Adventure's Planet
Lunedì, 23 Ottobre 2017 04:30
Benvenuto ospite

I commenti degli utenti su

Syberia

 

il nostro voto
92
il vostro voto (48 votanti)
81
02 Novembre 2015

Anche io innamorato del gioco: pura poesia. Perfetto perchè quello che promette dà: un'esperienza fantastica che poteva trasmettere solo un'AG, una storia commovente e mozzafiato, un'opera unica e grandiosa. Darei più di 100 ma non si può, quindi il resto finisce su Syberia 2 (a parer mio Syberia vol. 2 in stile Kill Bill perchè è davvero un unico gioco diviso in due).


Voto: 100/100

Commento di Ilarius

22 Maggio 2015

Bellissima avventura grafica :) comparto tecnico e sonoro ottimi :) benoit sokal e un genio :) rigiocato 4 volte syberia ed e stupendo! Innamorato di questo gioco


Voto: 98/100

Commento di BASTONER 27

12 Gennaio 2015


Voto: 88/100

Commento di Uaua

04 Gennaio 2015

Lascio i dettagli sul comparto grafico, sonoro, gameplay etc. alla recensione ufficiale.

Il mio commento si limita a dire che Syberia è una poesia e andrebbe giocato da ogni avventuriero che si rispetti: ve lo dice uno che ha atteso più di dieci anni prima di giocarci, per via di una sorta di 'puzza sotto al naso' che questo titolo - chissà perché - mi ha sempre ispirato sin dall'inizio... insomma, Amerzone (il lavoro precedente di Sokal) non mi era piaciuto granché, la trama del gioco - così come riassunta nelle varie recensioni - non mi appassionava affatto (una tizia che se ne va in giro ad attivare improbabili marchingegni meccanici... mah), il genere alquanto indecifrabile... no, non mi attirava assolutamente.

Vuoi le ottime recensioni, vuoi le sempre convenienti offerte, ho deciso di comprarlo e... è bastato giocarci qualche ora per ricredermi completamente: è una poesia interattiva, e non come le Visual Novel che vanno di moda oggi! Qui le dinamiche dell'Avventura Grafica di stampo classico ci sono tutte (enigmi, back tracking, esplorazione, raccolta di oggetti) e non stonano affatto con l'atmosfera di questo viaggio surreale, interiore ed esteriore, che veniamo invitati ad intraprendere, anzi! Semmai rafforzano in toto l'esperienza, immergendo il giocatore in un mondo al contempo familiare e sorprendente come una sorta di nuova 'Alice nel paese delle meraviglie' che, a differenza della Alice di Carroll, grazie al suo fido cellulare non perde mai - suo malagrado, direi - il contatto col suo mondo, col nostro mondo, fatto di gente banale, impegni lavorativi, chiacchiere inutili; contatti che di volta in volta rendono sempre più stridente il contrasto tra le due realità e rafforzano l'impatto emotivo del finale (?) del gioco.

E' vero, come notano in molti, che se si prende Syberia e lo si analizza solo da un punto di vista tecnico, il gioco non brilla affatto (musiche ripetitive, enigmi molto facili, situazioni irrealistiche), ma se alla fine del gioco la sensazione che ne ricavi è di soddisfazione (e nel mio caso così è stato), considerando anche che si tratta di un gioco particolare (non rientra "perfettamente" in alcuna categoria canonica: né fantasy, né horror, né umoristico, né mistery, né 'stile Myst') direi che l'intento non era quello di offrire al pubblico una classica avventura grafica ma di prendere in prestito le meccaniche di una avventura grafica classica per veicolare la storia che Sokal aveva in mente.


Voto: 90/100

Commento di locutus

21 Dicembre 2013


Voto: 90/100

Commento di roxhanne

26 Novembre 2013

Io credevo che le avventure grafiche fossero dei videogiochi che richiedono ragionamento,logica (o assurdo a volte), difficoltà nel far avanzare la storia e soddisfazione nel riuscirci.
Questo non succede in Syberia. Qui si corre avanti e indietro, si trova al massimo uno o due oggetti da usare subito(l'inventario è vuoto per gran parte del gioco), si spostano leve(sempre una alla volta) e si guarda i filmati.
Gli ambienti sono molto belli, la storia originale ma la trama non è sviluppata bene. Da metà avanza e finisce molto frettolosamente.


Voto: 65/100

Commento di Kiruna

25 Ottobre 2013

Bellissima storia, ottima la caratterizzazione dei personaggi la grafica e le musiche di sottofondo, purtroppo il gameplay e' ridotto all'osso, d'altra parte di un'avventura grafica deve piacere soprattutto la storia, quindi il mio giudizio e' certamente positivo.


Voto: 90/100

Commento di Regim

12 Febbraio 2013

Gioco bellissimo. Atmosfera e disegni meravigliosi, rimangono impressi nella memoria. Forse un po' corto.


Voto: 98/100

Commento di ominodipongo

07 Febbraio 2013


Voto: 83/100

Commento di vrummel

03 Febbraio 2013

Gioco meraviglioso!


Voto: 95/100

Commento di Achilles

13 Agosto 2012


Voto: 85/100

Commento di Eternimous1

07 Aprile 2012

Da non perdere se non ci avete mai giocato


Voto: 86/100

Commento di homerjs76

16 Gennaio 2012

Buona avventura, ma nulla di più. Enigmi praticamente inesistenti ha però di buono una trama molto ben scritta, un buon personaggio principale e una bellissima grafica. Peccato per il gameplay che avrebbe meritato un pochino di più cura. lontani dal capolavoro.


Voto: 69/100

Commento di Neo-Geo

11 Luglio 2011

Troppo fumo e pochissimo arrosto. Fondamentalmente noioso e abbastanza pesante da seguire. Sopravvalutato.


Voto: 69/100

Commento di dmc977

26 Gennaio 2011

Fin dal principio sono rimasta emotivamente coinvolta dalla storia e dai personaggi, un capolavoro consigliatissimo!


Voto: 100/100

Commento di 106rallyegirl

23 Ottobre 2010

Imperdibile. Sono passati 5 anni e molte avventure, ma Syberia è per me indimenticabile. La storia intrigante e davvero originale, ci si trova in un'avventura magica, ma realistica. Non c'è minimamente violenza. La grafica è ancora notevole.
Non attribuisco il massimo solo per una lieve delusione sul finale (ma tanto basta il resto eppoi quale avventura non lascia un piccolo amaro in bocca?) e per qualche passaggio lento.


Voto: 98/100

Commento di alelunablu

10 Ottobre 2010

Syberia I, come già detto da molti, mi ha affascinato per l'atmosfera che pervade il gioco dall'inizio alla fine.
La trama originale e interessante, la grafica spettacolare, i meravigliosi personaggi e, appunto l'atmosfera, la rendono un'avventura particolare ed imperdibile.Gli enigmi non sono granchè, ma accettabili.Il difetto principale, a mio dire, è rappresentato dalla mancanza di una mappa che permetta al giocatore di spostarsi agevolmente da un luogo all'altro...questo fa sì che in alcuni momenti si debba correre in lungo e in largo per raggiungere il luogo desiderato e, inevitabilmente, si spezza un pò la trama.
In ogni caso un difetto superabile, dato che i molti pregi portano ad un coinvolgimento notevole.Consigliato.


Voto: 83/100

Commento di rai

19 Agosto 2010

E finalmente sono riuscito anche a togliermi questo peso dallo stomaco, non riuscivo a dormire la notte non avendo giocato (secondo alcuni) ad una pietra miliare delle AG. Devo dire che il gioco è carino, la storia di Hans Voralberg è magica e affascinante, peccato che viene smorzata da una protagonista a mio avviso orrenda, sia per la caratterizzazione assente e per la sua veste grafica! Le location a parte Valadilene che è affascinante, sono tutte da bocciare, nulla che spicchi interesse, nulla che sprigioni emozioni! La colonna sonora è anonima, nessuna traccia degna di nota. Gli enigmi facili e ripetitivi, insomma di capolavoro secondo me non ha nulla! L'unica cosa che salva questo gioco è l'atmosfera magica che riescono a creare le invenzioni e il ricordo di Hans Voralberg!


Voto: 60/100

Commento di Sora86

09 Agosto 2010

Graficamente molto bello, la storia si fa seguire, bella l'ambientazione ed i personaggi.
L'unico vero neo sono gli enigmi: dannatamente TROPPO facili.


Voto: 75/100

Commento di seneca29

10 Luglio 2010

Emozionante, la prima parola che mi viene in mente. Troppo corto e a tratti noioso nei cambi di location, ma tutto il resto è perfetto.


Voto: 90/100

Commento di FreeLolling

02 Aprile 2010

Avventura per me controversa. Ambientazione ed atmosfera stupende, alcuni ottimi personaggi(Hans Voralberg stupendo) che vengono però penalizzati da un gameplay poco brillante con enigmi non troppo riusciti ed un ritmo spesso troppo lento.
Se ci si lascia coinvolgere dall'atmosfera e dal fascino delle opere di Hans sicuramente è un'esperienza che vale vivere quando però questa magia scompare ci si trova davanti ad un gioco che non brilla.


Voto: 79/100

Commento di John

09 Febbraio 2010

Non posso far altro che quotare Grieverhead. Giocando ho avuto le sue stesse identiche sensazioni e fatte le stesse identiche considerazioni.

A mio avviso più che un'avventura grafica si tratta di una "storia grafica", o di un "racconto", di una "fiaba", usate il termine che preferite, ma di avventura ha ben poco.

Gli enigmi sono banali (a parte quello del cocktail) e quasi sempre si "incastrano" male nella storia; sembra quasi che siano delle interruzioni messe qua e là per rendere un racconto grafico un'avventura grafica. Degli esempi:
- Che senso ha la caccia all'uva per scacciare i cuculi quando basterebbe spaventarli (quoto Grieverhead)?
- Che senso ha il treno che si ferma 50 mt prima della zona di ricarica? e chi lo usava prima come faceva?
- Una caverna scomparsa, che in realtà si trova dall'altra parte di un fossato?!?!?

Altre cose che non mi sono piaciute:
- c'è pochissimo spazio per esplorare, pochissimi oggetti da poter guardare/utilizzare (quando trovi qualcosa sai già che sarà funzionale alla soluzione di un enigma e molto spesso verrà utilizzato lì vicino) e pochissime persone con le quali interagire
- la musica troppo ripetitiva, forse evocativa, ma poco coinvolgente e monotona (almeno a parer mio... dopo un pò diventa una nenia insopportabile)
- il non aver previsto un sistema per cambiare automaticamente gli scenari (l'80% del tempo di gioco scorre guardando kate walker che corricchia qua e là... hop hop hop!! un due, un due...)


Io l'ho trovato veramente noioso e francamente molto banale.
Consigliato per chi vuole vedere degli sfondi molto gradevoli e, nel contempo, spremere molto poco le meningi...


Voto: 10/100

Commento di gcomensoli

12 Gennaio 2010

Sono passati anni dall'ultima volta che ho giocato questa splendida avventura grafica, ma l'emozione da essa suscitatami non svanisce ancora oggi alla vista dei fotogrammi che la caratterizzano. Syberia è un'avventura straordinaria, ben disegnata e sceneggiata da Benoit Sokal, il suo capolavoro assoluto. L'incedere della protagonista tra gli enigmi che costellano la vicenda è perfettamente calibrato su una trama ricca di suspance, mentre le ambientazioni suggestionano ad ogni istante il giocatore che vi si muove stupito. Un capolavoro da giocare e rigiocare!


Voto: 100/100

Commento di joencaster

24 Ottobre 2009

condivido pienamente il commento di Kanjar!


Voto: 95/100

Commento di Theo

22 Agosto 2009

Mi è piaciuto di più il 2


Voto: 72/100

Commento di Master Of Lightning

19 Agosto 2009

Storia davvero originale e coinvolgente.Lo consiglio vivamente!!


Voto: 90/100

Commento di L'avventuriere

14 Agosto 2009


Voto: 100/100

Commento di Daphoenyx

06 Agosto 2009


Voto: 94/100

Commento di supergab85

16 Giugno 2009

Un gioco con cui sono cresciuto, un classico punta e clicca bellissimo con una grande storia, ottima grafica e anche divertente


Voto: 100/100

Commento di vandecubi

02 Maggio 2009

....ci ho lasciato il cuore.. :) ..può sembrare esagerato,ma giocarci è stata una delle piu belle esperienze della mia vita...come vedere un film,che un po' ti cambia la vita...per me SYBERIA è "IL VIDEOGIOCO"....e ne sto cercando con trepideazione,un altro che ne sia all'altezza,ma per ora non l'ho trovato...FANTASTICA LA TRAMA...GENIALI GLI ENIGMI...ELEVATISSIMO IL NUMERO DI AMBIENTAZIONI...E COME CHICCA,UN DOPPIAGGIO ECCEZIONALE....OK...OK...HO FINITO L'ELOGIO!!


Voto: 100/100

Commento di laurab

19 Febbraio 2009

Ambientazione carismatica, storia interessante e bei personaggi, ma temo di aver atteso troppo alungo di giocarlo, ma in ogni caso non sono riuscito ad apprezzarlo veramente, perchè spesso ho avuto la forte sensazione di andare avanti a casaccio. Forse mi aspettavo troppo, indubbiamente il gioco sente il peso degli anni.


Voto: 72/100

Commento di RaistlinVM

17 Febbraio 2009

Ho giocato molte avventure grafiche... ma questa è la peggiore in assoluto... la più brutta in assoluto che mi sia capitata sotto mano.
La protagonista non ha personalità/carattere.
Per tutto il gioco non si incontrano quasi mai degli esseri umani con un intelletto pari a quello di uno scimpanzè (forse automa è più azzeccato), cosa che mi ha dato un senso di solitudine odioso!
Gli enigmi sono troppo semplici (tutti dal primo all'ultimo)! Per non parlare dell'enigma dell'uccellaia... mah!
Il finale è inconcludente, praticamente ti dice "bè appena esce il secondo compralo eh?".

L'unica cosa accettabile del gioco è la storia per quanto poco curata e forse la grafica... in alcuni punti i fondali erano palesemente corretti con il clona di photoshop e la cosa mi ha dato moooolto fastidio (in alcune scene della fase iniziale dove si deve sbloccare il treno), e pensare che io l'avevo pure comprato!!

Vabè questo è il mio parere, spero di non offendere nessuno.


Voto: 39/100

Commento di kindred

06 Febbraio 2009


Voto: 65/100

Commento di esquela

15 Gennaio 2009

Syberia è una vera e propria Avventura. Un videogioco che si trasfigura e diventa allegoria, trasportando il videogiocatore in un lungo viaggio in un immenso mondo fiabesco e, di pari passo, in un viaggio dentro di sé. La storia vede una giovane e rampante avvocatessa americana collocata per viaggio di lavoro in una splendida Europa fittizia, atemporale e fiabesca, (s)popolata di personaggi indimenticabili e architetture a metà tra l'Art Decò, lo Steampunk e il tardoromanico. La nostra protagonista, e noi con lei, sarà destinataa "perdersi" (per poter così scoprire sé stessa) in un mondo a lei ignoto -melanconico (NON malinconico!), antico e destinato all'oblio- per lanciarsi alla ricerca di tale Hans Voralberg, un vecchio bambino sognatore, pazzo scemo e geniale, al quale dovrebbe far firmare un contratto.
Ben presto ci accorgiamo che del contratto non interessa granché alla protagonista, tanto quanto non interessa a noi e quanto non interesserebbe ad Hans Voralberg, sognatore folle e creatore delle forme tangibili del mondo nel quale ci muoveremo.
L'atmosfera del gioco è estremamente comunicativa, il design probabilmente superiore a qualsiasi altro videogioco, la grafica splendida e le musiche notevoli per pertinenza, ricchezza, armonia e ricorrenza dei temi melodici.
Gli enigmi non sono (quasi) mai troppo difficili e richiedono una certa dose di elasticità mentale ed intelligenza.
Il Finale è un capolavoro.
I pochissimi personaggi sono estremamente interessanti e tutti indimenticabili.
I video di intermezzo stupendi ed evocativi.
La storia una splendida fiaba, pregna di significato.
Unico difetto del gioco è quello di essere troppo poco pragmatico, eccessivamente sognante, arioso, in parte concettuale, in parte intellettualmente difficile; ciò potrebbe renderlo difficile da recepire e farlo venire a noia a chi vi si avvicinasse col solo intento di perdere un po' di tempo davanti al PC o potrebbe farlo anche odiare a chi stesse cercando un buon puzzle game con enigmi da risolvere.
Un viaggio incredibile insomma, al quale avvicinarsi consapevoli di ciò che ci aspetterà.
A dispetto del "sequel" il gioco è pienamente autoconclusivo e trova anzi vero significato proprio nell'essere troncato da un finale ispiratissimo e concettualmente autoreferenziale.
Voto 99 per controbilanciare rispetto a chi abbia messo voti così bassi che non li si dà neanche ai giochi/ciofeca, fermo restando che il gioco meriterebbe 100 per certi versi e magari non più di 84-89 per chi stesse cercando un puzzle game o una avventura grafica convenzionale.


Voto: 99/100

Commento di Kanjar

04 Dicembre 2008

Incantevole..un viaggio senza eguali!!!
Immancabile Syberia 2!!!


Voto: 100/100

Commento di carrye

17 Settembre 2008


Voto: 50/100

Commento di Farquad

10 Settembre 2007

bel titolo..ma dalla microids mi aspettavo di meglio..a volte provoca lunghi sbadigli..


Voto: 60/100

Commento di sim.us.

02 Settembre 2007

bellissimo.....l'ho appena finito.....molto bello....forse un po' troppo semplice.....e l'automa oscar è da strangolare per la sua pignoleria


Voto: 90/100

Commento di The_white_duke

03 Agosto 2007

Confermo i commenti che ho fatto su Syberia 2. Infatti i commenti che ho fatto su Syberia 2 riguardano sia la prima che la seconda parte del gioco. Per vedere quindi i miei commenti su Syberia e Syberia 2 vedere il commento che ho fatto su Syberia 2.

Slauti.


Voto: 9/100

Commento di Gwath

24 Luglio 2007

Davvero un buon titolo, rientra tra quelli di buon livello.
Benchè 3D la grafica è veramente curata nei dettagli come non sempre capita di vedere... La storia è buona cosi come la scenografia austera. Gli enigmi, ed alcuni particolari potevano esser curati di più, ma tutto il resto si fa perdonare queste piccole pecche.


Voto: 90/100

Commento di Centerbe

16 Luglio 2007

Semplicemente meraviglioso! La miglior avventura grafica che io abbia mai giocato! La trama e' meravigliosa, il coinvolgimento e' unico e i personaggi sono caratterizzati stupendamente con uno spessore magnifico! Gli enigmi forse non sono troppo complicati e la longevita' non e' eccelsa, ma non esiste gioco che mi abbia coinvolto a tal punto! Il re dei capolavori!


Voto: 98/100

Commento di sottoeffetto

30 Giugno 2007

La cosa migliore del gioco è sicuramente la grafica... peccato che c'è solo quello, la trama lascia molto a desiderare, gli enigmi non danno soddisfazione, il ritmo è troppo diluito, insomma tolta la grafica eccezionale e sicuramente senza tempo, siamo di fronte ad un mezzo disastro.

Lasciatelo stare, ricorda quel vecchio film degli anni '80 "sotto il vestito niente"


Voto: 68/100

Commento di Reflex

13 Maggio 2007

Per chi ama i giochi fatti bene,di qualunque genere essi siano,dal F.P.S al G.R.S o Simulazione,Syberia è un MUST che un videogiocatore deve provare.

La motivazioni che mi spinge a dir cio' puo', ed è condivisa, da un vastissimo pubblico che, come me,ha trovato in Syberia un'avventura videoludica che non si farà dimenticare tanto facilmente.

Capisco giustamente che, per gli amanti delle saghe in stile MYST, storceranno il naso su questa mio giudizio,ma il mondo, e l'atmosfera nostalgica e retrò,accompagnata dalla protagonista Kate con il suo (SIMPATICISSIMO) robot "Oscar", lasci un segno indelebile di come si puo' portare delle sensazioni ed emozioni paragonabili solo da una lettura di un signor Libro,e credetemi.....non è da poco questo!!!

voto 99/100


Voto: 100/100

Commento di Enrico

18 Aprile 2007

Peccato per la protagonista non esattamente simpatica, però l'atmosfera che si respira è davvero magnifica, compreso un nostalgico omaggio alla vecchia URSS.


Voto: 82/100

Commento di valdor

30 Dicembre 2006

La realizzazione di questa avventura è sicuramente impeccabile, un po' meno la giocabilità. Pochi enigmi di alto livello, quasi tutti semplici ed adatti ad un pubblico meno esperto. Non è sicuramente un titolo adatto ai giocatori di Myst, ma si poteva fare di meglio dato l'impegno grafico e di plot. Va comunque giocato per ammirarne la realizzazione.


Voto: 78/100

Commento di Liuk

12 Ottobre 2006

a dispetto di quanto viene declamato nn è il mio tipo di avventure preferito. è l atmosfera che nn mi piace! anche se devo riconoscere che tecnicamente è ben fatta come avventura! sono d' accordissimo con il commento di Grieverhead! ciao


Voto: 75/100

Commento di belacqua

17 Settembre 2006

Direi che Syberia non ha rivoluzionato il mondo degli AG, tuttavia ha offerto e offre alcuni spunti retrò, quali i fondali 2d prerenderizzati, che sono personalmente azzeccati in una classica avventura punta e clicca. Benoit Sokal ha saputo creare un'arte che definirei fumettistica videoludica, come fece per esempio Bill Tiller a suo modo in Monkey Island 3. La storia lega, appassiona il giocatore come un lettore che legge un romanzo d'avventura e si immedesima in esso. Con questo capolavoro penso che tutti coloro che si chiedono "dove stanno le AG di una volta" possano avere una risposta.
Provare per credere.


Voto: 94/100

Commento di edward

29 Aprile 2006

Tutti parlavano (e parlano tuttora) bene di Syberia: ho letto in giro, in varie recensioni ed in vari forum: “un gioco che rimarrà nel cuore per sempre”, “una delle più belle avventure grafiche mai realizzate” ecc. così l’ho comprato su E-bay a 2 euro (originale, ovviamente). Fortunatamente l’ho giocato senza alcun pregiudizio in modo da capire cosa ci fosse di così tanto bello.
Riconosco anch’io i lati positivi del gioco, ma senza gridare al capolavoro. Primo: le ambientazioni, davvero evocative e difficili da dimenticare; scenari che ispirano solitudine, malinconia, nostalgia per un tempo perduto. Tutti luoghi visitati da Hans Voralberg, il genio rimasto bambino, libero nello spirito; la sua presenza in quei posti è subito intuibile, perché ha lasciato il segno, con i suoi meccanismi, le sue invenzioni. Trovare Hans è lo scopo della ricerca della protagonista, Kate Walker, formalmente per un motivo burocratico-legale, ma in realtà Hans rappresenta il simbolo della libertà interiore, la libertà dei bambini, a cui tende Kate, all’inizio omologata ed in un certo senso schiava delle sovrastrutture sociali. Benoit Sokal riesce ad imprimere al suo gioco un significato filosofico e questo è da apprezzare.
Purtroppo ci sono anche molti lati negativi, non solo tecnici ma anche nella stessa “tanto decantata” storia, che presenta molte lacune.
E’ facile criticare il gioco da un punto di vista tecnico dicendo che è troppo corto. Oppure nel sonoro: doppiaggio eccellente, ma è pur vero che UNA locazione presenta UN solo motivo musicale, che si ripete sempre non appena si risolve un enigma importante, e che alla lunga diventa davvero insopportabile.
Ma sono gli enigmi ed anche la trama che, a me, ha lasciato davvero perplesso per la BANALITA'. Si tratta di un avventura grafica in cui NON bisogna ragionare, come LucasArts e Revolution insegnano, bensì solo usare un oggetto giusto al posto giusto. Oppure tirare leve. Oppure spingere pulsanti di macchinari. Lo scopo è solo quello di osservare lo scenario alla ricerca di oggetti con cui interagire, la cui presenza è MINIMA all’interno della schermata. Roba che bisogna stare a cercare con il mouse pixel per pixel alla ricerca di qualche meccanismo od oggetto, qualche volta anche difficile da notare. Già questo basterebbe per escludere a priori Syberia dall’olimpo delle avventure grafiche. Si aggiunge una storia davvero irrealistica, con l’automa Oscar in primo piano, con un Intelligenza Artificiale da 4000 d.C. Altri esempi: per trovare la “caverna segreta” basta sollevare una chiusa e attraversare un fiumiciattolo. La lezione del professore a Barrockstadt lascia intendere che chiunque abbia scritto quella sceneggiatura abbia un’istruzione da terza media. Un popolo preistorico che è emigrato dall’Europa in Siberia ed ESISTE ANCORA ai giorni nostri, che con il regime ha perso la propria identità culturale, scambia avorio con altre popolazioni russe e per tutto questo tempo si è cibato di mammut congelati. Strano che nessun antropologo se ne sia interessato. So che è una storia e che non posso pretendere il vero assoluto, ma almeno il verosimile! La storia di Syberia, più si procede avanti con il gioco, più diventa incoerente ed irreale. Il capitano che presidia le mura di Barrockstadt. Per quanti anni ha creduto di vedere un cavaliere cosacco? In Germania succedono queste cose? Ma per varcare le frontiere degli stati il treno diventa invisibile? Ah, dimenticavo. Ricordatevi che per mandare via 2 uccelletti bisogna PER FORZA dar loro del sauvignon, il loro cibo prelibato, altrimenti è impossibile salire la scala cui negano l'accesso. Ma 2 belle zampate no?
Per non parlare dei personaggi. Sempre fermi, immobili nel loro lavoro fittizio, i veri automi del gioco.
La mia impressione è che, in generale, la grafica, veramente eccezionale anche a guardarla oggi, figuriamoci 3 anni fa, abbia un po’ troppo “abbindolati” coloro che reputano questo gioco come scrivevo in apertura di recensione.
La parte di trama che riguarda Hans Voralberg ed il rapporto con sua sorella, in particolare il diario di Anna (quando l’ho letto pensavo alla mia nonna, nata nel suo stesso anno) e le scene d’intermezzo con i pupazzi-automi che li ritraggono, è l’unica che mi è rimasta davvero impressa e mi ha anche commosso. Peccato che però tutte le aspettative create da questa ricerca di Hans si brucino improvvisamente quando, senza motivo, si trova lo stesso Hans, seduto su una panchina, con Kate che parla con lui come se niente fosse. Bravi, che caduta di stile, eravate stufi di programmare, vero?
In conclusione, una storia che poteva essere sviluppata in modo decente; all’inizio era davvero promettente, ma purtroppo con degli sceneggiatori stupidi c’è poco da fare.
Se posso dare un voto a Syberia, senza stare a fare tutto quell’insensato determinismo tecnologico dato dalla media grafica-sonoro-giocabilità-longevità, il quale “promuove la ghettizzazione socioculturale dei videogame” [Matteo Bittanti, Intro alla seconda edizione di Per una Cultura dei Videogames], questo giusto per inciso, gli darei un 7. Ma con la stessa delusione dell’insegnante che mette un 7 ad un alunno che, con un impegno maggiore, avrebbe potuto tranquillamente prendere 10.
(la discussione su questa mia riflessione la potete trovare a questo link: http://www.adventuresplanet.it/forum/viewtopic.php?t=538&start=0 )


Voto: 72/100

Commento di Grieverhead

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Benoit Sokal
Data Rilascio: Q2 2002
Piattaforma: PC, PS2, XBOX
Caratteristiche
Genere: Avventura/Mistero
Grafica: 2.5D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Italiano
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Altre versioni
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 95/98/2000/XP
Processore: 500 Mhz
RAM: 64 MB
Scheda Video: 16 MB
Hard Disk: 350 MB
Supporto: 2 CD
Ricerche
Altre versioni
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Giocalo su ZODIAC
Syberia Syberia

9.99€

Banner Pubblicitario