Login with a social network:

Fine Monkey Island 2

Il mondo delle Avventure Grafiche, dalle origini sino ai giorni nostri.

Moderatori: Simo the best, Adrian

Fine Monkey Island 2

Messaggioda Largo il mercoledì 29 novembre 2006, 19:29

è da anni che ho dubbi e ieri sera è riuscito il discorso con Adrian. Secondo voi, cosa vuol dire la fine di Monkey Island 2? (Rispondete prima voi poi vi diciamo le nostre opinioni :wink: )
Largo
 

Messaggioda Grieverhead il mercoledì 29 novembre 2006, 20:42

Dovrei rigiocarci a mi2 visto che l'ultima volta che l'ho fatto avevo 13 anni...
Cmq monkey 3 riusciva in qualche modo a spiegare la fine di mi2 dicendo che lechuck era riuscito a intrappolare il guybrush bambino nel suo parco-giochi maledetto... più o meno... boh.
Bruise... Pristine... Serene... We were born to lose.
Immagine
Immagine
Immagine
Grieverhead
Avatar utente
Avventuriero
Avventuriero
 
Messaggi: 637
Iscritto il: sabato 3 dicembre 2005, 23:27
Località: Rieti / L'Aquila

Messaggioda jin.toString() il mercoledì 29 novembre 2006, 20:49

Non la ricorda per niente....

Ricordo a malappena ke:

Andavo in giro per le stanze con la bambola di le-chuck... e lo infilzavo fino a quando non succedeva qualcosa...

Miiii lo devo rigiocare....
jin.toString()
Guarda mamma sono un taglialegna!!! hahah


Guybrush Threepwood: Quando tuo padre ti ha visto, dev'essere rimasto basito.
Pirata: Almeno il mio può essere reperito!
jin.toString()
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1956
Iscritto il: giovedì 6 luglio 2006, 18:00
Località: Bologna

Messaggioda Diduz il mercoledì 29 novembre 2006, 21:18

Secondo me va presa quasi alla lettera, con un minimo di interpretazione.
Mi spiego


Guybrush e LeChuck sono sempre stati dei bambini. In seguito al furto del giocattolo di cui parla il LeChuck morente, il piccolo Chuckie per vendicarsi ha usato poteri voodoo per proiettare se stesso e suo fratello in un mondo piratesco che gli è stato ispirato dal parco a tema che visita con i genitori. Qui può soddisfare la sua ansia di vendetta al meglio, visto che è "il terrore dei Caraibi". Curiosamente però suo fratello Guybrush gli dà filo da torcere anche in questa dimensione, eliminandolo sia nel primo sia nel secondo episodio.
Appare evidente che il tesoro del Big Whoop (che poi in inglese significherebbe più o meno un "Grosso Urlo di stupore/esaltazione") simboleggia in realtà la presa di coscienza di questo incantesimo e l'uscita nel mondo reale: fisicamente è anche rappresentato da un biglietto del parco a tema! Tant'è vero che LeChuck in Monkey 2 ritiene che sia prioritario impedire a Guybrush di trovare "l'uscita" tanto quanto ritenga prioritario il vendicarsi di lui.
A conferma di questa mia tesi dell' "uscita" vi faccio notare che gli anacronismi aumentano vertitiginosamente durante lo scontro finale, che si svolge in un budello senza fondo, segno che l'incantesimo di Chuckie sta terminando ed infatti termina del tutto quando finisce fuori combattimento.
E' vero che si vede Elaine nei titoli di coda, ma questo non va contro la mia interpretazione: le due dimensioni scorrono parallele e il ghigno spiritato finale del piccolo Chuckie fa pensare che sta ancora meditando di ritornarci insieme a suo fratello... per compiere l'eterna vendetta che ha cambiato il modo di pensare le avventure grafiche e la nostra vita videoludica. :wink:
Ultima modifica di Diduz il mercoledì 29 novembre 2006, 23:30, modificato 1 volta in totale.
Diduz
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1793
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 1:28

Messaggioda Grieverhead il mercoledì 29 novembre 2006, 21:45

Interessante Diduz...
Cioè... tu dici che LeChuck reale, bambino, nel mondo che noi conosciamo, per vendicarsi di suo fratello per il furto del giocattolo (a proposito... puoi ricordarmi di cosa si trattava?), abbia creato questa dimensione parallela piratesca, ispirato dalla visita del Theme Park.
Questo "gioco" fantastico inizia esattamente quando Guybrush appare dal nulla a Melee Island, con la voglia istintiva di diventare un pirata. LeChuck, nel frattempo, viene informato da Bob di un nuovo aspirante pirata che potrebbe ostacolarlo. I due si contendono subito l'oggetto del desiderio, Elaine...

Eppure, credi davvero che Ron Gilbert abbia voluto si dare una spiegazione tutta razionale ad un videogioco che sin da subito è nato nella demenzialità e nell'irrazionalità?
Bruise... Pristine... Serene... We were born to lose.
Immagine
Immagine
Immagine
Grieverhead
Avatar utente
Avventuriero
Avventuriero
 
Messaggi: 637
Iscritto il: sabato 3 dicembre 2005, 23:27
Località: Rieti / L'Aquila

Messaggioda Micartu il mercoledì 29 novembre 2006, 22:51

A me piace del finale che tutto finisce in un parco giochi, guarda caso Gilbert in un'intervista aveva dichiarato che per creare il gioco e alcune scene aveva tratto ispirazione dall'attrazione dei pirati presente in un "piccolo" parco giochi Disney :D
Quindi penso che semplicemente abbia voluto giocare sul finale sapendo che poi non ci sarebbe più tornato su con un terzo episodio, penso che abbia detto "mescoliamo un po' le carte" e abbia creato il classico finale a interpretazione "aperta". Peccato mi sarebbe piaciuto che la serie (per me finita col 2) terminasse in un modo un po' più tradizionale ma si sa che i geni come Gilbert sono tutti un po' matti.
Cmq l'ipotesi di Diduz come molte altre che ho letto in giro è interessante :D
Se fossi un amico di Gilberto lo torturerei alla Misery fino a fargli sputare il rospo! :twisted:
Micartu
Esploratore
Esploratore
 
Messaggi: 125
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 20:14

Messaggioda Diduz il mercoledì 29 novembre 2006, 23:24

Grieverhead ha scritto:Eppure, credi davvero che Ron Gilbert abbia voluto si dare una spiegazione tutta razionale ad un videogioco che sin da subito è nato nella demenzialità e nell'irrazionalità?


No, secondo me - e come dice anche Micartu - ha voluto "giocare" con noi. Io dò la mia interpretazione del finale e poi ognuno dà la propria e questo secondo me era l'effetto che voleva ottenere Ron, proprio un finale aperto all'immaginazione di chi giocava. :wink:
E comunque io non credo, per quanto lui possa sostenerlo, che avesse in mente quello


sdoppiamento dei piani della realtà


sin dal primo Monkey. Ron è uno che scrive un po' a braccio raccogliendo anche le ispirazioni che gli vengono dal team. E' chiaro che col senno di poi nel primo


la presenza di un distributore di Grog al negozio di Stan e altri anacronismi possano essere interpretati come sappiamo in virtù del finale del secondo, ma quando Monkey 1 fu realizzato erano semplicemente divagazioni demenziali punto e basta, IMHO. Infatti il distributore di Grog non lo volle Ron Gilbert, ma lo disegnò sponte sua Steve Purcell (il creatore di Sam & Max), che era il grafico autore di quella locazione. A Ron piacque moltissimo e modificò perfino il finale per farcelo stare.


Io credo che da questa e altre idee scaturite nel brainstorming con i suoi collaboratori, Gilbert abbia deciso POI di lanciarsi nel delirio del finale di Monkey 2 con più consapevolezza e in modo (relativamente) più ragionato. :D
All'epoca queste modifiche in corsa erano all'ordine del giorno, tanto i costi erano bassi e non c'erano battute di dialogo da far ridoppiare o animazioni da scartare che avrebbero richiesto chissà quanti mesi aggiuntivi di lavoro. Adesso è impensabile ragionare così, purtroppo. :wink:
Diduz
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1793
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 1:28

Messaggioda Lucaskane il giovedì 30 novembre 2006, 3:25

Il finale di questo gioco a me nn è piaciuto particolarmente proprio perchè nn è affatto chiaro e lascia molte, troppe interpretazioni a riguardo e "punti di domanda" vari.

Cmq alla luce dell'episodio sucessivo della saga alcune cose si sono chiarite e ora provo a dare la mia interpretazione di ciò che è successo e cercando, a differenza di come avete fatto voi, una visione più razionale dell'accaduto (cmq molto belle anche le vostre interpretazioni).

Monkey Island 2 termina quando Guybrush, staccando una gamba dalla bambola vodoo di Lechuck riduce quest'ultimo in uno stato così pietoso che poi il giovane pirata, mosso dalla compassione, accetta di aiutare il nemico.
E' in questo momento che Lechuck lancia una maledizione su Guybrush, facendolo tornare bambino e sucessivamente portandolo (senza che quest'ultimo se ne renda conto) nel suo luna parck di nn-morti nel cuore di Monkey Island, dove spera Guybrush resti imprigionato x sempre finendo così di dargli fastidi e noiei varie.

Faccio un attimo notare che a sostegno di questa tesi ci sarebbe la sequenza finale di MI2 con Elaine, vari spezzoni di gioco del capitolo sucessivo: "Curse of Monkey Island" (che tradotto, guardacaso, significa proprio "La maledizione dell'isola scimmia"). Tra questi spezzoni di gioco cito quello in cui Lechuck dice a Guybrush "Non so come tu sia riuscito a fuggire dalla mia fiera dei dannati (cioè il luna park di Monkey Island) ma nn fuggirai all'acciaio della mia spada".
Tornando ora invece al racconto temino dicendo che però Guybrush riuscirà ad annullare la maledizione di Lechuck (come farà anche nel 3° episodio della saga) e quindi tornare adulto, e poi, a bordo di un autosconto e a causa di uno strano incidente nn ancora identificato fuggirà dal parco dei divertimenti. Ed è proprio da qui che incomincia il capitolo sucessivo della nostra saga, ossia "Curse of Monkey Island".

PS: ci sarebbe poi un altro fattore che darebbe maggior peso a questa tesi, lo cito brevemente qui senza però troppe spiegazioni (se volete saperla chiedetemela x la prossima volta... :lol: ):
-Che tipo di tesoro è esattamente Big Woop??? In una sequenza di gioco viene descritto come "dei cancelli x l'inferno che, attraversandoli danno un infinito potere"...
Si dice anche che Lechuck li abbia attraversati.
Tutto questo rientra perfettamente con ciò che succede nella fiera dei dannati di Monkey Island...
Lucaskane
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2343
Iscritto il: giovedì 1 giugno 2006, 17:06
Località: venezia

Messaggioda Grieverhead il giovedì 30 novembre 2006, 13:27

Diduz ha scritto:E comunque io non credo, per quanto lui possa sostenerlo, che avesse in mente quello
[spoiler]
sdoppiamento dei piani della realtà[/spoiler] sin dal primo Monkey.

In quale intervista lo ha detto? Deve essermi sfuggita.

Cmq, @Lukas, quella non è un interpretazione, è esattamente il modo in cui gli sceneggiatori di MI3 hanno spiegato il finale di Mi2 e collegatolo col terzo episodio; direi che alla fine ci sono riusciti, anche se, come tu fai giustamente notare, ci sono troppi punti oscuri e situazioni poco chiare. Ad esempio, non viene spiegato come abbia fatto Guy a scappare dalla fiera dei dannati la prima volta, per mezzo del "non identificato" incidente.
Bruise... Pristine... Serene... We were born to lose.
Immagine
Immagine
Immagine
Grieverhead
Avatar utente
Avventuriero
Avventuriero
 
Messaggi: 637
Iscritto il: sabato 3 dicembre 2005, 23:27
Località: Rieti / L'Aquila

Messaggioda Largo il giovedì 30 novembre 2006, 15:08

Secondo me:
Dato che Guybrush stava avendo la meglio su Le Chuck, quest'ultimo fa avere una specie di visione a Guybrush facendogli credere che sono bambini e fratelli. Non credo che non sia vera la storia, le prove che ha superato per diventare un pirata e l'esistenza di Elaine. è solo un trucco che usa Le Chuck per scappare dal pericolo (perché se vi ricordate, quando Le Chuck è bambino si gira verso il giocatore e i suoi occhi sono inumani e malvagi)
Largo
 

Messaggioda Diduz il giovedì 30 novembre 2006, 15:30

Grieverhead ha scritto:
Diduz ha scritto:E comunque io non credo, per quanto lui possa sostenerlo, che avesse in mente quello
[spoiler]
sdoppiamento dei piani della realtà[/spoiler] sin dal primo Monkey.

In quale intervista lo ha detto? Deve essermi sfuggita.


Quello che ha detto è: "Se guardate con attenzione anche il primo capitolo ci sono degli indizi che vi fanno capire cosa sta realmente accadendo." Per quello ho scritto dello "sdoppiamento", lui non usa quelle parole, però da questa frase la mia interpretazione mi è sembrata legittima. :wink:
Mi dispiace, ma ti devi fidare: non mi ricordo proprio dove lo lessi. :roll:
Diduz
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1793
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 1:28

Messaggioda Gnupick il giovedì 30 novembre 2006, 15:33

La mia:
Molto semplice: Guybrush ha immaginato tutto. Appoggio Diduz per il discorso del delirio anacronistico finale (la 'visione' si miscelava alla realtà perchè stava svanendo), però l'ipotesi che Chuckie abbia creato tutto è intrigante ma IMHO poco plausibile perchè l'intera avventura andrebbe vista nell'ottica di Guy: è lui il protagonista, quindi mi sembra giusto pensare che sia anche lui l'artefice di tutto.
Voodoo Lady dice che Big Whoop è un 'luogo' in cui cui potrà scappare per sempre da LeChuck: quel luogo è, ovviamente, la vita reale. Le trame di MI sono avventurose, anacronistiche e piene di clichè... degne dell'immaginazione di un ragazzino. Al termine, nel 'dormiveglia', Guy confonde realtà e fantasia, ambientando lo scontro finale nei tunnel del Luna Park. Big Whoop, inteso come il nome del parco giochi, è quasi la fotocopia dell'isola di Booty: è chiaro che Guy ha preso ispirazione dalla realtà per creare l'isola.
Lo sguardo spiritato di Chuckie e il commento di Elaine (forse Guy continua a immaginare il seguito della storia?) li vedo più come 'ammiccamenti' al giocatore, e poco più.
Gnupick
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 1195
Iscritto il: sabato 14 ottobre 2006, 16:04

Messaggioda Grieverhead il giovedì 30 novembre 2006, 15:51

gnupick, non è detto che per forza "it's all in LeChuck's mind" o "it's all in Guybrush's mind"; Diduz dice che il piccolo LeChuck è riuscito a creare, tramite un incantesimo voodoo imparato chissàdove, questa dimensione parallela in cui ha intrappolato Guybrush, ciò non toglie che questa dimensione abbia "vita propria" e Guybrush non sia libero di esplorarla come soggetto senziente.
Bruise... Pristine... Serene... We were born to lose.
Immagine
Immagine
Immagine
Grieverhead
Avatar utente
Avventuriero
Avventuriero
 
Messaggi: 637
Iscritto il: sabato 3 dicembre 2005, 23:27
Località: Rieti / L'Aquila

Messaggioda Gnupick il giovedì 30 novembre 2006, 15:56

rileggendo, hai ragione: avevo interpretato male. Beh, così è ancora più intrigante ;).

A proposito, non so dove lessi questa teoria (forse semi-ufficiale) ma mi ci ritrovo: il segreto di Monkey Island è, appunto, l'immaginazione.
Gnupick
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 1195
Iscritto il: sabato 14 ottobre 2006, 16:04

Messaggioda Diduz il giovedì 30 novembre 2006, 15:57

Poetica davvero. Però forse un po' esagerata. 8)
Diduz
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1793
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 1:28

Messaggioda Grieverhead il giovedì 30 novembre 2006, 16:01

Adrian, visto che Largo ti ha citato, tu che ne pensi a proposito?
Bruise... Pristine... Serene... We were born to lose.
Immagine
Immagine
Immagine
Grieverhead
Avatar utente
Avventuriero
Avventuriero
 
Messaggi: 637
Iscritto il: sabato 3 dicembre 2005, 23:27
Località: Rieti / L'Aquila

Messaggioda Guybrush Sheepwood il giovedì 30 novembre 2006, 19:47

Io penso che sì stiamo dando ognuno una propria variante di interpretazione ma alla base secondo me si cerca di interpretare una realtà che invece deve rimanere mistica ed onirica. Questa è la mia idea ma secondo il Maestro voleva proprio creare proprio questo turbamento interiore nell'animo del videogiocatore, mettere davanti agli occhi qualcosa di inspiegabile, forse anche a lui stesso. Alla fine xò metto cmq un bello "IMO" :wink:
Molto appropriato.Combatti come una mucca...
Guybrush Sheepwood
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 3825
Iscritto il: martedì 20 dicembre 2005, 22:50
Località: Messina

Messaggioda Lucaskane il giovedì 30 novembre 2006, 20:20

Grieverhead ha scritto:Cmq, @Lukas, quella non è un interpretazione, è esattamente il modo in cui gli sceneggiatori di MI3 hanno spiegato il finale di Mi2 e collegatolo col terzo episodio; direi che alla fine ci sono riusciti, anche se, come tu fai giustamente notare, ci sono troppi punti oscuri e situazioni poco chiare. Ad esempio, non viene spiegato come abbia fatto Guy a scappare dalla fiera dei dannati la prima volta, per mezzo del "non identificato" incidente.


Si, è proprio vero, è l'interpretazione che danno quelli del 3, a ciò che è successo nel 2. Però attenzione, che nn è solo questo. Ci sono diversi fattori già presenti nel 2 che portano cmq a questa tesi, come diverse descrizioni di Big Woop, ciò che dice Elaine nel finale ed altro...

Poi è vero non è mai spiegato come fa Guybursh a scappare dalla fiera dei dannati la prima volta, ma non è affatto detto bisogni sempre e cmq star lì a spiegar tutto.

PS: colgo l'occasione x aprire anche una piccolissima parentesi OT.
Viene tanto criticato MI4 x la mancanza di linearità con gli episodi precedenti ma, come fa notare anche questo topic, di mancanza di linearità ce n'è abbondante tanta anche negli episodi precedenti se si sta a guardar tutto...
Lucaskane
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2343
Iscritto il: giovedì 1 giugno 2006, 17:06
Località: venezia

Messaggioda Guybrush Sheepwood il giovedì 30 novembre 2006, 23:46

Chiaramente il 2 nn può essere lineare col 3 x' quest'ultimo nn è stato concepito dalla mente del Maestro, mentre il primo e il secondo sono in perfetta sintonia :roll:
Molto appropriato.Combatti come una mucca...
Guybrush Sheepwood
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 3825
Iscritto il: martedì 20 dicembre 2005, 22:50
Località: Messina

Messaggioda Lucaskane il venerdì 1 dicembre 2006, 0:47

Guybrush Sheepwood ha scritto:Chiaramente il 2 nn può essere lineare col 3 x' quest'ultimo nn è stato concepito dalla mente del Maestro, mentre il primo e il secondo sono in perfetta sintonia :roll:


Prendo atto di ciò che hai detto ma questa resta cmq solo una tua opinione.
Certamente Monkey Island 3 nn è stato ideato da Ron Gilbert come i 2 capitoli precedenti.
E' anche però giusto dire che è assai più semplice collegare l'1 al 2 piuttosto che il 2 al 3. Questo perchè il finale di MI1 è molto semplice e chiaro, mentre il finale di MI2 mi pare nn l'abbia capito chiaramente nessuno, e questo topic ne è la dimostrazione...

E poi mi viene da pensare che, se su MI3 sono presenti in questo sito ben 2 valutazioni di 100/100 (e nn sono valutazioni mie), significa che più di qualcuno deve aver apprezzato questo gioco come nessun altro in vita sua, compreso il modo di collegarsi al capitolo precedente.
Lucaskane
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2343
Iscritto il: giovedì 1 giugno 2006, 17:06
Località: venezia

Prossimo

Torna a Adventure Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti