Login with a social network:

Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Il mondo delle Avventure Grafiche, dalle origini sino ai giorni nostri.

Moderatori: Simo the best, Adrian

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Goulstin il domenica 17 aprile 2016, 18:49

Salve a Tutti (e Buona Domenica)

Come ho avuto modo di dire sulla rispettiva pagina di Facebook (la dove nessun ti calcola...),
era un bel pezzo che non mi ri-accostavo al mondo podcast/videoludico, e non nascondo che,
me ne è venuta un po la mancanza.

Cosi, preso da quell'attimo di nostalgia, ho deciso di andare a dare uno sguardo in giro, e che ti
trovo? Qualcosa che non avrei mai dovuto vedere: quel "Monkey Island è una ca... una cag...".

NO!
Non ci riesco nemmeno!

Mi ero detto: "ma questi sono diventati pazzi!"; "vuoi vedere che con l'età, qualcuno si è dimenticato delle cose vere?, eppure ci si uno dovrebbe ricordare meglio del passato che del presente!"
E poi ho immaginato due tre vecchietti a parlare tra di loro (con le voci stridule) e dire:

- Ti ricordi quando eravamo giovani noi? I videogamesss ssi giocavano con il mausse!
- Già! E c'era quel miiitico gioco sulle scimmie geneticamente modificate! Gia!
- Ah! Si!... E come è che si chiamava... Pooorca paletta! Me.. Ma..

- Mai.. ialand !
- Macchè: Monchi Ailland! Gia!
- Belloo! Coff coff! Meee lo ricordo beeene il mitico Trippawood!

Etc..

Poi mi sono svegliato... ed era per fortuna un Pesce d'Aprile!
(Maledetti! Non fate più di questi scherzi!)

Comunque, adesso è scaturita in me l'idea di rivedere (riascoltare) un po com'era questa cosa,
e mi sono ripromesso di ritornare a bere qualche cosa al Calavera Cafe!

Ps: d'altra parte se non ricordo male, si era deciso di parlarne già dalla prima puntata...
Pps: ho trovato qualcosa di molto personale in tutto ciò!
(qualcosa che in un certo qual modo mi appartiene...)
Goulstin
Avatar utente
Adepto
Adepto
 
Messaggi: 86
Iscritto il: mercoledì 21 luglio 2010, 23:17

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Tsam il lunedì 18 aprile 2016, 15:29

Bentornato Goulstin! :)
Tsam
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 2513
Iscritto il: martedì 22 novembre 2005, 13:06

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Goulstin il giovedì 21 aprile 2016, 0:36

Saalve Tsam !!

E' un piacere risentirti.

Come va? Tutto a posto? Mi auguro proprio di si.
Ho voluto rimettere mano a questo appuntamento (ed a qualche altro se ci riesco).
Sono proprio lontano come ho avuto modo di dire, non ho la più pallida idea di cosa stia
succedendo tutto intorno a questo 'ambiente' ( :) ), però ritengo che non c'è nulla di
meglio che le vostre fonti, per dare uno sguardo intorno !

Come detto ho ripreso dalla prima puntata... Sono rientrato al Calavera Cafè, per sorseggiare
la mia Limonata Lombagine, anche se a dire il vero, sarei molto indeciso, se prendere:
    - Un Bloody Mary;
    - Un Tritabudella;
    - Un Resuscitamorti;
    - Un Balena Blu;
    - Un Drunked-Monkey-Wrench;
    - Un Monkey-Coffe;
    - Un LeChuck Cocktail;
    Oppure
    - Un Absinthe Calavera Noir Immagine :twisted:

Ad ogni modo, tre giorni per ascoltare una sola puntata, mi sembrano troppi...
Ma sono costretto a spezzettarla #-o
Però è meglio cosi se voglio afferrarci qualcosa. In questo caso potrei andare liscio e far scorrere le puntate con un semplice riascolto, almeno fino alla seconda stagione (perchè bene o male, è li che sono arrivato), ma invece, voglio riporre la stessa attenzione alle puntate, sin dall'inizio.

Nel Riascoltarla, mi è tornato tutto in mente, come se l'avessi ascoltata poco tempo prima :)
Ho rivissuto quelle estemporanee gag sparse qua e la per la trasmissione!
E ovviamente, adesso posso fare il confronto con quelle piccole cose che al primo ascolto non conoscevo.

Un saluto a te e a tua trippa... a tutta la TRUPPA!
Riaggiornerò il post!

Ah! Ps: per chi volesse curiosare: i drink sopra citati, esistono sul serio!
Goulstin
Avatar utente
Adepto
Adepto
 
Messaggi: 86
Iscritto il: mercoledì 21 luglio 2010, 23:17

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Overmann il giovedì 21 aprile 2016, 9:58

Grande puntata, riesce a fare umorismo dando comunque sempre degli spunti interessanti... Da King's Quest V alle localizzazioni al "tu comunque c'hai quarantanni e stai qui a idolatrare il parto goliardico di tre ragazzini" :mrgreen:

Purtroppo faccio fatica a seguirle tutte per la durata, c'è per caso una puntata in cui parlate di Life is Strange?

Comunque l'unica cosa su cui non mi sono trovato d'accordo, per così dire, è l'evoluzione narrativa del genere che sarebbe "più matura" in tempi moderni rispetto agli anni '90... Ci si potrebbe fare una puntata sopra ma diciamo che è uno degli aspetti che più mi rammarica dei videogiochi: io sono cresciuto e loro no.
Overmann
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2205
Iscritto il: mercoledì 1 agosto 2007, 14:12
Località: Eridani Epsilon B

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Diduz il giovedì 21 aprile 2016, 11:07

Overmann ha scritto:uno degli aspetti che più mi rammarica dei videogiochi: io sono cresciuto e loro no.

O forse non stanno crescendo alla tua velocità, però lo stanno facendo. Diciamo che ora c'è spesso una volontà narrativa più consapevole, ecco. La qualità è un altro discorso (anche estremamente soggettivo, peraltro). Proprio Life Is Strange è un gioco che ci prova a mettere nella storia tutte tematiche che possono interessare gli adulti, poi magari fa lo spiegone, cerca soluzioni facili, ci sono gli stereotipi qui e lì, però almeno lo fa. Life Is Strange o The Walking Dead la LucasArts o la Sierra negli anni Ottanta-Novanta NON li avrebbero fatti, poco ma sicuro. Poi possiamo dire che sono lontani dalla qualità di comprovati romanzi o film che trattano gli stessi temi, ma quei temi almeno adesso ci sono, ecco. :D
Diduz
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1792
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 1:28

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Overmann il giovedì 21 aprile 2016, 12:32

Di giochi orientati a un pubblico di adulti ce ne sono sempre stati, credo sia sbagliato dire che un tempo i videogiochi erano "per ragazzini" e oggi sono anche per adulti. Non voglio assolutamente dire che siano regrediti e che oggi non esca niente di maturo, forse come dici tu non sono cresciuti alla mia stessa velocità. Però molta roba che esce oggi e viene accolta come incredibilmente matura a me fa abbastanza sorridere, soprattutto perchè è uno di quei mantra tipo "finalmente i videogiochi trattano temi maturi!!1!"...

A cavallo dell'anno 2000 è uscita molta roba fruibilissima dagli adulti e stiamo parlando di 15 anni fa.
Ma anche negli anni '90 non è che abbiamo avuto solo Monkey Island... Non mi sto riferendo solo alle avventure grafiche, ma a tutto l'insieme di generi in cui il comparto narrativo era importante. Generi in cui personaggi che muoiono, crescono, riflettono, sono sempre esistiti, o più precisamente esistono da almeno vent'anni.
Overmann
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2205
Iscritto il: mercoledì 1 agosto 2007, 14:12
Località: Eridani Epsilon B

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Gnupick il giovedì 21 aprile 2016, 14:42

Overmann ha scritto:Grande puntata, riesce a fare umorismo dando comunque sempre degli spunti interessanti... Da King's Quest V alle localizzazioni al "tu comunque c'hai quarantanni e stai qui a idolatrare il parto goliardico di tre ragazzini" :mrgreen:


Lol, era un po' un azzardo, però in parte lo penso davvero. Molte opere di intrattenimento le amiamo perchè ci hanno divertito, condotto per mano, insegnato qualcosa. Un 40enne è meno propenso a farsi prendere per mano da un 20enne, non dico che non avvenga, ma è più raro. Se oggi ricordiamo I Goonies come se fosse un capolavoro è perchè avevamo uno sguardo diverso, se lo vedessimo oggi per la prima volta non farebbe breccia allo stesso modo (pur riconoscendone i pregi, eh). Ci sono alcuni 25enni che reputano Space Jam un classico irrinunciabile, per dire.
Gnupick
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 1195
Iscritto il: sabato 14 ottobre 2006, 16:04

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Diduz il giovedì 21 aprile 2016, 15:31

Overmann ha scritto:A cavallo dell'anno 2000 è uscita molta roba fruibilissima dagli adulti e stiamo parlando di 15 anni fa. Ma anche negli anni '90 non è che abbiamo avuto solo Monkey Island... Non mi sto riferendo solo alle avventure grafiche, ma a tutto l'insieme di generi in cui il comparto narrativo era importante. Generi in cui personaggi che muoiono, crescono, riflettono, sono sempre esistiti, o più precisamente esistono da almeno vent'anni.

Mentre ti scrivevo la risposta ci ho pensato anch'io, però forse non è tutto marketing quello che sbandiera questa coscienza come contemporanea. In effetti anche un The Dig o un Gabriel Knight temi interessanti li mettono in campo, ma forse quello che sta avvenendo ora è che il tema si lega in maniera più netta con l'intenzione d'interazione: i poteri di Maxine in Life Is Strange o le decisioni nei dialoghi di The Walking Dead sono il pezzo forte dell'interazione e sono strettamente correlati ai temi che i giochi narrano, mentre in The Dig o Gabriel Knight il pezzo forte erano gli enigmi e la sfida, e i temi non erano "il motivo" per cui tu giocavi.
Se penso a The Dig, solo verso la fine c'è un momento assimilabile alle "decisioni morali" che vanno di moda adesso, quando puoi decidere di far resuscitare Maggie anche se lei ti ha pregato di non farlo, ottenendo una sfumatura diversa del finale. Ecco, un Life Is Strange o un The Walking Dead sono invece interamente e costantemente costruiti su cose del genere, quindi il tema non è "un valore aggiunto", ma è proprio IL valore principale dell'esperienza, veicolata attraverso un'interazione ad essa specifica. Per cui direi che, anche se guardando i temi in sè può non esserci un'enorme evoluzione, c'è nel modo di concepire l'approccio nel suo insieme, cioè nel modo in cui temi e interazione si muovono assieme (o provano a muoversi). E nel modo in cui si vende il prodotto, ehm. :lol:
Non ho mai giocato a Planescape Torment, ma lì mi dicono che il sistema gdr applicato ai temi funzionava molto bene.
Diduz
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1792
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 1:28

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Overmann il giovedì 21 aprile 2016, 17:11

Diduz ha scritto:i poteri di Maxine in Life Is Strange o le decisioni nei dialoghi di The Walking Dead sono il pezzo forte dell'interazione e sono strettamente correlati ai temi che i giochi narrano, mentre in The Dig o Gabriel Knight il pezzo forte erano gli enigmi e la sfida, e i temi non erano "il motivo" per cui tu giocavi.


Un'altro modo per descriverli è che sono dei "non-giochi" in cui è stato tolto tutto il gameplay e quindi grazie al piffero che la trama è "il motivo" per cui giochi :mrgreen:

In realtà di gente che gioca per vedere la storia, più che per godersi il gameplay, ne esiste da sempre. Una roba come Final Fantasy VIII venne massacrata come equilibrio ruolistico, ma ci sono i cosplayer ancora oggi.

Ci sono perfino FPS che hanno avuto come punto di differenziazione la profondità dei temi trattati: Bioshock non è stato un punto di partenza, ma un punto di arrivo che è passato per System Shock, Half Life e Deus Ex. Giochi in cui la componente ruolistica o interattiva era fondamentale, e perfettamente intrecciata col narrato.

Nei survival horror di origine nipponica, in particolar modo in Silent Hill, si toccano tematiche a dire poco drammatiche, e la natura esplorativa dei giochi - basata su simbolismi e rimandi culturali - era perfettamente integrata con tali tematiche.

Le "scelte morali" di cui si vantano tanto alla Telltale non sono altro che l'evoluzione di un gameplay presente dagli anni '90 nei giochi di ruolo, da Planescape Torment a Fallout fino ai giochi Bioware e alla saga di Witcher. Certo parliamo di ambientazioni molto diverse, ma non si può certo dire che le scelte non fossero integrate nell'esperienza.

E' vero tuttavia che a quei tempi - e qui si scala in modo abbastanza lineare, nel senso che più vai indietro più è vero! - un videogioco era considerato valido anche in base a quanto era difficile da portare a termine, e talvolta questa cosa era indipendente dal concetto di longevità. Un gioco di 30 ore come Shenmue, in cui dovevi imparare nuove e relativamente articolate mosse di kung-fu per farti strada tra i nemici, venne recensito nel 2000 così:
"Determining your character's next move requires little more than talking to someone, who will then tell you who to see or where to go ... all that's left is a guy walking around an amazingly detailed environment."

Parliamo di un gioco che ha più gameplay di tutti i giochi indie e telltale messi assieme... :lol: di Broken Sword recensito negli anni '90 avevo già parlato in un altro thread... Insomma la percezione del tempo è sicuramente importante, e da avventurieri sappiamo bene quanto sia difficile integrare gli enigmi con la trama, quindi se devi mettere molti enigmi difficili finisce che sacrifichi parte del modo in cui comunichi col comparto narrativo. Ovviamente lo stesso problema ce l'avevano i giochi d'azione: negli FPS di un tempo, anche se avevi una narrazione curatissima, sparavi TANTISSIMO, provate a rigiocare Half Life o il primo CoD e confrontatelo con gli fps di oggi... obiettivamente si nota che a un certo punto devi staccare il cervello e iniziare a preoccuparti di non morire.

Stesso discorso per JRPG e survival horror: una parte del gameplay non era affatto integrata con la trama.
Talvolta questo bloccarsi, per risolvere un enigma o sparare a un po' di nemici, conferiva un ritmo piacevole all'avventura, a differenza di quello che accade nei giochi Telltale dove sei davanti a una serie TV dal ritmo serratissimo. Talvolta invece poteva risultare pesante, dipende molto dai motivi per cui giocavi, tuttavia spesso si andava avanti davvero per la trama.

Si può sicuramente dire che è cambiato il gameplay, è cambiata l'accessibilità, è cambiato il ritmo ed è cambiata la difficoltà media. Ma sinceramente mi sembra che i temi maturi fossero non solo presenti, ma anche perfettamente conferiti anche 10 o 20 anni fa dal gameplay, nonostante tutte queste differenze estetiche.

Tra l'altro il discorso che fai è perfetto per gli ultimi giochi Telltale e per qualche altro caso isolato, ma parliamo di un pugno di titoli. Se parliamo di videogiochi in generale, l'impalcatura cade: nella saga di Uncharted abbiamo una trama mediocre con un tizio che spara di continuo. All that's left is a guy walking around an amazingly detailed environment :P
Overmann
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2205
Iscritto il: mercoledì 1 agosto 2007, 14:12
Località: Eridani Epsilon B

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Tsam il venerdì 22 aprile 2016, 16:10

Tempo di fusioni e di comunioni molecolari, come ci ricordano Giuseppe “Dungeon Master” Saso e il mitico Alberto “Neo-Geo” Semprini in un episodio crossover fra l'Occhio del Beholder e Calavera Café, per rendere onore e tributi a una delle più belle nonché innovative (per quei tempi) serie della Sierra: Quest for Glory.

Parleremo anche di Quest For Infamy e Heroine’s Quest, due perle che devono molto alla mitica saga Sierra. Buon ascolto!
Tsam
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 2513
Iscritto il: martedì 22 novembre 2005, 13:06

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Tsam il lunedì 25 aprile 2016, 22:20

Ormai la cricca di Calavera Café non ha più confini, come ci dimostra il primo episodio del video commento a The Last Express, perla mai troppo lodata della storia dei punta e clicca e importante alfiere di un mondo di fare avventura purtroppo non ripreso con sufficiente decisione negli anni successivi alla sua uscita.

Se siete curiosi, non l'avete mai giocato o semplicemente volete sentire la voce dei vostri eroi formato podcast, non vi resta che schiacciare play e farci sapere cosa ne pensate!
Tsam
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 2513
Iscritto il: martedì 22 novembre 2005, 13:06

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda julien.clement il martedì 26 aprile 2016, 16:57

Non ho apprezzato la risposta di Cristiano. Cerco di spiegarmi meglio: quando ho inviato il mio "audiomessaggio" l'ho fatto come una sorta di "appello", per attirare l'attenzione sul mio progetto. In merito al fatto che, se inseriste il mio intervento, la trasmissione diventerebbe una sorta di "vetrina" che male c'è? Potrebbe essere un'idea per una nuova rubrica, intanto ho cominciato a lavorare al Game Design di Rosso Natale. Comunque non voglio creare polemiche, cercavo solo un po' di aiuto e "considerazione", un modo per fare pubblicità direttamente.
Il Podcast degli Avventurieri
www,avventurieri.eu
julien.clement
Avatar utente
Adepto
Adepto
 
Messaggi: 60
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2015, 11:44

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Gnupick il martedì 26 aprile 2016, 21:17

julien.clement ha scritto:Cerco di spiegarmi meglio: quando ho inviato il mio "audiomessaggio" l'ho fatto come una sorta di "appello", per attirare l'attenzione sul mio progetto. In merito al fatto che, se inseriste il mio intervento, la trasmissione diventerebbe una sorta di "vetrina" che male c'è? Potrebbe essere un'idea per una nuova rubrica, intanto ho cominciato a lavorare al Game Design di Rosso Natale. Comunque non voglio creare polemiche, cercavo solo un po' di aiuto e "considerazione", un modo per fare pubblicità direttamente.


Julien, come ti ho già spiegato approfonditamente nella mail privata a cui immagino tu faccia riferimento, Calavera non ha mai fornito un servizio di spam 'su richiesta' per ragioni comprensibili (che comunque ti ho chiarito - sempre in privato), salvo casi/requisiti particolari. A ogni modo, ti ho anche precisato che nei tuoi riguardi avremmo fatto un'eccezione e avremmo comunque segnalato in trasmissione il tuo appello di ricerca game designer, ma per il momento aprire una rubrica con gli audiomessaggi promozionali degli ascoltatori non rientra nelle iniziative previste.

Ti chiedo però di cercare di non portare le conversazioni private qui sul forum: gli altri utenti non hanno idea di cosa si parla e non si capisce niente :wink: .

In bocca al lupo per il tuo progetto :!: .
Gnupick
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 1195
Iscritto il: sabato 14 ottobre 2006, 16:04

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Goulstin il domenica 1 maggio 2016, 22:06

Sono alla seconda puntata del mio riascolto di Calavera.
E così ho potuto risentire del discorso fatto su King's Quest.
In quella puntata si parlava di come i TellTales stessero pensando ad un possibile sviluppo di una propria versione del gioco - cosa che anche a me sarebbe 'gustata', infatti come dice Alberto, anche io sarei stato curioso di vedere cosa ne fosse scaturito, seguendo i loro canoni.
La licenza era passata all'Activision, ed io mi ero fermato li!
Oggi (non mi dite con ritardo perchè lo so!) scopro che poi un remake di King's Quest, è venuto fuori... Non mi sarei mai aspettato di rileggere Sierra!
Ad ogni modo, da un primo sguardo, non sembra fatto maluccio!
Goulstin
Avatar utente
Adepto
Adepto
 
Messaggi: 86
Iscritto il: mercoledì 21 luglio 2010, 23:17

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Goulstin il domenica 1 maggio 2016, 23:10

Io avrei avuto una piccola idea.
E' una cosa un po insensata, ma volevo proporla comunque, perchè è una cosa che posso fare a tempo perso,
perciò, se può avere un utilizzo per gli altri utenti, a me fa piacere. Però non posso promettere di essere costante.

Di cosa si tratta:
Goulstin
Avatar utente
Adepto
Adepto
 
Messaggi: 86
Iscritto il: mercoledì 21 luglio 2010, 23:17

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Goulstin il domenica 1 maggio 2016, 23:21

Benvenuti al Calavera Cat..Cafe !

Ascoltare podcast 'di genere', spinge gli ascoltatori curiosi ad approfondire gli argomenti trattati
(per ovvi motivi di scelta e del rispettivo livello di appassionamento).
Cio' non vale (o almeno: non dovrebbe valere) per quei pod, fatti per 'cacchieggio'...
Anche se nulla toglie a nessuno. il diritto di approfondire argomenti quali: 'maiali parlanti'; o
'gattini' di ogni sorta e genere (che per ragioni ben poco note, spingono sempre più le persone,
ad essere attratte verso questo... 'male del web' !! :) )

Può capitare (spesso) nei podcast, che gli stessi argomenti trattati, non siano legati a dei punti di riferimento, o che non vengano offerte tali opportunità, in termini di links, rispetto alle citazioni fatte.
Una cosa che trovo importante percio', e' avere una 'scaletta', sulla quale sia possibile seguire l'andamento della discussione (cosa che voi avete fatto).
Ma soprattutto, credo sia utile avere un riscontro 'leggibile' di ciò che si sta 'ascoltando'
(puo' capitare di non percepire bene un suono o una pronuncia, per cui tali nomi diventano come un
'nastro riascoltato in rewind' !).

Nessuna scure calata sugli speaker!!!
Semplicemente: può capitare; è' piu' che naturale!
Anzi a loro discolpa si puo' dire che, se a volte capita di 'inciampare' con la lingua, è anche per l'emozione...
(E con questo ritengo spiegato l'incipit!
Un saluto al mitico Pizzi 'Veterano del Podcast'!)
-intro prima puntata, circa al 27 secondo!-

Il mio proposito in questo caso, è: fare una 'appendice' di collegamento agli argomenti trattati in questo podcast,

senza pero' proporre nessuna rilettura o 'approfondimento dell'approfondimento' !

Quello che mi interessa (anche se traslato indietro nel tempo), è soltanto, fornire ad altri 'utenti',
un legame testuale-visuale di tutto quanto si è discusso, con un particolare accento ai nomi delle avventure citate (o meglio, laddove possibile: a tutti i nomi citati)

Lo faccio, perchè personalmente mi è capitato in più di una occasione, di non capire cosa venisse detto
(mi riferisco sempre ai nomi sentiti), e mi sono dovuto adoperare per risalirvi, mentre sarebbe stato molto comodo per me, semplicemente
'Clikkare' per vedere (mi suona come un motto!)

Vi faccio un banale esempio che mi è capitato proprio nel primo episodio di Calavera Cafè.
Chi già lo conosceva non ci avrà messo molto a capirlo, ma io (se pur allora sapessi della sua esistenza), non riuscii ad associarlo a niente.
Ad un certo punto sentii dire a Tsam: "Evan Pistori" !?
E mi chiedevo: ma chi cavolo è questo?
E invece non era nessuno, ma era: "A Vampyre Story" !

Ne ho scoperte di cose facendo cosi.
Ora, io lo faccio, come detto, ma sarebbe interessante se anche qualcun altro si potesse interessare della cosa.
La butto li. poi vediamo che ne viene fuori, OK?
Goulstin
Avatar utente
Adepto
Adepto
 
Messaggi: 86
Iscritto il: mercoledì 21 luglio 2010, 23:17

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Goulstin il domenica 1 maggio 2016, 23:59

Calavera - Stagione 1.png


E così come detto, vado con la prima Appendice, del primo episodio.
(I nomi sono scritti in ordine, così come quando sono stati citati in trasmissione. Ovviamente non verranno
ripetuti, e non ho ritenuto opportuno scandire il punto in cui questi sono nominati.
Per ogni errore che dovessi fare, vi prego di farmelo notare, cosicchè possa correggerlo).

Appendice A (di CC1x01) Tutti i Titoli citati in trasmissione:


- J.U.L.I.A (2012)(CBE / Lace Mamba)
- Monkey Island (saga) (su Wikipedia) (1990)(LucasArts)
- The Walking Dead (2012)(TellTales)
- Resonance (2012)(Wadjet Eye)
- Rise of the Dragon (A Blade Hunter Mistery) (su Wikipedia - Eng) (1990)(Dynamics)
- Dreamfall Chapter (2014)(Red Thread Games / Blink Studios)
- Samorost (1) (2003)(Amanita Design)(giocabile on-line)
- Machinarium (2009)(Amanita Design)(Demo giocabile on-line)
- Botanicula (2012)(Amanita Design)(Demo giocabile on-line)
- The Tiny Bang Story (2011)(Colibri Games),[ su AP ]
- The Whispered World (2009)(Daedalic Entertainment)
- Deponia (saga) (2012)(Daedalic Entertainment)
- Dark Fall (2002)(Darkling Room)
- The Lost Crown: A Ghost-Hunting Adventure (2009)(Darkling Room)
- (Sam & Max Freelance Police)-(non pervenuto!)
- Escape from Monkey Island (Fuga da...)(LucasArts)(vedi saga)
- (Full Throttle 2)-(non pervenuto!)
- Monkey Island Special Edition (primi due capitoli)(LucasArts)(vedi saga)
- Grim Fandango (1998)(LucasArts)(vedi saga)
- The Dig (su Wikipedia) (1995)(LucasArts), [su AP]
- Zak McKracken (su Wikipedia) (1988)(LucasArts)
- (Star Wars)(rif. a Guerre Stellari)
- (Indiana Jones)(rif. al personaggio)
- Monkey Island (Tales of ...) (2009)(TellTales Games)
- (Monkey Island 3 - B)-(non pervenuto!)
- Jurassik Park (2011)(TellTales Games)
- (Sam & Max)(rif. al personaggio)
- The Wolf Among Us (Fables) (2013)(TellTales Games)
- Gemini Rue (2014)(Wadjet Eye Games)
- Blackwell (serie) (2006)(Wadjet Eye Games)
- Maniac Mansion (1987)(LucasArts)
- Dear Esther (2012)(The Chinese Room)
- To the Moon (2011)(Freebird Games)
- A Vampyre Story (su Wikipedia) (2008)(Autumn Moon Entertainment / Crimson Cow)
- Day of the Tentacle (su Wikipedia) (1993)(LucasArts)
- Stacking (2011)(Double Fine)
- (Layton)(rif. al personaggio)
- Syberia (1) (2002)(Microids)-(di Benoit Sokal)
- Myst (1993)(Cyan)
- (Pompei; louvre; Notre Dame) (didattici - non riportati)
- Alone in the Dark (serie)(su Wikipedia) (1992)(Infrogames)
- Shadow of the Comet (su Wikipedia) (1993)(Infrogames)
- Dune (su Wikipedia) (1992)(Cryo)
- (Tex Murphy)(rif. al personaggio) (della Access Software)
- Heart of China (1991)(Dynamix) ( da Gnupick's Corner * )
- Adventure of the Willy Beamish (su Wikipedia -ENG) (1991)(Dynamics)(due episodi?)
- Space Quest (5) - (vedi serie) (1996)(Dynamics)
- Blade Runner (1997)(Westwood Studios)
- Cognition (su Wikipedia - ENG) (2012)(Phoenix Online Studios)
- The Last Express (su Wikipedia) (1997)(Smoking Car Productions)
- Broken Sword (1) (2005)(Revolution Software)
- Indiana Jones and the Last Crusade (voglio indirizzarvi su Lucasdelirium) (1989)(LucasArts)
- Dreamfall Chapter (III) (su Wikipedia - rif. alla saga) (2014)(Red Thread Games)
- The Longest Journey (su Wikipedia) (2001)(FunCom)
- Broken Age (su Wikipedia) (2014)(Double Fine Productions)
- Dreamfall (The Longest Journey II)(su Wikipedia - ENG) (2006)(FunCom)
- Metal Gear (su Wikipedia - rif. alla serie) (1998)(Konami)
- Mass Effect (2007)(Bioware)



(i nomi gia citati non verramno ripetuti)

* non avendo trovato info ufficiali in italiano, quale miglior fonte potevo scegliere, se non quella di colui che lo cita: 'lo Gnupicco nazionale' (come dice

Tsam!!)

Work in progress...
Ultima modifica di Goulstin il sabato 13 agosto 2016, 20:23, modificato 26 volte in totale.
Goulstin
Avatar utente
Adepto
Adepto
 
Messaggi: 86
Iscritto il: mercoledì 21 luglio 2010, 23:17

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Haggis McMutton il lunedì 2 maggio 2016, 0:15

Monkey Island 3-B? o.ò eh?
For her light...

"This world is a machine. A machine for pigs. Fit only for the slaughtering of pigs."

"Remember you're unique, just like anybody else."
Haggis McMutton
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 3630
Iscritto il: venerdì 14 dicembre 2012, 15:34
Località: La stessa di Dylan Dog

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda Overmann il lunedì 2 maggio 2016, 10:18

E' un interessante addendum ma serve davvero tanta pazienza... Intanto ti dò una mano con un paio di errata corrige :P

- \The Wrestler\\ (?) (The Rester ???)[56:04] → Dear Esther
- Art of China (Dynamics) → Heart of China (Dynamix)
Overmann
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2205
Iscritto il: mercoledì 1 agosto 2007, 14:12
Località: Eridani Epsilon B

Re: Calavera Cafè - il podcast delle avventure grafiche!

Messaggioda asterix777 il lunedì 2 maggio 2016, 11:13

Haggis McMutton ha scritto:Monkey Island 3-B? o.ò eh?

Credo sia l'ipotetica versione alternativa che avrebbe voluto farne Gilbert.
Immagine
Immagine
Immagine
"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
asterix777
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 10694
Iscritto il: martedì 7 marzo 2006, 16:54
Località: Napoli

PrecedenteProssimo

Torna a Adventure Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti

cron