Adventure's Planet
Lunedì, 25 Settembre 2017 04:39
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Hector: Badge of Carnage - Episode 1: We Negotiate With Terrorists

di Luca Massari  

il nostro voto
72
il vostro voto (2 votanti)
75
In breve

Avventura umoristica ad episodi che ci mette nei panni di Hector, uno strampalato poliziotto alle prese con terroristi, rapinatori e criminali completamente fuori di testa.

 

Recensione Completa del 10 Luglio 2011
Che i media ormai si influenzino a vicenda è un dato di fatto: l'odierna line-up dei titoli della Telltale stessa è basata, almeno in buona parte, su licenze cinematografiche come Back to the Future e Jurassic Park, virando poi verso gli spazi fumettistici con i non ancora usciti Fables (basato sull'omonima serie della DC Vertigo) e il The Walking Dead di Robert Kirkman. Oltre ai meri universi narrativi, spesso si applicano schemi e concetti propri di un determinato ambito ad un altro (è il caso, appunto, della scansione episodica e della seguente suddivisione in stagioni, propria dei serial tv), e non è strano quindi che il brand di Hector sia stato creato proprio pensando ad un approccio multimediale. Già protagonista di una serie di webisodes (visionabili gratuitamente a questo indirizzo), il personaggio creato dagli Straandlooper (con il character design affidato a Dean Burke, che cura anche parte degli ambienti di gioco) sbarca in un primo momento su iPhone e iPod, e solo secondariamente su PC.

Come si evince anche dalla "descrizione" affibiata al protagonista (Fat Arse of the Law), quello di Hector è un mondo sporco, e dalle regole totalmente invertite. Iniziando l'avventura in una cella della stazione della polizia, privo dei pantaloni e sofferente dei postumi di una sbornia, l'ispettore dovrà evadere usufruendo di un preservativo (usato) in modo del tutto inusuale, a mo di canna da pesca... in un water. Se questo è solo l'incipit, basta proseguire per accorgersi della vena "politically uncorrect" del titolo: i dialoghi, infatti, non tralasciano epiteti coloriti, e le locazioni di gioco sono alquanto inusuali (un porno shop con annesso armamentario) così come i modi per sbrogliare le varie situazioni. In un'occasione avremo modo di "barattare" un tossicodipendente (sì, terremo una PERSONA in inventario!) in cambio di una bambola gonfiabile, consolidando il fatto che la pornografia non è altro che mercificazione del corpo (in questo caso, letterale).

Purtroppo, proprio su questo versante il gioco si dimostra debole: se l'ironia sui generis è sicuramente ben accetta, è la voglia di supire a tutti i costi che fa mancare clamorosamente il bersaglio al titolo Telltale. L'umorismo di Sam & Max, ad esempio, riesce ad essere molto più sottile, pungente ed intelligente di quello di Hector, adottando una tecnica "multistrato" per gli scambi di battute che tiene conto dell'età e delle conoscenze del giocatore per filtrare determinati contenuti. Hector invece si "vanta" del suo essere adulto in modo troppo smaccato, facendo il passo più lungo della gamba e risultando spesso forzato.

Il gameplay, contrariamente a molti degli ultimi prodotti Telltale, vira sull'avventura classica: un doppio click permetterà di interagire con un oggetto, mentre selezionando quest'ultimo con un elemento dello scenario lo si userà nel modo più opportuno (dandolo al personaggio non giocante di turno oppure semplicemente utilizzandolo); strano a dirsi, è presente anche una feature che da tempo non si vedeva: la combinazione di oggetti. Questi saranno organizzati, come nei titoli Lucas, in un inventario "visivo" posto a fondo schermo, facilmente accessibile con un click. Per sbloccare determinate situazioni e proseguire nel gioco, inoltre, sarà necessario affrontare vari i dialoghi non solo esaurendo tutti gli argomenti della conversazione, ma anche selezionando determinate linee di testo (spesso anche in una determinata sequenza) così da ottenere un'informazione o un oggetto vitali per il proseguimento. Sarà presente anche la classica mappa per consentire lo spostamento fra le varie locazioni (che purtroppo sono solo quattro) nonché un sistema di hint, qualora dovessimo bloccarci (evento veramente difficile, considerando la "vastità" delle schermate).

Le musiche di accompagnamento, affidate allo stesso Burke, non brillano certo per originalità e si limitano a svolgere impercettibilmente il proprio lavoro senza lode alcuna. Quel che lascia piacevolmente stupiti è l'aspetto grafico del titolo, che rimanda a produzioni come quelle trasmesse da Cartoon Network, con personaggi spesso stilizzati e delimitati da una netta linea nera (dopotutto gli Straandlooper nascono come studio di animazione); la transizione fra cut-scene e parti giocate avviene naturalmente e il tutto risulta ben coeso. Il porting, se di porting di può parlare, dai dispositivi Apple è di ottima fattura (diversamente, ad esempio, da quanto accaduto con Broken Sword Director's Cut), essendo presenti varie risoluzioni e settaggi grafici che consentono al titolo di essere goduto appieno senza risultare "stiracchiato" da una versione portatile.

Il vero difetto di questo Hector: Badge of Carnage risiede però nella longevità: a fronte di un prezzo di 10 dollari, ci troviamo fra le mani un prodotto che, a conti fatti, non richiederà più di due ore, al giocatore medio, per essere completato (senza usufruire peraltro di aiuti, dato che bloccarsi è quasi impossibile) e ci si chiede quindi come mai Telltale non abbia concesso la possibilità agli acquirenti di comprare l'intero blocco della stagione (che sarà composta da tre capitoli) ad un prezzo sicuramente inferiore. Inoltre, il titolo non permette la visualizzazione dei sottotitoli durante le sequenze filmate, il che si traduce spesso, grazie anche al fatto che l'inglese utilizzato non è "pulito" ma misto a frammenti in slang o modi di dire, nell'impossibilità di cogliere appieno la verve narrativa degli sceneggiatori.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Straandlooper
Publisher: Telltale Games
Data Rilascio: 27/04/2011
Piattaforma: iPad, MAC, PC
Caratteristiche
Genere: Avventura
Grafica: 2D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Touchscreen / Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Inglese
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario