Adventure's Planet
Sabato, 18 Novembre 2017 05:47
Benvenuto ospite

Recensione

CSI: Prova Schiacciante

di Ivan Vailati  

il nostro voto
70
il vostro voto (4 votanti)
68
In breve

Scopri se hai le caratteristiche per diventare un membro della Polizia Scientifica di Las Vegas. Lavora a fianco degli agenti Gil Grissom, Catherine Willows, Warrick Brown, Sara Sidle, Nick Stockes, del coroner Al Robbins e del detective Jim Brass in 5 misteriosi casi da risolvere. Raccogli e analizza le prove usando un equipaggiamento tecnologico e le migliori tecniche investigative.

 

Recensione Completa del 15 Ottobre 2007
Passano gli anni ma CSI non muore mai, anche in questa occasione sono tornati i protagonisti di una delle serie più amate della televisione americana e non. Ammetto di non avere mai amato l’impostazione di questo tipo di gioco; infatti, e potete notarlo anche voi dai voti assegnati agli episodi precedenti, questa serie videoludica non ha mai riscosso molto successo (specialmente qui su AP). Eppure per uno strano e malsano motivo, cosa incredibile, riesce sempre a vendere e ad avere un suo seguito di fan incalliti. E allora viene da chiedersi: ci sarà un qualcosa, un motivo particolare? Ormai è il quinto anno consecutivo che abbiamo a che fare con i nostri amici delle scientifica e mi è sembrato il caso di proporvi un piccolo riassunto.

CSI Crime Scene Investigation (2003)
CSI Dark Motives (2004)
CSI Miami (2005)
CSI Omicidio in 3 Dimensioni (2006)
CSI Prova Schiacciante (2007)

Dopo la grande svolta (positiva) dell’episodio precedente, la guida è rimasta in mano agli stessi sviluppatori, i Telltale Games, che già conosciamo per la prima (e la “prossima” seconda) stagione di Sam & Max.

Anche questa volta vestirete i panni del novellino di turno che per farsi le ossa parteciperà alle indagini in 5 casi difficili e intricati; sostanzialmente non c’è una trama o un filo conduttore unico: ogni caso ha un suo percorso ed un suo sviluppo, quindi finirete col preferire una storia piuttosto che un'altra. Per quanto mi riguarda, tutto sommato, posso dire di averle trovate tutte interessanti e molto ben costruite, ricche di colpi di scena.

Bello notare come graficamente si sia fatto una pulizia generale: ora le ambientazioni sono tutte in 3D e risulteranno più lucide e piacevoli a vedersi; i personaggi hanno avuto il loro bel restauro (anche se in alcuni casi sembra che siano sproporzionati), così come alcune locazioni: il laboratorio delle analisi e gli uffici del CSI, ad esempio. La risoluzione grafica non vi creerà certo problemi, potrete scegliere tra una semplice 640x480 fino ad arrivare alla più alta possibile; questa in realtà è una grossa novità, visto che nei precedenti episodi la risoluzione era fissa, sacrificando la scalabilità grafica del gioco e contestualmente sfavorendo i giocatori con sistemi tecnologicamente meno avanzati. In aggiunta alla rinnovata scalabilità, il motore grafico che muove il tutto risulta sempre molto snello e leggero, garantendo anche ai computer di fascia bassa la possibilità di fare girare “l’ultimo episodio di CSI”. Peccato invece per i filmati, realizzati talmente male da far pensare ad una realizzazione in bassa risoluzione…e forse è proprio così.

All’avvio si presenta una prima schermata che potremmo anche definire “di introduzione”; qui potete scegliere se caricare, iniziare o uscire da una partita, vedere i riconoscimenti o affrontare un tutorial per il vostro addestramento; una volta scelto di partire, dovrete dare il vostro nickname. Avviata la partita, i salvataggi diventano automatici e va da sé che l’utilità di una canonica opzione “Salva Partita” va a farsi benedire; come se non bastasse ogni volta che uscirete, il gioco salverà in modo automatico. Solo e soltanto quando inizierete a giocare potrete entrare nelle sezioni più importanti (potete farlo tramite il vostro PAD posto in basso a sinistra dello schermo) che sostanzialmente sono due: la prima è quella delle opzioni video e del sonoro, tramite la quale potrete selezionare il livello audio, la qualità grafica e la risoluzione; la seconda e più importante è quella degli aiuti, in cui potrete scegliere a piacimento quali aiuti attivare e quali no (ce ne sono per tutti i gusti, non avrete di che lamentarvi).

L’interfaccia è certamente più semplice da usare che da spiegare: per esaminare gli ambienti potete spostare lo sguardo facendo scorrere a destra, sinistra, in alto o in basso il cursore sullo schermo; quando potete parlare con qualcuno uscirà un balloon tipico dei fumetti, mentre quando potrete interagire con un indizio o qualcosa di importante il cursore cambierà forma a seconda di quello che è l’indizio (ma ricordate: questo succederà solo se avete attivato tutti gli aiuti, diversamente il cursore si limiterà ad avvisare di una zona attiva e basta). Discorso a parte merita il laboratorio, l’interfaccia in questo caso sarà molto più eclettica e quindi a seconda di quale macchina o computer utilizzerete avrete cose nuove da fare, vi accorgerete presto che non c’è nulla di cosi difficile, anzi, come ho detto in precedenza, dopo avere preso familiarità con i comandi e le nuove opzioni il tutto scorrerà liscio.

Nonostante il sonoro ricopra un ruolo importante, purtroppo le musiche di sottofondo non sono sempre all’altezza: nei momenti salienti delle investigazioni scandiscono in modo evidente le situazioni, mentre nei momenti meno adrenalinici sembrano senza mordente e noiose. Gli effetti ambientali non sono molti, anche perché arriverete nelle zone dei casi dopo che il fatto è avvenuto e quindi sentirete solo il rumore degli attrezzi utilizzati dalla scientifica (sono sempre gli stessi, anche loro graficamente migliorati). L’ottimo parlato è totalmente in inglese, mentre i sottotitoli in italiano.

Se vi aspettate degli enigmi particolari cadete proprio male, infatti come è da sempre per questo genere di giochi investigativo-scientifici, lo scopo primario è quello di investigare; quindi scordatevi gli abbinamenti degli oggetti, rompicapo in stile Myst ecc.. qui dovete soltanto cercare indizi, interrogare persone, comparare le prove trovate sulle scene, utilizzare i computer e quanto altro possa servire per procedere nelle indagini. Le uniche alternative sono previste per la ricerca dei bonus: in questo caso si tratta di cercare degli insetti per la collezione privata di Grissom. Ogni volta che concluderete in modo positivo la vostra missione, avrete il giudizio finale del sommo comandante; le valutazioni saranno rese positive in base ad alcune precise indicazioni, ai suggerimenti utilizzati (potete chiedere al vostro compagno se rimanete bloccati), alle prove raccolte, agli insetti trovati e ai punti precisione che si possono ottenere cercando anche nelle zone dove non ci sono prove.

CSI prosegue lungo la strada del miglioramento: seppure a piccoli passi i Telltale Games stanno lentamente rinverdendo questa saga. C’è ancora molto da fare ma la filosofia è quella giusta. Sono sicuro che gli appassionati del telefilm non se lo faranno scappare, mentre agli altri consiglio di fare davvero un serio pensierino riguardo all’acquisto. A mio parere questo episodio è il migliore della serie; inoltre le ultime notizie ci dicono che anche Artematica ha iniziato i lavori sulla controparte italiana dei CSI. Questo dunque potrebbe essere un buon allenamento in attesa dell’arrivo dei RIS.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Telltale Games
Publisher: Ubisoft
Distributore: Leader
Data Rilascio: Q4 2007
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Poliziesco
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 98/Me/2000/XP
Processore: 1,5 Ghz
RAM: 256 MB
Scheda Video: 32 MB
Hard Disk: 3,5 GB
Supporto: 1 DVD
Ricerche
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario