Adventure's Planet
Sabato, 23 Settembre 2017 20:16
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

El Dorado

di Ivan Vailati  

il nostro voto
69
il vostro voto (1 votanti)
64
In breve

Due ragazzi spagnoli, sulla cui testa pende un mandato di cattura, fuggono dal proprio paese per imbarcarsi alla ricerca della leggendaria Città d'Oro, El Dorado. Ispirato all'omonimo film di animazione della Dreamworks.

 

Recensione Completa del 30 Luglio 2004
Preceduto dal libro e soprattutto dal film d’animazione omonimo della Dreamworks, El Dorado ha acceso le speranze di molti avventurieri che hanno atteso in trepidazione la sua uscita. Le loro attese saranno state premiate? Ne sarà valsa la pena? Andiamo a vedere.

La nostra avventura comincia in una non precisata città spagnola. Tullio e Miguel (i 2 personaggi che guideremo durante tutto il gioco), una coppia di furfanti, riescono a entrare in possesso (vincendo al gioco) di una mappa che porta a El Dorado, la mitica città d’oro, ignorando però che questo sarà solo l’inizio di una grande avventura che li vedrà protagonisti.

Subito dall’inizio ci si accorge di come il gioco graficamente sia di ottima fattura, tutte le locazioni sono ottimamente disegnate, ricche di colori e rendono bene l’idea dell’epoca dove si svolgono le vicende, anche se purtroppo non si può dire la stessa cosa per tutti i personaggi che compongono l’avventura in quanto risultano cubettosi e mal si integrano con gli sfondi.

Molto positivo è il versante sonoro. Se la musica e gli effetti sonori dovessero apparirvi solo buoni aspettate di ascoltare il doppiaggio: perfetto e recitato in maniera ottima, non per niente i doppiatori che hanno dato le voci ai personaggi si chiamano Alessandro Gassman e Marco Tognazzi che con la loro professionalità sono riusciti a dare un tocco di divertimento al tutto. Eh si, perché se c’è qualcosa che qui non manca è il divertimento, dall’inizio alla fine.

Purtroppo però, al di là di queste note positive, ci sono anche delle lacune piuttosto gravi. Il cuore di ogni avventura che si rispetti sono gli enigmi e la trama e in questo frangente El Dorado fallisce clamorosamente! La facilità degli enigmi che compongono il gioco è ridicola e influenza non di poco la longevità del prodotto (penso che un giocatore medio possa finirlo in non più di 4 ore).

Nella trama ho trovato delle incredibili mancanze, mi domando come sia possibile saltare da una scena all’altra senza motivo. Per farvi un esempio: al vostro arrivo nella città d’oro improvvisamente vi ritroverete inseguiti da un giaguaro di pietra fatto resuscitare da un mago malvagio senza sapere né il perché né il per come, e questo succede anche in un secondo caso con l’arrivo dei conquistadores.

A questo punto la mia domanda è legittima: si tratta di un astuto stratagemma per costringere chi compra El Dorado a vedere o acquistare il film o si tratta semplicemente di una mancanza da parte dei programmatori? Mistero!!!!!!!

Pur trattandosi di un’avventura grafica i controlli di gioco sono gestiti tutti tramite tastiera, i movimenti dei personaggi risultano scomodi (non di rado vi capiterà di scontrarvi con muri o con oggetti) quando si utilizzano i tasti cursore, mentre per ogni altra azione bisogna usare un tasto diverso ogni volta. Quindi avrete: un tasto per correre, uno per rannicchiarsi, uno per l’inventario e uno per interagire.

L’interazione con l’ambiente e con gli oggetti è scarsa, poche sono le cose da utilizzare, gli oggetti non saranno mai più di 4 nel vostro inventario e quando si possono usare con qualcosa lo si capisce subito perché la zona circostante comincia a lampeggiare.

Ultime parole per i filmati che sono tratti direttamente dal film. Pochi ma di ottima fattura, anche per i personaggi del gioco caratterizzati ottimamente.

Sappiamo ormai per esperienza che i giochi che prendono spunto dalle pellicole cinematografiche non hanno mai avuto grande successo, per un motivo o per un altro ogni tentativo di trasformare un film in un gioco è sempre fallito miseramente. Questo adventure non è da buttare via ma purtroppo i ragazzi della Revolution hanno creato un avventura senza infamia e senza lode, con clamorosi alti e bassi.

Tirando le somme il gioco risulta divertente, graficamente bello e con un ottimo doppiaggio e impatto sonoro, ma purtroppo anche corto, troppo facile, poco interattivo, senza filo logico e con un interfaccia utente scomoda e complicata.

Alla fine non posso che consigliare El Dorado alle persone che si avvicinano per la prima volta al genere delle avventure, a chi ha gia visto il film e ai ragazzi più giovani che avranno di che divertirsi. Per tutti gli altri sarebbe solo uno spreco di tempo e denaro visto che ci sono in giro avventure molto più belle e soddisfacenti da giocare.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Revolution Software
Data Rilascio: Q1 2001
Piattaforma: PC, PS
Caratteristiche
Genere: Avventura
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse/Tastiera
Doppiaggio: Italiano
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 95/98
Processore: 233 Mhz
RAM: 32 MB
Scheda Video: 8 MB
Hard Disk: 400 MB
Supporto: 1 CD
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario