Adventure's Planet
Sabato, 18 Novembre 2017 05:48
Benvenuto ospite

Recensione

In Memoriam

di Carlo de Caesaris  

il nostro voto
82
il vostro voto (3 votanti)
75
In breve

Un giornalista e la sua compagna sono scomparsi durante le indagini su una serie di delitti avvenuti in diverse località europee. Unico indizio un CD Rom firmato da una misteriosa FENICE, ricevuto nei loro uffici e che sono stati resi pubblici. La FENICE contatta regolarmente la loro agenzia tramite computer e fornisce tracce basate su antichi libri esoterici. Questa è una richiesta di aiuto: solo voi potete mettervi alla ricerca di Jack e Karen. A voi il compito di entrare in contatto con La Fenice. Il serial killer diventerà la vostra guida, fornendo progressivamente indizi per l’interpretazione del contenuto del CD. Sarete letteralmente risucchiati nel labirinto della mente perversa della FENICE con l’unico obiettivo di seguire le orme di Jack e Karen da Roma a Ginevra, da Parigi a Praga e ritrovare sani e salvi i due scomparsi.

 

Recensione Completa del 19 Febbraio 2004
In Memoriam è un adventure strano, diverso dagli standard ai quali siamo abituati. Soprattutto se pensate al fatto che per giocarlo bisogna per forza disporre di un collegamento ad internet, cosa questa fondamentale per proseguire nel gioco. Comunque questo non lo rende brutto, tutt'altro! Ma andiamo con ordine.

Il gioco vi vedrà vestire i panni di... voi stessi, incaricati di ritrovare un reporter freelancer, Jack Lorsky, ed una sua amica e collaboratrice, Karen Gijman, scomparsi dal 4 febbraio 2003 in circostanze sconosciute, mentre erano in giro per l'Europa a far ricerche per un articolo sul quale stavano lavorando. Anche a voi toccherà attraversare mezza Europa nella ricerca dei due scomparsi, dalla tranquilla Grecia fino all'esoterica Praga, passando anche per la splendida Firenze.

Tutto ha inizio quando la società per cui lavora Jack, la SKL Network, riceve un misterioso CD contenente un filmato di Karen spaventata e tenuta prigioniera in un posto oscuro. Da quel momento ci saranno un susseguirsi di comunicati da parte della SKL che chiederà aiuto a chiunque, attraverso l'uso di internet, possa trovare o fornire informazioni utili sulle due persone scomparse.

Da qui ha inizio la vostra avventura. Lo schema di gioco è alquanto nuovo e (finalmente) intrigante. Sarete in costante contatto con il serial killer il quale, se riuscirete a superare i suoi puzzle, enigmi e sottogiochi, vi premierà con spezzoni di filmati, file audio e informazioni su Jack e Karen. Inutile dire che tutto ciò oltre ad avvicinarvi sempre più a loro, vi porterà verso l'assassino stesso...

Lo sviluppo del gioco ha richiesto parecchi anni e a dir la verità nessun aspetto è stato lasciato al caso. Partendo dai filmati di intermezzo, girati interamente dal vivo ed in luoghi reali. Gli attori sono stati veramente bravi nel recitare in maniera credibile e nel rappresentare i vari stati d'animo dei personaggi. Non sarà raro assistere a sguardi pieni di terrore, di smarrimento e... romanticismo. Graficamente non c'è molto da dire, l'avventura è interamente basata su giochi e puzzle creati in Shockwave. Comunque questi risultano essere molto piacevoli da giocare, quasi mai frustranti, e riescono a ricreare alla perfezione le atmosfere volute dall'assassino (tranne qualche sporadica occasione dove qualche gioco sembra essere stato messo lì per far numero). Le altre porzioni di gioco si svolgeranno invece online, attraverso l'uso dei principali motori di ricerca, alla ricerca di siti (spesso creati apposta per il gioco dagli sviluppatori) che vi possano dare informazioni utili per risolvere particolari enigmi. Lo scopo dei siti è anche quello di tracciare le linee della vicenda, approfondire i contenuti e dare quel pizzico di magia ed esoterismo che pervade tutto il gioco. Quando arriverete a 3/4 di gioco e comincerete a mettere insieme i tasselli, vi renderete conto di quanto siano stati bravi gli sceneggiatori nell'inventare una storia basata su personaggi e fatti realmente accaduti!

Il comparto sonoro non è male, anche se qualche debolezza c'è. Nei filmati avremo sempre qualche motivo musicale di sottofondo, mentre nei momenti in cui vi cimenterete nella risoluzione dei puzzle o sarete in contatto con il serial killer ci saranno sempre suoni strani, meccanici, striduli a farvi compagnia. Tutto ciò vi risulterà essere un po' ripetitivo a lungo andare.

Concludendo, In Memoriam è un gioco che va provato, sia dai sostenitori sia dai detrattori del genere, in quanto risulta essere un ibrido che al momento non rientra in nessuna categoria. Indubbiamente ha il suo fascino, ma per chi odia i rompicapo sarà dura restare sullo schermo del gioco per più di mezz'ora.

Ma come ho detto all'inizio della recensione quest'avventura è una ventata di novità, provare per credere!

 

Info Requisiti
Generale
Conosciuto anche come: Missing
Sviluppatore: Lexis Numerique
Data Rilascio: Q2 2004
Piattaforma: MAC, PC
Caratteristiche
Genere: Thriller/Horror
Grafica: FMV
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Italiano
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 95/98/2000/XP
Processore: 333 Mhz
RAM: 64 MB
Scheda Video: SVGA
Hard Disk: 700 MB
Supporto: 1 CD
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario