Login with a social network:

VAMPYR

Se pensi non esistano solo le Avventure Grafiche questo è il posto per te.

VAMPYR

Messaggioda davidehome il sabato 2 gennaio 2016, 1:52

Immagine
davidehome
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1049
Iscritto il: venerdì 8 agosto 2008, 2:28
Località: Como

Re: VAMPYR

Messaggioda Overmann il martedì 22 gennaio 2019, 12:05

Sto giocando a questo "nuovo" e un po' controverso gioco degli autori di Life is Strange.

Esperienza sicuramente "strana" :shock: mi aspettavo un action-rpg con una componente narrativa forte, in realtà è un mistone megagalattico di generi che quindi trascende un po' le definizioni, ma dopo qualche ora di gioco ho l'impressione che prenda un po' il peggio da tutti i generi:

  • Sembra un'avventura grafica per la quantità di esplorazione e interazione con i personaggi. Ci sono davvero molti personaggi da "andare a trovare" e con cui sviluppare dialoghi e scoprire sottotrame... il problema è che ci sono davvero, DAVVERO, MOLTI personaggi... Più di 60 sparsi per i vari quartieri e con ognuno vi sono diverse linee di dialogo. Questo è dispersivo in modo assurdo perchè a inizio gioco vieni inondato di caratterizzazioni e passi ore ad ascoltare dialoghi di cui (ancora) non ti importa nulla, confondendo i personaggi fra loro. Pian piano li si conoscono e la cosa migliora, ma gestione sbagliata...
  • Sembra un sandbox perchè vi dà una mappa e la libertà di girarla, scoprendo "nascondigli" e giocando un po' con l'ambiente (raccogli roba, parla coi personaggi, combatti gente...). Però benchè Londra sia di sicura atmosfera, come open world è un po' limitato, e soprattutto non c'è un fast travel e nemmeno un mezzo di locomozione... quindi sembra più un'ag in cui camminate a suon di backtracking...
  • Sembra un RPG perchè potete potenziare il personaggio con un albero di abilità molto ampio, e si passano molte ore nei menù a capire che strada prendere come potenziamenti e armi. Cosa che di per sè trovo noiosa (e una stortura dei giochi moderni, tutti rpg-izzati), ma soprattutto essendo estremamente noioso e lento tutto il gameplay descritto sopra, dover ANCHE gestire le abilità nei menù è terribile... Oltretutto se fate "i buoni" e non vi mangiate la gente coi vostri poteri da vampiro, avete pochissimi punti ESP e dovete pensare bene a come gestirli.
  • Sembra un gestionale perchè oltre alle caratteristiche da RPG sopra citate, avete anche una serie di oggetti e componenti chimici da usare sia per le armi che per i farmaci. Infatti il protagonista oltre ad essere un vampiro è un medico... e mixando i giusti componenti può creare i farmaci per curare i personaggi ed evitare che le cose in città peggiorino. A livello di gameplay c'è un sacco di looting per trovare soldi e componenti in giro, e ancora altro tempo nei menu per capire come riuscire a gestire le risorse per curare più persone possibili (se volete fare "i buoni")
  • Sembra un action perchè se ancora non vi siete addormentati, quando vagate per la città ci sono scontri di ogni tipo e il personaggio ha appunto armi e abilità per affrontare i combattimenti. Che sinceramente trovo divertenti, un buon mix tra il fantasy vampiresco e le armi da mischia o lunga distanza. Ma se IO in un gioco mi trovo a chiedere PIÙ combattimenti, c'è qualcosa che non va...

Davvero giocandoci ho continui flash di roba noiosa giocata di recente (clonazzi telltale per i dialoghi, This war of mine per la gestione risorse, Deus Ex per l'rpg e il looting, Watch dogs per il sandbox, ...) che però aveva un suo perchè condensato in una direzione precisa.

Nonostante questa sensazione di noia mista smarrimento, andando avanti con le ore di gioco Vampyr riesce comunque a coinvolgere per una struttura mooolto solida dell'impianto narrativo: obiettivamente il vampiro medico serioso che si muove in un momento storico ben ricostruito compiendo azioni persino realistiche, non s'era mai visto... Ed è molto ben rappresentato. Un gioco decadente e lento, ma anche originale e che pur non spiccando riesce a rapire e a far venire voglia di vedere come prosegue la storia e dove va a parare.

Peccato che in tutto questo mappazzone non ci sia neanche mezzo puzzle... :lol:

Qualcun altro ci ha giocato? Onestamente non è questo il luogo dove vorrei vedere gli adventure moderni, ma quando passerà questa smania per gli RPG Vampyr potrebbe essere un buon punto di partenza per un'avventura moderna in cui la narrazione e i personaggi risultano parte centrale di un gioco comunque più ampio e (sic) non complesso mentalmente.
Overmann
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2191
Iscritto il: mercoledì 1 agosto 2007, 14:12
Località: Eridani Epsilon B

Re: VAMPYR

Messaggioda Overmann il lunedì 11 febbraio 2019, 14:04

A onor di cronaca, ho completato il gioco e pur confermando la curva piuttosto difficile di apprendimento (= le prime ore di gioco sono eccessivamente noiose) una volta che si prende la mano con il sistema di gioco Vampyr è un adventure validissimo.

Dico adventure perchè la parte più curata del gioco è indubbiamente la narrazione: è scritto benissimo, con una backstory molto dettagliata e dialoghi consistenti e taglienti, che tracciano personaggi perfettamente credibili in sè e nel contesto in cui sono calati. E parliamo di un gioco di vampiri...

Purtroppo è penalizzato da queste troppe influenze che gli impediscono di fare bene fino in fondo quel che fa, quindi ad esempio avete moltissimi dialoghi all'inizio che poi però non evolvono granchè. Passano i giorni e i personaggi dicono sempre le stesse cose, oppure ciò che dicono cambia pochissimo, e la parte secondaria di esplorazione delle loro sottostorie è poco interessante e poco integrata.

Quindi avete una prima parte di gioco in cui continuate a conoscere personaggi, e una seconda parte in cui fate backtracking sulle missioni principali ma i personaggi li ignorate mentre ci passate davanti perchè non sono più coinvolti. In questa seconda fase sono più importanti i combattimenti in effetti.

Tutto sommato rimane un gioco "strano" e che manca un po' la quadratura del cerchio, ma comunque molto buono, originale e coinvolgente, con una storia e una mitologia solide che hanno un inizio e una fine con qualche scelta in mezzo.
Overmann
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 2191
Iscritto il: mercoledì 1 agosto 2007, 14:12
Località: Eridani Epsilon B

Re: VAMPYR

Messaggioda Haggis McMutton il lunedì 25 febbraio 2019, 23:08

Noia, noia, noia.
Il sistema dei salvataggi, per quanto sensato possa essere, è una zappa sui piedi (per usare un eufemismo). Se fai una scelta sbagliata per distrazione o proprio per sbaglio (come nel mio caso) perdi ore di gioco, e di certo l'andamento non ti invoglia a ricominciare tanto presto.
For her light...

"This world is a machine. A machine for pigs. Fit only for the slaughtering of pigs."

"Remember you're unique, just like anybody else."
Haggis McMutton
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 3630
Iscritto il: venerdì 14 dicembre 2012, 15:34
Località: La stessa di Dylan Dog


Torna a Non Solo Avventure Grafiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite