Adventure's Planet
Domenica, 19 Novembre 2017 18:33
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

Recensione

Doctor Who - Ep. 1: City of the Daleks

di Ivan Vailati  

il nostro voto
50
In breve

In questo primo episodio il Doctor Who dovrà vedersela con i Daleks, una razza aliena che ha invaso la Terra e distrutto l’umanità nel lontano 1963. Il Dottor Who si catapulterà quindi con TARDIS (time and relative dimension in space, una sorta di macchina del tempo) alla volta dell’anno 1963 per scoprire che tutto è andato distrutto e che la razza umana è estinta, a causa di un paradosso temporale a cui dovrà cercare di porre rimedio.

 

Recensione Completa del 28 Luglio 2010
Ammetto che non conoscevo assolutamente nulla del Doctor Who e, una volta informatomi a riguardo, sono rimasto impressionato nel sapere che l’omonima serie televisiva è la più longeva al mondo. Parliamo infatti di un popolarissimo serial britannico targato BBC prodotto fin dal 1963 e programmato per ben 27 anni fino al 1989. Il telefilm tratta le avventure di un viaggiatore del tempo conosciuto solamente come “il Dottore”. Dopo una più o meno forzata sospensione del programma, la BBC ha deciso di riprendere in mano le avventure spazio temporali di Who e di ridare nuova vita al telefilm, che ha ripreso la sua programmazione nel 2005.

Quello che mi appresto a recensire è il primo episodio videoludico tra i quattro programmati che usciranno nei prossimi mesi. La trama, logicamente, prenderà spunto dalla serie e ci farà rivivere qualche avventura con i vecchi nemici di Who. In questo primo episodio affronteremo i Daleks, una razza aliena che ha invaso la Terra e distrutto tutta l’umanità nel lontano 1963. L’inizio dell’avventura ci proietterà direttamente nel laboratorio: dopo un breve dialogo con la nostra assistente e amica Amy, partiremo con il TARDIS (Time And Relative Dimension In Space) alla volta dell’anno 1963 per scoprire che tutto è andato distrutto e che la razza umana si è estinta. Sembra che sia capitato un paradosso temporale a cui bisognerà porre rimedio.

Il menu iniziale ci metterà di fronte inizialmente alla scelta di un nome utente. Una volta conclusa questa parte, potremo entrare nella prima pagina di selezione, dove sceglieremo quale dei quattro episodi giocare (logicamente, per ora è disponibile solo il primo), oppure entrare nelle opzioni dove selezionare la risoluzione grafica che più ci aggrada e modificare le proprietà del sonoro. Una volta cominciato il viaggio e arrivati nella Londra anni ‘60, ci si rende conto visivamente delle grosse pecche del motore che muove l’intero gioco. Sembra di essere di fronte a una grafica vecchia e gommosa e di essere tornati indietro di alcuni anni: tutto è troppo spoglio e semplice e i modelli dei personaggi non sono da meno. Qualcosa di più interessante e particolare l’ho trovato una volta arrivato nel futuro della Londra dei Daleks, guardando dagli oblò per notare il mondo esterno e la nuova ambientazione, oppure gli interni, che offrono qualche idea più originale.

L’interfaccia è interamente gestita dal mouse, ma gli spostamenti si possono eseguire anche con i tasti freccia della tastiera. Muovendo il “topo” si può guardare in giro, premendo il tasto destro si può cominciare a camminare, premendo il sinistro potremo interagire in una zona attiva. In generale l’ho trovato abbastanza comodo, anche se c’è da dire che i movimenti tramite tastiera non sono poi così precisi. Comunque, se siete amanti del punta e clicca, meglio lasciare perdere la soluzione “freccette”.

La pecca maggiore di tutta la produzione sono senza dubbio gli enigmi. Per la maggior parte del tempo ci ritroveremo ad affrontare sezioni in puro stile stealth per non farci beccare dai Daleks; per il resto, vi sono alcuni enigmi talmente banali da non rappresentare nemmeno lontanamente una sfida. È vero che avremo a disposizione un inventario, ma questo sarà limitato a soli quattro oggetti che, una volta trovati, assembleremo con lo stupido enigma di turno che viene pure ripetuto due o tre volte.

Il sonoro è la parte meglio riuscita: la sigla è presa direttamente dalla serie e le voci sono quelle originali degli attori della nuova stagione appena iniziata. Purtroppo, oltre a questi aspetti positivi, c’è da dire che le voci dei Daleks sono tremende e poco credibili e l’audio ambientale è ridotto ai minimi termini. Fin dall’inizio, durante la nostra avventura, sarà possibile raccogliere varie carte bonus: queste ci faranno avere informazioni sui personaggi e sui protagonisti della serie TV. Si tratta di un modo carino per familiarizzare con la serie.

Sono rimasto molto deluso. Mi aspettavo qualcosa di diverso o perlomeno fatto meglio. Posso capire tutto, dal fatto che il gioco debba essere fruibile al maggior numero possibile di utenti, al fatto che sia multipiattaforma (è disponibile anche una versione per Mac) e quindi debba essere graficamente adattabile. Questo non toglie, però, che per noi che amiamo le avventure questo primo capitolo non può che essere solo un piccolo passatempo di qualche ora (tre o quattro in tutto). Consigliato solamente agli amanti della serie TV e a chi ama le storie di fantascienza.

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Sumo digital
Publisher: BBC
Data Rilascio: 20/07/2010
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Fantascienza
Grafica: 3D
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Inglese
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario