Adventure's Planet
Sabato, 18 Novembre 2017 00:13
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Heaven

di Ivan Vailati  

il nostro voto
50
In breve

In questa "paradisiaca" avventura, ci sono due protagonisti: Joshua, un astronauta che si ritrova in Paradiso dopo che la sua navicella è stata danneggiata da una pioggia di asteroidi, e Axis, una stupenda ragazza bionda che da piccola fu colpita da una malattia che le paralizzò le gambe, ma la sua fede in Gesù le permise di guarire e, dopo una lunga vita, di ritrovarsi in Paradiso...

 

Recensione Completa del 09 Gennaio 2011
La parola “strana” è la prima che ho pensato una volta terminata quest’avventura. Era da tempo che non mi capitava sottomano qualcosa di così particolare e non mi sto riferendo al gioco in se stesso, che si presenta come la tipica avventura in soggettiva, con cursore al centro dello schermo e visuale a 360°, ma al messaggio che si prefigge di diffondere. Heaven è un gioco ispirato ai testi biblici, a Dio e ai doni che egli ha creato per tutti noi. Nel filmato introduttivo vedremo Joshua, il protagonista della nostra storia di fronte alla tomba della persona più importante che abbia mai conosciuto in vita, sua nonna. Dopo questo breve ricordo, lo ritroveremo vent’anni dopo, in viaggio sulla sua astronave in collisione con degli asteroidi.

Presto ci ritroveremo a muoverci per la navicella spaziale. All’inizio non ce ne renderemo conto, ma sostanzialmente ci stiamo muovendo all’interno del menù di gioco: un’idea che ho trovato veramente carina. Andando a sinistra, potremo vedere degli screen o delle foto, dirigendoci dietro potremo creare una nuova partita o caricarne un'altra (i salvataggi si attiveranno ogni volta che si esce dal gioco). Andando a destra, potremo vedere altri particolari dell’astronave. Una volta iniziata l’avventura, partirà un altro filmato: la nostra astronave esploderà e degli angeli ci accompagneranno sulla Paradise Island, dove ritroveremo nostra nonna ringiovanita, che ci aiuterà nel lungo cammino verso il paradiso.

Graficamente Heaven non si presenta poi così malaccio, nonostante la risoluzione sia fissa su una misera 800 x 600 a 24 bit di colore e che in molti casi gli oggetti non siano poi così nitidi, specialmente se visti da lontano, complice per l’appunto la bassa risoluzione. L’engine creato dai Genesis Works, denominato WIT (World Immersion Technology) riesce a compiere sufficientemente bene il proprio lavoro, grazie anche ad un’ambientazione molto ispirata e originalissima (il paradiso è ricreato veramente bene, sembra essere un’opera d’arte). Il motore grafico riesce a dare il suo meglio durante i filmati di intermezzo, anche se, sia chiaro, stiamo parlando di una produzione uscita più o meno due anni fa e già allora si poteva trovare di meglio in giro.

L’interfaccia è semplicistica come non mai: scordiamoci l’inventario e i dialoghi: tutto è gestito tramite mouse con il semplice ausilio del tasto sinistro. Ciò che ci serve lo si trova nelle ambientazioni e il cursore può essere (a scelta) una croce illuminata o la solita freccia che si modifica per l’occasione in presenza di zone attive.

Se si è alla ricerca di una trama ben congegnata, meglio lasciare perdere. Lo scopo è solo uno: raggiungere il trono di Dio nell’alto del paradiso e per farlo dovremo superare sei livelli, ognuno di questi contenente un enigma principale che non sarà mai di difficile soluzione. Complici anche i molti aiuti messi a disposizione qua e là nel gioco: è possibile assistere a filmati introduttivi al livello con spiegazioni su cosa fare, oppure parlare con nostra nonna che ci può dare una mano, senza contare che ogni volta che si prende la direzione sbagliata una voce ci avviserà facendoci tornare indietro. Il problema vero e proprio degli enigmi non è la difficoltà, ma l’elaborazione che a volte risulta esasperante. Tanto per citarne uno, nel secondo livello chiamato “The Golden Street”, ci tocca fare avanti e indietro molte volte per le stazioni e il luogo di partenza, solo per trovare il segno che serve per proseguire, stessa cosa proseguendo nel gioco e tutto questo alla lunga risulta stancante e monotono, un vero peccato.

Note positive sul fronte del comparto sonoro: tutto molto ispirato, dalle musiche ben orchestrate, agli effetti sonori, al doppiaggio inglese, sempre chiaro e pulito.

Dare un giudizio non è facile, se devo considerare Heaven dal punto di vista videoludico meriterebbe una sonora bocciatura, se considero Heaven per l’obiettivo che si prefigge, ovvero la diffusione della parola di Dio, del messaggio della Bibbia, avrei da dire solo cose positive. Purtroppo mi domando: quanto può interessare al giocatore abituale un’avventura del genere? È pur vero che stiamo parlando di una produzione indipendente, ma se cerchiamo qualcosa che abbia sostanza il mio consiglio è di virare su qualcosa di diverso.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Genesis Works
Data Rilascio: Q4 2008
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Avventura/Fantasy
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario