuni aspetti del gioco, compreso il finale. La storia si sviluppa in modo intelligente, e anche se i più attenti possono anticipare certi colpi di scena, questo non ne svilisce il valore, anzi. Giocare due partite può venire quasi naturale, perché il finale mette assieme un po' di pezzi di puzzle in modo interessante.

Veniamo alle note dolenti: l'aspetto tecnico del gioco è sotto la media, anche considerando la sua natura indipendente. Non siamo di fronte a un prodotto gratuito, quindi trovarsi davanti una grafica così spartana, un design così povero, delle musiche appena sufficienti e la totale assenza di doppiaggio, tutto insieme, lascia delusi. L'atmosfera non manca, ma è trasmessa soprattutto dal mondo di gioco, dai dialoghi saggiamente preparati e da una scrittura che non scricchiola mai. Sarebbe ipocrita sostenere che Richard & Alice non guadagnerebbe moltissimo da un comparto tecnico di maggior livello.

Se vi interessano i giochi incentrati sullo story telling, non vi siete ancora annoiati delle ambientazioni post-apocalittiche, apprezzate una scrittura asciutta e drammatica, e pensate di sopportarne i limiti tecnici, Richard & Alice è un gioco che fa per voi, e difficilmente vi deluderà. Nel suo genere è un'avventura solida, d'atmosfera, coinvolgente. Quello che le manca per essere un vero successo è un po' più di carne al fuoco (il gioco è abbastanza breve da apparire quasi un episodio di qualcosa di più grande), e soprattutto un po' più cura per il comparto audio-video: con qualche musica azzeccata, un buon doppiaggio e uno stile grafico più ricercato, ci troveremmo di fronte a un gioco da provare assolutamente. Così com'è, è solo un buon gioco, che si distingue per una sceneggiatura e un game design di livello. Non che sia poco.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Owl Cave
Data Rilascio: Q1 2013
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Fantascienza
Grafica: 2D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse/Tastiera
Sottotitoli: Inglese
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows XP/Vista/7/8
Processore: 1 Ghz
RAM: 512 MB
Scheda Video: compatibile DirectX 9
Hard Disk: 100 MB
Supporto: Online Download
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario