Adventure's Planet
Giovedì, 21 Settembre 2017 21:26
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Dark Tales: La Maschera della Morte Rossa di Edgar Allan Poe

di Ekaterina  

il nostro voto
85
In breve

Il detective Dupin è stato chiamato nella città di Lumineux per fermare un misterioso assassino che porta sul volto una maschera rossa e sta uccidendo uno dopo l’altro i membri del consiglio comunale. All’arrivo in città si accorge però che la situazione è più complessa e la popolazione, vessata dalle tasse e dalle angherie del sindaco Prospero, vede il criminale soprannominato Maschera Rossa come un eroe. A noi il compito di aiutare Dupin nell’indagine e capire chi è il vero colpevole tra il sindaco e la Maschera Rossa.

 

Recensione Completa del 17 Settembre 2013
Dark Tales: La Maschera della Morte Rossa di Edgar Allan Poe è, dopo I Delitti della Rue Morgue, Il Gatto Nero, La Sepoltura Prematura e Lo Scarabeo d’Oro, il quinto gioco sviluppato da ERS Game Studios della serie ispirata ai racconti dello scrittore americano Edgar Allan Poe.
Come nei precedenti episodi il giocatore impersonerà un giovane investigatore che affiancherà nell’indagine Auguste Dupin, il detective creato da Poe considerato il precursore degli investigatori letterari.

La trama del gioco in verità è abbastanza diversa dall’opera di Poe di cui porta il nome: Dupin riceve una lettera da parte di Jacques Morro, capitano dei gendarmi della città di Lumineux, nella quale gli viene chiesto di indagare su un misterioso assassino con una maschera rossa sul volto che ha già ucciso diversi consiglieri e minaccia la vita dello stesso sindaco. Arrivati a Lumineux ci si accorge che la situazione è in realtà un po’ diversa e il giocatore, oltre ad indagare per scoprire la vera identità del criminale, dovrà raccogliere una serie di indizi e testimonianze per stabilire alla fine se il vero colpevole è il sindaco Prospero – che vessa gli abitanti della città con tasse altissime riducendoli alla fame – o la Maschera Rossa – che ha ucciso diversi consiglieri ma è visto che un eroe dalla popolazione. Al termine del gioco, in base alle prove raccolte, sarà infatti il giocatore a decidere chi dei due arrestare.

Come negli altri giochi firmati ERS Game Studios la grafica è decisamente buona e gli scenari sono realizzati con cura, ricchi di dettagli e dotati di elementi animati che ne aumentano il realismo. L’intera storia ha luogo nella città di Lumineux e nei suoi dintorni e nel complesso sarà possibile visitare circa quaranta scenari.
La navigazione avviene completamente con il mouse e il cursore cambia forma se lo si passa sopra un oggetto con cui è possibile interagire, diventando una mano se è possibile raccoglierlo o muoverlo, un occhio se lo si può esaminare o per parlare con le persone e una freccia per spostarsi di schermata.
L’inventario a scomparsa si trova nella parte bassa dello schermo e viene richiamato semplicemente passandoci sopra con il cursore, mentre una serie di altri collegamenti sono stati disposti negli angoli dello schermo, in una posizione tale da non dare fastidio durante il gioco, ad eccezione di un paio di occasioni in cui il tasto “aiuto” si ritrova ad essere molto vicino agli oggetti da trovare in una schermata di HO, con il rischio di schiacciarlo per sbaglio.
Nel menù di avvio è possibile scegliere tra diverse difficoltà: relax, avanzata ed estrema. La scelta non è comunque definitiva ed è possibile cambiarla in qualunque momento accedendo al menù dal collegamento in basso a sinistra dello schermo.
Per quanto riguarda lo stile di gioco, è presente un giusto bilanciamento di schermate a oggetti nascosti e minigames di difficoltà variabile ma in generale abbastanza semplici, soprattutto per chi ha familiarità con questo tipo di giochi. Se ci si ritrova in difficoltà è possibile saltare un minigame, utilizzare il tasto “aiuto” per avere suggerimenti sulla mossa da fare o sulla posizione di un oggetto nelle schermate HO oppure accedere ad una completa guida strategica dal collegamento in basso a sinistra.

Rispetto ai precedenti episodi della serie Dark Tales sono state introdotte alcune novità, la più importante della quali è un “ufficio” (accessibile cliccando sulla gemma nell’angolo in alto a sinistra) nel quale appariranno i trofei guadagnati durante il corso del gioco e sarà possibile giocare con un gattino grazie ad alcuni oggetti recuperabili nel corso dell’avventura. Il sistema dei trofei è ben realizzato e spinge il giocatore a non saltare i minigames e a risolvere gli HO senza ricorrere agli aiuti in modo da assicurarseli tutti.
La seconda novità è una macchina fotografica, situata sulla sinistra dello schermo accanto al collegamento al menù, con la quale sarà possibile collezionare immagini dei vari luoghi visitati. Questa immagini potranno essere salvate sul proprio pc e saranno inoltre usate in una sorta di mappa (accessibile dal diario, in basso a sinistra dello schermo) con cui spostarsi rapidamente tra una locazione e l’altra. Quest’ultima funzione devo dire di averla trovata abbastanza macchinosa e poco utile, anche perché il normale spostamento tra scenari adiacenti è semplice e rapido.
Il doppiaggio in inglese dei dialoghi di Dupin e degli altri personaggi che si incontrano è buono ed è ben fatta anche la traduzione italiana delle scritte e della guida strategica.

Il gioco è disponibile in inglese nella versione classica e nella collector edition, e in italiano solo come collector edition. Questa edizione, oltre ad avere un capitolo bonus che permette di concludere nel modo migliore la storia, dando anche senso ad alcuni indizi trovati nei capitoli precedenti, mette a disposizione una serie di screen saver e sfondi per il desktop e da la possibilità di rigiocare a piacimento tutti i minigames e gli HO.
La durata del gioco, considerando anche il capito bonus della collector edition, raggiunge le 5-6 ore, nella media per i giochi di questo tipo.
In conclusione mi sento di consigliare decisamente questo gioco agli appassionati di casual games ed in particolare a chi avesse apprezzato i precedenti episodi delle serie Dark Tales.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: ERS Game Studios
Publisher: Big Fish Games
Data Rilascio: 30/04/2013
Piattaforma: MAC, PC
Caratteristiche
Genere: Casual Adventure
Grafica: 2D
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows XP/Vista/7/8
Processore: 1.4 GHz
RAM: 1 GB
Scheda Video: compatibile DirectX 9
Hard Disk: 900 MB
Supporto: Online Download
Ricerche
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario