Adventure's Planet
Mercoledì, 13 Dicembre 2017 02:28
Benvenuto ospite

I commenti degli utenti su

Post Mortem

 

il nostro voto
72
il vostro voto (11 votanti)
61
20 Gennaio 2016


Voto: 65/100

Commento di blueplanet

02 Novembre 2015

Still Life sarebbe potuto esistere anche senza questo gioco. La trama è banale, i personaggi sono stereotipi di film noire, così come la colonna sonora. Fa eccezione la regia dei filmati, molto carina, e la genialata di far vivere un flashback, cosa che sarà vincente nel seguito SL. Noioso, la trama avanza a dialoghi spesso vuoti (che peraltro si possono pure sbagliare bloccandola letteralmente!), gli sfondi sono mediocri, il 3D è orrendo a eccezione di Gus e quei tre rompicapo presenti sono pure troppi. Il game-design è troppo ammalato di ristrettezza, sembri libero ma se sbagli mosse fai prima a ricominciare. Ammetto che la portata dell'intreccio e la profondità del tema lo classifica come gioco pseudoinnovativo/sperimentale, e non mero cibo per consumatori, quindi mi tratterrò dall'ira dandogli un voto di 40.
Perchè gli ho messo 25? Semplice: non sono riuscito a completarlo tutto nonostante lo abbia ricominciato per 3 volte su 3 pc diversi, tra cui un Win98. Tre bug diversi (uno al barista, uno al buttafuori e uno al quadro) mi hanno bloccato il gioco nelle rispettive partite e alla quarta volta ho guardato da Youtube come finiva. A volte l'ira non può essere frenata, chiedo scusa...


Voto: 25/100

Commento di Ilarius

19 Dicembre 2013


Voto: 75/100

Commento di roxhanne

31 Luglio 2011

Mi sa che devo dare proprio ragione a dafko,io voglio essere magnanimo e metto un 30 diciamo perche' il titolo "era" bello(mi faccio sempre fregare dai titoli!) fin quando non lo iniziato,il gioco non riesce ad entusiasmare neanche sforzandosi a proseguire oltre le prime ore di partita,noioso e pesante,pessimo e dire poco,peccato che la Microids non abbia saputo fare di meglio,va bene che e' del 2002 ma questo non giustifica la scarsa qualita' in nessun modo,evitate se volete farvi un favore,piu' che POST-MORTEM direi che questo e la MORTEM in persona di un ADV.


Voto: 30/100

Commento di ZakMcKraken

23 Gennaio 2010

Non so come il beneamato Salvo Puccio e l'allegra compagnia dei votanti, siano riusciti, con i loro voti, a valorizzare questo gioco che dire infimo è poco. Giocabilità zero, grafica di fine anni 60, ambienti bui e indecifrabili, prove al limite della 'Settimana Enigmistica', rendono il gioco lento e farraginoso.
Per non parlare del personaggio principale, l'occhialuto Gus, detective cervellotico e inetto.
Che dire di più, un gioco riprovevole e destinato solamente ad annoiare persino i detenuti del braccio della morte.


Voto: 1/100

Commento di dafko

06 Ottobre 2009

Sinceramente mi sarei aspettato Qualcosa di più da lfinale...comunque bella storia


Voto: 67/100

Commento di Master Of Lightning

15 Agosto 2009


Voto: 50/100

Commento di Daphoenyx

17 Settembre 2008


Voto: 90/100

Commento di Farquad

04 Giugno 2008

Post Mortem ha un buon impatto, sin dai primi momenti di gioco.
I dialoghi sono interessanti e anche realistici, grazie alla funzione di poter scegliere tra varie risposte e domande, in modo da influenzare irrimediabilmente le conversazione. A volte ci pregiudica l'esito del gioco il modo in cui parliamo, ed è l'aspetto più importante che dovrebbe essere preso in considerazione dalle altre avventure. Mi è piaciuta soprattutto la trama, l'atmosfera intrigante degli anni '20 a Parigi, anche se avrebbero dovuto aggiungere più spessore ai personaggi, e soprattutto all'assassino, sul quale sarebbe dovuta essere concentrata l'attenzione.
Più elementi da scoprire riguardo questo avrebbero aumentato il livello di longevità, e l'interesse per la storia.
Molto bella l'idea di inserire elementi di magia ed esoterismo, come l'alchimia, la testa di bafometto, i templari, i Tarocchi o l'arte di alcuni pittori come Bruegel. Potrebbero creare dei giochi per gli appassionati di aspetti culturali, e artistici come questi.
Non si comprende comunque , come anche nel seguito Still Life, chi sia veramente l'assassino, se sia veramente il dottore impazzito, o il banchiere che si trasmigra di corpo in corpo. Le visioni di Gus tenderebbero verso l'ultima soluzione, ma neanche lui ne è proprio sicuro, visto che alla fine possiamo scegliere se chiamarlo Kauffman o De Allepin... Il titolo Post Mortem, probabilmente vuole richiamare a quello che ci aspetta dopo la morte, ma chissà cosa centra con la testa di Bafometto che renderebbe immortale chi la possiede.....


Voto: 97/100

Commento di seta89

09 Ottobre 2007

Questo gioco è davvero stupendo!!Per la storia..per i filmati in stile fumetto..
La storia non risulta mai noiosa e anche se il gioco pecca un pò nei dialoghi, sono proprio questi ad essere i più utili per evolvere, nelle più diverse sfaccettature, la trama che rapisce fino alla fine!
I tre diversi finali poi fanno sì che la longevità del gioco non abbia mai fine, cosicché il giocatore deve sempre "reinventarsi" per vedere come va a finire.
Grazie, dunque, agli autori di questa bellissima storia!!
Questo voto è più che meritato!


Voto: 98/100

Commento di sim.us.

01 Agosto 2007

Secondo me Post Mortem è il titolo ideale da provare x un giocatore che vuole sentirsi nei panni di un vero detective!! Inizio la mia recensione con questa strana premessa, che però è uno dei punti più a favore del titolo.
Seriamente: se volete sentirvi immischiati in una losca e molto complessa facenda e cercarvi di farvi luce, prestando attenzione anche ai più piccoli particolari, curando molto le "interrogazioni" ai testimoni e tutto il resto... ...in questo caso POST MORTEM è il titolo che vi posso consigliare prima di qualunque altro!!
X il resto possiamo dire che il gioco vanta una grafica non eccelsa, ma adatta ai tempi, un sonoro discreto, una longevità non eccessiva (ma anch'essa ben proporzionata al titolo).
Gli enigmi sono tendenzialmente sulla media, con però alcuni picchi di difficoltà (alcuni non troppo sensati però x dire la verità) che può far innervosire e storcere un pò il naso.
C'è però anche da dire che PS è un gioco in prima persona, e in questo genere di giochi, tendenzialmente, siamo abituati ad enigmi un pò più complicati e impegantivi di quelli che troviamo nei giochi in terza.
Cos'altro si può dire degli aspetti tecnici? Il parlato è in italiano e di buon livello e il gioco risulta "comodo" x vari suoi aspetti (dalla comodissima mappa x gli spostamente ad altri fattori).
Vi sono altri 2 aspetti che rendono questo gioco piuttosto unico.
A-In questo gioco possiamo scegliere che argomenti affontare con un dato personaggio e quelli che, conseguentemente, escluderemo spesso non potremmo recuperarli più.
Questo rende il gioco più vario e lo rende anche (B-)completabile attraverso non una sola, ma più e più strade. Cosa piuttosto rara questa x una AG, e certamente da lodare.
Concludo dicendovi che non sono mai stato un amante delle AG in prima persone, ed anzi, credo di non averne mai finita una eccetto appunto Post Mortem...
Se questo titolo è l'unico in prima che ho terminato ci sarà pure un perchè...
Gli dò un 78/100, un voto davvero piuttosto alto x uno come me che, di fronte a titolo osannati in 1aPersona (come Myst o altri) non è mai riuscito a non abbandonarli all'inizio... :)
Ricordate questa considerazione finale nel leggere il voto, credo sia piuttosto fondamentale... :)


Voto: 78/100

Commento di Lucaskane

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Microids
Data Rilascio: Q4 2002
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Giallo/Thriller
Grafica: 3D
Visuale: Soggettiva
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Italiano
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 98/ME/XP
Processore: 300 Mzh
RAM: 128 MB
Scheda Video: 16 MB
Hard Disk: 400 MB
Supporto: 2 CD
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario