Adventure's Planet
Venerdì, 24 Novembre 2017 17:31
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Dracula 2 - L'Ultimo Santuario

di Salvo Puccio  

il nostro voto
75
il vostro voto (10 votanti)
75
In breve

Il Destino di Dracula è alla fine rivelato. Cosa ha spinto il conte Dracula fino a Londra nel 1905? Jonathan Harker semplicemente non può permette al suo temibile avversario di estendere il proprio velo di morte sulla sua amata Mina e di conseguenza la sua malefica forza sul genere umano. Egli deve inseguire il conte Dracula nella nebbia di Londra e seguirlo nel suo ritorno nel cuore della Transilvania per scoprire il suo temibile segreto: lo scontro finale col vampiro è inevitabile.

 

Recensione Completa del 01 Settembre 2005
Era chiaro che sarebbe tornato, e se possibile più INCAZZATO che mai..

Alla fine del primo episodio eravamo riusciti a scappare dal suo tetro maniero, ma di certo sapevamo che non sarebbe finita là! Wanadoo e Microids, nell'anno 2000, ci riportano così nuovamente alle atmosfere lugubri e horrorifiche del primo episodio e stavolta ci portano a Londra, dove speriamo stavolta di poter mettere la parola FINE a questa brutta storia. Cominciando esattamente da dove era finita la prima parte, e cioè con la nostra fuga insieme a Mina dal castello di Dracula in Transilvania a bordo di un "aliante" dell'epoca, il secondo episodio ci vede ancora nei panni di Jonathan Harker, e dovremo davvero impegnarci molto affinché Dracula non prenda possesso per sempre di Mina, nostra moglie, nel frattempo messa sotto le cure del nostro amico, il Dr.Seward! E partendo da Carfax, residenza londinese del Conte, sarà una vera e propria caccia all'uomo(o al vampiro..) durante la quale il prode Jonathan, che di coraggio ne dimostrerà parecchio, darà del filo da torcere al principe delle tenebre attraverso fogne, manicomi, ville, cave, cunicoli, antri, castelli, vampiri, uomini-lupo e streghe tenebrose (e chi più ne ha più ne metta...): insomma, ci sarà da girare parecchio!

E non dimentichiamo che dobbiamo ancora scoprire il segreto che circonda l'Anello del Drago, rubato al Conte nel corso del primo episodio.

Graficamente il gioco è formato da schermate tutte in grafica 2D pre-renderizzata dove avremo l'illusione di muoverci liberamente a 360 gradi. In realtà non sarà così, perchè potremo "vagare" solo dove il gioco ce lo permetterà: comunque ormai siamo abituati a questo sistema di navigazione, ormai il più usato nelle avventure in prima persona. Ovviamente rispetto al primo episodio, le migliorie sono considerevoli e visibili. Le tantissime schermate del gioco fanno egregiamente la loro parte e sono tutte impregnate di atmosfere lugubri, con quei cieli sempre cosi grigi e quegli interni così bui. D'altra parte stiamo parlando di un gioco a sfondo "pauroso" e quindi è giusto che sia stata adottata questa scelta, anche se delle volte ciò può inficiare la visione di alcuni oggetti, che per essere trovati, ci faranno sforzare non poco. Considerevoli sono i filmati di intermezzo (davvero tanti, e alcuni anche abbastanza lunghi) che danno un tocco molto cinematografico al gioco e spezzano quel senso di solitudine che di solito si impossessa di noi quando giochiamo ad un'adventure in prima persona. Certo, non posso dire che rasentino lo stato dell'arte, i movimenti dei personaggi sono un po' legnosi, ma bisogna anche considerare che stiamo parlando di un prodotto uscito ben cinque anni fa.

Dal punto di vista del sonoro, il game non è affatto male. Non esiste una musica di sottofondo, ma solo effetti sonori e ambientali che tra l'altro sono fatti davvero bene. Fruscii di alberi negli esterni, urla e lamenti nel manicomio, venti taglienti nei castelli, ululati nei cimiteri e tanto altro fanno del comparto sonoro uno dei punti di forza del gioco. La tensione non lascia a desiderare come neanche quel PIZZICO di brivido che in un titolo come questo non deve certo mancare..

Nota di demerito invece per le voci dei doppiatori. A parte il fatto che sono davvero poche e in molte si ripetono su più personaggi(E LO SI NOTA CHIARAMENTE), esse non sono neanche tanto "immerse" nella parte, secondo me. Il protagonista è molto credibile, così come Hopkins il pazzo, ma altri come Mina o lo stesso Dracula, danno tanto la sensazione delle "MACCHIETTE"! Ciò non inficia più di tanto la resa totale di questo titolo anche se, forse, si poteva di meglio.

L'interfaccia è quanto di più standard possa esistere. Il puntatore assumerà le solite forme convenzionali a seconda di cosa sarà possibile eseguire, e cioè: avanzare in una direzione, raccogliere un oggetto, usare qualcosa, esaminare una cosa, etc..
Col pulsante destro del mouse richiamiamo l'inventario, all'interno del quale possiamo vedere da vicino gli oggetti raccolti (alcuni sono davvero minuscoli e delle volte sono anche poco riconoscibili..) e anche combinarli tra di loro. E succederà tante volte. Col tasto ESC invece accederemo alle classiche opzioni di salvataggio/caricamento delle partite e fine del game. Gli spazi per i salvataggi sono 8: bastano. Ripeto, siamo nella norma.

Parliamo degli enigmi adesso, che sono abbastanza vari. Si va dalle classiche combinazioni di oggetti, a puzzle un po' più complicati. Niente di veramente frustrante e' stato ravvisato, parecchi enigmi vengono risolti grazie ad un'acuta lettura dei diari che entreranno in nostro possesso durante il gioco, però devo anche ravvisare che per altri rompicapo invece ci vuole tanta dose di fortuna e scervellamento. Mi riferisco soprattutto alle sezioni dove dovremo usare gli occhiali che ci darà Hopkins, fedele servitore di Dracula, ma che dopo poco passerà dalla nostra parte: in queste situazioni dovremo CAPIRE cosa e DOVE osservare per andare avanti.Non ho trovato molto intuitivi questi passaggi, spero che sia stata solo una mia impressione(ovviamente "GIOCATE" per CAPIRE meglio..).

La difficoltà del gioco comunque, non è di certo bassa. All'interno del game, trovano posto anche degli enigmi a tempo. Alcuni di essi sono delle sezioni simil-action, nel senso che in poco tempo dovremo compiere delle determinate azioni, e se non ci riusciremo la pena sarà la nostra morte. Motivo per cui vi consiglio di salvare spesso, perché nel gioco si muore, e senza preavviso (ovvio..)! Comunque in queste sezioni, viene dato abbastanza tempo per farcela, è giusto dirlo! Una barra rossa apparirà al centro dello schermo in alto, e col passare del tempo diminuirà di livello. Appena la barra sarà esaurita, sarete carne da macello (in un gioco come questo, il paragone ci può stare..). Rispetto al primo episodio, la difficoltà degli enigmi è stata calibrata verso l'alto, dunque.
Il gioco vanta una longevità media, almeno 20 ore garantite, ma se ne aggiungerà di sicuro qualcuna di più (se non si sbircia una solla!). Non sono inclusi finali alternativi, il gioco ne possiede uno solo e ciò dunque non dovrebbe invogliarvi a rigiocarlo, se non dopo molto tempo. Essendo un adventure abbastanza datato, Dracula 2 non ha bisogno di configurazioni hardware alte,anzi i requisiti sono ai mimini termini. Giocabile, insomma, in qualunque pc.

Concludendo, PER ME, un validissimo titolo che mi è piaciuto molto. Non sono un grande appassionato di giochi in prima persona, ma devo dire che Dracula 2 mi ha appassionato. Sarà perchè i tanti filmati di cui il gioco è impregnato rendono l'esperienza molto "cinematografica" e non portano a sentirti da "SOLO" all'interno dell'avventura (anche se lo siamo, i protagonisti sono in realtà davvero pochissimi). Gli enigmi non sono facili: alcuni sono duri, ma fortunamente non sono nemmeno impossibili, e quindi non vedo la possibilità di "lancio dalla finestra" dopo poche schermate. Considerando poi,che Dracula 2 risale a cinque anni fa (ripeto: anno 2000) che non sono certo pochi nel campo dei videogame, lo considero una più che buona avventura. Valido sia per i neofiti che per gli esperti, consigliato!

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Wanadoo Edition
Data Rilascio: Q2 2001
Piattaforma: PC, PS
Caratteristiche
Genere: Horror
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Italiano
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 95/98/2000/XP
Processore: 166 Mhz
RAM: 32 MB
Scheda Video: SVGA
Hard Disk: 700 MB
Supporto: 2 CD
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario