Adventure's Planet
Sabato, 25 Novembre 2017 02:56
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Darkiss! Il bacio del vampiro

di Roberto Bertoni  

il nostro voto
75
In breve

La storia vi mette nei panni di un vampiro che torna in vita per vendicarsi di chi lo ha impalato. Girovagando per il sotterraneo di Martin Voigt conoscerete la sua oscura storia, incontrerete altri vampiri, anime dannate, demoni infernali, visiterete luoghi spaventosi e vi troverete alle prese con molti misteri. Se sarete abbastanza abili, alla fine potrete raggiungere la via d'uscita e recuperare le forze necessarie per tornare a fare del mondo il vostro regno di terrore.

 

Recensione Completa del 09 Dicembre 2015
Quanto può essere difficile approcciare il mondo delle avventure testuali nel 2015? Zero (o poca) grafica, righe e righe da leggere, necessità di entrare nella mente dello scrittore, tutte richieste che difficilmente si accordano con un approccio sempre più orientato a semplicità d’uso e a interfacce minimali. Così facendo, però, si rischia di perdersi una delle forme più “pure” di gameplay, quella che richiede di costruire mondi credibili e situazioni coinvolgenti facendo leva unicamente sulla propria immaginazione. Qualcuno ha detto interactive fiction?

Eccoci così a parlare di Darkiss, opera di Marco Vallarino recentemente tradotta per l’IF Comp 2015 e una delle avventure, appartenenti a questo peculiare genere, più conosciute nel nostro Bel Stivale; ambientazione vampiresca, una buona dose di sano umorismo e la relativa semplicità sono tutti ingredienti che hanno contribuito al suo successo, senza però dimenticare la capacità dell’autore di sostenere e coltivare una nutrita community, vero turning point per poter rendere ancora vivo il genere in questi anni fatti di poligoni e alta definizione.

Il gioco vi metterà nei panni di Martin Voigt, vampiro dall’incredibile potenza, appena risvegliatosi da quella che sembrava essere una morte definitiva, causata tempo addietro da un manipolo di eroi deputati alla lotta contro il male; presa coscienza, con una certa sorpresa, della nuova situazione, il vostro scopo sarà quindi quello di fuggire dalla cripta casalinga, trasformata per l’occasione in un insieme di trappole e tranelli. Scoprire quanto siete stati previdenti in passato sarà solo una curiosa parte in questa sorta di “escape the room” allargato.

Uno dei perni su cui deve poggiare una recensione di un’avventura testuale è sicuramente il comparto degli enigmi, vera spina dorsale per un titolo di questo genere; in questo caso l’autore gioca le sue carte in maniera elegante, proponendo una buona varietà di situazioni, supportate da un rapporto di onestà verso il giocatore tale per cui difficilmente resterete bloccati a lungo.
Laddove infatti l’asticella della difficoltà si alza, intervengono delle descrizioni appositamente impostate per celare qualche indizio o qualche suggerimento più o meno velato, senza dimenticare qualche imbucata che verrà fornita in maniera randomica, utile qualora il gioco vi veda tergiversare più del dovuto.

Personalmente, a causa di un enigma particolarmente ostico, mi sono trovato forzato a esplorare in lungo e in largo ogni anfratto del nucleo iniziale della cripta, trovandomi così pronto a terminare l’avventura in scioltezza una volta superato l’ostacolo; per questo motivo, anche la longevità ha subito qualche contraccolpo, attestandosi su un totale circa di quattro ore, considerando nell’insieme anche le varie prove fatte con il parser giusto per vedere fino a dove l’autore si è spinto.

Proprio sul parser voglio spendere qualche parola aggiuntiva: pensato per andare a coprire lo spettro più ampio possibile di interazioni, risulta sufficientemente elastico per effettuare i dovuti esperimenti-tentativi nelle situazioni di emergenza; se quindi mi risulta difficile andare a criticare le scelte impostate da Vallarino, confesso che avrei preferito una maggiore varietà di risposta in alcuni frangenti, il classico pelo nell’uovo in un’opera nel complesso solida. Se poi sarete particolarmente bravi, dopo il finale avrete accesso a qualche chicca aggiuntiva.

In sintesi, un ottimo titolo per coloro che vogliono approcciare per la prima volta un genere davvero particolare, forse ostico da padroneggiare, ma in grado di regalare ben più di una soddisfazione per gli arditi che decideranno di cimentarsi nell’impresa; Marco Vallarino riesce infatti a confezionare un’avventura che, pur nella sua relativa brevità, saprà tenervi incollati al monitor anche ben oltre la sua conclusione, grazie alle diverse easter egg sparse lungo la tua lunghezza e ad una solidità narrativa che permette di seguire il filo del racconto giustificando ogni vostro passo.

Attenti al vostro collo, Martin Voigt è tornato!

 

Giocalo
Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Marco Vallarino
Data Rilascio: Q1 2012
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Horror
Visuale: Testuale
Controllo: Tastiera
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario