Login with a social network:

Auguri Monkey Island

Il mondo delle Avventure Grafiche, dalle origini sino ai giorni nostri.

Moderatori: Simo the best, Adrian

Re: Auguri Monkey Island

Messaggioda Diduz il mercoledì 9 settembre 2015, 23:50

locutus ha scritto:Sono d'accordo con Diduz: probabilmente se TOMI fosse stato prodotto prima di Fuga da Monkey Island (e non esistesse quindi quel metro di paragone in negativo), credo che l'opinione poco convinta di experience86 sul gioco dei TT sarebbe prevalente.

Aspetta, forse non mi sono spiegato. Io penso che TOMI sia in effetti buono, e lo sarebbe anche se Fuga non fosse stato realizzato (anche se stiamo comunque ragionando per assurdo, e la nostra reale reazione in quel caso non la conosceremo mai! 8) ). Quello che volevo dire è che gli autori di TOMI, che per inciso annoverano anche Mike Stemmle, che fu coautore proprio di Fuga, fecero tesoro della reazione dei fan a Fuga, e lo dissero anche. Solo che il loro modus operandi non fu quello di negare quella che per loro era una necessità, cioè il rinnovamento, ma di cercarlo in un modo diverso, con un "cavallo di Troia" che iniziasse sullo spirito allegro di Curse e all'improvviso virasse verso il giallo cupo, mescolando le carte dei ruoli dei protagonisti e dei comprimari, come la Voodoo Lady. La seconda strategia ha funzionato meglio dell'approccio satirico-drastico di Fuga, che cercava invece di cambiare cattivo usando un estraneo totale alla saga (Ozzie Mandrill) e di rileggere l'atmosfera intera in chiave modernista. Dire che Herman è il nonno di Elaine o che la testa di scimmia era un robot gigante sono colpi di scena che non hanno alcuna ripercussione drammatica, stravolgono senza che il sacrificio di capisaldi serva a qualcosa. Suggerire invece che la Voodoo Lady abbia avuto sempre interesse a riprodurre lo scontro Guybrush-LeChuck per me è davvero intrigante, perché tocca in modo significativo i futuri rapporti tra i personaggi, facendomi intravedere possibilità diverse dalle solite e inscrivendole nell'atmosfera stregonesca ed esoterica che la saga ha avuto sin dall'inizio. Così facendo secondo me TOMI riesce a piegare senza spezzare, come dicevo su, e restituisce alla saga un elemento che nè Curse nè Fuga erano riusciti a riprodurre, cioè il senso di angoscia e sfuggente mistero mischiato allo humor, che caratterizzava molti momenti di Monkey Island 2 e soprattutto il finale. Non è esattamente lo stesso identico registro, ma quell'elemento era il più difficile da avvicinare, rispetto alla semplice comicità, ed essere riusciti a inquadrarlo e in parte riprodurlo per me è un successo mica male. I Telltale poi erano reduci solo da roba demenziale, avrebbero anche potuto seguire la strada comica di Curse.
Poi, ci sono altre cose di TOMI che continuano dopo anni a non convincermi molto, come la qualità globale della produzione degli asset (grafici e sonori), o una certa confusione inerente al personaggio di Elaine, o un quinto e ultimo episodio non all'altezza delle vette toccate dal quarto.

locutus ha scritto:Questa discussione mi ricorda un po' il film L'attimo fuggente, nella scena dove il professore legge l'introduzione del libro di letteratura dove, in modo scientifico, si cerca di spiegare gli elementi della poesia.

Fidati, questa non è una di quelle conversazioni, è solo un confronto di punti di vista. Non elencavo regole, solo quello che a me piace vedere in questi prosiegui. Come scrivevo su, l'unica sintesi possibile tra la posizione mia e quella di experience86 non è stilare regole, tavole degli elementi e diagrammi, solo concentrarsi su quel "Se ci deve essere un seguito". Ecco, non è obbligatorio. Non dimentichiamo il faro di quest'affermazione. :lol: :lol: :lol:
Diduz
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1789
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 1:28

Re: Auguri Monkey Island

Messaggioda Danaroth il giovedì 10 settembre 2015, 10:59

Io ho un mezzo problema a parlare di TOMI, perché il gioco mi è piaciuto, ma manca di elementi imprescindibili per me per considerarlo un Monkey Island; ogni episodio può tranquillamente essere considerato una sua "sezione" (forse eccetto il quinto, che ha un'impronta più marcatamente Telltaliana), ma non mi ha saputo trasmettere il senso di omogeneità ambientale tipico dell'esplorazione libera delle isole dei classici.

Tutto sommato lo metterei sullo stesso gradino di Curse, come omaggio competente alla saga. E' un problema tipico quando si vanno a ritoccare formule di grande successo; la ricetta aveva determinati ingredienti che si fondono all'unisono. Un bravo cuoco può variare con maestria l'amalgama e fare un altro ottimo manicaretto, ma c'è un motivo per cui la tradizione ha fatto sopravvivere il classico.

Variare il giusto funziona per un prodotto di qualità, ma non ha le basi per cambiare le carte in tavola e sconvolgere il pubblico di nuovo; ad esempio un reboot di sorprendente efficacia in tal senso fu Sands of Time per Prince of Persia.

EDIT: Una cosa che mi sarebbe piaciuta vedere nel sequel è il trattamento della voodoo lady come villain; non sono un grande amante della sacralità venerativa verso i classici e la decostruzione di un personaggio iconico della saga sarebbe stato un esperimento interessante.
Danaroth
Esploratore
Esploratore
 
Messaggi: 245
Iscritto il: martedì 17 gennaio 2012, 13:53

Re: Auguri Monkey Island

Messaggioda locutus il giovedì 10 settembre 2015, 11:58

Diduz ha scritto:
locutus ha scritto:Sono d'accordo con Diduz: probabilmente se TOMI fosse stato prodotto prima di Fuga da Monkey Island (e non esistesse quindi quel metro di paragone in negativo), credo che l'opinione poco convinta di experience86 sul gioco dei TT sarebbe prevalente.

Aspetta, forse non mi sono spiegato. Io penso che TOMI sia in effetti buono, e lo sarebbe anche se Fuga non fosse stato realizzato (anche se stiamo comunque ragionando per assurdo, e la nostra reale reazione in quel caso non la conosceremo mai! 8) )


Si si, ti eri spiegato bene anche prima :wink:

Volevo semplicemente dire che, nonostante concordi con te circa la buona qualità di TOMI come gioco in sé, se fosse venuto dopo Curse avrebbe comunque molto probabilmente sofferto delle critiche del passaggio dal 2D al 3D, di una serializzazione ad episodi piuttosto che a classici "atti", di una reinterpretazione rovesciata dei ruoli di alcuni personaggi chiave (LeChuck buono/Vodoo Lady cattiva), dell'introduzione di personaggi estranei alla saga (il marchese De Singe piuttosto che Ozzie Mandrill) etc.

Questo per dire che al 99,9% quando si va a toccare un franchise storico, la possibilità di scontentare i fan dello stesso sono generalmente più alte di quelle di riuscire a soddisfarli. Questo perché ognuno ha una sua particolare idea di cosa quel marchio rappresenta per lui ed è difficile che un autore possa (o voglia) riuscire a ricreare quella magia.

Concordo col tuo giudizio su TOMI: credo che li i vari elementi siano stati molto ben dosati e non si potesse fare di meglio (tranne qualche angolo da smussare ulteriormente in certi episodi) per espandere l'universo narrativo tradizionale di Monkey Island fornendo al contempo degli spunti per creare qualcosa di "coerentemente inedito" per il futuro.

Credo che Fuga questo intento non l'abbia proprio mai avuto: voleva essere un'AG demenziale che piuttosto di inserirsi nella cornice di Monkey Island finisce per farne una parodia. Ed essendo Monkey Island già di suo una parodia dei film/romanzi pirateschi, è venuto fuori un prodotto ridondante che mina (perché ridicolizza) la saga piuttosto che rafforzarla.

Come scrivevo su, l'unica sintesi possibile tra la posizione mia e quella di experience86 non è stilare regole, tavole degli elementi e diagrammi, solo concentrarsi su quel "Se ci deve essere un seguito". Ecco, non è obbligatorio. Non dimentichiamo il faro di quest'affermazione. :lol: :lol: :lol:


Concordo, ma se dopo tanti anni stiamo ancora qui a parlare di Monkey vuol dire che, sotto sotto, noi fan, anche i più integralisti, al seguito ci speriamo sempre, anche solo per poterne parlar male :mrgreen:
Ultima modifica di locutus il giovedì 10 settembre 2015, 12:52, modificato 2 volte in totale.
Immagine
locutus
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 3055
Iscritto il: sabato 8 settembre 2007, 19:59
Località: Palermo

Re: Auguri Monkey Island

Messaggioda Diduz il giovedì 10 settembre 2015, 12:00

Danaroth ha scritto:Io ho un mezzo problema a parlare di TOMI, perché il gioco mi è piaciuto, ma manca di elementi imprescindibili per me per considerarlo un Monkey Island; ogni episodio può tranquillamente essere considerato una sua "sezione" (forse eccetto il quinto, che ha un'impronta più marcatamente Telltaliana), ma non mi ha saputo trasmettere il senso di omogeneità ambientale tipico dell'esplorazione libera delle isole dei classici.

Quindi ne fai una questione di gameplay, più che di trama (che invece vedo aveva spunti che ti son piaciuti). Tuttavia non credo che quel problema di gameplay fosse la ventata di novità di cui discutevamo, era più che altro un limite della struttura episodica che bisognava far pesare il meno possibile. Io credo che nel primo e nel quarto episodio ci siano riusciti piuttosto bene, anche se usando grafica modulare per la creazione degli ambienti. Il limite comunque si sente, per dire molto più che in Fuga, ma non riuscirei mai a considerare Fuga migliore solo per quello, ecco. :wink:

locutus ha scritto:Volevo semplicemente dire che, nonostante la buona qualità di TOMI come gioco in sé, se fosse venuto dopo Curse avrebbe comunque molto probabilmente sofferto delle critiche del passaggio dal 2D al 3D, di una serializzazione ad episodi piuttosto che a classici "atti", di una reinterpretazione rovesciata dei ruoli di alcuni personaggi chiave (LeChuck buono/Vodoo Lady cattiva), dell'introduzione di personaggi estranei alla saga (il marchese De Singe piuttosto che Ozzie Mandrill) etc.

Eh, ma è proprio quella la cosa che mi diverte di TOMI, cioè che invece di negare il desiderio di novità di un precedente capitolo giudicato fallimentare dai fan, ha provato a fare le stesse cose... meglio (il 3D ha poco dettaglio come quello di Fuga, ma in TOMI è realtime e permette la varietà d'inquadrature, DeSinge è un cattivo extra come Mandrill che alla fine passa la palla di nuovo a LeChuck, ma la passività di LeChuck in TOMI è dovuta a un incantesimo, non a un improbabile accordo, e DeSinge viene ridimensionato dopo lo shock Voodoo Lady; le ambientazioni più varie, invece di diventare appunto "parodie", pescano dall'immaginario vicino all'atmosfera originale: baia delle sirene, interiora del mostro marino, aldilà). :wink:
Diduz
Avatar utente
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1789
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 1:28

Re: Auguri Monkey Island

Messaggioda locutus il giovedì 10 settembre 2015, 13:08

Diduz ha scritto:è proprio quella la cosa che mi diverte di TOMI, cioè che invece di negare il desiderio di novità di un precedente capitolo giudicato fallimentare dai fan, ha provato a fare le stesse cose... meglio (il 3D ha poco dettaglio come quello di Fuga, ma in TOMI è realtime e permette la varietà d'inquadrature, DeSinge è un cattivo extra come Mandrill che alla fine passa la palla di nuovo a LeChuck, ma la passività di LeChuck in TOMI è dovuta a un incantesimo, non a un improbabile accordo, e DeSinge viene ridimensionato dopo lo shock Voodoo Lady; le ambientazioni più varie, invece di diventare appunto "parodie", pescano dall'immaginario vicino all'atmosfera originale: baia delle sirene, interiora del mostro marino, aldilà). :wink:


Però vedi, quelli che tu ed experience86 sottolineate come elementi di espressione di novità (ed oggettivamente lo sono, se si prende come pietra di paragone i primi due giochi di Gilbert), io li inserisco invece nel quadro più ampio dell'intento restauratore (e quindi tradizionalista) dei TT nel senso che, si gli elementi sono pur nuovi ma, alla fine, servono a ripristinare quell'atmosfera che la saga aveva perso per strada con le sue ultime incarnazioni :wink:

E in più abbiamo questo bonus di un potenziale bacino di idee da esplorare per il futuro, visto il colpo di scena finale ma credo un po' tutto il processo di maturazione a cui è stato sottoposto Guybrush (l'esatto opposto di quello che era stato fatto con Fuga, con un finale in perfetto stile "risatina della Signora Fletcher" nell'ultima scena di ogni episodio della Signora in Giallo :mrgreen: ).

Per questo dico che per me, e credo per ogni autore che si cimenti in questo tipo di imprese, sia veramente difficile a priori stabilire quali elementi apportare (e in che dosi) in una storia: se esistesse la ricetta perfetta avremmo solo dei capolavori ogni volta, in tutti i campi :D

Ecco perché - e chiudo - penso sempre sia meglio avere qualcuno che questi brand non li faccia morire, anche se si rischia il disastro (purché non si arrivi allo sfruttamento intensivo del marchio solo per fare soldi, ovviamente).
Immagine
locutus
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 3055
Iscritto il: sabato 8 settembre 2007, 19:59
Località: Palermo

Re: Auguri Monkey Island

Messaggioda Danaroth il giovedì 10 settembre 2015, 13:11

La maggior parte dei problemi di Fuga a mio parere erano tecnologici; gli autori degli early 3D dovevano superare il problema dello stile acerbo poligonale. Grim ci era riuscito con il look stilizzato delle calaveras, LBA utilizzando una visuale da lontano e lunghi drappi come vestiti. EFMI invece pare non essersi sforzato affatto, anzi la sensazione era che volessero semplicemente richiamare lo stile di Curse, che invece era calibrato su un effetto dipinto. La stonatura era ancora accentuata perché l'atteggiamento cartoon dei personaggi era stato conservato, ma la loro livrea era mutata.

Non so se il motivo fosse che stavano chiudendo i rubinetti alle avventure o piuttosto una selezione meno accurata del comparto grafico/programmazione (anche i controlli a mio parere erano men che mediocri), ma io ancora oggi non riesco a vedere alcuna animazione del gioco senza un lieve orrore. Ora non ricordo se i contenuti in sé fossero all'altezza, ma io non sottovaluterei come la componente estetica possa aver affossato anche buone idee.
Danaroth
Esploratore
Esploratore
 
Messaggi: 245
Iscritto il: martedì 17 gennaio 2012, 13:53

Re: Auguri Monkey Island

Messaggioda asterix777 il martedì 20 marzo 2018, 17:14

Anche Alicia Vikander (Lara Croft nel nuovo film su Tomb Raider) è una fan di Monkey (e magari - scherzando - vorrebbe anche ambientarci il prossimo film! ;)).
https://multiplayer.it/articoli/196625-tomb-raider-per-il-sequel-alicia-vikander-vuole-unambientazione-in-stile-monkey-island.html
Immagine
Immagine
Immagine
"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
asterix777
Avatar utente
Membro Staff
Membro Staff
 
Messaggi: 10293
Iscritto il: martedì 7 marzo 2006, 16:54
Località: Napoli

Re: Auguri Monkey Island

Messaggioda utdefault il mercoledì 21 marzo 2018, 19:44

Per certi versi, una pasionaria delle ag. Chissà... :D
utdefault
Dottor Jones
Dottor Jones
 
Messaggi: 1156
Iscritto il: sabato 26 dicembre 2015, 19:57

Re: Auguri Monkey Island

Messaggioda Haggis McMutton il lunedì 2 aprile 2018, 17:30

Fan di Monkey Island, fan di Broken Sword... bella e nerd... cosa si vuole di più dalla vita? [smilie=love.gif]

Cooooomunque... sono più vecchio di Monkey Island [smilie=piange.gif] [smilie=piange.gif] vado a buttarmi...
For her light...

"This world is a machine. A machine for pigs. Fit only for the slaughtering of pigs."

"Remember you're unique, just like anybody else."
Haggis McMutton
Avatar utente
Schattenjager
Schattenjager
 
Messaggi: 3630
Iscritto il: venerdì 14 dicembre 2012, 15:34
Località: La stessa di Dylan Dog

Precedente

Torna a Adventure Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti