Adventure's Planet
Mercoledì, 20 Settembre 2017 18:32
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Corto Maltese - I Segreti di Venezia

di Simone Iacovino  

il nostro voto
70
In breve

Mettetevi in viaggio sulle orme di Corto Maltese! Tra i canali e i calli di Venezia, combattete contro un veleno che vi devasta, evitate proiettili ed esplosioni, affrontate l'ignoto e - infine - aprite le porte della conoscenza.

 

Recensione Completa del 23 Dicembre 2014
Schiavo di un veleno che serpeggia minaccioso nel tuo corpo, costretto ad un'assurda caccia al tesoro fra le labirintiche strade di Venezia. Qual è la realtà, quale il sogno? Di chi potrai fidarti, in questa mortale ricerca? Riuscirai a trovare la Costola di Salomone, seguendo le orme di Corto Maltese?

Corto Maltese, i segreti di Venezia è un avventura grafica 2D a schermate statiche, ambientata come il titolo suggerisce nella città di Venezia. In una trama a metà fra l'onirico e il thriller, il giocatore dovrà destreggiarsi fra mille puzzle più o meno difficili, sfide logiche che lo terranno allo schermo per ore e ambientazioni affascinanti, create grazie ad un sapiente lavoro grafico e fotografico.

Contrariamente a quanto possa suggerire il titolo, il protagonista non sarà Corto Maltese, personaggio fumettistico di successo nato dalla penna di Hugo Pratt, ma un anonimo turista vittima degli eventi, che si ritroverà coinvolto in una letale caccia al tesoro per ritrovare sei petali di smeraldo, frammenti di un gioiello più maestoso e dalle presunte capacità magiche. Ciò nonostante, Corto sarà un personaggio presente ad ogni passo del vostro alter ego, che ne potrà sbirciare le gesta attraverso visioni mistiche e suggestioni date dalla situazione. Ben più concreti, invece, saranno altri personaggi, originali o provenienti dall'universo fumettistico di Corto Maltese, ad aiutarlo o ostacolarlo durante l'impresa.

Il protagonista si ritroverà fin dai primi minuti di gioco a dover combattere per la propria vita, avvelenato a tradimento da un barista che, ricattandolo con la promessa di un antidoto, lo costringe a risolvere per lui gli enigmi lasciati da Corto Maltese anni prima, con l'intento di nascondere il gioiello. Al povero turista non restano molte ore da vivere ed è in questa frenetica condizione in cui si svolgerà l'intero gioco.

Quello che a prima vista pare un classico gioco punta e clicca, con l'unica novità di portare in grembo un personaggio nuovo nel mondo dei videogiochi, si rivela presto essere invece un titolo innovativo e per molti versi superiore a tanti altri punta e clicca simili. L'assoluta chiarezza dell'interfaccia, spezzata solo da un essenzialissimo hud, aiuta a far permeare la bellezza delle ambientazioni. I colori e gli adattamenti fotografici sono magistrali, ricreando un'atmosfera realistica alternata all'irrealtà raccontata dagli spezzoni narrativi, rappresentati invece in bianco e nero e a fumetti al fine di richiamare l'opera originale di Pratt.

I personaggi, sopratutto quelli presi dal fumetto, sono rappresentati al meglio, sia nelle situazioni in cui vengono calati, sia sopratutto nelle frasi con le quali si approcciano al protagonista; ad esempio magistrale è la figura di Rasputin, il quale sembra uscito direttamente dal fumetto.
Per chi ha avuto la fortuna di vedere la “Ballata del Mare Salato”, andata in onda sulla Rai, avrà quasi la sensazione di sentirlo parlare con la carismatica voce del cortometraggio.

Le stupende ambientazioni si accompagnano ad un'ottima colonna sonora, capace di esaltare al meglio ogni situazione e di sottolineare la gravità degli avvenimenti quando serve, sempre senza risultare invasiva o fastidiosa.

Chiarito quanto ben fatta sia l'impostazione grafica e sonora del gioco (e a breve capirete perché specifico), analizziamo quello che è forse l'aspetto più importante di un titolo di questo tipo: il gameplay.

L'intera esperienza ludica si può sintetizzare, a grandi linee, in due aspetti base: il ritrovamento all'interno dell'ambientazione di alcune coordinate o codici e l'inserimento di tali coordinate dentro una Bussola. Questo onnisciente strumento, in risposta alla coordinata inserita, ci fornirà di volta in volta un indovinello o un puzzle logico, a seconda della situazione. La ricompensa per i nostri sforzi sarà quasi sempre un oggetto, un'indicazione, un tassello mancante per poter proseguire.

Il tutto viene addolcito dalla ricerca di alcuni elementi secondari, all'interno delle varie schermate, che permettono di sbloccare i numerosi e interessanti articoli sulla vita di Corto Maltese. Nonostante la ripetitività delle situazioni, il gioco non si presenta noioso o privo di spunti godibili; gli indovinelli si presentano infatti sempre interessanti e, gran pregio, molto impegnativi, mettendo a dura prova anche gli utenti più navigati.

