Adventure's Planet
Sabato, 21 Ottobre 2017 10:30
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

I commenti degli utenti su

To the Moon

 

il nostro voto
90
il vostro voto (5 votanti)
89
15 Gennaio 2015


Voto: 91/100

Commento di Uaua

26 Novembre 2014

Non si può rimanere indifferenti davanti a un gioco come questo!!
Assolutamente da giocare


Voto: 98/100

Commento di lLykos

14 Agosto 2014


Voto: 95/100

Commento di monny93

24 Febbraio 2014


Voto: 90/100

Commento di roxhanne

01 Luglio 2013

To The Moon è una visual novel sviluppata con RPG Maker, da un piccolissimo team, il cui intento principale è quello di coinvolgere ed emozionare il giocatore con una storia romantica, commovente e relativamente originale.

L'incipit ci presenta due scienziati che, attraverso una tecnologia innovativa, sono in grado di modificare i ricordi delle persone; l'idea viene sfruttata sugli anziani per convincerli di essere riusciti a coronare il sogno della loro vita prima di morire. Il sogno di John era quello di andare sulla Luna.

To the Moon ci racconta quindi la storia d'amore lunga una vita di Johnny e River, la moglie del protagonista scomparsa poco tempo prima; come giocatori andremo indietro nel tempo attraversando tutte le fasi della vita di John, a ritroso, fino a giungere alla sua infanzia, con lo scopo di raccogliere abbastanza informazioni per riuscire a regalargli la determinazione necessaria a raggiungere la Luna.

Il gioco √® stato proiettato abbastanza misteriosamente nel mondo delle avventure grafiche, dove ha portato un'aria di novit√† dovuta esclusivamente al fatto che, nel mondo delle avventure grafiche, appunto, di storie di questo tipo ce ne sono poche se non zero. L'ispirazione evidente - eccetto quella fantascientifica e cinematografica di titoli come Se mi lasci ti cancello, Memento, Inception e chi pi√Ļ ne ha pi√Ļ ne metta - √® indubbiamente relativa ai JRPG anni '90, i classici Final Fantasy per capirci.

Così To The Moon tradisce "giapponesità" da tutti i pori, nel bene e nel male. A temi quali la determinazione e le difficoltà relazionali, affianca uno stile kawaii, dialoghi melodrammatici e umorismo pre-adolescenziale, dipingendo una storia d'amore ricca di contrasti stilistici.

Talvolta questo funziona bene, con battute che stemperano l'atmosfera evitando a certi passaggi della storia di risultare stucchevoli, altre volte funziona meno bene, con passaggi umoristici decisamente fuori luogo. Nel complesso, la quantit√† di umorismo √® eccessiva e distoglie l'attenzione dai momenti pi√Ļ drammatici, bench√® questi rimangano validi.

To The Moon racconta una storia piena di umanità e tenerezza, ma lo fa senza costanza, risultando davvero pieno di sequenze inutili o evitabili (e non mi riferisco solo agli orrendi minigiochi). Prima di accedere alla sequenza finale, abbastanza ritmata e ricca di colpi di scena ed emozioni, si è costretti a sopportare 3-4 ore di gameplay scricchiolante e noioso, solo a tratti risollevato da qualche sequenza riuscita ma poco approfondita.

Se lo stile grafico è riuscito e ricco di dettagli, le musiche sono davvero buone e la scrittura (per essere un prodotto amatoriale) tocca punti di eccellenza, infatti, il problema grosso del gioco è l'equilibrio; o meglio, l'assenza di equilibrio.
Non c'è equilibrio nel tenore di gioco, che troppo spesso fa salti della fede tra un umorismo mal riuscito, un momento drammatico e uno di infantile tenerezza, e non c'è equilibrio nel registro narrativo, che alterna lunghe sequenze tediose ad altre scritte in modo appassionato e appassionante, e in ultimo - non per importanza - non c'è equilibrio tra storia e gameplay, con quel fastidioso senso di crisi di identità che permea tutta la durata di gioco.

To The Moon richiede di sopportare molto prima di dare qualcosa indietro: esplorazione di ambienti vuoti, lettura di dialoghi inutili, pixel hunting gratuito, noia e minigiochi tediosi. E' un prezzo considerevole da pagare per un gioco che regala una storia buona, ma non eccezionale (soprattutto a chi ha giocato, appunto, i JRPG anni '90, o qualche visual novel nipponica, o è comunque abbastanza abituato allo stile giapponese perchè lettore di manga & affini).

Non si può negare, però, che in diversi punti il gioco riesca a toccare le corde giuste: lo fa in modo spesso "facile", ma poco importa. Il design grafico, il pianoforte, i dialoghi, la semplicità di un romanticismo universale, fanno sì che To The Moon lasci qualcosa al giocatore. Quanto, dipende dal giocatore, ma è un merito che non possiamo sottovalutare, e un motivo per cui tutti, prima o poi, dovrebbero almeno dargli una possibilità.


Voto: 71/100

Commento di Overmann

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Freebird Games
Data Rilascio: 02/11/2011
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Fantasy
Grafica: 2D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse/Tastiera
Sottotitoli: Multilingua (italiano incluso)
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario