Adventure's Planet
Martedì, 17 Ottobre 2017 03:52
Benvenuto ospite
Demo
Patch
Salvataggi
Risoluzione Problemi
Extra
end

I commenti degli utenti su

So Blonde

 

il nostro voto
70
il vostro voto (1 votanti)
64
29 Gennaio 2010

I mostri sacri delle adventure sono tornati... Ma perchè non ci sono state grida di giubilo? Noah Falstein e Hal Barwood, l'amatissimo duo che ha dato Natali e Pasque a giochi come Indiana Jones 3 e Indiana Jones 4: Fate of Atlantis (QUESTO doveva diventare un film, altro che quel pastrocchio con i teschi di cristallo!), hanno realizzato Mata Hari, una ciofeca in salsa (insipida) di spionaggio. Ora, questo So Blonde vede il ritorno di Steve Ince, game designer di Broken Sword (applausi), è andata meglio? Sicuramente si, anche perchè era difficile far peggio... E comunque, il risultato rimane deludente.
Così Bionda (tanto per fare gli italianofili) pesca a piene mani nelle commedie legger-demenzial-frivol-stupidine americane. La protagonista è Soleggiata (ma sì, traduciamo anche il nome!), una di quelle bionde teen-ager made in USA che ricordano le Barbie, sia per l'aspetto, sia per il quoziente intellettivo. Ma gli eventi la porteranno da una nave-crocera ad un isoletta caraibico-tropicale, dove gli abitanti sembrano essere rimasti indietro di qualche secolo. E le è andata bene, pensate se fosse capitata nel mezzo dell'Isola dei Famosi, con Pappalardo in piena crisi di astinenza!
Bando alle ciance, parliamo della sostanza del gioco. Anzitutto, la premessa è a dir poco geniale. Il tema delle Teen-ager senza cervello non era mai stato trasportato nel mondo delle AG, e soprattutto all'inizio, le ricorrenti battute di Sunny funzionano molto bene. Il sonoro è buono, con musichette di sottofondo caraibiche gradevoli, anche se alla lunga stancanti. Anche il doppiaggio fa la sua parte, con la nostra Barbie ottimamente doppiata (in inglese). La grafica presenta scenari pastellati di grande impatto e di rara bellezza (la giungla è uno dei scenari più belli delle AG degli ultimi 10 anni). Veramente un grande lavoro, a cui, purtroppo, fanno da contrasto dei personaggi tra i più brutti mai visti in un'AG. Realizzati con la tecnica del Cel Shading (Runaway 1, 2 e 3), sono creati con quattro poligoni in croce e con poche animazioni, il che li rende sgraziati e goffi, non tanto Sunny quanto i (molti) altri abitanti. Quando incontrerete Maria, una ragazza che a causa di una grave malattia ha la forma di un parallelepipedo (si chiama "sindrome da scarsità di poligoni"), capirete cosa intendo...
Il gameplay si basa sull'uso classico degli oggetti e dell'inventario, in puro stile lucasiano. Non ci sono rompicapo cervellotici alla Mist, invece gli sviluppatori hanno pensato bene di inserire una miriade di mini-giochi, per rendere l'azione più varia. Ricordano molto gli scacciapensieri che andavano di moda negli anni ottanta, con una differenza: quelli erano molto più belli! I Minigiochi di So Blonde sono noiosi e insignificanti, con un livello di sfida bassissimo. Si possono vincere automaticamente, ma attenzione, se lo fate, rischiate di precludervi la possibilità di vedervi dei finali alternativi!
I dialoghi con gli abitanti sono ben scritti, purtroppo procedono per esaurimento e si possono ripetere in continuazione, poco elegante...
Certo, fin'ora i difetti non sono poi molti e ci si potrebbe ancha passare sopra... Ma la storia no! Purtroppo, a un inizio scoppiettante e divertente, la storia comincia a invilupparsi su se stessa. Le motivazioni che spingono la nostra eroessa ad agire diventano pretestuose e insulse, le battute spariscono e perdono di verve, gli altri personaggi si comportano in modo così stupido da essere irritanti...
Tirando le fila del discorso, So Blonde è un'occasione sprecata. L'idea di partenza era assolutamente geniale, c'è della cura evidente nella realizzazione (tra l'altro, il gioco è infarcito di citazioni e chicche cinematografiche, vecchie e nuove, a voi trovarle!!!), ma il risultato finale è insipido. Poteva essere un'adventure con i fiocchi, così è solo un'esperienza discreta.
Se volete ridere e non vi spaventa l'inglese, andate su Ceville ad occhi chiusi.


Voto: 64/100

Commento di Poianone

 

Info Requisiti
Generale
Sviluppatore: Wizarbox
Publisher: DTP - Digital Tainment Pool
Distributore: Leader
Data Rilascio: Q1 2010
Piattaforma: PC
Caratteristiche
Genere: Avventura/Commedia
Grafica: 2.5D
Visuale: Terza Persona
Controllo: Mouse
Doppiaggio: Francese - Inglese
Sottotitoli: Italiano
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Requisiti minimi
OS: Windows 2000/XP/Vista
Processore: Pentium IV 1.6 Ghz
RAM: 512 MB Windows 2000/XP
Scheda Video: 64 MB DirectX® 9-compliant video cards
Hard Disk: 2 GB
Supporto: DVD
Ricerche
Sito internet
Giochi della stessa saga
Giochi dello stesso genere
Giochi dello stesso sviluppatore
Banner Pubblicitario