Qui troviamo una delle funzioni più interessanti del titolo, ovvero l'implementazione dell'uso di internet per poter risolvere alcuni enigmi. Ci troveremo quindi a dar la caccia a commenti lasciati su un qualsiasi sito da un personaggio del videogioco, o a navigare con google maps cercando di individuare la prossima tappa della caccia al tesoro. E questo non all'interno del gioco, ma dal nostro motore di ricerca personale. Una funzione coraggiosa, che forse sul lungo periodo potrebbe risultarsi dannosa (i siti possono chiudere e google maps viene aggiornata, con la possibilità di perdere quella traccia necessaria per proseguire), ma che per il momento risulta affascinante e innovativa.

La trama del gioco è lineare e in molti punti un po' forzata. I (forse pochi) colpi di scena non giungono inaspettati e tanto del realismo si perde ad opera di un effetto onirico presente anche fin troppo profondamente. Molti dei personaggi incontrati esisteranno e non esisteranno al tempo stesso, altri son fin troppo concreti, ma spesso sconclusionati. Il modo stesso in cui viene scelto il protagonista, e in seguito costretto a prender parte agli eventi, lascia sgomenti: l'antagonista del titolo ha scelto un turista a caso che gli sembrava avesse “un'aria da intellettuale” e che quindi lo designa come pedina ideale per rischiare la vita e risolvere indovinelli lasciati anni prima.
Infine le inquadrature degli spezzoni fra un capitolo e l'altro, legate ai pensieri del protagonista, sono molto apprezzabili, tanto che ben presto vi lascerete entusiasmare da questa caccia al tesoro. Solo il finale lascia sgomenti, dando un'angosciante sensazione di “lasciato a metà”.

Ed è proprio questa sensazione che rischia di rovinare, forse del tutto, la nostra esperienza. Corto Maltese, i Segreti di Venezia, da proprio questa impressione, quella di un titolo incompiuto; e non solo per il finale che avrete modo di giudicare autonomamente qualora decidiate di giocarlo fino al termine, quanto per tanti altri piccoli particolari che portano a questa conclusione.

Prima fra tutte la traduzione fatta dal (credo) francese. Errori ortografici, doppie non rispettate, termini completamente alterati, frasi che forse non erano traducibili in italiano e che vengono rimpiazzate da commenti completamente a caso. E ancora, spezzoni lasciati direttamente in francese, frasi tradotte una parola si e una no, menù di pausa anch'esso completamente in francese. Una spaventosa leggerezza che rischia di rovinare un titolo così interessante e così promettente che è un vero peccato doverlo giudicare così aspramente.

Sono leggerezze su cui, sinceramente, potremmo anche passare sopra, visti in pregi elencati precedentemente, ma che diventano mostruosamente importanti nel momento in cui interferiscono con gli indovinelli. Per risolvere gli enigmi va infatti digitata la risposta al relativo indovinello, e può capitare che, se questa è stata tradotta in malo modo all'interno del gioco, anche se inserita correttamente non verrà riconosciuta come valida. E ancora, spiegazioni errate o indicazioni mancate... niente di irrimediabile, sia chiaro, ma comunque molto, molto irritante.

Sempre restando sul tema degli indovinelli, non sono rari i casi nei quali si dovrà lavorare analizzando un'immagine fornita dalla bussola. A volte, la risoluzione di tale immagine è talmente bassa, sgranata, che è impossibile leggerci gli indizi lasciati dentro, vedere materialmente quel tassello che serve per svelare la soluzione; a più riprese siamo stati persino costretti a optare per un indovinello secondario per poter superarne uno che non potevamo risolvere.

I famosi articoli che andrebbero sbloccati per arricchire l'esperienza di gioco, ad un certo punto diventano illeggibili, sostituiti da piccoli e alienanti spazi bianchi.

Sembra, innegabilmente, un gioco incompleto... ed è un vero, autentico peccato, perché è un titolo che meriterebbe davvero ogni lode, sia per il gameplay che per la resa scenografica che offre. Confidiamo che, in un immediato futuro, verranno rilasciate patch correttive che sistemeranno questi irritanti problemi, tralasciati i quali, lo ripetiamo, il titolo sarebbe affascinante e per molti versi innovativo, senza la pretesa di presentarsi come il titolo del secolo. La classica perla nascosta, di una bellezza inaspettata, deturpata, purtroppo e speriamo momentaneamente, da un lavoro di traduzione orribile e da diverse pecche di gestione del progetto.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Lexis Numerique
Data Rilascio: 04/12/2014
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Avventura
Grafica: 2D
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Sottotitoli: Inglese/Francese/Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario