Adventure's Planet
Domenica, 17 Dicembre 2017 08:52
Benvenuto ospite

I commenti degli utenti su

Agatha Christie - Delitto Sotto il Sole

 

il nostro voto
79
il vostro voto (10 votanti)
75
11 Dicembre 2013


Voto: 65/100

Commento di roxhanne

28 Gennaio 2013


Voto: 74/100

Commento di clarenceseedorf86

25 Giugno 2010

Davvero un'avventura piacevole, lenta ma ben costruita. Della serie lo colloco secondo solo a Non ne rimase nessuno.


Voto: 76/100

Commento di giulianobc

25 Marzo 2010


Voto: 68/100

Commento di mariojessi

02 Ottobre 2009

Decisamente il migliore dei 3 a livello grafico, riprende appieno la suspance e il mistero del libro della Christie.
Purtroppo avendo letto il libro, ho perso qualcosina a livello di trama, ma lo consiglio a tutti gli amanti del genere.


Voto: 78/100

Commento di Baku

06 Agosto 2009


Voto: 85/100

Commento di Liszt31

17 Maggio 2009


Voto: 70/100

Commento di Daphoenyx

11 Febbraio 2009

Davvero un'ottima avventura grafica.Forse non perfetta,è vero,ma è riuscita a risolvere i difetti dei giochi precedenti.
La grafica,i poligoni dei personaggi,non convincono molto.E' stato fatto un passo indietro,come detto nella recensione e condivido.Ma la storia √® riproposta benissimo,interessante lo svolgimento cos√¨ come gli enigmi.Sono molto facili,quasi sicuramente non vi bloccherete per essi ma per trovare un particolare oggetto o per un azione che non avete svolto.Cos√¨ come nel primo gioco,pi√Ļ che mai in questo,una semplice azione pu√≤ non farvi proseguire il capitolo successivo.Una struttura molto lineare ma non troppo...le domande che porge Poirot sono interessanti ed aiutano il full-immersion nell'indagine che avviene molto avanti nel gioco lasciando il giocatore a capire gli intrighi che accadono tra gli ospiti in vacanza.

In sintesi mi è piaciuto.Un gioco che vale la pena essere giocato,con un finale soddisfacente,per nulla "stralunato"(come era accaduto con il primo),enigmi semplici ma piuttosto curati e dulcis in fundo una bella indagine da affrontare.


Voto: 80/100

Commento di Enigmista

11 Giugno 2008

Innanzitutto due premesse. Finora avevo giocato solamento a "Assassinio sull'Orient Express" come trasposizione videoludica delle opere della regina del giallo. Devo inoltre aggiungere che sono un appassionato dei libri di Agatha Christie, ma "Delitto sotto il sole" è uno di quelli che non ho letto, quindi non posso fare commenti a riguardo delle differenze tra libro e videogioco in quanto a trama.
Partiamo dalla trama. A mio parere l'intreccio √® piuttosto gradevole, i fatti sono esposti con chiarezza e tutte le informazioni per risolvere potenzialmente il caso sono fornite. Come detto da pi√Ļ parti una delle peculiarit√† di questo gioco √® che l'assassinio avviene circa a met√† del gioco, dedicando la prima parte principalmente a sotto-missioni in teoria inutili ai fini dell'intreccio. Se √® vero che tale artificio possa far scendere l'attenzione del giocatore l'altro lato della medaglia √® che rappresenta un modo per farci comprendere i meccanismi sussistenti tra i vari personaggi che popolano l'isola. Parlando dei personaggi posso dire che essi risultano caratterizzati in modo sufficiente ai fini del gioco (data la loro numerosit√† dubito che sarebbe stato possibile fare molto meglio).
La grafica a mio parere risulta appropriata allo scopo, ovvero è molto pulita e definita (anche se le animazioni non sono in gran numero: le nuvole che si spostano, le onde che si muovono e poco altro). Ciò che lascia un po' a desiderare sono le animazioni dei personaggi, in generale piuttosto approssimative; mi preme comunque sottolineare che in un gioco come questo, di genere investigativo, personalmente posso soprassedere a tale difetto.
Il comparto sonoro mi è parso molto gradevole, con motivi semplici ma sempre di ottimo impatto e consoni alla situazione che vogliono rappresentare.
I dialoghi mi sono sembrati ben strutturati, aiutati anche dal doppiaggio inglese ben svolto e dalla traduzione italiana quasi esente da imperfezioni.
A riguardo della giocabilit√† posso dire che sono stati fatti dei passi avanti rispetto al precedente capitolo, semplificando in particolare l'inventario (togliendo il pannnello frustrante in cui si potevano utilizzare pi√Ļ di due oggetti insieme per volta) e alleggerendo la sezione riguardante i documenti, pi√Ļ facilmente consultabile e meno caotica. Una cosa che ho notato (ma potrei anche sbagliarmi) √® che nel corso del gioco ci capiter√† di raccogliere degli oggetti che poi saranno completamente inutili nel proseguo; a me questa cosa d√† abbastanza fastidio, in quanto contribuisce ad appesantire in modo ingiustificato l'inventario. Un elemento apprezzabile √® la possibilit√† di risolvere gli enigmi di un capitolo in maniera "parzialmente" libera (chiaramente rimane comunque qualche vincolo), permettendo al giocatore di seguire senza remore una pista precisa senza preoccuparsi di dover prima risolvere altre grane.
Ma veniamo al vero tasto dolente di questo gioco, ovvero gli enigmi. Premettendo che sono un avventuriero medio (nella mia carriera avrò giocato una trentina di titoli appartenenti a svariati sottogeneri) non ho timori ad affermare che la semplicità del gioco è ridicola. Credo obiettivamente che sia impossibile rimanere bloccati (a meno di dover trovare un personaggio disperso in qualche parte dell'isola) e piuttosto indecoroso (detto da me che in qualsiasi gioco mi fermo sempre in qualche punto) ricorrere agli aiuti forniti dal Dito del Sospetto. A livello personale questa è una pecca madornale che dopo un po' ha compromesso il mio entusiasmo (e anche il mio voto, togliendogli almeno 5 punti di valutazione).
Tirando le somme non sono pentito per nulla di averlo giocato, ma sono piuttosto rammaricato che una gestione banale degli enigmi abbia potuto compromettere così pesantemente il mio giudizio. In ogni caso ritengo che si tratti comunque di un passo avanti rispetto a "Assassinio sull'Orient Express".


Voto: 77/100

Commento di Simis

15 Aprile 2008

Mi sembra il gioco meglio riuscito della serie (quello che ho amato meno è l'Orient express). Se non avete letto il libro o visto il film è anche meglio, perchè contrariamente ai due precedenti la storia è totalmente sovrapponibile nella trama principale.
Il gioco scorre piacevolmente ed ha una longevità media, carina l'idea di interpretare Poirot tramite Hastings. L'ho trovato un gioco rilassante, non un capolavoro o un avventura che resterà nella storia, consigliato soprattutto a chi ama i gialli e per uno strano caso del destino non ha ancora letto il libro.


Voto: 75/100

Commento di pavel

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: AWE Productions
Publisher: JoWood
Distributore: Atari
Data Rilascio: Q1 2008
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Giallo
Grafica: 2.5D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 2000/XP
Processore: 1.4 GHz Pentium¬ģ 3
RAM: 256 MB
Scheda Video: 64 MB DirectX¬ģ 9 Compatibile
Hard Disk: 1.5 GB
Supporto: CD/DVD-ROM 16x
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario